ITA | ENG
Laurea magistrale in
PIANIFICAZIONE TERRITORIALE,
URBANISTICA E PAESAGGISTICO-AMBIENTALE
Il nostro corso
Il piano di studi e il metodo di lavoro
YearBook
Scegliere Torino
Tirocini
Lavoro
Internazionalizzazione
Erasmus+
Iscriversi
News
Contatti
Scheda istituzionale
Piano degli studi
Guida dello studente
Dipartimento
Collegio
Iscrizione
Studenti
italiani
Studenti
stranieri
Il nostro corso

La frase citata qui sopra è l'11 Sustainable Development Goal, uno dei 17 obiettivi adottati dai paesi membri delle Nazioni Unite nel 2015 come parte della Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

L’impatto dell’antropizzazione e, soprattutto il processo di estensione dell’urbanizzazione sul pianeta, con le sfide ambientali e sociali ad essi collegate, richiedono specialisti del governo del territorio capaci di analizzare, rappresentare e valutare le trasformazioni esistenti e possibili, per poter quindi prevedere e proporre scenari utili ai processi decisionali e gli strumenti per attuarli.
Questa è la missione dei nostri laureati: Pianificatori Territoriali, Urbanisti, Urban Manager, Analisti Spaziali, e, insieme, esperti delle dinamiche di trasformazione del territorio. I settori di attività dei nostri laureati sono infatti molti, nel pubblico, nel privato e nel terzo settore: dagli enti che si occupano di pianificare alle diverse scale territoriali, alle imprese che hanno interessi settoriali con impatti sull’organizzazione delle città e dei territori, alle agenzie e organizzazioni che si occupano di sviluppo e ricerca in contesti locali e globali

Le Nazioni Unite sottolineano, a riguardo, l’importanza della formazione di pianificatori e urbanisti (United Nations, Conferenza Habitat III - New Urban AgendaQuito Declaration on Sustainable Cities and Human Settlements for All”, 2016, art. no 102) (T.d.R.):


Faremo il possibile per migliorare la capacità di incidere della pianificazione e della progettazione urbane e per migliorare la formazione dei pianificatori ai livelli nazionale, infra-nazionale e locale


Tale professionalità, riconosciuta nella Direttiva Europea 2005/36/CE, ha una lunga tradizione e corrispondenze nei paesi europei (Town and Country Planning, Spatial Planning, Urbanisme) e il Politecnico di Torino è stato tra i primi atenei a fornire una formazione nel settore della Pianificazione territoriale e urbanistica in Italia, a valle della riforma delle professioni (2001).

In quindici anni il Corso di Laurea magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Paesaggistico-Ambientale ha formato più di 400 professionisti per il territorio nazionale, attraendo studenti da tutte le regioni italiane. Dall’a.a. 2017/2018, inoltre, l’offerta formativa si è ampliata con un curriculum in inglese che attira studenti dal resto del mondo, favorendo gli scambi interculturali e professionali tra loro e con altre scuole di planning. La comunità di professori e studenti che si è sviluppata intorno a questo corso di laurea magistrale è caratterizzata tanto da multi-disciplinarietà quanto da specializzazione utili a comprendere le diverse questioni e sfide che ci riguardano e a dare un contributo alla costruzione di un futuro inclusivo, sicuro, resiliente e sostenibile.




Immagine tratta da un elaborato degli studenti M. Falceri, S. Leardi, F. Mosna, M. Zampieri (Atelier di Pianificazione Paesaggistica e Territoriale, a.a. 2012-2013)


Il corso di laurea magistrale in Pianificazione Territoriali, Urbanistica e Paesaggistico-ambientale ha ottenuto, nel gennaio 2016, l'AESOP Certificate of Quality.

Questa certificazione di qualità del percorso formativo è promossa dall'AESOP (Association of European Schools of Planning, http://www.aesop-planning.eu/) e riguarda i corsi migliori che, in tutta Europa, formano figure di pianificatori. 


Il Politecnico di Torino  è anche membro fondatore di UNISCAPE, la rete europea di università per l'attuazione della Convenzione Europea del Paesaggio. Il nostro corso di laurea magistrale è tra quelli segnalati da UNISCAPE.



Il pianificatore che formiamo è un esperto capace di cooperare con altri esperti di campi disciplinari diversi


La sua formazione è interdisciplinare, affronta i temi della pianificazione a scale diverse, è in grado di elaborare strategie, di contribuire alla definizione di politiche, di progettare per indirizzare le trasformazioni urbane e territoriali.
Il pianificatore interagisce con soggetti diversi - istituzionali, economici, sociali - anche non esperti, stimolandone la partecipazione attiva nei processi decisionali. Il pianificatore opera nel contesto locale, nazionale e europeo.






Link al video creato dai nostri studenti (di Camilla Guadalupi e Andrea Mora, con il contributo di Lorenzo Attardo), cliccando sull'immagine a sinistra.












Il piano di studi completo è disponibile nell'apposita pagina "Piano degli Studi" (link nella colonna a sinistra: scegliere la coorte appropriata).
Scarica qui il volantino del corso (per l'a.a. 2019-2020)