ITA | ENG
Laurea magistrale in
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Presentazione
Iniziative internazionali
Scheda istituzionale
Piano degli studi
Guida dello studente
Dipartimento
Collegio
Iscrizione
Studenti
italiani
Studenti
stranieri
Presentazione
Spirito di avventura, esplorazione e scoperta unito ai risultati dell'ingegneria classica nella sua accezione più elevata: la creazione di macchine straordinarie e il controllo di sistemi di incredibile complessità. Sono questi gli ingredienti che conferiscono un fascino tutto particolare agli studi in Ingegneria Aerospaziale. Certo non tutti gli ingegneri aerospaziali arrivano a progettare un velivolo innovativo o a partecipare all'impresa entusiasmante della discesa di una sonda interplanetaria su un pianeta lontano. Ma è indubbio che questa laurea apre la strada verso ambienti ingegneristici "di frontiera", dove si pongono le basi più avanzate delle nuove tecnologie. Per fare solo qualche esempio, nell'ambito dell'ingegneria aeronautica e spaziale si applicano e perfezionano le filosofie della progettazione multidisciplinare, ci si confronta con i temi della sicurezza e dell'affidabilità, si studia e si sperimenta la gestione dei sistemi più complessi.Il Politecnico di Torino, in particolare, ti propone una formazione fortemente ispirata a modelli internazionali, per prepararti ad affrontare la realtà europea e mondiale, dove moltissimi ingegneri aerospaziali laureati a Torino hanno trovato il loro impiego.

Percorsi di studio: il corso di laurea magistrale
Il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Aerospaziale approfondisce e sviluppa le tematiche introdotte nel corso di Laurea.

Esso è articolato su una base comune costituita da 7 moduli da 8 CFU trasversali e a seguire da 5 Orientamenti: Aerostrutture, Sistemi propulsivi, Aeromeccanica e Sistemi, Aerogasdinamica, Spazio. Grazie ad accordi con molte università partner europee, gli studi del corso di laurea magistrale sono fortemente internazionalizzati.

Prospettive di lavoro
Il numero dei laureati in Ingegneria Aerospaziale in Europa è ben proporzionato alla richiesta di ingegneri nella grande industria aerospaziale. Considerando anche l'imponente indotto composto da fornitori e consulenti, la richiesta addirittura raddoppia.

Non solo: come ingegnere aerospaziale hai ampie possibilità di impiego anche in settori industriali contigui, come quelli automobilistico, meccanico, energetico e perfino elettronico- informatico, perché le conoscenze scientifiche e le capacità tecniche che si conseguono con questo corso di studi sono sempre più ricercate in ogni ambito tecnologico.