Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Economia degli intermediari finanziari

01PQTPG

A.A. 2020/21

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
SECS-P/06 8 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
2018/19
L’insegnamento intende fornire la conoscenza dell’economia degli intermediari finanziari, con particolare approfondimento all’analisi ed alla valutazione dei rischi di natura finanziaria. Vengono prese in considerazione le banche, gli altri intermediari non bancari e le compagnie di assicurazione. Più in dettaglio gli obiettivi dell’insegnamento sono: A) Macrofinanza: fornire la conoscenza sulle caratteristiche dei sistemi orientati ai mercati e dei sistemi orientati agli intermediari, con particolare attenzione al ruolo ed alle caratteristiche degli intermediari finanziari nei mercati moderni ed ai rischi macroeconomici. B) La regulation bancaria: fornire la conoscenza della disciplina dei rischi finanziari, con particolare riferimento agli intermediari bancari. C) La crisi finanziaria: fornire la conoscenza delle cause determinanti e dell’evoluzione della crisi finanziaria e dei suoi impatti sulla regulation bancaria. D) Economia creditizia: fornire la conoscenza essenziale delle politiche di raccolta e di impiego degli intermediari finanziari e del finanziamento del sistema economico. Fornire le competenze di base per l’analisi dei bilanci degli intermediari finanziari. E) Le compagnie di assicurazione: fornire le conoscenze essenziali sui rischi assicurativi, con speciale riguardo alle assicurazioni sulla vita ed agli elementi di matematica attuariale necessari per la valutazione dei premi e delle riserve matematiche. Fornire un quadro di riferimento per la comprensione dei bilanci delle imprese assicurative. Le sezioni sul rischio di credito sono sviluppate in modo integrato con l’insegnamento di Analisi Finanziaria e Creditizia per l’Impresa.
The course is structured to provide knowledge about the economics of the main financial intermediaries, with special emphasis on analysis and evaluation of financial risks. In the last part of the course are discussed various topics on economics and finance of insurance companies. Central themes of the course are the following ones: A) Macrofinance: market-oriented and intermediaries-oriented financial systems; roles and characteristics of financial intermediaries; macroeconomic risks; B) Banking regulation and financial risks; C) The financial crisis and its effects on banking regulation; D) The policies of banks and their investment and financing decisions; financial analysis of banks’ annual reports; E) Insurance companies and regulation; elements of insurance mathematics.
Dalla frequenza dell’insegnamento lo studente acquisirà conoscenze ed abilità su: a) Capacità di leggere la dinamica macrofinanziaria dell’economia nazionale b) Comprensione dei problemi e delle vulnerabilità innescate a livello globale dalla crisi finanziaria c) Conoscenza della regulation sui rischi finanziari d) Capacità di valutare l’esposizione ai rischi di mercato, di credito ed operativi degli intermediari creditizi e) Capacità di valutare la probabilità di insolvenza delle imprese e di determinare il pricing di equilibrio dei finanziamenti f) Capacità di analizzare i bilanci degli intermediari finanziari e di quelli assicurativi g) Capacità di determinare il valore economico puro delle assicurazioni sulla vita e delle connesse riserve matematiche
The specific learning outcomes of the course are the following ones: a) Capacity of understanding the macrofinancial dynamics of an economic system b) Understanding of problems and vulnerabilities coming from the great financial crisis c) Knowledge of the banking regulation d) Ability to value and manage exposures to market, credit and operational risks of financial intermediaries e) Ability to value the default probability of corporates and credit risk pricing f) Ability to analyze annual financial reports of financial intermediaries g) Ability to value the equilibrium value of life insurance contracts
Ai fini della piena comprensione degli argomenti dell’insegnamento è richiesta la conoscenza dell’economia politica, dell’economia aziendale e la padronanza dei fondamenti della statistica.
Basic knowledge of economics, accounting and financial analysis, corporate finance and statistics are assumed.
L’insegnamento è articolato su tre parti: la prima parte è dedicata alla macrofinanza, la seconda parte ai rischi finanziari ed alla loro regulation, la terza parte al funzionamento degli intermediari finanziari ed all’analisi dei loro bilanci. 1° PARTE: Elementi di macrofinanza a) I saldi finanziari dell’economia italiana ed il problema del finanziamento dell’economia b) Mercati ed intermediari del sistema finanziario italiano c) Tassonomia dei sistemi finanziari: l’orientamento ai mercati e l’orientamenti agli intermediari d) Elementi di teoria dell’intermediazione finanziaria in un contesto di asimmetrie informative; le funzioni degli intermediari e) Rischi macroeconomici 2° PARTE: La regulation bancaria e gli impatti della crisi a) Regulation Basilea 1, 2, 3 b) Crisi finanziaria e sistemi bancari c) Rischi di tasso d) Rischi di mercato (tassi, cambi, prezzi azionari, commodities) ed i modelli VaR e) Stime della volatilità, modelli garch f) VaR non parametrico e simulazione Monte Carlo g) Rischio di liquidità h) Rischi di credito: cenni e rinvio all’insegnamento di Analisi Finanziaria e Creditizia per l’Impresa i) Rischio operativo (cenni) j) Critiche ai modelli VaR, misure coerenti di rischio, ES k) Extreme value theory e misure tail-related l) Dipendenza e correlazione tra i rischi: cenni sulle copule m) Capital allocation e misure di redditività risk-adjusted 3° PARTE: I singoli intermediari finanziari: gestione e bilanci a) Politiche di raccolta e di impiego delle banche b) Servizi di intermediazione c) Fondi di investimento ed il risparmio gestito d) Il merchant banking e) Analisi dei bilanci bancari (sviluppo, funding gap, struttura patrimoniale, redditività) f) Società di leasing: specificità e bilanci g) Società di factoring: specificità e bilanci h) Intermediari mobiliari e banche d’affari: specificità e bilanci i) Compagnie di assicurazione: specificità e bilanci j) Elementi di matematica attuariale.
1° PART: Elements of Macrofinance a) Financial flows of the Italian economy b) Markets and intermediaries in the Italian financial system c) Taxonomy of financial systems: market-oriented and intermediaries-oriented systems d) Elements of the theory of the financial intermediation and information asymmetry e) Macroeconomic risks 2° PART: Banking regulation and the crisis a) Basel Regulation b) Financial crisis and banking system c) Interest rate risk d) Market risks and VaR’s model e) Volatility estimates and garch model f) Non-parametric VaR and Monte Carlo simulation g) Liquidity risk h) Credit risk i) Operational risk j) Critics to VaR models, coherent measures of risk, expected shortfall k) Extreme value theory and tail-related metrics l) Risks’ correlation and dependence m) Capital allocation and risk-adjusted profitability 3° PART: Financial intermediaries a) Banks’ investments and financing policies b) Financial services c) Investment funds and private banking d) Merchant banking e) Analysis of banks’ financial reports f) Leasing companies g) Factoring companies h) Investment banks and corporate finance i) Insurance companies j) Insurance mathematics.
L’insegnamento è organizzato su lezioni di teoria ed applicazioni pratiche, con la discussione di casi reali e lo sviluppo di esercitazioni.
The lectures will be made of both frontal lectures and discussion of short cases and exercises. Active participations of the students is required.
A.Sironi, A.Resti “Rischio e valore nelle banche” 2° edizione EGEA – Milano – 2008 (serve anche per l’insegnamento di Analisi Finanziaria e Creditizia per l’Impresa) L.Nadotti, C.Porzio, D.Previati “Economia degli intermediari finanziari”, ed. McGraw Hill Italia, 2° edizione, 2013 Letture ed altro materiale didattico fornito direttamente dal docente (con estratti da IMF, BIS, ECB, BI) Verrà indicata una lista di testi di riferimento per approfondimenti.
A.Sironi, A.Resti “Rischio e valore nelle banche” 2° edition EGEA, Milano, 2008 (also for the course “Corporate financial analysis, risks and lending decisions”) L.Nadotti, C.Porzio, D.Previati “Economia degli intermediari finanziari”, 2° edition, McGraw Hill Italia, 2013 Readings and papers from IMF, BIS, ECB and BI Lectures notes.
Modalità di esame: prova scritta; prova orale obbligatoria;
L’obiettivo dell’esame è accertare le competenze acquisite dallo studente e la sua capacità di affrontare problemi quantitativi nel campo del risk management degli intermediari finanziari e delle banche in particolare. L’esame è basato su una prova scritta della durata di 2 ore e riguarda generalmente la soluzione di quattro esercizi o brevi casi il cui contenuto riflette i vari argomenti sviluppati nell’insegnamento. Ad ogni esercizio è assegnato un punteggio in base al livello di difficoltà, per un totale fino a 30 punti e lode. Non è consentito l’uso del materiale didattico dell’insegnamento né di personal computer, mentre è consentito l’uso di calcolatrici non programmabili. Non è prevista una prova orale.
Exam: written test; compulsory oral exam;
The goal of the exam is to ascertain the knowledge of the students in the domain of advanced financial securities. The exam is based on a written test of 2 hours, inclusive of 4 numerical problems and short cases concerning the topics discussed in the course. Each problem and case receive a specific score that contributes to a final grade of potentially 30 points/laude. No use of lectures notes of the course is allowed, nor personal computer; scientific non-programmable calculators are admissible. There is no oral exam.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il