Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Politiche e progetti urbanistici

01PGUPM

A.A. 2019/20

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Architettura - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 60
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Servillo Loris Antonio   Professore Associato ICAR/20 60 0 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/20 6 C - Affini o integrative A13
Valutazione CPD 2019/20
2019/20
L’insegnamento dell’urbanistica nel triennio di Architettura è orientato all’acquisizione di abilità e conoscenze proprie di un fare progettuale interdisciplinare che si sviluppa in rapporto alla città e al territorio. Inquadrate da principii di sviluppo sostenibile e integrato, le conoscenze tecniche che il corso intende fornire ambiscono a sviluppare la capacita’ critica degli studenti nel leggere azioni e politiche trasformative dei luoghi. Due sono i riferimenti comuni: (a) Un approccio progettuale: l’acquisizione di un orientamento progettuale che rimanda ad un vasto insieme di pratiche e linguaggi, mai neutrali rispetto ai valori e alle scelte. Le pratiche riguardano letture critiche di luoghi, interpretazioni di problematiche fisiche e ambientali, sociali e di governo del territorio, comprensione degli obiettivi strategici e delle narrazioni esplicite e implicite delle politiche, e consapevolezza della strumentazione e dei quadri normativi dell’agire progettuale. (b) Una interpretazione interdisciplinare degli spazi urbani e territoriali: l’insegnamento è orientato a costruire negli studenti l’abilità a trattare una nozione complessa di spazio, inteso come snodo problematico tra caratteri fisici e sociali, usi epoteri, e in una logica multiscalare. L’obiettivo di questo insegnamento è dare allo studente l’occasione di concludere il suo percorso triennale con un approfondimento critico delle politiche e delle pratiche attraverso cui le amministrazioni pubbliche guidano i processi di trasformazione urbani e territoriali.
The planning teaching at Master in Architecture provides the skills and knowledge to complete an interdisciplinary design approach toward the city and the territory. Framed by the integrated and sustainable development goal, the acquired technical knowledge should develop the students’ critical capacity to read transformative policies and actions about places. There are two main components: (a) Design approach: it refers to a broad set of practices and traditions that are never neutral with respect to specific values and choices; the practices imply the critical inquiries of places, the interpretations of physical, social, environmental and governance issues, the comprehension of strategic objectives and explicit/implicit political narratives, and the awareness of the normative and instrumental context of the policy design. (b) An interdisciplinary approach to space and territory: the teaching is oriented to give students the skills to work with a complex notion of space, which is intended as a problematic articulation between social and physical features, uses and powers, and in a multi-scalar perspective. The aim of the course is to provide students will a broad knowledge and a critical understanding of the main processes and practices through which public administrations lead the transformation of urban areas and territories.
Al termine del corso ci si attende che lo studente abbia: a. rafforzato la sua capacità di sviluppare un tema di approfondimento critico, di condurre una ricerca bibliografica, di organizzare l’istruttoria su un tema importante afferente alle politiche e ai progetti urbanistici; b. acquisito conoscenze sui gruppi di argomenti proposti; c. migliorato la sua capacità di utilizzare gli strumenti di rappresentazione di un tema tecnico attraverso materiali adeguati (da un testo scientificoalla rappresentazione cartografica, dalle schematizzazioni diagrammatiche agli elaborati digitali, ecc.) con l'uso di tecnologie adeguate.
The expected outcomes of the course are: a. Strengthened competences in developing a critical reading of planning issues, and in providing a literature overview and a structured exposition of her/his evaluation; b. Deeper knowledge about the main proposed topics; c. Skill in drawing up a technical report through appropriate means (scientific texts, cartographic representation, diagram and other schematic visualisation, etc.) with the appropriate technologies.
Si prevede che lo studente abbia buone conoscenze generali di Urbanistica e delle tematiche relative ai processi di sviluppo urbano. Pertanto si consiglia questo corso a studenti che abbiano già frequentato (e, meglio ancora, superato) l’esame di Urbanistica del II anno.
Students are required to have general knowledge about spatial planning, and about urban and territorial development. Hence, the course is suggested to students who have attended (and, preferably, passed) the course of Urban planning in the second year.
Il corso affronta in modo ampio, aperto e non dogmatico il tema delle politiche e progetti urbanistici. A tal proposito, prende a riferimento da un lato il dibattito sull’urbanistica e la sua definizione stringente di tecnica dedicata alla gestione dell’uso del suolo, e dall’altro investiga i vari temi di politica urbana e territoriale che ampliano l’ambito disciplinare che gli studenti affronteranno nella loro futuro professionale. Il corso pertanto pone gli studenti al centro della ricchezza e della complessita’ disciplinare delle politiche e delle progettualita’ urbanistiche, formate da una molteplicita’ di ambiti politici che caratterizzano la gestione dello spazio urbano e territoriale contemporaneo. In particulare, il corso distiguera’ tra piani, politiche e progetti. Un atteggiamento partecipativo e di coinvolgimento degli studenti nella decisione degli orientamenti strategici permettera’ di sviluppare una combinazione originale di contributi teorici e applicativi legati ai temi piu’ impellenti che caratterizzano l’agire progettuale contemporaneo. Si fara’ riferimento all’agenda dello sviluppo sostenibile e all’agenda urbana europea, con la possibilita’ di affrontare temi specifici quali l’economia circolare, le politiche smart, l’inclusione di migranti e rifugiati, le politiche della casa, il food planning, l’ innovazione sociale, il ruolo delle aree marginali, etc. Allo stesso tempo, il corso dotera’ gli studenti di alcuni strumenti interpretativi critici e trasversali, riflettendo sull’agire strategico nella pianificazione e nelle forme di progettualita’ integrata, sul ruolo degli obiettivi strategici quali lo sviluppo sostenibile, la coesione sociale e territoriale, e la giustizia spaziale, al fine di comprendere il ruolo dell’azione pubblica e delle politiche urbane e territoriali.
The course deals with planning policies and projects in a broad, open and non-dogmatic way. In this regard, it takes as a reference on the one hand the debate on urban planning and its stringent definition of technique dedicated to the land use management, and on the other hand it investigates the various themes of urban and territorial policies that broaden the disciplinary framework that students will face in their professional future. The course therefore places students at the centre of the wide and rich domain of planning policies and projects, which is constituted by a multiplicity of policy themes that characterise the contemporary urban and territorial planning. In particular, the course will distinguish between plans, policies and projects. A participatory approach and the involvement of the students in the decision of the course strategic orientations will allow to develop an original combination of theoretical and applied contributions related to the most pressing themes that characterize the contemporary planning activity. Reference will be made to the sustainable development agenda and the European Urban Agenda, with the possibility of tackling specific issues such as the circular economy, smart policies, the inclusion of migrants and refugees, housing policies, food planning, social innovation, the role of marginal areas, etc. At the same time, the course will provide the students with some critical and transversal interpretative tools, reflecting on the strategic action in planning and integrated forms of planning, on the role of strategic objectives such as sustainable development, social and territorial cohesion, and spatial justice, in order to understand the role of public action and urban and territorial policies.
Il corso è articolato in lezioni frontali sulle tematiche elencate alla voce "Programma". Le lezioni fondamentali del corso verranno sostenute dal docente in carica, mentre per quelle dedicate agli approfondimenti tematici, si cerchera’ di invitare a discuterne esperti di varia natura, da professionisti ad amministratori comunali a docenti esterni. Gli studenti sono invitati a discutere collegialmente i temi di approfondimento tematico del corso, e a preparare una esercitazione di gruppo sul tema, che svolgera’ funzione introduttiva alla lezione tematica. L’esercitazione prevedera’ una esposizione in classe e una partecipazione / dibattito attivo del resto degli studenti. L’esercitazione viene svolta a gruppi di 3/4 studenti (in funzione del numero complessivo), i quali dovranno scegliere un tema di approfondimento da presentare alla classe. Il tema sara’ affrontato attraverso una esplorazione del dibattito teorico che lo caratterizza, una presentazione di un caso applicativo, e la lettura critica dei suoi tratti essenziali. L’esercitazione pesa per un quarto del carico di lavoro del corso; 15 h di lezione verranno dedicate alla revisione del lavoro svolto dai gruppi.
The course provides lectures on the topics listed above in the "Course Topic" section. The teacher will be in charge of the key lessons, while guest speakers will be invited to provide direct insights to the thematic contributions. Students are invited to discuss collectively the thematic topics of the course and to prepare a group assignment on one specific topic, which will be presented and which will act as an introduction to the thematic lesson. The assignment includes a presentation to the class and an active participation/debate of the rest of the students. The exercise is carried out in groups of 3/4 students (depending on the total number), who will have to choose an in-depth theme to be presented to the public. It will be explored through an investigation of the attendant theoretical debate, the exploration of a practical case, and critical reading of its essential features. The exercise weighs for a quarter of the course workload; 15h lesson will be dedicated to the review of the work done by the groups.
Albrechts, L., Balducci, A., & Hillier, J. (Eds.). (2016). Situated Practices of Strategic Planning: an international perspective. Routledge, London. Gaeta L., Janin Rivolin U., Mazza L. (2013) Governo del territorio e pianificazione spaziale, Dea Agostini Scuola Spa, Novara. European Commission. (2011). Cities of Tomorrow – Challenges, Visions, Ways Forward, Luxemburg: European Union Press. UN Habitat. 2016. World Cities Report 2016 Abridged Edition (http://wcr.unhabitat.org/wp-content/uploads/2017/02/WCR-2016_-Abridged-version-1.pdf) UN Sustainable Development Goals: https://sustainabledevelopment.un.org/ Materiale Urbact: https://urbact.eu/ La bibliografia tematica addizionale sara’ fornita durante il corso in funzione delle scelte adottate.
Albrechts, L., Balducci, A., & Hillier, J. (Eds.). (2016). Situated Practices of Strategic Planning: an international perspective. Routledge, London. Gaeta L., Janin Rivolin U., Mazza L. (2013) Governo del territorio e pianificazione spaziale, Dea Agostini Scuola Spa, Novara. European Commission. (2011). Cities of Tomorrow – Challenges, Visions, Ways Forward, Luxemburg: European Union Press. UN Habitat. 2016. World Cities Report 2016 Abridged Edition (http://wcr.unhabitat.org/wp-content/uploads/2017/02/WCR-2016_-Abridged-version-1.pdf) UN Sustainable Development Goals: https://sustainabledevelopment.un.org/ Materiale Urbact: https://urbact.eu/ The additional bibliography will be provided along the course development, according to the selected themes.
Modalità di esame: Prova scritta (in aula); Elaborato scritto individuale; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
Exam: Written test; Individual essay; Group essay;
(1) Esercitazone e discussione collegiale. Gli studenti, in gruppi da 3-4, sono chiamati a: (a) identificare un tema di approfondimento; (b) ricosrtuirne il dibattito teorico e applicativo; (c) articolare una presentazione di fronte alla classe e discuterne i contenuti; e (d) presentare una breve relazione scritta. (2) Esame L’esame prevede un test scritto della durata di 2 ore, comprendente 12 domande aperte sulle tematiche presentate a lezione. Sia l'ersercitazione sia l'esame avranno una valutazione di 15 punti. Si terra' conto anche della partecipazione al dibattito in aula.
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Written test; Individual essay; Group essay;
(1) Assignment and public defence. Team of 3-4 students should: (a) identify a theme to investigate; (b) describe and investigate the theoretical and applied debate; (c) present the results and discuss it with the class; and (d) submit a written essay. (2) Exam. The exam consists of a written text, 2h length, with 12 open questions about the themes discussed during the course. Both the assignment and the exam weight 15 points. The active participation to the course and the debates will be taken into consideration.
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti