Laurea magistrale in
Ingegneria civile
 
Questo orientamento è erogato principalmente in lingua inglese, tuttavia, nel primo anno alcuni corsi sono erogati anche in italiano (a scelta dello studente).
L’acqua è un l’elemento fondamentale per la sopravvivenza dell’uomo ma anche un potenziale pericolo che si palesa in alluvioni, mareggiate, tsunami, frane e colate detritiche fortemente distruttive. L’ingegneria idraulica è la disciplina che insegna a progettare tutte quelle opere che permettono sia di sfruttare l’acqua come risorsa, sia di difenderci dai rischi che essa pone. Ne segue che questa Ingegneria dell’Acqua giochi un ruolo fondamentale per affrontare i problemi legati al crescente impatto dei cambiamenti climatici e per raggiungere molti degli obiettivi di crescita sostenibile recentemente identificati dall’ONU.
Per far fronte a queste enormi sfide, l’orientamento in Ingegneria Idraulica vuole formare tecnici che, mantenendo la loro identità di ingegneri civili, siano in grado di:
- Progettare impianti idraulici ad uso industriale e opere per la protezione idraulica, la derivazione e regolazione delle risorse idriche, la produzione di energia rinnovabile, la distribuzione e lo smaltimento delle acque in ambito urbano.
- Gestire le risorse idriche (anche dell’ambiente montano e degli acquiferi), i sedimenti fluviali deltizi e costieri ed i sistemi complessi formati da elementi interconnessi (le reti acquedottistiche o irrigue, reti per lo smaltimento delle acque in ambiente urbano), attraverso la capacità di sviluppare ed usare modelli matematici avanzati (anche contestualmente alla data science) e sistemi informativi territoriali.
- Pianificare in cooperazione con esperti di altre discipline, interventi ingegneristici sostenibili volti a rendere il territorio e le città resilienti nei confronti dei cambiamenti climatici (infrastrutture verdi) sempre nel rispetto delle complesse dinamiche che regolano la vita negli ecosistemi acquatici.

Per mezzo dei principi della didattica innovativa, gli studenti saranno accompagnati a sviluppare un pensiero laterale e l’attitudine a risolvere problemi come quelli posti da un mondo in continuo cambiamento, dove il ruolo della risorsa idrica è e sarà sempre di più, decisivo e strategico.

Per maggiori info consulta il piano di studi.