Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Design dell'esplorazione

01NBYPN

A.A. 2020/21

Course Language

Italian

Course degree

Course structure
Teaching Hours
Lezioni 20
Esercitazioni in aula 40
Tutoraggio 34,5
Teachers
Teacher Status SSD h.Les h.Ex h.Lab h.Tut Years teaching
Lerma Beatrice
Design dell'esplorazione (Design III)
Professore Associato ICAR/13 20 40 0 0 8
Bondioli Federica
Design dell'esplorazione (Nuovi materiali per il design) - Corso 1  
Professore Ordinario ING-IND/22 15 15 0 0 2
Malucelli Giulio
Design dell'esplorazione (Nuovi materiali per il design) - Corso 2
Professore Ordinario ING-IND/22 30 30 0 0 5
Montagna Francesca
Design dell'esplorazione (Valutazione economica del progetto) - Corso 1
Professore Associato ING-IND/16 30 0 0 0 5
Montagna Francesca
Design dell'esplorazione (Valutazione economica del progetto) - Corso 2
Professore Associato ING-IND/16 30 0 0 0 5
Teaching assistant
Espandi

Context
SSD CFU Activities Area context
2020/21
Il Laboratorio forma la figura del designer esploratore, rispondendo alle esigenze che provengono dal mondo della produzione e del marketing sostenibili. La crisi economica che ha investito negli ultimi anni i paesi occidentali ha generato una flessione della presenza e della forza imprenditoriale nonché del suo tradizionale ruolo di “committenza” nei confronti del design. A questa nuova condizione il design stesso ha recentemente risposto definendo nuove modalità di ricerca progettuale, in grado di generare lavoro per il designer. Oltre alle domande, ormai consuete, del COME FARE e COSA FARE, va allargandosi una richiesta reale sul DOVE FARE, in quali settori, con quale atteggiamento, attraverso quali tecnologie e investimenti. Il Laboratorio di Design dell’Esplorazione, laboratorio interdisciplinare, colloca accanto all'esplorazione progettuale (Design 3) l'esplorazione dell'impatto in termini economici e di innovazione (Valutazione economica del progetto) e una disciplina dell'esplorazione contemporanea della materia (Nuovi materiali per il design), campo di indagine di grande interesse per tutti i settori produttivi e merceologici. Il Laboratorio è propedeutico ai successivi del 2° semestre: Design per l'industrializzazione (indirizzo Design di Prodotto) e Communication design II (indirizzo Design Grafico&Virtuale). E' collocato al 3° anno 1°periodo didattico.
The Exploring design Laboratory aims to train an exploring designer, answering needs coming from the world of sustainable production and marketing. The economic crisis that has hit countries in the western world in recent years has generated a decline in presence and strength of the entrepreneurial class and also in its traditional role of “customer” of the design sector. Design has recently responded to this new situation by generating new project research methods, able to generate work for designers. As well as now customary questions of WHAT TO DO and HOW TO DO IT, there is an increasing need to know WHERE TO DO IT, in which sectors, in which way, through which technologies and investments, in order to develop innovative and original solutions. The Exploring design Laboratory is an interdisciplinary laboratory, in addition to design exploration (Design 3) includes economic and innovation exploration (Economic evaluation of the project) and a discipline of contemporary materia exploration (New materials for design), a very interesting field of investigation for all productive and goods sectors. The Laboratory prepares for the subsequent Laboratories of the 2nd semester: Design for Industrialisation (Product Design path) and Communication Design II (Graphic&Virtual Design path). It is held in the 3rd year, 1st teaching period.
Il laboratorio, evolvendo ed attualizzando l’approccio progettuale esigenziale politecnico, integra le capacità “esplorative” nella formazione degli studenti, al fine di fornire loro le capacità necessarie per affrontare l’assenza di committenza, proponendo il designer come figura chiave in grado di esplorare panorami esistenti e non e proporre nuove visioni e soluzioni. Il laboratorio permetterà agli studenti, futuri designer, di definire ipotesi progettuali di sistemi-prodotto, processo, servizio sempre originali e innovative capaci di portare con una certa facilità a nuovi modi, idee d’impresa e ambiti di attività. Il laboratorio permetterà agli studenti di maturare: - capacità di comprensione del ruolo contemporaneo del designer, delle sue responsabilità professionali, etiche, e sociali; - capacità di comprensione delle ricadute che possono derivare da un diverso approccio progettuale; - consapevolezza delle potenzialità del contributo del design all'innovazione, nella produzione e nel consumo; - conoscenze della complessità del progetto di design contemporaneo, mediatore tra humanities e technologies; - conoscenza della valenza strategica (territoriale, sociale, culturale) di un progetto d’innovazione; - competenza nella gestione (economica, organizzativa e di pianificazione) del progetto di innovazione; - conoscenza delle potenzialità della ricerca integrata nel campo dei nuovi materiali; - conoscenza dei processi innovativi per la realizzazione di componenti e prodotti; - capacità di lavorare in team mono e multidisciplinari; - capacità di trattare dati quantitativi, accanto ad informazioni qualitative; - capacità di presentare in pubblico il proprio lavoro in lingua italiana; - capacità argomentative e di sintesi.
The laboratory, evolving and streamlining the polytechnic exigential design method, integrates the "exploratory" skills in students, providing them with the skills needed to address the lack of commitment, proposing the designer as a key figure to explore existing and future views and to propose new visions and solutions. The laboratory will allow students, future designers, to develop and design innovative products, process and service projects, always original and innovative, capable of defining new business ideas and project fields. At the end of the course, the students will have: - ability to understand the contemporary role of the designer, his professional, ethical and social responsibilities; - ability to understand the spin-offs that may derive from an open design approach; - awareness of the potential contribution of design to innovation, in production and consumption; - knowledge of the complexity of the contemporary design project, mediator between humanities and technologies; - awareness of strategic marketing significance (territorial, social, cultural marketing); - knowledge about management and investment risk in relation both to the project and to production; - knowledge of the potential of integrated research in the field of new materials; - knowledge of the evaluation of the performance of new materials and new technologies, within the laboratory project; - knowledge of advanced processes for the fabrication of components and products; - knowledge of working in mono- and multi-disciplinary teams; - ability to process valuable data, alongside qualitative information; - ability to present their work in public in Italian; - argumentative and synthesis skills. Pre-requirements / previous knowledge required Established and proven knowledge in the field of design projects or the demand-performance methodology, the ability to build production and consumption scenarios, the history of design and visual communication, basic technological fields (technical physics and structures) and sustainable practices for design and production.
Conoscenze consolidate e verificate nel campo del progetto di design, ovvero della metodologia esigenzial-prestazionale, della capacità di costruire scenari di mercato, produzione e di consumo, della storia del design e della comunicazione visiva, dei campi tecnologici di base (fisica tecnica e strutture), degli atteggiamenti sostenibili per il progetto e la produzione.
Established and proven knowledge in the field of design projects or the demand-performance methodology, the ability to build production and consumption scenarios, the history of design and visual communication, basic technological fields (technical physics and structures) and sustainable practices for design and production.
Il Laboratorio, comune ai due indirizzi, affronta tematiche progettuali “esplorative” di meta-ambiti, in cui interagiscono le discipline: DESIGN 3 (6CFU, 60 ore) È la disciplina che coordina il Laboratorio, in cui si procede all'analisi del contributo del design all'innovazione in senso lato. Attraverso tecniche di ricerca qualitative, gli studenti riflettono sull'approccio a un meta-ambito allargato (o a meta-ambiti, quali, ad esempio Suono, Fuoco, Guilt-Free) individuandone e analizzandone i sotto-ambiti e, attraverso un'azione di feedback metodologico, descrivono a piccoli gruppi gli scenari culturali e tecnici da cui può scaturire il meta-progetto di un prodotto o di un servizio, sintesi finale di una riflessione ad ampio orizzonte. Ogni anno il meta-ambito oggetto di esplorazione varierà: in relazione a ciò, il corso prevede, oltre ad alcune lezioni teoriche, contributi mirati sulla tematica dell’anno, offerti da esperti del mondo scientifico e culturale. In particolare il modulo si articola in una parte di lezioni frontali (2 CFU) ed in una parte di esercitazione organizzata in due step (4 CFU). Le tematiche sono individuate tra quegli ambiti di progetto che possano implicare contemporaneamente competenze del design di prodotto e della comunicazione visiva. Le lezioni teoriche sono relative a: - prima lettura condivisa del meta-ambito - metodologia di progettazione - i possibili modi del fare - innovazioni materiche e tecnologiche, sensorialità e sostenibilità - nuovi strumenti, di supporto alla progettazione, a disposizione del designer - casi studio inerenti ogni tema di progetto - contributi mirati sulle tematiche dell'anno. VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PROGETTO (6CFU, 60 ore) Nel contesto attuale, prodotti tecnologicamente sofisticati e di alta qualità non sono più garanzia di successo e sostenibilità del vantaggio competitivo. Le aspettative dei consumatori richiedono oggi alle aziende di migliorare la qualità dei prodotti e dei servizi abbreviandone i tempi di sviluppo, aumentando la diversificazione della propria offerta, fino a giungere alla customizzazione in funzione di esigenze sempre più personali e dettagliate. Ciò implica per le aziende comprendere come costruire i differenti percorsi d’adozione e innovazione, rispetto a logiche technology-push, design driven o demand driven, comprendendo quali di queste si adattino ai differenti contesti tecnologici e industriali. Per le aziende risulta inoltre importante analizzare e comprendere i segmenti della domanda potenziale, anche al fine di arrivare a determinare corrette strategie di pricing. Di conseguenza, i contributi della valutazione economica e del marketing al design dell’esplorazione si concentrano sulla definizione dei differenti scenari di mercato e d’adozione, accanto alla comprensione dei meccanismi di generazione del valore lato industry, per giungere alla definizione delle opportunità d’investimento, alla valutazione dei costi associati ad un processo d’innovazione e alla determinazione di possibili prezzi di mercato adeguati anche rispetto ai profili dei consumatori potenziali (attraverso l’applicazione di modelli di statistica multivariata per supportare la segmentazione delle domande di mercato, quali per esempio la Conjoint Analysis). In questo modo, il corso vuole fornire alcune nozioni economico-gestionali complementari alle competenze tecniche di progettazione fornite dalle altre parti e pregresse nel percorso degli studenti. Alla fine del Corso, questi dovrebbero essere in grado di valutare le prestazioni di un nuovo prodotto/servizio all'interno del mercato tramite opportuni strumenti. A questo scopo, nella prima parte del Corso, l'attività è organizzata attraverso quattro tematiche, ciascuna con una propria coerenza teorica e metodologica: • Dinamiche dell’innovazione (1,5 CFU) • Posizionamento del prodotto/servizio sul mercato (1,5 CFU) • Analisi dell’industry e della concorrenza (1,5 CFU) • Pianificazione del progetto d’innovazione (1,5 CFU) NUOVI MATERIALI PER IL DESIGN (6CFU, 60 ore) Il corso di Nuovi materiali per il Design intende ampliare le conoscenze di base dello studente di Design mediante lo studio di materiali innovativi e processi tecnologici speciali. Lo studente sviluppa la sua capacità di valutare, mediante misurazioni qualitative e quantitative, la prestazione di un nuovo materiale e la sua sostenibilità nell’ambito del progetto del laboratorio. Gli argomenti principali sono qui di seguito elencati: - Proprietà meccaniche: ripasso generale. Fenomeni di creep, comportamento a fatica dei materiali e prove di impatto - 0,5 CFU - Proprietà ottiche dei materiali: riflessione, rifrazione, assorbimento, diffusione, luminescenza. Fibre ottiche. 1,0 CFU - Materiali innovativi: introduzione ai materiali compositi, adesivi, materiali intelligenti (piezoelettrici, leghe e polimeri a memoria di forma, materiali elettrocromici, termocromici, autoriparanti), materiali con struttura a nido d’ape - 1,0 CFU - Riciclo delle materie plastiche – 0,5 CFU - Processi innovativi: prototipazione rapida, manifattura additiva, deposizione di strati sottili mediante tecniche in fase vapore di tipo PVD e CVD per oggetti di vario tipo (utensileria, arredamento, meccanica). - 1 CFU - Attività di selezione dei materiali per il progetto utilizzando la metodologia sviluppata dal prof. Ashby. Gli studenti si avvalgono dell’utilizzo del software CES Edu Pack. Ciò avviene nell’ambito di una esercitazione a gruppi; inoltre, a partire da dicembre, l’attività degli studenti nel campo dei nuovi materiali si affiancherà a quella pratica della progettazione. - 2CFU
The laboratory, undertaken in both Product and Communication paths, deals with “explorative” project themes of wide fields, including the following disciplines: DESIGN 3 (6CFU, 60 hours) Design 3 is the discipline that coordinates the Laboratory, in which the contribution of the project to the innovation is carried out in the broad sense. Students reflect on the meta- field (i.e. Sound, Fire, guilt-Free) through a methodological feedback action, describing in small groups cultural and technical scenarios from which the meta-project of a product or service could be defined. Each year the exploration field will vary: the course provides, in addition to some theory lessons, specific contributions about the theme of the year, offered by experts in the scientific and cultural world. Specifically, the course of Deign 3 is organized into a part of theory lessons (2 CFU) and into a part dedicated to the project development, organized in two steps (4 CFU). Project themes are identified among those areas of project that may simultaneously involve product design and visual communication competencies. The theoretical lessons (2CFU) are related to: - design methodology; - “playing with the possible”; - material and technological innovations, sensory and sustainability; - new design support tools available to the designer; - case studies concerning the theme of the project; - targeted contributions on the theme of the year. ECONOMIC EVALUATION OF THE PROJECT (6CFU, 60 hours) Currently, technologically sophisticated and high quality products are no longer a guarantee of success and sustainability of competitive advantage. Consumer expectations now require companies to improve the quality of their products and services by shortening time-to-market, increasing the diversification of their offer, up to reaching customization based on increasingly personal and detailed needs. This implies for companies to understand how to build the different paths of adoption and innovation, with respect to technology-push, design driven or demand driven perspectives, understanding which of these adapt to the different technological and industrial contexts. It is also important for companies to analyze and understand the segments of potential demand, also in order to determine correct pricing strategies. Consequently, the contributions of the economic evaluation and Marketing to the Explorative Design course focus on the definition of the different market and adoption scenarios, as well as on understanding the mechanisms for generating value on the industry side. This in order to arrive at the definition of the opportunities for investment, to the evaluation of the costs associated to an innovation process and to the determination of prices that are suitable to different customer profiles. Multivariate statistical models to support the identification of primary needs and to the segmentation of market demands, such as for example Factor Analysis and Conjoint Analysis will be adopted to this aim. In this way, the course aims to provide some economic-managerial notions complementary to the technical design skills provided by the other parties and previous in the students' path. At the end of the course, they should be able to evaluate the technical and market performance of a new product/service by using the appropriate tools. For this purpose, in the first part of the course, the activity is organized through four themes, each with its own theoretical and methodological coherence: • Innovation dynamics (1.5 CFU) • Positioning of the product / service on the market (1.5 CFU) • Industry and competition analysis (1.5 CFU) • Innovation project planning (1.5 CFU) NEW MATERIALS FOR DESIGN (6CFU, 60 hours) The course of New Materials for Design aims at widening the basic knowledge of the student of Design through the study of innovative materials and advanced technological processes. The student develops his/her ability of evaluating the performances of a new material, by using qualitative and quantitative assessments, as well as the material sustainability within the laboratory project. The main topics are listed as follows: - Mechanical properties: an overview. Creep phenomena, fatigue behavior of materials and impact tests - 0,5 CFU - Optical properties of materials: reflection, refraction, absorption, diffusion, luminescence. Optical fibers - 1,0 CFU - Innovative materials: introduction to composite materials, adhesives, smart materials (piezoelectric materials, shape memory polymers and alloys, electrochromic, thermochromic and self-healing materials), honeycomb materials - 1,0 CFU - Plastics recycling – 0,5 CFU - Innovative processes: rapid prototyping, additive manufacturing, deposition of thin layers by means of vapor phase methods (i.e. PVD and CVD) for obtaining different objects (for tooling, furnishings and mechanical applications) - 1 CFU The materials selection by means of the methodology developed by Professor Ashby will be proposed to students: CES Edu Pack software will be available for the students. A group practice, specifically devoted to these activities, will be organized; furthermore, from December onwards, the activities of the students related to new materials will be combined with those specifically referring to the practical design – 2 CFU
Il Laboratorio si compone di tre discipline (6 CFU e 60 ore ciascuna) organizzate in lezioni ed esercitazioni aventi il fine di esplorare panorami progettuali esistenti e non, e di proporre soluzioni progettuali inedite. Ogni disciplina è organizzata in lezioni, esercitazioni e attività di verifica dell'apprendimento, cioè revisioni e discussioni (singole o collettive) delle esercitazioni prodotte. In dettaglio: DESIGN 3 Lezioni teoriche (2 CFU), relative alla metodologia di progettazione del Design Esploratore, contributi di esperti e dei metodi e strumenti per la valutazione prestazionale degli stessi; macro-esercitazioni (4CFU). Queste ultime sono articolate in due fasi, la prima propedeutica alla seconda: la prima dedicata all’apprendimento della metodologia del Design dell’Esplorazione, con un focus particolare sulla definizione della massa critica di informazioni inerenti un brief di progetto e del possibile committente; la seconda esercitazione dedicata all'applicazione della metodologia appresa e quindi all’esplorazione di un secondo ambito (concettualmente vicino al primo), avente come obiettivo l’individuazione di una specifica direzione di meta-progetto e lo sviluppo della proposta (meta) progettuale. VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PROGETTO: Il corso si articola su lezioni frontali, con ampio uso di casi tratti dall'esperienza e dalla ricerca empirica, e su esercitazioni nelle quali gli studenti sono tenuti ad affrontare le tematiche del corso applicate all’attività progettuale e in modo quantitativo. L’attività degli studenti nel campo della valutazione si affiancherà dunque a quella pratica della progettazione, arrivando a generare degli elaborati che contribuiranno alla valutazione finale. Gli studenti saranno supportati con attività di revisione da parte dei docenti, tale attività si terrà nelle ore successive alle lezioni frontali. Gli studenti verranno suddivisi in gruppi da 4/5 persone per lo svolgimento delle esercitazioni. Le 4 esercitazioni riguarderanno le 4 tematiche affrontate: • Dinamiche dell’innovazione (1,5 CFU) • Analisi dell’industry e della concorrenza (1,5 CFU) • Posizionamento del prodotto/servizio sul mercato (1,5 CFU) • Valutazione economica del progetto d’innovazione (1,5 CFU) NUOVI MATERIALI PER IL DESIGN: Lezioni teoriche ed esercitazioni a gruppi con l’utilizzo del software di selezione dei materiali CES Edu Pack.
The Laboratory is made up of three disciplines (6 CFU and 60 hours each) organised in lessons and disciplinary exercises in order to explore existing and non-existing design panoramas, and to propose new design solutions. Each discipline is organised in lessons, exercises and tests, i.e. revisions and classroom discussions (individual and group) of the exercises produced. In particular: DESIGN 3: Theory lessons (2CFU) about design methodologies, contributions by experts, methods and tools for the performance evaluation of materials; design macro-exercises (4 CFU). The last ones are organized in two phases (the first one is propaedeutic to the second): the first phase is dedicated to learning the method of Exploring Design, with a particular focus on defining the critical mass of information relating to a short project and the possible customer; the second phase is dedicated to the application of the learned methodology and therefore to the exploration of a second meta- field (conceptually close to the first), having as its objective the identification of a specific meta-project direction and the development of the (meta) project proposal. ECONOMIC EVALUATION OF THE PROJECT: The course consists of lectures, with extensive use of cases drawn from experience and empirical research, and on practices in which students are required to deal with the topics of the course applied to the project activity and in a quantitative way. The students' activity in the field of economic evaluation will, therefore, complement their design activity, arriving at the generation of documents that will contribute to the final evaluation. Students will be supported by a review from the professors; this activity will take place in the hours following the lectures. Students will be divided into groups of 4/5 people to carry out the practices. The 4 practices will cover the 4 themes addressed: • Innovation dynamics (1.5 CFU) • Industry and competition analysis (1.5 CFU) • Positioning of the product / service on the market (1.5 CFU) • Economic evaluation of the innovation project (1.5 CFU) NEW MATERIALS FOR DESIGN: Theory lessons and exercises in the classroom. The following modules – different from the lessons – will be followed: - Exercise with the CES software (3h) - Group exercises to support the technical report (17h)
DESIGN 3 slide delle lezioni caricate e aggiornate tramite portale della didattica Celi M., Advanced Design Cultures. Long-Term Perspective and Continuous Innovation, Springer, 2015 Norman D. A., La caffettiera del Masochista. Psicopatologia degli oggetti quotidiani, Giunti Editore, Firenze, 2009 Celaschi F., Deserti A., Design e innovazione, Carocci Editore, Roma, 2011 Cornish E., Materiali progetto industriale e Design, Hoepli Milano, 1992 Germak C., Uomo al centro del progetto. Design per un nuovo umanesimo, Umberto Allemandi, Torino, 2008 www.allemandi.com/university/Progetto_Uomo_INTERNO.pdf Lerma B., De Giorgi C., Allione C., Design e materiali. Sensorialità_sostenibilità_progetto, FrancoAngeli, Milano, 2011 Manzini E., La Materia dell’invenzione, Arcadia, Milano, 1986 Verganti R., Design-Driven Innovation–Cambiare le regole della competizione innovando radicalmente il significato dei prodotti e dei servizi. Etas, Milano, 2009 VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PROGETTO Slide caricate sul portale, in aggiunta ai seguenti testi: Cantamessa M., Montagna F. (2015), ‘Management of Innovation and Product Development Integrating Business and Technological Perspectives’, Springer. Schilling, M.A. (2008), ‘Strategic Management of Technological Innovation’, Mc Graw-Hill Irwin. (disponibile anche in lingua IT) Kotler P., Keller K.L., Ancarani F., Costabile M., (2014), ‘Marketing Management’, Pearson. NUOVI MATERIALI PER IL DESIGN - appunti delle lezioni; - per alcuni argomenti: Cigada A., Del Curto B. et al., "Materiali per il design: introduzione ai materiali e alle loro proprietà", Edizioni CEA, 2008 Ashby M.F., H. Shercliff, D. Cebon, "Materiali. Dalla scienza alla progettazione", Edizioni CEA, 2009. Ashby M.A., Johnson K., Materiali e Design, CEA, Milano, 2005
DESIGN 3 Reference texts lecture notes and slides; Celi M., Advanced Design Cultures. Long-Term Perspective and Continuous Innovation, Springer, 2015 Norman D. A., La caffettiera del Masochista. Psicopatologia degli oggetti quotidiani, Giunti Editore, Firenze, 2009 Celaschi F., Deserti A., Design e innovazione, Carocci Editore, Roma, 2011 Cornish E., Materiali progetto industriale e Design, Hoepli Milano, 1992 Germak C., Uomo al centro del progetto. Design per un nuovo umanesimo, Umberto Allemandi, Torino, 2008 www.allemandi.com/university/Progetto_Uomo_INTERNO.pdf Lerma B., De Giorgi C., Allione C., Design e materiali. Sensorialità_sostenibilità_progetto, FrancoAngeli, Milano, 2011 Manzini E., La Materia dell’invenzione, Arcadia, Milano, 1986 Verganti R., Design-Driven Innovation–Cambiare le regole della competizione innovando radicalmente il significato dei prodotti e dei servizi. Etas, Milano, 2009 • The teaching material used during the lessons and the exercises, edited by the teacher and freely accessible to the student, will be available on the didactic portal. The material is updated ongoing. ECONOMIC EVALUATION OF THE PROJECT Slide on the portal, besides the following testbooks: Cantamessa M., Montagna F. (2015), ‘Management of Innovation and Product Development Integrating Business and Technological Perspectives’, Springer. Schilling, M.A. (2008), ‘Strategic Management of Technological Innovation’, Mc Graw-Hill Irwin. (disponibile anche in lingua IT) Kotler P., Keller K.L., Ancarani F., Costabile M., (2014), ‘Marketing Management’, Pearson. NEW MATERIALS FOR DESIGN - lecture notes and slides For some subjects: • C. Marano; B. Del Curto, Materiali per il design introduzione ai materiali e alle loro proprieta', Edizioni CEA, 2008; • M. A. Ashby, Materials Selection in Mechanical Design, Butterworth Heinemann Editions, 2011. • M.A.Ashby, K. Johnson, Materiali e Design, CEA, Milano, 2005
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo; Prova scritta tramite PC con l'utilizzo della piattaforma di ateneo; Elaborato progettuale in gruppo;
E' richiesta una assidua frequenza di tutti i moduli di cui si compone il laboratorio multidisciplinare, anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame. Le attività svolte saranno monitorate attraverso valutazioni intermedie. Le prove d’esame, oltre a verificare la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati, si pongono l’obiettivo di verificare le competenze di cui sopra (descritte in “Risultati dell’apprendimento attesi”): le domande, infatti, comprendono elementi descrittivi ma anche critici. Necessario al superamento dell’esame è un corretto utilizzo della terminologia e una chiara e sintetica esposizione che esponga i collegamenti logici tra gli aspetti considerati. La disciplina di DESIGN 3 prevede la valutazione delle attività svolte in gruppo durante tutto il periodo del corso (le esercitazioni confluiranno alla costruzione del voto finale in ragione del 35% la prima esercitazione, 55% la seconda). Il progetto finale sarà presentato durante l’esame di laboratorio. Verrà anche valutato per ogni studente, a livello individuale, l’apporto fornito al gruppo durante tutti gli step del percorso progettuale; il 10 % del voto finale è attribuito sulla base del colloquio che verterà sull’approfondimento delle conoscenze relative alle comunicazioni teoriche del corso in aula. Gli studenti potranno accedere all’esame solo se avranno partecipato attivamente al corso e allo sviluppo della proposta progettuale. Gli esami orali saranno svolti singolarmente, verificando il non utilizzo di strumenti di ausilio e l’assenza nel locale di persone di supporto durante lo svolgimento della prova orale. La disciplina di VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PROGETTO prevede la valutazione dell’apprendimento mediante un orale con 3 domande tratte dagli elementi teorici del corso. Il punteggio massimo è di 18/30; a cui aggiungere le esercitazioni disciplinari cui è assegnato complessivamente un punteggio massimo di 12/30. Gli esami orali saranno svolti singolarmente, uno studente alla volta, verificando il non utilizzo di strumenti di ausilio e l’assenza nel locale di persone di supporto durante lo svolgimento della prova orale. La disciplina di NUOVI MATERIALI PER IL DESIGN prevede la valutazione dell’apprendimento mediante: • Svolgimento di un test scritto individuale (con l'utilizzo della piattaforma di ateneo Exam integrata con strumenti di proctoring Respondus) della durata di un'ora contenente 13 quesiti inerenti il programma del corso e i principi della selezione dei materiali. I quesiti possono essere caratterizzati da domande a risposta chiusa oppure da domande a risposta aperta. Non sarà consentito l'uso di testi o calcolatrici durante l'esecuzione della prova Il punteggio massimo attribuito per la prova è 18/30. • Valutazione di una scheda tecnica svolta in gruppo relativamente alla selezione dei materiali, nell'ambito della quale ci si potrà avvalere del software CES Edu Pack, su un componente/prodotto di interesse per il Laboratorio di Design dell’esplorazione. Punteggio massimo 12/30. Il laboratorio richiede un'assidua frequenza, anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame. Le attività svolte saranno monitorate attraverso valutazioni intermedie. La prova d’esame, oltre a verificare la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati, si pone l’obiettivo di verificare le competenze di cui sopra (descritte in “Risultati dell’apprendimento attesi”): le domande, infatti, comprendono elementi descrittivi ma anche critici. Necessario al superamento dell’esame è un corretto utilizzo della terminologia e una chiara e sintetica esposizione che esponga i collegamenti logici tra gli aspetti considerati.I docenti di ogni disciplina valutano l’apprendimento degli studenti sui temi presentati e discussi durante le lezioni attraverso test scritti/orali. Il voto d’esame, unico per il laboratorio e individuale per ogni studente, viene assegnato alla fine del colloquio previsto dal corso di Design 3 e sarà la media delle singole valutazioni, tutte almeno sufficienti, maturate da ogni studente nelle tre discipline del Laboratorio. Le attività di Laboratorio saranno svolte dagli studenti accorpati in gruppi, ma il giudizio per ciascuno studente sarà un giudizio individuale (espresso con unico voto), che terrà conto delle valutazioni intermedie (scritte, orali, grafiche) di ciascuna disciplina, della valutazione della presentazione e discussione degli elaborati finali e della partecipazione individuale a tale lavoro.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay; Computer-based written test using the PoliTo platform; Group project;
The Laboratory requires an assiduous attendance of all the modules of which the multidisciplinary laboratory is composed, also in consideration of the final judgment which will be expressed with a single exam mark. The activities carried out will be monitored through intermediate evaluations. The exam test, in addition to verifying the knowledge and understanding of the topics covered, also verifies the skills mentioned above (described in "Expected learning outcomes”). A correct use of terminology and a clear exposition is requested. The DESIGN 3 discipline foresees the evaluation of the activities carried out in a group during the whole period of the course (the exercises will flow to the construction of the final mark at the rate of 35% the first exercise, 55% the second). The final design will be presented during the laboratory exam. The contribution provided to the group during all the steps of the project path will also be assessed for each student; 10% of the final mark is attributed on the basis of the interview which will focus on the in-depth knowledge of the theoretical communications of the classroom course. Students will only be able to access the exam if they have actively participated in the course and in the development of the project proposal. The oral exams will be carried out individually, one student at a time, verifying the non-use of auxiliary tools and the absence of support people in the room during the oral test. ECONOMIC EVALUATION OF THE PROJECT Learning will be assessed through an oral exam with 3 questions related to the course program. The maximum score is 18/30; disciplinary exercises to which a maximum score of 12/30 is assigned. The oral exams will be carried out individually, one student at a time, verifying the non-use of auxiliary tools and the absence of support people in the room during the oral test. NEW MATERIALS FOR DESIGN evaluates the students through: - Completion of a written individual test with questions to be answered concerning the Course program and including both open and closed answer questions. Max. mark is 18/30. - Evaluation of a technical report carried out in group concerning the selection of materials through the CES Edu Pack software on a product/component of interest for the Exploring Design Laboratory. Max mark is 12/30. The Laboratory requires an assiduous attendance of all the modules. The teachers of each discipline evaluate students' learning on the topics presented and discussed during the lessons through written / oral tests. The exam mark, unique for the laboratory and individual for each student, is awarded at the end of the interview provided by the Design 3 course and will be the average of the individual assessments, all at least sufficient, accrued by each student in the three disciplines of the Laboratory. The laboratory activities will be carried out by the students grouped in groups, but the judgment for each student will be an individual judgment (expressed with a single mark), which will take into account the intermediate assessments (written, oral, graphic) of each discipline, the evaluation of the presentation and discussion of the final papers and individual participation in this work.
Modalità di esame: Prova scritta (in aula); Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo; Prova scritta tramite PC con l'utilizzo della piattaforma di ateneo; Elaborato progettuale in gruppo;
E' richiesta una assidua frequenza di tutti i moduli di cui si compone il laboratorio multidisciplinare, anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame. Le attività svolte saranno monitorate attraverso valutazioni intermedie. Le prove d’esame, oltre a verificare la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati, si pongono l’obiettivo di verificare le competenze di cui sopra (descritte in “Risultati dell’apprendimento attesi”): le domande, infatti, comprendono elementi descrittivi ma anche critici. Necessario al superamento dell’esame è un corretto utilizzo della terminologia e una chiara e sintetica esposizione che esponga i collegamenti logici tra gli aspetti considerati. La disciplina di DESIGN 3 prevede la valutazione delle attività svolte in gruppo durante tutto il periodo del corso (le esercitazioni confluiranno alla costruzione del voto finale in ragione del 35% la prima esercitazione, 55% la seconda). Il progetto finale sarà presentato durante l’esame di laboratorio. Verrà anche valutato per ogni studente, a livello individuale, l’apporto fornito al gruppo durante tutti gli step del percorso progettuale; il 10 % del voto finale è attribuito sulla base del colloquio che verterà sull’approfondimento delle conoscenze relative alle comunicazioni teoriche del corso in aula. Gli studenti potranno accedere all’esame solo se avranno partecipato attivamente al corso e allo sviluppo della proposta progettuale. Gli esami orali saranno svolti singolarmente, verificando il non utilizzo di strumenti di ausilio e l’assenza nel locale di persone di supporto durante lo svolgimento della prova orale. La disciplina di VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PROGETTO prevede la valutazione dell’apprendimento mediante un orale con 3 domande tratte dagli elementi teorici del corso. Il punteggio massimo è di 18/30; a cui aggiungere le esercitazioni disciplinari cui è assegnato complessivamente un punteggio massimo di 12/30. Gli esami orali saranno svolti singolarmente, uno studente alla volta, verificando il non utilizzo di strumenti di ausilio e l’assenza nel locale di persone di supporto durante lo svolgimento della prova orale. La disciplina di NUOVI MATERIALI PER IL DESIGN prevede la valutazione dell’apprendimento mediante: • Svolgimento di un test scritto individuale (con l'utilizzo della piattaforma di ateneo Exam integrata con strumenti di proctoring Respondus) della durata di un'ora contenente 13 quesiti inerenti il programma del corso e i principi della selezione dei materiali. I quesiti possono essere caratterizzati da domande a risposta chiusa oppure da domande a risposta aperta. Non sarà consentito l'uso di testi o calcolatrici durante l'esecuzione della prova Il punteggio massimo attribuito per la prova è 18/30. • Valutazione di una scheda tecnica svolta in gruppo relativamente alla selezione dei materiali, nell'ambito della quale ci si potrà avvalere del software CES Edu Pack, su un componente/prodotto di interesse per il Laboratorio di Design dell’esplorazione. Punteggio massimo 12/30. E' richiesta una assidua frequenza al laboratorio, anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame. Le attività svolte saranno monitorate attraverso valutazioni intermedie. La prova d’esame, oltre a verificare la conoscenza e la comprensione degli argomenti trattati, si pone l’obiettivo di verificare le competenze di cui sopra (descritte in “Risultati dell’apprendimento attesi”): le domande, infatti, comprendono elementi descrittivi ma anche critici. Necessario al superamento dell’esame è un corretto utilizzo della terminologia e una chiara e sintetica esposizione che esponga i collegamenti logici tra gli aspetti considerati.I docenti di ogni disciplina valutano l’apprendimento degli studenti sui temi presentati e discussi durante le lezioni attraverso test scritti/orali. Il voto d’esame, unico per il laboratorio e individuale per ogni studente, viene assegnato alla fine del colloquio previsto dal corso di Design 3 e sarà la media delle singole valutazioni, tutte almeno sufficienti, maturate da ogni studente nelle tre discipline del Laboratorio. Le attività di Laboratorio saranno svolte dagli studenti accorpati in gruppi, ma il giudizio per ciascuno studente sarà un giudizio individuale (espresso con unico voto), che terrà conto delle valutazioni intermedie (scritte, orali, grafiche) di ciascuna disciplina, della valutazione della presentazione e discussione degli elaborati finali e della partecipazione individuale a tale lavoro.
Exam: Written test; Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay; Computer-based written test using the PoliTo platform; Group project;
The Laboratory requires an assiduous attendance of all the modules of which the multidisciplinary laboratory is composed, also in consideration of the final judgment which will be expressed with a single exam mark. The activities carried out will be monitored through intermediate evaluations. The exam test, in addition to verifying the knowledge and understanding of the topics covered, also verifies the skills mentioned above (described in "Expected learning outcomes”). A correct use of terminology and a clear exposition is requested. The DESIGN 3 discipline foresees the evaluation of the activities carried out in a group during the whole period of the course (the exercises will flow to the construction of the final mark at the rate of 35% the first exercise, 55% the second). The final design will be presented during the laboratory exam. The contribution provided to the group during all the steps of the project path will also be assessed for each student; 10% of the final mark is attributed on the basis of the interview which will focus on the in-depth knowledge of the theoretical communications of the classroom course. Students will only be able to access the exam if they have actively participated in the course and in the development of the project proposal. The oral exams will be carried out individually, one student at a time, verifying the non-use of auxiliary tools and the absence of support people in the room during the oral test. ECONOMIC EVALUATION OF THE PROJECT Learning will be assessed through an oral exam with 3 questions related to the course program. The maximum score is 18/30; disciplinary exercises to which a maximum score of 12/30 is assigned. The oral exams will be carried out individually, one student at a time, verifying the non-use of auxiliary tools and the absence of support people in the room during the oral test. NEW MATERIALS FOR DESIGN evaluates the students through: - Completion of a written individual test with questions to be answered concerning the Course program and including both open and closed answer questions. Max. mark is 18/30. - Evaluation of a technical report carried out in group concerning the selection of materials through the CES Edu Pack software on a product/component of interest for the Exploring Design Laboratory. Max mark is 12/30. The Laboratory requires an assiduous attendance of all the modules. The teachers of each discipline evaluate students' learning on the topics presented and discussed during the lessons through written / oral tests. The exam mark, unique for the laboratory and individual for each student, is awarded at the end of the interview provided by the Design 3 course and will be the average of the individual assessments, all at least sufficient, accrued by each student in the three disciplines of the Laboratory. The laboratory activities will be carried out by the students grouped in groups, but the judgment for each student will be an individual judgment (expressed with a single mark), which will take into account the intermediate assessments (written, oral, graphic) of each discipline, the evaluation of the presentation and discussion of the final papers and individual participation in this work.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti