Laurea magistrale in
Ingegneria civile
Dopo la laurea magistrale
L’ingegnere Civile trova ambito occupazionale prioritariamente presso gli uffici tecnici di enti pubblici e di imprese private, attività di libero professionista, nelle società di ingegneria e nelle strutture di ricerca.
 
Dati forniti da Almalaurea ed il continuo riscontro da parte delle aziende che collaborano con il Politecnico di Torino suggeriscono che ci sia una fortissima richiesta di Ingegneri Civili con salari di ingresso in continua crescita.
 
 
Formazione avanzata

Master di II livello
Per coloro che fossero interessati ad approfondire gli studi dopo la laurea magistrale, il Politecnico offre molte opportunità. I laureati e le laureate magistrali hanno accesso a vari Master di II livello organizzati dalla scuola di Master e formazione permanente. Questo tipo di master ha lo scopo di formare giovani laureati in maniera molto specialistica ed è svolto in forte collaborazione con aziende.
Dottorato di ricerca
Gli studenti con la vocazione allo studio e alla ricerca possono iscriversi al dottorato di ricerca grazie alle molte borse di studio offerte annualmente dal Politecnico.
Il corso di dottorato ha durata triennale e si pone come obiettivo quello di trasferire ai dottorandi una cultura scientifica e tecnica avanzata e strumenti metodologici per l’attività di ricerca nel settore prescelto. Al termine del percorso i dottori di ricerca avranno, dunque, acquisito le competenze e la formazione per svolgere attività di ricerca non solo nelle università ma anche e soprattutto nelle aziende che necessitano di figure professionali in grado di gestire l’innovazione e di porsi in relazione fra mondo accademico e sistema produttivo. Circa il 50% dei neo-dottori trova, infatti, occupazione in azienda e spesso anche all’estero, in special modo in Europa, Canada e Stati Uniti.
Maggiori informazioni sulla scuola di dottorato possono essere trovate qui.
Tutte le opportunità relative al dottorato specifico in Ingegneria Civile ed Ambientale si possono trovare qui.