ITA | ENG
Laurea magistrale in
INGEGNERIA DEI MATERIALI
Presentazione
Esiti occupazionali
Dicono di noi
Collaborazioni con enti e aziende
Struttura organizzativa del CdS
Attività Internazionali
Borse di Studio e Premi di Laurea 2018
Videopresentazione
Iniziative internazionali
Scheda istituzionale
Piano degli studi
Guida dello studente
Dipartimento
Collegio
Iscrizione
Studenti
italiani
Studenti
stranieri
Struttura organizzativa del CdS
Il collegio dei docenti del Corso di Studi si è dotato di una struttura gestionale organizzata in commissioni destinate a gestire le azioni necessarie al buon funzionamento della didattica, dei rapporti con gli studenti, con l’Ateneo e con il Ministero della Pubblica Istruzione e Ricerca. La tabella sottostante riporta la composizione di tali commissioni, aggiornata all’A.A. 2016-2017.
Ref. CdS
Orientamento
Valutazione carriere
Apply studenti stranieri
Erasmus IN
Erasmus OUT
Tirocinii
Esami*
Orari**
Qualità
&
Accreditamento
D. Ugues
D. Ugues
C. Vitale Brovarone
C. Badini
M. Sangermano
D. Ugues
M. Sangermano
M. Sangermano
M. Sangermano
M. Rosso
C. Ricci
M. Salvo
F. Smeacetto
D. Ugues
A. Frache
S. Biamino
B. Bonelli
C. Ricci
* Il responsabile Esami si occupa di predisporre la griglia degli appelli di esame per gli insegnamenti afferenti in modo esclusivo al CdS.
** Il responsabile Orari definisce gli orari di tutti gli insegnamenti previsti dal CdS, esclusi quelli del primo anno LT.


Tirocinio
Gli studenti potranno inserire un Tirocinio (10 CFU) o Attività in Team Studentesco nell'ambito dei crediti ammessi in eccesso rispetto ai 120 CFU istituzionali.


Prova Finale
La prova finale rappresenta un importante momento formativo del corso di laurea magistrale e consiste in una tesi che deve essere elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore. E' richiesto che lo studente svolga autonomamente la fase di studio approfondito di un problema tecnico progettuale, prenda in esame criticamente la documentazione disponibile ed elabori il problema con tecniche di indagine sperimentale o di calcolo, proponendo soluzioni ingegneristiche adeguate. Il lavoro può essere svolto presso i dipartimenti e i laboratori dell'Ateneo, presso altre università italiane o straniere, presso laboratori di ricerca esterni e presso industrie e studi professionali con i quali sono stabiliti rapporti di collaborazione. 
L'esposizione e la discussione dell'elaborato avvengono di fronte ad apposita commissione. Il laureando dovrà dimostrare capacità di operare in modo autonomo, padronanza dei temi trattati e attitudine alla sintesi nel comunicarne i contenuti e nel sostenere una discussione. 
La Tesi può essere eventualmente redatta e presentata in lingua inglese. 
Modalità di assegnazione e dettagli sullo svolgimento della prova finale sono precisati nel regolamento didattico di Corso di Laurea Magistrale.