ITA | ENG
Laurea magistrale in
NANOTECHNOLOGIES FOR ICTs
(NANOTECNOLOGIE PER LE ICT)
Presentazione del corso
Percorso internazionale
Video Presentazione
Tesi svolte
Iniziative internazionali
Esempi di applicazioni
Immagini dal corso
Sito WEB del percorso internazionale
Student Grants
Scheda istituzionale
Piano degli studi
Guida dello studente
Dipartimento
Collegio
Iscrizione
Studenti
italiani
Studenti
stranieri
Percorso internazionale
Il percorso internazionale della laurea magistrale in Nanotecnologie per le ICT prevede un primo semestre presso il Politecnico di Torino, un secondo semestre presso il Minatec di Grenoble e un terzo semestre presso l'École Polytechnique Fédérale di Losanna (EPFL). Il quarto e ultimo semestre è dedicato allo svolgimento dell’attività di tesi in una qualunque delle tre Università o presso aziende o Enti di ricerca internazionali (fare riferimento alla sezione “Tesi svolte” per un quadro parziale delle possibilità offerte). Tra il secondo e il terzo semestre è previsto uno stage estivo opzionale di 10 settimane da svolgere presso aziende o Enti di ricerca per approfondire un soggetto specifico nel campo delle micro e nanotecnologie. Tale stage è obbligatorio per gli studenti che desiderino conseguire anche il titolo di laurea francese.
Il percorso di laurea è stato creato nel 2004, mediante accordi incrociati tra i tre Enti partner dell’iniziativa e leader a livello europeo nel settore delle micro e nanotecnologie. L’accesso è a numero chiuso (massimo 60 studenti) proprio per poter fornire ed assicurare una qualità didattica e di esperienza pratica in laboratorio di eccellenza. Il numero di domande di iscrizione è in costante e significativo aumento, soprattutto sul fronte internazionale. La selezione degli studenti ammessi avviene mediante un procedimento condiviso tra le tre Università ed è basato sulla presentazione di un proprio Curriculum Vitae et Studiorum. Ad oggi la media degli studenti ammessi al percorso internazionale è di 42 studenti/anno. Nei grafici sottostanti si evidenziano l’andamento delle domande di iscrizione e delle ammissioni anno per anno e la distribuzione geografica degli studenti per macro-aree (Italia, Francia, Svizzera, UE, extra-UE).-->


Evolution of students applications



Evolution of students admissions


Alla fine del loro percorso gli studenti ricevono il diploma di laurea nazionale più un diploma congiunto tra le tre Università.

Data la relativa eterogeneità formativa, tecnico-scientifica e culturale degli studenti iscritti al corso di laurea, il primo semestre al Politecnico di Torino è dedicato ad un livellamento delle conoscenze fondamentali di fisica dello stato solido e al consolidamento delle conoscenze nelle discipline delle microtecnologie, dei microsistemi e della microelettronica. Il secondo semestre a Grenoble riprende e approfondisce alcuni aspetti di quest’ultime tematiche, ma è particolarmente focalizzato su discipline nano-tecnologiche e sulla descrizione di fenomeni fisici alla nano-scala. Sono altresì presenti corsi dedicati alle scienze umane e sociali (SHS) e corsi opzionali per approfondire aspetti particolari del mondo delle micro e nanotecnologie. Il semestre finale a Losanna approfondisce e completa la formazione microelettronica e nanoelettronica, pur proponendo anch’esso corsi opzionali di approfondimento e corsi SHS. Si rimanda alla sezione “Piano di studi” per informazioni dettagliate sui corsi e sulla distribuzione dei crediti.
L’integrazione e la complementarietà delle competenze e del programma tra i tre Atenei, unitamente alla disponibilità di strutture all’avanguardia per l’esecuzione di attività pratiche e progetti in laboratorio (in parte anche in camera pulita) assicura un’esperienza e una formazione completa sia teorica che applicata nel campo delle micro e nanotecnologie.

Una delle unicità del percorso internazionale è anche rappresentata dall’arricchimento culturale che deriva dal quotidiano scambio e collaborazione con colleghi di nazionalità diverse e dalla possibilità di condividere anche esperienze extra-didattiche. A Grenoble INP e all’EPFL in particolare, lo sport è ad es. parte integrante della formazione, ma gli studenti possono anche praticare attività scelte da loro stessi durante il tempo libero. Le attrezzature sportive dell'agglomerato urbano e l'ambiente naturale eccezionale permettono di svolgere varie attività in qualsiasi stagione.

Il quarto e ultimo semestre è dedicato allo svolgimento dell’attività di tesi in una qualunque delle tre Università o presso aziende o Enti di ricerca internazionali di altissimo livello e riconoscimento mediante la fitta rete di connessioni e accordi stipulati a tal proposito (fare riferimento alla sezione “Tesi svolte” per un quadro parziale delle possibilità offerte). A seguire vengono forniti alcuni dati statistici sulla distribuzione geografica degli Enti che hanno ospitato i tesisti in Nanotecnologie per le ICT nel corso degli anni.

Distribuzione geografica tesi

La tipologia, qualità e livello di formazione fornita non ha tuttora pari in Italia o Europa e pochi esempi analoghi si segnalano fuori dalla Comunità Europea. Lo scopo del percorso internazionale è quello di formare ingegneri in grado di posizionarsi ad altissimo livello nei settori scientifico-tecnologici della micro e nanoelettronica, dei MEMS e dei microsistemi e delle nano-biotecnologie.

Attraverso la formazione e le esperienze non solo didattiche condotte lungo il percorso di studi sarà possibile maturare una versatilità e solidità unica di competenze: analisi, sintesi e capacità di concezione di nuove soluzioni o dispositivi, modellizzazione, risoluzione di problemi, comunicazione, innovazione, capacità di lavoro in team, interculturalità.

La formazione offerta è pertanto basata su: l'acquisizione di conoscenze solide; l'apertura su più settori delle micro e nanotecnologie (progettazione microelettronica, microsistemi, nanotecnologie); la possibilità di approfondire alcuni aspetti o di dedicarsi a campi non trattati nel programma principale; una sensibilizzazione sugli aspetti finanziari, contrattuali, giuridici specifici in questo campo; il consolidamento di una cultura internazionale; il miglioramento della capacità di espressione in lingua inglese, ma anche in francese; un'esperienza concreta attraverso il progetto di tesi, progetto e attività individuali o di gruppo, esercitazioni pratiche e insegnamenti metodologici.

Il laureato in Nanotecnologie per le ICT può agevolmente trovare impiego in diversi ambiti e per l’ottemperamento di diverse mansioni: ricerca e sviluppo, progettazione, produzione, test e qualità di prodotto/processo, mansioni tecnico-commerciali, project management.

Ambiti e mansioni di lavoro

Il laureato in Nanotecnologie per le ICT ha ad oggi un notevole riconoscimento della sua formazione, delle sue competenze e della sua capacità comunicativa a livello internazionale, pertanto tale è il contesto in cui può offrire e trovare riconoscimento della sua operatività, come si evince anche dal grafico che segue.


Distribuzione geografica posto lavoro assolventi precedenti

A parte le più prestigiose Università nazionali e mondiali, il laureato in Nanotecnologie può trovare impiego in qualunque tipologia aziendale, sia in termini di settore applicativo, sia in termini di dimensione aziendale. Ad oggi si registra una parziale predilezione per le compagnie medio-grandi, tra cui possiamo citare: ST-Microelectronics, Samsung, Sony Ericsson, Oerlikon-Balzer, Tronics Microsystems, Osram Opto Semiconductors, Procter & Gamble, Debiotech, Dolphin Integration, NXP Semiconductors, Sagem Com, Marwell Technology, …