www.polito.it
Collegio di
INGEGNERIA GESTIONALE
PORTALE DELLA DIDATTICA
HomeCollegiIngegneria gestionale
Stampa pagina
L'ingegnere gestionale

Il corso di Laurea Magistrale forma un ingegnere capace di gestire l’innovazione nei prodotti e nei servizi integrando competenze ingegneristiche e gestionali. 
Il piano formativo segue un percorso che va dall’analisi della struttura dei mercati sotto il profilo economico e giuridico, alla gestione di progetti di sviluppo di nuovi prodotti, alla strategia d’impresa, alla progettazione organizzativa, alla gestione dei sistemi produttivi, alla gestione della qualità.
L’obiettivo è la formazione di ingegneri gestionali di alto profilo, che possano essere utilizzati sia per il coordinamento di attività nell’area operativa delle imprese industriali e di servizi, sia per lo svolgimento di mansioni manageriali nell’area amministrativa e finanziaria di imprese e intermediari finanziari, nella consulenza direzionale e negli enti della pubblica amministrazione.
Il corso di studi offre la possibilità di caratterizzare il proprio profilo su diverse aree di competenza.
In particolare sono previsti otto percorsi: Automazione, Energia, Finanza, Informatica, Innovazione, Logistica, Produzione e Servizi. I percorsi Innovazione e Produzione sono proposti anche in lingua Inglese.

Quanto è richiesto?
Secondo la XVIII indagine AlmaLaurea 2016 sulla Condizione Occupazionale dei Laureati, il tasso di occupazione percentuale di un laureato in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino ad un anno dalla laurea è pari al 92.7% e sale al 97% a cinque anni dalla laurea. 
Il tasso di occupazione percentuale di un laureato in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino risulta inoltre superiore al dato medio
i) degli altri atenei appartenenti al consorzio AlmaLaurea che offrono un corso di laurea magistrale in ingegneria gestionale,
ii) delle discipline ingegneristiche, offerte sia dal Politecnico di Torino sia dagli altri atenei appartenenti al consorzio Alma Laurea,
iii) delle discipline economico-statistiche.

Tasso di occupazione [%] 


La percentuale dei laureati in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino che ha un lavoro stabile ad un anno dalla laurea è pari al 33%, mentre sale al 93.7% a cinque anni dalla laurea.  Anche per quanto riguarda la stabilità del lavoro, i laureati in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino paiono avere migliori prospettive se confrontati con i laureati nelle altre discipline o negli altri atenei oggetto di analisi. 


Laureati che hanno un lavoro stabile [%]



Quanto è soddisfatto?

Una elevata percentuale di laureati in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino utilizza in misura elevata le competenze acquisite con la laurea: il 41,7% a uno, il 49,4% a tre e il 54.43% a cinque anni dalla laurea.
E’ interessante notare come, in generale, l’utilizzo delle competenze acquisite con la laurea cresca nel tempo per l’ingegnere gestionale e in particolare per chi si è laureato al Politecnico di Torino. 
L’andamento opposto caratterizza invece il dato per le altre discipline ingegneristiche. 
Pare dunque che la versatilità del profilo professionale dell’ingegnere gestionale lo renda in grado di adattarsi e gestire l’evolversi della realtà tecnologica, della complessità organizzativa e del contesto ambientale. 
Per le stesse ragioni, aumenta considerevolmente nel tempo anche la percentuale di laureati in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino che ritiene la laurea efficace nel lavoro svolto, mentre il dato per le altre discipline ingegneristiche rimane sostanzialmente invariato.

Utilizzo delle competenze acquisite con la laurea  [%]1

1 % relativa alla risposta “In misura elevata”  
(Fonte: AlmaLaurea 2016 sulla Condizione Occupazionale dei laureati)

Efficacia della laurea nel lavoro svolto [%]1


1 % relativa alla risposta “Molto efficace/Efficace” 
(Fonte: AlmaLaurea 2016 sulla Condizione Occupazionale dei laureati)