Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Sicurezza e legislazione dell'ambiente e del territorio

01NJAMO, 01NJAJM, 01NJALP, 01NJALS, 01NJALX, 01NJALZ, 01NJAMB, 01NJAMC, 01NJAMH, 01NJAMK, 01NJAMN, 01NJANX, 01NJAPI, 01NJAPL, 01NJAPM, 01NJAPN

A.A. 2020/21

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica (Mechanical Engineering) - Torino
Corso di Laurea in Electronic And Communications Engineering (Ingegneria Elettronica E Delle Comunicazioni) - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Dei Materiali - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Elettrica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Aerospaziale - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Chimica E Alimentare - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Civile - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Energetica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Elettronica - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale - Torino
Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale - Torino
Corso di Laurea in Architettura - Torino
Corso di Laurea in Design E Comunicazione Visiva - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/28 6 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
2018/19
Ogni azione antropica determina sull’ambiente circostante variazioni ed effetti che possono dare luogo ad impatti di entità variabile: la sicurezza dell’ambiente e del territorio è quindi un aspetto sempre presente nell'attività lavorativa che un ingegnere ed un architetto andrà a svolgere, sia essa in un settore industriale, energetico, cantieristico, manageriale o di ricerca. Il professionista dovrà possedere le conoscenze e l’abilità per prevenire ricadute negative che possano alterare o compromettere la qualità dell'ambiente e del territorio circostante le attività lavorative stesse. Per pervenire alla valutazione delle dinamiche ambientali, egli dovrà avere le competenze per identificare la 'fotografia' della realtà, sapendo inserire il fenomeno in esame nel contesto in cui questo si verifica, senza perdere mai di vista i due obiettivi generali base di qualsiasi strategia ambientale: migliorare le condizioni critiche e preservare le condizioni di qualità là dove presenti. Le conoscenze per valutare e misurare i fenomeni rappresentano un ottimo strumento di gestione delle condizioni di inquinamento e/o di qualità ambientale, individuando il collegamento tra la sorgente del fattore di rischio ed il ricettore potenziale del danno. Nel presente corso saranno esaminate le dinamiche fisiche e chimiche di generazione, propagazione, ricezione e gestione dei principali inquinanti ambientali derivanti dal superamento dei valori limite durante il normale svolgimento delle attività. La necessità di conoscere i valori soglia ed i limiti di riferimento richiede uno studio multidisciplinare degli scenari di danno e della normativa vigente in materia: sia per i diversi comparti ambientali, sia per la gestione corretta del territorio, si farà riferimento alle leggi regionali e nazionali, ma ancor più alle direttive, raccomandazioni e linee guida europee, che di volta in volta saranno richiamate ed esaminate.
Every anthropic action determines on the surrounding environment changes and effects that can result in impacts of varying amount: the safety of land and environment is therefore an aspect always present in work practice that an engineer and an architect will perform, whether in industrial, energy, construction site, management or research sectors. The expert must handle knowledge and competence to prevent negative impacts which can affect or compromise the quality of the environment and the surroundings of work activities. To achieve the assessment of environmental dynamics, he will need to gets the skills to identify the 'photograph' of reality and knowing how to insert the phenomenon in the context which this occurs, by keeping in mind the two general objectives under any environmental strategy: improve critical conditions and preserve the quality where present. The know-how to evaluate and measure phenomena represents a great tool for managing conditions of pollution and/or environmental quality, by identifying the connection between the source of the risk factor and the potential receptor of the damage. In this course the physical and chemical dynamics of generation, propagation, reception and management of the main environmental pollutants arising from the exceeding of limit values during the regular execution of activities, will be examined. The need to know threshold values and normative limits requires a multidisciplinary study of damage scenarios and local regulations: both for various environmental compartments and for a proper land management, each part will be referred to the regional and national laws or even more to the European directives, recommendations and guidelines, each time recalled and examined.
Il corso si propone di trasmettere allo studente la conoscenza sui metodi di studio ed analisi delle condizioni di stato e di sicurezza ambientale di un territorio, quale insieme di aspetti naturali ed antropici contenenti sorgenti emissive potenzialmente inquinanti. Il corso vuole offrire delle chiavi interpretative e metodologiche dei fenomeni e delle analisi dei sistemi ambientali complessi. Relativamente alle abilità acquisite, l'obiettivo è quello di porre il discente nelle condizioni di poter impostare in autonomia uno schema di massima di valutazione e di misurazione di una situazione ambientale data, compreso il relativo inquadramento normativo.
The course has the intent to convey to the student the knowledge on methods of analysis and study of the state and the safety conditions of a territory, intended as a set of natural and anthropic components containing emissive sources potentially polluting. The course, moreover, wants to offer methodological and interpretative instruments for phenomena and for the complex environmental system analysis. Regarding the acquired skills, the aim of the course is to make the student in the conditions to know how set independently a general scheme for assessment and measurement of a given environmental issue, including the relative normative framing.
Conoscenze di fisica, chimica e matematica acquisite nei corsi di base della laurea.
Knowledge on physics, chemistry and mathematics, acquired in the basic courses of the degree.
' L'ambiente di vita: descrizione dei principali parametri caratterizzanti gli ambienti di vita in rapporto anche a quelli di lavoro. ' Antroposfera e ambiente naturale: condizioni ambientali (ottimali, medie, negative) e risposta del sistema (qualità, responsabilità, danno). ' Il territorio: paesaggi socio-economici e culturali; scenari urbani, suburbani e rurali; dinamiche di gestione del territorio e loro principali riferimenti normativi. ' L'inquadramento territoriale e la georeferenzazione. ' Gestione delle informazioni: dati, indicatori aggregati e semplici, indici; il modello DPSIR. Le direttive ed i riferimenti europei e mondiali. ' Criteri di analisi del rischio applicati ad uno scenario territoriale: il rischio e l'identificazione delle sorgenti, la condizione dello stato e la definizione degli impatti potenziali sulla scorta delle dinamiche di correlazione causa-effetto. ' Emissioni ed Immissioni: sorgenti delle emissioni di inquinanti atmosferici e loro ricadute sul territorio; legislazione principale in materia e riferimenti normativi. Valutazione della complessità delle filiere di propagazione dell’inquinante coinvolgenti le diverse sfere ambientali. ' Strumenti previsionali e gestionali dei rischi ambientali di un territorio. Richiami alle Valutazioni previsionali europee quali, VAS, VIA, Valutazione d'Incidenza, IPPC. ' Il significato di valutazione d'impatto ambientale in rapporto alla sostenibilità, compatibilità o al danno del territorio. ' Valutazione dei ricettori: tipologia di popolazioni coinvolte; modalità di azione presenti e vie di penetrazione nel ricettore; dinamiche degli effetti e tipologie dei danni (annoyance, disturbo, danno). Richiami alla legislazione vigente. ' Criteri di identificazione e descrizione delle condizioni di rischio ad effetto cronico, ovvero del superamento dei valori limite continuativo nel tempo e durante il normale svolgimento delle attività sorgenti potenziali di danno. ' Individuazione delle metodologie di valutazione degli inquinanti provenienti dai processi di produzione e dalle attività antropiche, di rilevanza locale o regionale, per fenomeni immediati o differiti nel tempo. ' Descrizione ed applicazione delle tecniche di valutazione specifiche dei fattori di rischio ambientali (in particolare rumore ed aerodispersi), anche attraverso la dimostrazione in aula e/o in campo dell'utilizzo di strumenti di misura specifici. Analisi delle normative di riferimento. ' Quantificazione e qualificazione del fattore di rischio: quantificazione dell'esposizione (Valori guida, di attenzione, azione e qualità); qualificazione del fattore di rischio. Analisi legislativa in materia. ' Il parametro 'tempo': tempi di esposizione, di osservazione (fenomeno in fase valutativa), di riferimento e di misurazione, norme di riferimento, per rumore, particolato aerodisperso, microinquinanti. Impatti cumulativi: la sinergia di più fattori di rischio. ' La valutazione delle condizioni al contorno: parametri meteoclimatici e delle condizioni ambientali. ' Gestione delle risorse: valutazione dei flussi in ingresso e in uscita in termini di materie prime, rifiuti e risorse utilizzate da attività di processo e di cantiere; introduzione ai concetti di impronta ecologica ed impronta idrica. ' Introduzione al concetto di cambiamenti climatici: gli effetti delle diverse attività antropiche su scala planetaria e analisi delle concause; introduzione agli impatti ambientali delle tecnologie digitali.
' Life environment: description of the main parameters describing life environments, in relationship with working environments. ' Anthroposphere and natural environment: environmental conditions (otpimal, average and negative) and system response (quality, responsibility and damage) ' The territory: social and economical scenarios; urban, sub-urban and rural scenarios; territory management and main legislative references. ' Territorial framework and geo-reference. ' Information management: data, simple and aggregate indicators and indexes: the DPSIR model; European and worldwide references. ' Risk analysis criteria applied to a territorial scenario: risk and risk sources identification; description of the state condition and definition of potential impacts based on cause-effect correlation dynamics. ' Emissions and immissions: air-pollution sources and effects on the surrounding territory; main legislation references. ' Environmental risks forecast and management instruments: recalls of the European preventive evaluations as VIA, VAS, Incidence Report, IPPC. ' The meaning of Environmental Impact Assessment in relation with sustainability, compatibility or territorial damage. ' Receptors assessment: involved populations characterization; active involvement and penetration modalities; effects dynamics and damage categories (annoyance, disturbance and damage); recalls about current legislation. ' Chronic risks identification and description criteria, or continuous limits overcoming over time, or during standard potential source operations. ' Identification of assessment methodologies for pollutant coming from industrial processes and anthropic activities at local or regional level and for immediate or delayed phenomena; legislation reference analysis. ' Description and application of specific assessment techniques of environmental risk factors (specifically noise and air pollutants), through class and/or in the field illustrations of specific instruments; legislation reference analysis. ' Quantification and qualification of risk factors: quantification of exposure (guide, warning, action and quality values); qualification of risk factors; legislation reference analysis. ' The 'time' parameter: exposure, observation (phenomenon under evaluation), reference and measurement time; legislation reference analysis. ' Cumulative impacts; synergy of multiple risk factors. ' The boundary conditions assessment: meteo-climatic parameters and environmental conditions. ' Resources management: in and out flow assessment of raw materials, waste and resources involved in production process and construction site's activities. ' Climate change's concept introduction: the effects of several human activities at a global scale and causes assessment; introduction to digital technologies' impacts.
Nella prima parte del corso verranno svolte lezioni finalizzate all’armonizzazione delle competenze dei discenti provenienti dai diversi ambiti di formazione. Sulle diverse parti del programma verranno svolte in aula ed in laboratorio esercitazioni che rafforzino quanto analizzato nelle lezioni teoriche anche attraverso l'osservazione e l'utilizzo di strumenti di misura per l'attività in campo. In laboratorio saranno esaminati ed utilizzati dai discenti database internazionali, strumenti di gestione ambientale e di valutazione di alcuni fattori di rischio quali ad esempio rumore ed aerodispersi. Una relazione finale svolta a gruppi costituirà l'applicazione delle conoscenze teoriche acquisite durante il corso, individuando argomenti che tengano conto delle specifiche conoscenze ed obiettivi dei corsi di provenienza degli studenti presenti. Tale lavoro potrà essere oggetto di sopralluoghi nei territori presi in esame.
In the first part of the course will be performed lessons finalized to the competence harmonization for students coming from different formative paths and educational fields. On the different parts of the programme will be done some class and lab exercitations in order to reinforce what analyzed in the theoretical lessons also with the observation ant use of in field's activity instruments. International databases, environmental managing instruments and risk factor assessment instruments (i.e. noise, airborne particulate) will be examined in lab by the students. A final paper made by students in groups will be the application of the theoretical knowledge acquires by each component of the group during the course. This report will be focused on arguments which keep in mind the specific skills and objectives of the students which are coming from different degree courses. This project could be subject to inspections in the examined area.
Testi di riferimento per il corso saranno: M.Clerico: Valutazione Tecnica Ambientale, Politeko Editore, dicembre 2007. M.Clerico: Valutazione Tecnica Ambientale: il rumore, Politeko Editore, dicembre 2008. Durante il corso saranno via via richiamati e resi disponibili sul portale della didattica testi e appunti relativi agli aspetti specifici. La normativa verrà resa disponibile attraverso i siti ufficiali del Governo, delle Regioni e dell'Unione Europea.
The reference textbooks are: ‘M.Clerico: Valutazione Tecnica Ambientale, Politeko Editore, dicembre 2007. ‘M.Clerico: Valutazione Tecnica Ambientale: il rumore, Politeko Editore, dicembre 2008. Notes and documents about topics discussed in the lessons will be made available on “Portale della didattica”.The legislation will be available through the European, national and regional government official sites.
Modalità di esame: prova orale obbligatoria; elaborato scritto prodotto in gruppo; progetto di gruppo;
Esame orale sugli argomenti del corso e discussione della relazione finale, obbligatoria per accedere alla prova finale. Durante l'esame verranno poste due domande una sugli argomenti del corso e l'altra su quanto esaminato ed elaborato nell'esercitazione finale. Per il superamento dell'esame lo studente dovrà raggiungere la sufficienza sia sulla prova orale, sia sulla relazione finale.
Exam: compulsory oral exam; group essay; group project;
Oral exam about the topics treated in the lessons, with discussion of the final report. The exam consists in two questions, the first about the group work that every student has done making the final report and the second about the programme's topics. In order to pass the exam, the student has to reach a sufficient mark both on oral exam and final report.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il