Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Digital urban history

01QNCPV

A.A. 2021/22

Course Language

Italian

Course degree

Master of science-level of the Bologna process in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio - Torino

Course structure
Teaching Hours
Lezioni 40
Esercitazioni in aula 20
Teachers
Teacher Status SSD h.Les h.Ex h.Lab h.Tut Years teaching
Tamborrino Rosa Rita Maria Professore Ordinario ICAR/18 20 10 0 0 7
Teaching assistant
Espandi

Context
SSD CFU Activities Area context
ICAR/18 6 C - Affini o integrative Attività formative affini o integrative
Valutazione CPD 2020/21
2021/22
L’insegnamento di Storia della Città e Digital Urban History si riferisce alle aree di apprendimento del Progetto di conoscenza, della Valorizzazione e della Comunicazione dei Beni Culturali. Il corso è un insegnamento di storia della città e del territorio svolto con metodologie teoriche e pratiche delle digital humanities. Accanto a fonti e strumenti tradizionali, il corso analizza e utilizza le potenzialità di "fare storia" e divulgarla con forme innovative per la descrizione, gestione, la visualizzazione e la spazializzazione di dati storici. Approfondisce in particolare il Digital Heritage (per esempio in musei virtuali, siti web, banche dati online) e come si relaziona con i dati relativi alla storia delle città. A questo scopo il corso fornisce allo studente anche nozioni di base nel campo delle digital humanities facendogli sperimentare alcune forme applicative di storia digitale attraverso casi studio. La storia urbana è affrontata come campo di conoscenza, indagine, resoconto - in forma scientifica e divulgativa - e valore culturale. I temi proposti dal corso tendono a evidenziare la città come terreno di continui cambiamenti, le resistenze e i conflitti che essi generano. Si soffermano in particolare sulle dinamiche di trasformazione e sulla corrispondente immagine urbana, che viene a essere evidenziata come espressione dell’interazione tra diverse dinamiche, attori, funzioni compresenti nella città, e rivisitata nel suo significato di memoria storica culturale (con riferimento alla nozione di Historical Urban Landscape). Si guarderà anche alla presentazione della storia urbana nei musei. L’insegnamento comprende un inquadramento sulla storia della città in generale, focalizzate su alcuni principali aspetti caratterizzanti le città occidentali alle diverse epoche e in un quadro ampio e comparativo su contesti culturali diversi. Affronta le fonti documentarie e iconografiche e si sofferma sugli strumenti e i prodotti digitali che ne sviluppano contenuti e fonti reperibili su web. Il corso si sofferma poi su un caso studio che è affrontato in forma diacronica ma con alcune focalizzazioni specifiche. Lo studente è guidato e assistito nell’affrontarne lo studio attraverso una forma didattica di research training che lo porterà ad analizzare, ricercare e utilizzare una ricca e eterogenea documentazione di fonti primarie e secondarie e a elaborare un’ipotesi di lettura e visualizzazione delle dinamiche di cambiamento. Questa esercitazione è parte integrante del corso e dovrà essere svolta durante il semestre d’insegnamento. Il tema di approfondimento verterà sulle connessioni tra dinamiche storiche dello spazio urbano, ambiente costruito e valori tangibili e intangibili. Il contesto è affrontato come paesaggio urbano storico ossia come luogo fisico e per i significati culturali che vi sono connessi. Il caso studio è il centro storico di Parigi nella fase di cambiamenti che segue immediatamente la Rivoluzione del 1789, analizzata nei processi di rinnovamento urbano e di conflitto ma anche nell’assestamento di competenze e norme fino alla fase che precede la Prima Guerra. Si faranno alcune verifiche in alcune aree urbane con attenzione alle componenti architettoniche, allo spazio pubblico aperto, alle diverse componenti dell’abitare. Si tratterà di sviluppare analisi tempo/spazio alla scala dell’isolato nell’ambito cronologico individuato oppure a una scala più ampia rispetto alla stratigrafia storica con la restituzione delle scoperte archeologiche. La modalità di svolgimento dell’approfondimento si configura come research training interdisciplinare, per cui questo corso è strettamente collegato al corso di GIS per i Beni Culturali, modellazione 3D con il quale sarà svolto congiuntamente il tema proposto come esempio di studio. I docenti costituiranno una squadra integrata per le lezioni e per le esercitazioni. Lo studente avrà la possibilità di sperimentare in prima persona come utilizzare strumenti digitali per l’indagine, l’interpretazione e la verifica della ricerca sulla storia urbana nelle connessioni con il Cultural Heritage e per la disseminazione dei suoi risultati.
The course on Digital Urban History refers to the Knowledge, Enhancement and Communication actions of Cultural Heritage. The course is a teaching on the History of the city and the territory with theoretical and practical methodologies of digital humanities. It focuses on Urban History as a field of knowledge and narrative, and underlines the richness of its complex contents as well as the making and the telling history with new digital tools for visualising and ‘spatialising’ contents (e.g. in virtual museums, web sites, online databases) and how they relate to the history of cities. With this aim, the course gives to the students also basis in the field of the digital humanities in experiencing various implementations of Digital History through a case study. Urban history is dealt as a field of knowledge, survey, narratives – in a scientific and educational way – and as a cultural value. The themes proposed by the course tend to highlight the city as a place of continuous change, and the conflicts that they generate. The focus is on the dynamics of transformation and the corresponding urban image, which is highlighted as an expression of the interaction between different dynamics, players, functions within the city, and revisited in its meaning of historical and cultural memory (with reference to the notion of Historical Urban Landscape). The course deals also with the presentation of urban history in museums. The course includes a framework on the history of the city in general, focused on some main aspects that characterize European cities at different times and in a broad and comparative framework on different cultural contexts. It deals with documentary and iconographic sources and focuses on digital tools and products that develop content and sources available on the web. The course then focuses on a case study that is dealt in a diachronic way but with some specific focalizations. The student is guided and assisted in studying through a didactic form of research training that will lead him/her to analyse and use a rich and heterogeneous primary and secondary source documentation and to elaborate a hypothesis of reading and visualizing the dynamics of change. This tutorial is part of the course and must be completed within the semester. The in-depth theme will focus on the connections between historical dynamics of the urban space, the built environment and tangible and intangible values. The context is faced as a historical urban landscape, that is, as a physical place and for the cultural meanings that are connected to it. The case study is the historic center of Paris in the phase of change that immediately follows the1789 Revolution, analyzed in the processes of urban renewal and conflict but also in the adjustment of competences and rules up to the phase preceding the First War. Some verifications will be carried out in some urban areas with attention to the architectural components, the open public space, the different components of environment. It will be a question of developing time / space analyzes at the building block scale within the chronological context identified or at a wider scale than the historical stratigraphy with the restitution of archaeological discoveries. The study will be developed as an interdisciplinary research training. For this reason, the course is closely linked to the course of GIS for Cultural Heritage, 3D modelling focusing on the same case study. Teachers will be an integrated team for lessons and practices. The student will have the opportunity to experiment in first person how to use digital tools for the investigation, interpretation, and verification of historical research on urban history with its connection to the Cultural Heritage and the dissemination of its results.
Le conoscenze che saranno acquisite dallo studente riguardano strumenti e metodologia per lo studio della storia della città e del territorio in un’ampia cronologia, nozioni e contenuti con particolare attenzione alle trasformazioni del paesaggio storico e dell’ambiente costruito in età contemporanea, e alle relazioni con il Cultural Heritage concepito come nozione pure da storicizzare. Un aspetto rilevante di tali conoscenze riguarda le forme del racconto storico, le fonti e gli strumenti digitali per la conoscenza e l’interpretazione storica.Attraverso il tema di approfondimento, la preparazione si focalizza sulle dinamiche e i processi di cambiamento dell’ambiente costruito in un tempo e in uno spazio determinato, con un approccio digitale alla ricerca storica e alla sua presentazione analitica e sintetica. Lo studente acquisisce abilità nell’indagine storica collegando il Cultural Heritage al suo contesto in un’area determinata e in una sequenza diacronica, identificandone le fonti, interpretando e imparando ad archiviare le informazioni, organizzare i dati, visualizzare di volta in volta il percorso conoscitivo con l’impiego di strumenti digitali adeguati e infine a presentare la ricerca storica come esito. Specifiche abilità conseguite sono la capacità di identificare e riconoscere l’affidabilità delle fonti, l’impiego di un metodo scientifico nel trasferimento delle informazioni per la modellazione 3D e i GIS con contenuti storici, l’individuazione di criteri e gerarchie per organizzare informazioni, l’approccio critico nell’interpretazione dei dati e nella visualizzazione delle dinamiche di trasformazione storica, metodologie che uniscono abilità nelle Humanities e nelle Tecnologie Digitali.
The expected learning outcomes of the course for the student concern notions on the main area of history of the city and the territory, with especially attention to the changes of the historical landscape and the built environment, and to the connections with the historical development of the notion of Cultural Heritage. Narratives, traditional and digital sources and tools for the knowledge and the understanding the Cultural Heritage will be fundamental aspects. Concerning the case study the expected learning outcomes focus on dynamics and process changes within territories and built environment through a digital approach to the historical research and its presentation. The student will be able to develop specific expertise by linking the Cultural Heritage to its context in a specific setting and in a chronicle sequence. The expertise include surveying an area with a strict historical approach, identifying sources, understanding and collecting information, organizing data, visualising changes, and presenting the historical research as outcomes by using digital tools. The student will be able to identify the nature of sources (both traditional and digital), both the nature and the reliability, to adopt a scientific method transferring information for 3D modelling and creating GIS with historical contents, to use correct criteria and hierarchy in organizing data, to understand information and visualise historical dynamics of change under a critical point of view, methodologies linking abilities on the Humanities and in Digital Technologies.
Fondamenti di storia dell’architettura e della città alle diverse epoche e dei disegni di architettura.
The students have to know some basics on the history of the city and the architecture at different ages and on architectural drawings.
Nei contenuti teorici il corso comprende alcune lezioni di inquadramento sulla storia della città in generale in un quadro ampio e con una prospettiva comparativa, al di là dell’Europa, con approfondimenti sulle fonti documentarie e gli strumenti digitali. Affronta inoltre con particolare enfasi le metodologie della Digital History, attraverso casi studio che vertono su un’ampia cronologia intese a fornire un quadro complessivo. L’approfondimento verterà su Parigi, a partire dal rinnovamento prefigurato dal plan des Artistes fino a sviluppi contemporanei, attraverso i lavori haussmanniani. Sarà oggetto di indagine in particolare l’area della rue de Rivoli con i cambiamenti e le valorizzazioni di edifici di diverse epoche storiche che vi sono connessi, con alcune verifiche nell’area dell’Hotel de Ville e del Louvre. Lo studio riguarderà la cartografia storica, i catasti, i censimenti, gli espropri, le riviste e le pubblicazioni coeve, l’immagine della città e altre fonti specifiche come strumenti documentari e di controllo e verifica. Si cercherà di far emergere l’impatto sociale dei cambiamenti e, ove possibile, la presenza delle donne nello spazio urbano. Le lezioni faranno riferimento a casi studio che si avvalgono di strumenti di racconto e visualizzazione dei contenuti e della ricerca storica, dell’uso di sistemi di georeferenzazione e geolocalizzazione, della costruzione di banche dati, esperienze di gamification, musealizzazione e racconto di contenuti scientifici e divulgativi, musei virtuali e archivi digitali (10 ore). Una serie di lezioni verterà sul caso di approfondimento, le fonti e gli strumenti di ricerca e le metodologie per la parte di research training (20 ore). La parte teorica si svolgerà prioritariamente ma non esclusivamente nella prima parte. Nella parte di "research training" agli studenti sarà richiesto di ricostruire e visualizzare il processo storico delle trasformazioni attraverso un’analisi documentaria su fonti primarie, collegando le dinamiche spaziali ai documenti, e ai diversi elemento del contesto attraverso un approccio storico rigoroso a le metodologie delle Digital Humanities, I docenti guideranno lo studente a sperimentare il metodo e la pratica dell’approccio delle Digital Humanities al caso studio proposto (30 ore). Nell’ambito del research training, integrata con il corso di GIS per i Beni Culturali-Modellazione 3D, alcune esercitazioni e tutoraggi potranno essere svolti congiuntamente. Questa parte del corso inizierà a novembre. I docenti, dopo aver formato i gruppi e assegnato un’area specifica di lavoro, forniranno istruzioni ai singoli gruppi. A metà del research trainig si svolgerà un seminario congiunto con il corso di GIS Beni culturali- Modellazione 3 D, in cui gli studenti avranno l’opportunità di presentare e discutere lo stato di avanzamento verificando obiettivi e road map.
The main theoretical contents of the course are: the specificity of urban history as a peculiar field, and the theory and methodologies of its study. They deal with theoretical lessons dealing with a large chronology – from the ancient age to the contemporary age – in order to present a general framework of traditional and new methodologies for a critical approach of studying cities and its historical developments. Lessons will present historiography on urban history and case studies related to historical urban assets analysed through the use of tools for the making and the telling historical research, the use of georeferencing systems, and the construction of databases. The contents will be dealt also through recent museums experiences and both scientific and educational storytelling with historical contents, virtual museums and digital archives. There will be lessons on the case study (20 hours). During the research training the teacher will guide the student in learning methods and practices of the historical approach to the digital resources and tools. The case study will focus on Turin, from the birth of the industrial town to actual postindustrial condition. The study aims to highlight the processes of change of the industrial heritage at different times by linking different kind of sources. Some researches will be concentrated on Mirafiori, Lingotto and Aurora districts, as simple of the transformation and future planning and opportunities. The research training part is fully integrated with the GIS course for Cultural Heritage-3D Modeling. Students will see how to recreate and visualize the history of transformations, linking it to documents, and the different context elements through a rigorous historical approach.
l’insegnamento è costituito da una base teorica disciplinare - con metà delle ore di didattica previste erogate come lezioni – e una parte svolta in forma di laboratorio didattico interdisciplinare che consente allo studente di affrontare un caso studio con la consulenza dei docenti. Il programma di insegnamento è svolto attraverso una forma di "research training" utilizzando il tema di approfondimento e svolgendolo insieme al corso di GIS per i Beni Culturali. Gli studenti, assistiti dai docenti (sia i docenti del corso GIS per i Beni Culturali sia di Digital Urban History-Storia della città), lavoreranno in piccoli gruppi di due o tre. Affronteranno la ricerca di nuovi dati a partire da una base di informazioni, dati storici e cartografia digitalizzata, forniti dai docenti. Lavoreranno alla strutturazione dei dati della ricerca storica al fine di realizzare analisi e interpretazioni originali dei dati stessi. Costruiranno un progetto di organizzazione e visualizzazione dei dati per la loro interpretazione, archiviazione e condivisione. Realizzeranno un esito digitale di organizzazione e racconto visivo di storia urbana a partire da questa metodologia di lavoro. Periodicamente verranno proposte delle revisioni complete del lavoro svolto.
The course consists of a disciplinary theoretical basis, a part of the teaching hours provided as lessons and a part conducted in the form of an interdisciplinary didactic studio that allows the student to deal with a case study with the advice of the teachers. The teaching program is carried out through a research training through the case study together with the course GIS for Cultural Heritage. Students, assisted by teachers (both teachers of GIS for Cultural Heritage and Digital Urban History-History of the city), will work in group facing the historical research in order to carry out analysis and data management and original interpretations of the data themselves. Periodically, full corrections of the work will be done.
G. J. Ashworth, B. Graham (a cura di) Senses of place: Senses of time. Routledge, Oxon, 2005. F. Bandarin, R.Van Oers, Il paesaggio urbano storico. La gestione del patrimonio in un secolo urbano, CEDAM, Assago 2014. A. Burdick et al., Digital_Humanities, Cambridge, MA: MIT Press, 2012. D. Calabi (a cura di), Built City, Designed City, Virtual City. The Museum of the City, CROMA- Università di Roma Tre, Roma 2013. C. D'Ignazio, E L. F. Klein, Data feminism, Cambridge, MIT Press, 2020. Available at: https://data-feminism.mitpress.mit.edu/ (Open access) J. Nihan, M. Terras, C. Warwick (a cura di), Digital Humanities in Practice, Facet Publishing, London 2012. E. Waterton, S. Watson, (a cura di), Culture, heritage and representation: Perspectives on visuality and the past. Ashgate, 2010. T. Weller (a cura di), History in the digital age, London - New York, Routledge, 2013. UNESCO. Charter on the Preservation of the Digital Heritage, 2009, https://unesdoc.unesco.org/ark:/48223/pf0000179529.page=2 Sul caso studio: R. Tamborrino, Parigi nell’Ottocento, Marsilio, Venezia 2005. M. Gribaudi, Morfologia di una città. Forme, continuità e rotture nella Parigi della prima metà dell’Ottocento, in ‘Quaderni Storici’, n.125, anno XLII,fasc.2, agosto 2007, pp.393-431. M. Gribaudi, Paris, ville ouvrière – une histoire occulté. 1789-1848, La Découverte, Paris 2014 R. Tamborrino, ‘Haussmann e il piano per una capitale moderna’, Urbanistica, 111, July-Dec 1998, pp. 116-136 P. Pinon, B. Le Boudec, Les plans de Paris. Histoire d'une capitale, Le Passage Eds, Paris 2004.
General reading materials L. MUMFORD, La città nella storia (New York 1961), Bompiani, Milano 2002. L. BENEVOLO, La città nella storia d’Europa, Economica Laterza, Roma-Bari 1993. M. BARBAGLI, M. PISATI, Dentro e fuori le mura, città e gruppi sociali dal 1400 a oggi, Il Mulino, Bologna 2012. E. DELLAPIANA, G. MONTANARI, Una storia dell’architettura contemporanea, Utet Università, Torino 2015. Dalla città storica alla struttura storica della città. Studi in onore di Vera Comoli (1935-2006). La storia dell’urbanistica, la storia della città e del territorio, “Atti e Rassegna Tecnica della Società degli Ingegneri e degli Architetti in Torino”, numero monografico, LXXII-1 n.s., giugno 2018. M. P. GUERMANDI, U. D’ANGELO (a cura di), Il diritto alla città storica, Atti del convegno - Roma, 12 novembre 2018, Associazione Ranuccio Bianchi Bandinelli, Roma 2018. Reading materials on the study case of Turin E. DANSERO, C. GIAIMO, A. Spaziante (a cura di), Se i vuoti si riempiono: aree industriali dismesse, temi e ricerche, Alinea, Firenze 2001. Fondazione Vera Nocentini, Torino che cambia. Dalle ferriere alla Spina 3. Una difficile transizione, Angolo Manzoni, Torino 2009. E. ARMANO, C. A. DONDONA, F. FERLAINO (a cura di), Postfordismo e trasformazione urbana. Casi di recupero dei vuoti industriali e indicazioni per le politiche nel territorio torinese, IRES, Torino 2016 (Pdf scaricabile). Materiali P. P. PASOLINI, La forma della città, programma di Anna Zanoli (video, 1974).
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto individuale;
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Individual essay;
L’esame consiste in un test scritto individuale, la consegna del prodotto digitale come esito finale del gruppo di lavoro e la sua presentazione e discussione orale. Il test individuale verte su 2 domande che riguardano la parte teorica sarà svolto congiuntamente al test per GIS per Beni Culturali, La valutazione è il 30% del voto complessivo. L’esito digitale del research training comprenderà una relazione scritta descrittiva delle fonti utlizzate e della metodologia di integrazione nella ricostruzione digitale. Sarà consegnato ai docenti almeno una settimana prima della data di discussione orale. La valutazione è il 50% del voto complessivo. La presentazione e la discussione orale del prodotto del research training sarà svolto in gruppo con contributi individuali oppure potrà anche essere presentato individualmente se gli studenti di un gruppo sosterranno l’esame in tempi diversi. La valutazione è il 20% del voto.
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Individual essay;
The exams of the Digital Urban History-History of the city and GIS for Cultural Heritage will take place at the same time. As far as Digital Urban History-History of the city is concerned the student will deliver (when the exam will be fixed): all digital products of the research training (GIS, 3D models, and other products) with a report on the sources of the research, methodologies for transferring historical data in GIS and 3Dmodels, contents for storytelling, and a detailed bibliography. In the report students are requested to specify fully the link to each source of information available for each digital product (3D models, GIS, hypertexts, movies, animations). The same day of the delivering of the materials mentioned above, the students will face a written test on theory of Digital Urban History-Histry of the City (2 questions) and GIS, 3D modelling (6 questions totally in 1 h). The written tests and the deliverables will be evaluated by the teachers; at the end of this evaluation, the students have to show the achieved results during the group activity, by means of an oral speech. Each student will be individually evaluated by considering the wisdom autonomy, the communication ability and the specific abilities achieved during the team work. The final score will be the mean of the written and practical tests.
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
L’esame consiste in un test scritto individuale, la consegna del prodotto digitale come esito finale del gruppo di lavoro e la sua presentazione e discussione orale. Il test individuale verte su 2 domande che riguardano la parte teorica sarà svolto congiuntamente al test per GIS per Beni Culturali, La valutazione è il 30% del voto complessivo. L’esito digitale del research training comprenderà una relazione scritta descrittiva delle fonti utlizzate e della metodologia di integrazione nella ricostruzione digitale. Sarà consegnato ai docenti almeno una settimana prima della data di discussione orale. La valutazione è il 50% del voto complessivo. La presentazione e la discussione orale del prodotto del research training sarà svolto in gruppo con contributi individuali oppure potrà anche essere presentato individualmente se gli studenti di un gruppo sosterranno l’esame in tempi diversi. La valutazione è il 20% del voto.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay;
The exams of the Digital Urban History-History of the city and GIS for Cultural Heritage will take place at the same time. As far as Digital Urban History-History of the city is concerned the student will deliver (when the exam will be fixed): all digital products of the research training (GIS, 3D models, and other products) with a report on the sources of the research, methodologies for transferring historical data in GIS and 3Dmodels, contents for storytelling, and a detailed bibliography. In the report students are requested to specify fully the link to each source of information available for each digital product (3D models, GIS, hypertexts, movies, animations). In the oral speech the students have to show the achieved results during the group activity, and they answer about the contents of the theoretical course. Each student will be individually evaluated by considering the wisdom autonomy, the communication ability and the specific abilities achieved during the team work. The final score will be the mean of the oral and practical tests.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico prodotto in gruppo; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
L’esame consiste in un test scritto individuale, la consegna del prodotto digitale come esito finale del gruppo di lavoro e la sua presentazione e discussione orale. Il test individuale verte su 2 domande che riguardano la parte teorica sarà svolto congiuntamente al test per GIS per Beni Culturali, La valutazione è il 30% del voto complessivo. L’esito digitale del research training comprenderà una relazione scritta descrittiva delle fonti utlizzate e della metodologia di integrazione nella ricostruzione digitale. Sarà consegnato ai docenti almeno una settimana prima della data di discussione orale. La valutazione è il 50% del voto complessivo. La presentazione e la discussione orale del prodotto del research training sarà svolto in gruppo con contributi individuali oppure potrà anche essere presentato individualmente se gli studenti di un gruppo sosterranno l’esame in tempi diversi. La valutazione è il 20% del voto.
Exam: Compulsory oral exam; Group graphic design project; Group essay;
The exams of the Digital Urban History-History of the city and GIS for Cultural Heritage will take place at the same time. As far as Digital Urban History-History of the city is concerned the student will deliver (when the exam will be fixed): all digital products of the research training (GIS, 3D models, and other products) with a report on the sources of the research, methodologies for transferring historical data in GIS and 3Dmodels, contents for storytelling, and a detailed bibliography. In the report students are requested to specify fully the link to each source of information available for each digital product (3D models, GIS, hypertexts, movies, animations). In the oral speech the students have to show the achieved results during the group activity, and they answer about the contents of the theoretical course. Each student will be individually evaluated by considering the wisdom autonomy, the communication ability and the specific abilities achieved during the team work. The final score will be the mean of the oral and practical tests
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti