Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Storia della città e Digital urban history

01QNCPV

A.A. 2020/21

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 48
Esercitazioni in aula 12
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Montanari Guido Professore Associato ICAR/18 40 0 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/18 6 C - Affini o integrative Attività formative affini o integrative
2020/21
Il corso di Digital Urban History-Storia della città si riferisce alle aree di apprendimento del Progetto di conoscenza, della Valorizzazione e della Comunicazione dei Beni Culturali. Il corso è un insegnamento di storia della città e del territorio che, accanto a fonti e strumenti tradizionali, analizza e utilizza le potenzialità di “fare storia” e divulgarla con forme innovative per la ricerca, la gestione, la visualizzazione e la georeferenziazione di dati storici e culturali. Con particolare riferimento al Digital Cultural Heritage (per esempio la rappresentazione della ricerca storica in musei virtuali, siti web, banche dati online, piattaforme digitali) il corso fornisce allo studente anche nozioni di base nel campo delle digital humanities attraverso un caso studio. La storia urbana è affrontata come campo di conoscenza, indagine, resoconto - in forma scientifica e divulgativa - in cui le città sono intese come valore culturale. L'immagine urbana è un tema specifico di lavoro, tanto come indagine sulle fonti documentarie quanto come chiave interpretativa della storia delle città. I temi proposti dal corso tendono a evidenziare la città come terreno di continui cambiamenti, di resistenze e di conflitti. Si soffermano in particolare sulle dinamiche di trasformazione e sulla corrispondente immagine urbana, che viene a essere evidenziata come espressione dell’interazione tra diverse dinamiche, attori, funzioni compresenti nella città, e rivisitata nel suo significato di memoria storica culturale che genera identità. A questo scopo il corso prende in esame anche la presentazione e la narrazione della storia urbana nei musei. Il corso comprende lezioni sulla storia e storiografia della città, dall'epoca antica a quella contempornea. A questo scopo sono proposti alcuni casi studio, analizzati con riferimento a diverse cronologie e focalizzati su alcuni principali aspetti caratterizzanti delle città occidentali. Il corso comprende un'indagine specifica che riguarda un'area urbana in una cronologia definita da analizzare e studiare attraverso fonti dirette come esperienza di avvio alla ricerca. Lo studente è guidato e assistito nell’affrontarne lo studio attraverso un caso studio che lo porterà a analizzare e utilizzare una eterogenea documentazione di fonti primarie e secondarie e a elaborare un’ipotesi di lettura e visualizzazione delle dinamiche di cambiamento. Questa esercitazione è parte integrante del corso e deve essere svolta durante il periodo didattico con un insegnamento integrato con il Corso di GIS per i Beni Culturali e modellazione 3D. Il tema di approfondimento verte sul concetto di paesaggio urbano storico (con riferimento alla definizione UNESCO di Historical Urban Landscape): viene analizzato come luogo fisico e per i significati culturali che vi sono connessi. Il tema proposto, la trasformazione della città di Torino tra fine Ottocento e nel corso del Novecento, fino a oggi - prende in esame la costruzione di un nuovo paesaggio urbano – attraverso lo sviluppo industriale, nuove infrastrutturazioni, demolizioni, conservazioni e ristrutturazione di edifici. Ne sono studiati i processi di rinnovamento urbano, di gentrificazione e di conflitto. L'analisi, con l'uso di strumenti digitali, sarà rivolta in particolare ai cambiamenti architettonici e di uso degli spazi costruiti e aperti, all'immagine urbana, agli abitanti e alle attività produttive, commerciali e artigianali. L'indagine si soffermerà in particolare sulle demolizioni e sulle nuove costruzioni alla scala dell'isolato, del lotto e architettonica. l dati delle fonti saranno analizzati e rappresentati con metodologie digitali. Il corso si configura come laboratorio interdisciplinare, per cui è strettamente collegato al corso di GIS e modellazione per i beni culturali a/b con i quali sarà svolto congiuntamente il tema proposto come caso di studio. I docenti costituiranno una squadra integrata per le lezioni e per le esercitazioni. Lo studente avrà la possibilità di sperimentare in prima persona come utilizzare strumenti digitali per l’indagine, l’interpretazione e la verifica della ricerca storica sui Beni culturali e per la disseminazione dei suoi risultati.
The course on Digital Urban History-Storia della città refers to the Knowledge, Enhancement and Communication actions of Cultural Heritage. The course is a teaching on the History of the city and the territory with theoretical and practical methodologies of Digital Humanities. It focuses on Urban History as a field of knowledge and narrative, and underlines the richness of its complex contents as well as the making and the telling history with new digital tools for visualising and ‘spatialising’ contents (e.g. in virtual museums, web sites, online databases). With this aim, the course gives to the students also basis in the field of the Digital Humanities in experiencing a case study. Urban history is dealt as a field of knowledge, survey, narratives – in a scientific and educational way – and as a cultural value. The urban image is a peculiar matter of the course, both as a source to provide evidence of its history and as a key of interpretation of history of cities. The themes proposed by the course tend to highlight the city as a place of continuous change, resistance and the conflicts. The focus is on the dynamics of transformation and the corresponding urban image, which is highlighted as an expression of the interaction between different dynamics, players, functions within the city, and revisited in its meaning of historical urban landscape. The course deals also with the presentation of urban history in museums. The course includes lessons on the history and historiography of the city, from the ancient to the contemporary cities. The course then focuses on a case study that is dealt in a diachronic way and focused on some of principal aspects of Western cities. The student is guided and assisted in studying through a didactic form of research training that will lead him to analyze and use a rich and heterogeneous primary and secondary source documentation and to elaborate a hypothesis of reading and visualizing the dynamics of change. This tutorial is part of the course and has to be completed within the semester in a mutual teaching with the Course of GIS for Cultural Heritage and 3D modeling. The study aims to highlight the connections between Cultural Heritage and context. The context is addressed as a historical urban landscape (see UNESCO definition): it is analysed as a physical place and for the cultural meanings that are connected to it. The proposed theme of the course, transformation of Turin between XIX and XX century, explore the building a new urban landscape – in time considered as an urban heritage – through the industrial develop, new infrastructures, demolitions, restorations and new buildings. It also analyse the renewed process, the following gentrification and conflicts. The study will especially analyse the architectural and functional changes of built environment and open space, the urban image, inhabitants and the range of different activities. The survey especially focuses on demolitions and new buildings analysed by blocks and plots to an architectural scale. Data of sources will be analysed and represented by using digital tools. The course is closely linked to the course of GIS for Cultural Heritage, 3D modelling focusing on the same case study. Teachers will be an integrated team for lessons and practices. The student will have the opportunity to experiment in first person how to use digital tools for the investigation, interpretation and verification of historical research on the Cultural Heritage and the dissemination of its results.
Le conoscenze che saranno acquisite dallo studente riguardano nozioni e contenuti di storia della città e del territorio in un’ampia cronologia, con particolare attenzione alle trasformazioni del paesaggio storico e dell’ambiente costruito, e allo sviluppo del concetto di Cultural Heritage (Patrimonio storico). Un aspetto rilevante di tali conoscenze riguarda le forme del racconto storico, le fonti e gli strumenti anche digitali, oltre a quelli tradizionali, per la conoscenza e l’interpretazione storica. Attraverso il tema di approfondimento, la preparazione si focalizza sulle dinamiche e i processi di cambiamento dell’ambiente costruito in un tempo e in uno spazio determinato, con un approccio alla ricerca storica e alla sua presentazione. Lo studente acquisisce abilità nell’indagine storica collegando il patrimonio al suo contesto in un’area determinata e in una sequenza cronologica, identificandone le fonti, interpretando e imparando a archiviare le informazioni, organizzare i dati, visualizzare di volta in volta il percorso conoscitivo e infine a presentare la ricerca storica come esito, attraverso l’impiego di strumenti digitali adeguati. Specifiche abilità conseguite sono la capacità di identificare e riconoscere l’affidabilità delle fonti, l’impiego di un metodo scientifico nel trasferimento delle informazioni per la modellazione 3D e i GIS con contenuti storici, l’individuazione di criteri e gerarchie per organizzare informazioni, l’approccio critico nell’interpretazione dei dati e nella visualizzazione delle dinamiche di trasformazione storica, metodologie che uniscono abilità nelle Humanities e nelle tecnologie digitali.
The expected learning outcomes of the course for the student concern notions on the main area of history of the city and the territory, with especially attention to the changes of the historical landscape and the built environment, and to the connections with the historical development of the notion of Cultural Heritage. Narratives, traditional and digital sources and tools for the knowledge and the understanding the Cultural Heritage will be fundamental aspects. Concerning the case study the expected learning outcomes focus on dynamics and process changes within territories and built environment through a digital approach to the historical research and its presentation. The student will be able to develop specific expertise by linking the Cultural Heritage to its context in a specific setting and in a chronicle sequence. The expertise include surveying an area with a strict historical approach, identifying sources, understanding and collecting information, organizing data, visualising changes, and presenting the historical research as outcomes by using digital tools. The student will be able to identify the nature of sources (both traditional and digital), both the nature and the reliability, to adopt a scientific method transferring information for 3D modelling and creating GIS with historical contents, to use correct criteria and hierarchy in organizing data, to understand information and visualise historical dynamics of change under a critical point of view, methodologies linking abilities on the Humanities and in Digital Technologies.
Fondamenti di storia dell’architettura e della città alle diverse epoche e dei disegni di architettura.
The students have to know some basics on the history of the city and the architecture at different ages and on architectural drawings.
Nei contenuti il corso affronta la specificità della storia urbana come campo di indagine e gli approcci teorici e pratici al suo studio. Le lezioni teoriche vertono su un’ampia cronologia - dall’età antica all’età contemporanea – intesa a fornire una conoscenza delle metodologie tradizionali e recenti dello studio storico della storia urbana. Le lezioni faranno riferimento alla storiografia e a casi studio che vertono su assetti urbani storici il cui studio si avvale di strumenti di racconto e visualizzazione dei contenuti e della ricerca storica, dell’uso di sistemi di georeferenziazione e geolocalizzazione, della costruzione di banche dati. Tali contenuti saranno affrontati anche attraverso esperienze e racconto di contenuti scientifici e divulgativi, musei virtuali e archivi digitali. Una serie di lezioni verterà sul caso studio e sulle fonti proposte (20 ore). Durante la ricerca sul campo il docente guiderà all'uso di strumenti digitali per la ricerca, la raccolta e l'analisi dei dati Il caso studio verterà su Torino, a partire dalla nascita della città industriale fino all'attuale condizione postindustriale. Sarà oggetto di indagine in particolare il patrimonio industriale e le sue recenti trasformazioni attraverso diverse fonti. Alcune verifiche saranno incentrate su quartieri come Mirafiori, Lingotto, Aurora, come esempi della trasformzione e delle opportunità di una progettazione rivolta al futuro. La parte di ricerca sul campo è integrata con i corsi di GIS e modellazione per i beni culturali a/b. Gli studenti verificheranno come ricreare e visualizzare la storia delle trasformazioni, collegandola ai documenti, e ai diversi elementi del contesto attraverso un approccio storico rigoroso.
The main theoretical contents of the course are: the specificity of urban history as a peculiar field, and the theory and methodologies of its study. They deal with theoretical lessons dealing with a large chronology – from the ancient age to the contemporary age – in order to present a general framework of traditional and new methodologies for a critical approach of studying cities and its historical developments. Lessons will present historiography on urban history and case studies related to historical urban assets analysed through the use of tools for the making and the telling historical research, the use of georeferencing systems, and the construction of databases. The contents will be dealt also through recent museums experiences and both scientific and educational storytelling with historical contents, virtual museums and digital archives. There will be lessons on the case study (20 hours). During the research training the teacher will guide the student in learning methods and practices of the historical approach to the digital resources and tools. The case study will focus on Turin, from the birth of the industrial town to actual postindustrial condition. The study aims to highlight the processes of change of the industrial heritage at different times by linking different kind of sources. Some researches will be concentrated on Mirafiori, Lingotto and Aurora districts, as simple of the transformation and future planning and opportunities. The research training part is fully integrated with the GIS course for Cultural Heritage-3D Modeling. Students will see how to recreate and visualize the history of transformations, linking it to documents, and the different context elements through a rigorous historical approach.
Il corso è costituito da una base teorica disciplinare con una parte delle ore di didattica previste erogate come lezioni e una parte svolta in forma di laboratorio didattico interdisciplinare che consente allo studente di affrontare un caso studio con la consulenza dei docenti. Il programma di insegnamento è svolto attraverso una forma di “research training” utilizzando il tema di approfondimento e svolgendolo insieme al corso di GIS per i Beni Culturali. Gli studenti, assistiti dai docenti (sia i docenti del corso GIS per i Beni Culturali sia di Digital Urban History-Storia della città), lavoreranno in gruppo affrontando la strutturazione dei dati della ricerca storica al fine di realizzare analisi e gestione dei dati e interpretazioni originali dei dati stessi. Periodicamente verranno proposte delle revisioni complete del lavoro svolto.
The course consists of a disciplinary theoretical basis, a part of the teaching hours provided as lessons and a part conducted in the form of an interdisciplinary didactic studio that allows the student to deal with a case study with the advice of the teachers. The teaching program is carried out through a research training through the case study together with the course GIS for Cultural Heritage. Students, assisted by teachers (both teachers of GIS for Cultural Heritage and Digital Urban History-History of the city), will work in group facing the historical research in order to carry out analysis and data management and original interpretations of the data themselves. Periodically, full corrections of the work will be done.
Bibliografia generale L. MUMFORD, La città nella storia (New York 1961), Bompiani, Milano 2002. L. BENEVOLO, La città nella storia d’Europa, Economica Laterza, Roma-Bari 1993. M. BARBAGLI, M. PISATI, Dentro e fuori le mura, città e gruppi sociali dal 1400 a oggi, Il Mulino, Bologna 2012. E. DELLAPIANA, G. MONTANARI, Una storia dell’architettura contemporanea, Utet Università, Torino 2015. Dalla città storica alla struttura storica della città. Studi in onore di Vera Comoli (1935-2006). La storia dell’urbanistica, la storia della città e del territorio, “Atti e Rassegna Tecnica della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino”, numero monografico, LXXII-1 n.s., giugno 2018. M. P. GUERMANDI, U. D’ANGELO (a cura di), Il diritto alla città storica, Atti del convegno - Roma, 12 novembre 2018, Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, Roma 2018. Testi sul caso studio di Torino E. DANSERO, C. GIAIMO, A. Spaziante (a cura di), Se i vuoti si riempiono: aree industriali dismesse, temi e ricerche, Alinea, Firenze 2001. Fondazione Vera Nocentini, Torino che cambia. Dalle ferriere alla Spina 3. Una difficile transizione, Angolo Manzoni, Torino 2009. E. ARMANO, C. A. DONDONA, F. FERLAINO (a cura di), Postfordismo e trasformazione urbana. Casi di recupero dei vuoti industriali e indicazioni per le politiche nel territorio torinese, IRES, Torino 2016 (Pdf scaricabile). Materiali P. P. PASOLINI, La forma della città, programma di Anna Zanoli (video, 1974).
General reading materials L. MUMFORD, La città nella storia (New York 1961), Bompiani, Milano 2002. L. BENEVOLO, La città nella storia d’Europa, Economica Laterza, Roma-Bari 1993. M. BARBAGLI, M. PISATI, Dentro e fuori le mura, città e gruppi sociali dal 1400 a oggi, Il Mulino, Bologna 2012. E. DELLAPIANA, G. MONTANARI, Una storia dell’architettura contemporanea, Utet Università, Torino 2015. Dalla città storica alla struttura storica della città. Studi in onore di Vera Comoli (1935-2006). La storia dell’urbanistica, la storia della città e del territorio, “Atti e Rassegna Tecnica della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino”, numero monografico, LXXII-1 n.s., giugno 2018. M. P. GUERMANDI, U. D’ANGELO (a cura di), Il diritto alla città storica, Atti del convegno - Roma, 12 novembre 2018, Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, Roma 2018. Reading materials on the study case of Turin E. DANSERO, C. GIAIMO, A. Spaziante (a cura di), Se i vuoti si riempiono: aree industriali dismesse, temi e ricerche, Alinea, Firenze 2001. Fondazione Vera Nocentini, Torino che cambia. Dalle ferriere alla Spina 3. Una difficile transizione, Angolo Manzoni, Torino 2009. E. ARMANO, C. A. DONDONA, F. FERLAINO (a cura di), Postfordismo e trasformazione urbana. Casi di recupero dei vuoti industriali e indicazioni per le politiche nel territorio torinese, IRES, Torino 2016 (Pdf scaricabile). Materiali P. P. PASOLINI, La forma della città, programma di Anna Zanoli (video, 1974).
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
L’esame si svolge in unica soluzione con l’esame del corso di GIS per i Beni Culturali Relativamente al programma svolto nel corso di Digital Urban History-Storia della città gli studenti consegneranno, in corrispondenza della data di appello, una relazione storica esplicativa delle fonti dello studio, il metodo utilizzato per trasferire i dati storici nel GIS e nei modelli 3D, i contenuti utilizzati per l’elaborazione e la narrazione, e la bibliografia ragionata dello studio di approfondimento. Nella relazione va specificato in modo completo il rimando alle singole fonti utilizzate per ogni elaborato digitale (modelli 3D, GIS, ipertesti, video, animazioni). Nel colloquio orale gli studenti presenteranno i risultati raggiunti nel lavoro di gruppo e risponderanno a domande sui contenuti del corso teorico. Ogni studente verrà valutato individualmente considerando l’autonomia di giudizio, le abilità comunicative e le capacità acquisite durante lo svolgimento del lavoro di gruppo. La valutazione finale sarà la media degli esiti del colloquio e del lavoro di gruppo.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay;
The exams of the Digital Urban History-History of the city and GIS for Cultural Heritage will take place at the same time. As far as Digital Urban History-History of the city is concerned the student will deliver (when the exam will be fixed): all digital products of the research training (GIS, 3D models, and other products) with a report on the sources of the research, methodologies for transferring historical data in GIS and 3Dmodels, contents for storytelling, and a detailed bibliography. In the report students are requested to specify fully the link to each source of information available for each digital product (3D models, GIS, hypertexts, movies, animations). In the oral speech the students have to show the achieved results during the group activity, and they answer about the contents of the theoretical course. Each student will be individually evaluated by considering the wisdom autonomy, the communication ability and the specific abilities achieved during the team work. The final score will be the mean of the oral and practical tests.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
L’esame si svolge in unica soluzione con l’esame del corso di GIS per i Beni Culturali Relativamente al programma svolto nel corso di Digital Urban History-Storia della città gli studenti consegneranno, in corrispondenza della data di appello, una relazione storica esplicativa delle fonti dello studio, il metodo utilizzato per trasferire i dati storici nel GIS e nei modelli 3D, i contenuti utilizzati per l’elaborazione e la narrazione, e la bibliografia ragionata dello studio di approfondimento. Nella relazione va specificato in modo completo il rimando alle singole fonti utilizzate per ogni elaborato digitale (modelli 3D, GIS, ipertesti, video, animazioni). Nel colloquio orale gli studenti presenteranno i risultati raggiunti nel lavoro di gruppo e risponderanno a domande sui contenuti del corso teorico. Ogni studente verrà valutato individualmente considerando l’autonomia di giudizio, le abilità comunicative e le capacità acquisite durante lo svolgimento del lavoro di gruppo. La valutazione finale sarà la media degli esiti del colloquio e del lavoro di gruppo.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay;
The exams of the Digital Urban History-History of the city and GIS for Cultural Heritage will take place at the same time. As far as Digital Urban History-History of the city is concerned the student will deliver (when the exam will be fixed): all digital products of the research training (GIS, 3D models, and other products) with a report on the sources of the research, methodologies for transferring historical data in GIS and 3Dmodels, contents for storytelling, and a detailed bibliography. In the report students are requested to specify fully the link to each source of information available for each digital product (3D models, GIS, hypertexts, movies, animations). In the oral speech the students have to show the achieved results during the group activity, and they answer about the contents of the theoretical course. Each student will be individually evaluated by considering the wisdom autonomy, the communication ability and the specific abilities achieved during the team work. The final score will be the mean of the oral and practical tests


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il