Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Economia e finanza d'impresa

01OVZPG

A.A. 2020/21

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
SECS-P/06
SECS-P/06
2
6
C - Affini o integrative
F - Altre (art. 10, comma 1, lettera f)
Attività formative affini o integrative
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
2018/19
Obiettivi del corso Questo corso presenta le principali teorie economiche e finanziarie sull’impresa e i metodi statistici per sottoporle a verifica. L’obiettivo del corso è fornire allo studente modelli interpretativi per capire come le imprese prendono decisioni reali (investimento e integrazione verticale) e finanziarie (struttura proprietaria, struttura di capitale, quotazione in borsa, protezione degli azionisti) che hanno impatto diretto sui loro confini (dimensioni e integrazione verticale), sull’efficienza e sul loro valore di mercato. A tal fine, è necessario studiare come si determina l’allocazione ottimale della proprietà e del controllo delle imprese, tenendo presente che esse operano in situazioni caratterizzate da asimmetria informativa e incompletezza contrattuale. Un punto di forza di questo approccio è che consente di formulare predizioni empiriche verificabili che variano in funzione di istituzioni economiche, finanziarie e giuridiche diverse tra paesi. Tali predizioni si possono verificare analizzando il comportamento delle imprese con strumenti quantitativi e utilizzandone i dati di bilancio e di mercato. A tal fine, il corso prevede l’insegnamento dei fondamenti dei metodi econometrici per effettuare tali verifiche e di un software statistico-econometrico per implementare tali metodi
This course presents the economic and financial theories of the firm and the econometric methods to test their predictions. The objective of the course is to provide a framework for understanding how firms take real and financial decisions that have a relevant impact on their boundaries as well as on their market value. The basic idea is that firms arise in situations where people write incomplete contracts and where the allocation of power and control rights is therefore important. This approach allows for testable hypotheses that have been supported by empirical evidence in the recent corporate finance and corporate governance literature. The course begins by presenting well established theories of the firm and then turns to more recent approaches throwing light on the firms’ boundaries, ownership and capital structure decisions for private as well as public (quoted) firms. The course then examines the interaction between the firms and the financial and legal institutions in which they operate, providing international comparisons as derived by the recent empirical evidence. The focus will be on the functioning of the market for corporate control, causes of different ownership configurations, legal protection of creditors and shareholders rights, application of best-practice rules of corporate governance in Italy, continental Europe, the UK and US. Finally, introductory econometric methods are taught that will enable the student to test the empirical predictions of the above theoretical models, using firm level (accounting and financial) data
Alla fine del corso lo studente dovrebbe essere in grado di: i) capire l'effetto dei contratti incompleti e dell’asimmetria informativa sulle decisioni dell’impresa che riguardano la struttura di capitale, la struttura proprietaria, gli investimenti e l’integrazione verticale; ii) identificare le tipologie di imprese in base agli obiettivi e ai conflitti di interesse dei managers e degli azionisti; iii) interpretare le risposte del mercato azionario alle decisioni delle imprese; iv) riconoscere le condizioni di contendibilità del controllo; v) individuare le differenze tra i sistemi di corporate governance nei paesi industrializzati; vi) utilizzare dati d’impresa e di settore per effettuare semplici verifiche econometriche.
At the end of the course, the student should be able to: i) understand how incomplete contracting and asymmetric information influence the firm’s boundaries; ii) identify different classes of firm owners’ objectives and conflicts of interests based on whether they are either owner or managerially controlled; iii) understand differences across different types of markets of corporate control; different corporate governance systems and market-based or bank-based financial systems; iv) use firm level data to execute basic econometric tests.
Conoscenza di microeconomia, finanza aziendale, diritto dei mercati finanziari e statistica.
Previous knowledge in microeconomics, industrial economics; corporate finance; statistical methods.
Il corso è strutturato in tre parti. Nella prima parte si presentano le diverse modalità con cui la teoria microeconomica descrive l’impresa oltre la visione neoclassica. Rilasciando via via le ipotesi più restrittive si introducono la separazione tra proprietà e controllo, il concetto di free-riding, i problemi di agenzia e i contratti incentivanti per i manager, i costi d’uso del mercato e il ruolo dei diritti di proprietà per decidere l’integrazione verticale. La seconda parte apre alle teorie moderne della corporate finance per capire come problemi di asimmetria informativa e di incentivo associabili ad imperfezioni del mercato dei capitali possano influenzare la struttura finanziaria e proprietaria, le decisioni di investimento e di finanziamento, fino ad arrivare alla quotazione in borsa e ai take-over. Particolare enfasi viene riservata ai problemi tipici della corporate governance, della contendibilità del controllo e della protezione degli investitori e a come questi vengono affrontati nei vari paesi, con riferimento al contesto istituzionale e al sistema legale. Esempi tratti dalla ricerca applicata internazionale documentano le implicazioni per il modo reale delle imprese. Nella terza parte vengono presentate e applicate le metodologie econometriche che consentono di effettuare verifiche empiriche con dati di impresa. In dettaglio il programma si compone delle seguenti parti: 1. Prima Parte: Teorie Economiche dell’Impresa. Capire le imprese: i) Il capitalismo manageriale; ii) L’approccio dei costi d’agenzia e i modelli di incentivazione del manager; iii) La teoria dei costi di transazione, iv) L’approccio dei diritti di proprietà per spiegare l’integrazione verticale dell’impresa. 2. Seconda Parte: Teorie Finanziarie dell’Impresa e del Governo Societario 2.1 Struttura finanziaria dell’impresa, proprietà e controllo societario. La relazione tra comportamento manageriale, struttura proprietaria e costi d’agenzia. Decisioni reali e finanziarie in presenza di asimmetrie informative sul mercato dei capitali. Costi e benefici e underpricing nella decisione di quotazione sul mercato azionario. 2.2 Corporate Governance: meccanismi interni ed esterni di disciplina dei managers. 2.3 Strutture proprietarie e controllo delle imprese in Europa e in USA. Sistemi legali e protezione degli investitori. Approccio Law and Finance. Relazione tra grado di sviluppo delle istituzioni finanziarie e crescita economica. 3. Terza Parte: Metodi econometrici per l’analisi dei dati d’impresa.
1. Part I: Understanding the firms: Established theories of the firms Economic theory of managerial capitalism; the principal-agent approach; transaction cost theories, the property rights approach 2. Part II: Recent theories of corporate finance i. Financial structure, firm ownership and corporate governance. Managerial behaviour, agency costs and the firm’s financial and ownership structure. Corporate financing and investment decisions under asymmetric information. The decision to go public. Allocation of corporate control and firm efficiency ii. Corporate governance. External and internal mechanisms iii. Corporate ownership and governance and financial institutions around the world. The Law and Finance agenda: Investor protection and financial and economic development 3. Part III. Econometric methods for the analysis of company data.
L’insegnamento si svolge tramite lezioni frontali. Sono possibili lavori di gruppo (su base volontaria) basati sulla lettura, l’approfondimento e la discussione critica, attraverso presentazione in aula, di pubblicazioni scientifiche su temi di economia dell’impresa, finanza d’impresa e corporate governance.
Lectures. Project works on a voluntary basis (presentation and discussion of academic papers with theoretical and empirical content about the main issues studied in the course)
Ravazzi P. et al.: L’impresa – Organizzazione, strategie, tecniche economiche e contabili, Cap. 1: Rondi L.: “Analisi economica dell’impresa”, Il Mulino (reso disponibile dal docente) Church J. e Ware R.: “Industrial Organization”, Cap. 3, The Theory of the Firm, McGraw-Hill Ross, Westerfield, Jordan: “Finanza Aziendale”, Cap. 14-16, McGraw-Hill Tirole, Jean: “The Theory of Corporate Finance”, Cap. 1-2, Princeton Univ. Press, 2006. J. H. Stock e M. W. Watson, Introduzione all’Econometria, Pearson, 2009 Durante il corso vengono rese disponibili le slides delle lezioni, testi e letture integrative in italiano e in inglese.
Ravazzi P. et al.: L’impresa. Organizzazione, strategie, tecniche economiche e contabili, Cap. 1: Rondi L.: “Analisi economica dell’impresa”, Il Mulino Church J. e Ware R.: “Industrial Organization”, Ch. 3, The Theory of the Firm, McGraw-Hill Ross, Westerfield, Jordan: “Finanza Aziendale”, Ch. 14-16, McGraw-Hill Tirole, Jean: “The Theory of Corporate Finance”, Ch. 1-2, Princeton Univ. Press, 2006. J. H. Stock e M. W. Watson, Introduzione all’Econometria, Pearson, 2009 Lecture notes and reference papers downloadable from the University website.
Modalità di esame: prova scritta;
L’esame prevede una prova scritta della durata di 1.5 ore, con domande su tutto il programma. Organizzazione dello scritto: 4 domande aperte sulla parte I (Economia dell’impresa: da Teoria del capitalismo manageriale neoclassica a Approccio dei diritti di proprietà) e sulla parte II (Finanza d’Impresa e Corporate Governance: da Struttura finanziaria e Modigliani e Miller a Approccio Law and Finance) del corso; 2 domande sulla parte III (Econometria): 1 sul programma teorico (ad esempio si vedano le domande di “Verifica dei Concetti”, sul libro di testo) + 1 sull’interpretazione di risultati empirici derivanti da applicazioni econometriche. E’ vietato portare in aula materiale di studio, appunti, slides, articoli, libri e cellulari, smartphone o tablet.
Exam: written test;
The exam is a written test made up of 6 questions. The duration of the test is 1.5 hours. Four questions are on Parts I and II, two questions on Part III (one on theory; one question on an econometric exercise: e.g. interpretation of econometric results, calculation of tests or quantitative effects of estimates, etc.). Books, lecture notes and slides are not allowed, same as tables or cell/smart phones.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il