Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Pianificare la città (Atelier)

01RUUQA

A.A. 2018/19

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 48
Esercitazioni in aula 12
Tutoraggio 21
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Gomes Santiago
Pianificare la città (Atelier) (Analisi e progettazione della morfologia urbana)  
Docente esterno e/o collaboratore   24 6 0 0 2
Barbieri Carlo Alberto
Pianificare la città (Atelier) (Pianificazione locale)
Professore Ordinario ICAR/21 48 12 0 0 2
Lami Isabella Maria
Pianificare la città (Atelier) (Valutazione e fattibilità economica)
Professore Associato ICAR/22 0 10 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
2018/19
L'Atelier ha la finalità di sviluppare concretamente la conoscenza della natura, dei contenuti progettuali e normativi del Piano urbanistico locale in Italia, di utilizzare alcune tecniche di analisi e progettazione del Piano in un’ottica multidisciplinare, e transcalare di governo del territorio locale e di innovazione del piano urbanistico comunale e delle sue pratiche. Il laboratorio è incentrato sul caso studio di un recente nuovo Piano urbanistico (Piano Regolatore Generale) di un Comune piemontese di media dimensione; gli studenti, quasi simulando con i docenti un “Ufficio di piano” e le relative consulenze specialistiche, ripercorreranno il progetto del PRG per poi riprogettarne parti di esso (di fatto una Variante del Piano), motivando obbiettivi e scelte di contenuto, anche in tutto o in parte diverse dal PRG del caso studio.
The Atelier aims at developing practical knowledge of the nature and design and regulatory contents of an urban plan, at using some techniques of analysis and design, within a multidisciplinary perspective, a transcalar approach to the territorial government and an innovative approach to local planning and practices. The workshop focuses on the case study of an urban plan (PRG) of a medium size town in Piedmont; students and teachers, with almost simulating a "Work Plan" and the expert advice, reviewing the draft of the PRG, then redesign parts of it, motivating goals and choices of content, in whole or in part different.
Le conoscenze e abilità da acquisire: -conoscenza e comprensione della natura, dei contenuti, dell’efficacia del Piano urbanistico comunale in Italia, -comprensione del ruolo del Piano nell’ottica del governo del territorio locale; -conoscenza di sperimentazioni innovative nella redazione del Piano urbanistico locale, e capacità di applicarle nel percorso progettuale; -capacità di applicare tecniche di analisi, redazione e progettazione del Piano urbanistico comunale; -capacità di valutare gli esiti morfologici delle scelte del Piano e di esprimere linee per la progettazione della sua attuazione; -capacità di analizzare la fattibilità economica delle trasformazioni urbane proposte nella redazione del Piano urbanistico comunale.
The knowledge and skills to be acquired: - Knowledge and understanding of the nature, content, effectiveness of the urban plan in Italy, - Understanding of the role of the plan within the local government system, - Ability to apply analytical, project and urban design techniques, - Knowledge of innovative experiments in the preparation of local development plan, and ability to apply them in the design process, - Ability to assess the morphological outcomes of the choices of the Plan and express lines for the design of its implementation - Ability to analyze the economic feasibility of the urban transformation proposals.
Conoscenze di base del sistema italiano di pianificazione del territorio e della legislazione urbanistica statale e regionale e di alcuni elementi del diritto amministrativo ed urbanistico e della finanza locale, acquisibili in un triennio di laurea in pianificazione.
Basic knowledge of the Italian system of planning and state and regional planning legislation and some elements of administrative law and urban, acquired in a three-year degree in planning.
L’indispensabile carattere pluridisciplinare del lavoro si articola in : 6 Cfu di Pianificazione e progettazione urbanistica, 3 Cfu di Valutazione e fattibilità economica, 3 Cfu di Analisi e progettazione della morfologia urbana. L’ Atelier si sviluppa dunque su 12 crediti multidisciplinari fra loro fortemente relazionati: 1. Pianificazione urbanistica, (6 crediti) ICAR 21: Il piano urbanistico comunale, la Valutazione ambientale strategica delle sue scelte, il suo progetto strutturale di città e territorio, il suo profilo normativo e il suo sviluppo operativo-progettuale 2. Valutazione e fattibilità economica, (3 crediti) ICAR 22, Rendita urbana, valori immobiliari, costi urbanizzativi e risorse economiche del piano urbanistico comunale, fattibilità delle trasformazioni urbanistiche 3. Analisi e progettazione della morfologia urbana, (3 crediti) ICAR 14: La Progettazione urbana nel Piano urbanistico comunale
The multidisciplinary character of the work is divided into: 6 CFU of urban planning, 3 credits for evaluation and economic feasibility, 3 credits for analysis and urban morphology project. The Atelier is therefore developed on 12 highly interdependent multidisciplinary credits: 1. Urban planning, (6 credits) ICAR 21: The local urban plan, the strategic environmental impact assessment (SEA) of its choices, its structural project of city and territory, its normative profile and its operational-planning development and project 2. Evaluation and economic feasibility, (3 credits) ICAR 22, Urban income, real estate values, urbanization costs and economic resources of the municipal urban plan, feasibility of urban transformation 3. Analysis and planning of urban morphology, (3 credits) ICAR 14: Urban design in the local urban plan
Le attività didattiche, oltre ad alcune lezioni, in prevalenza consistono in lavori organizzati in piccoli gruppi, in sopralluoghi didattici, esercitazioni, relazioni, volti a predisporre lavori intermedi o specifici dei diversi contributi disciplinari ed il Dossier finale dell’ Atelier, finalizzato a presentare e discutere (secondo modalità più precisamente definite dalla docenza nella fase iniziale dell’ Atelier) gli elaborati predisposti ed a verificare e a consolidare le conoscenze progressivamente acquisite.
The teaching activities, as well as some lessons, mainly consist of work organized in small groups, in educational visits, exercises, reports, aimed at preparing intermediate or specific works of different disciplinary contributions and the final Dossier of the Atelier, aimed at presenting and discuss (prepared in a way that is more precisely defined by the lecturer during the initial phase of the Atelier) the elaborated papers and to verify and consolidate the progressively acquired knowledge.
I testi, scelti tra quelli elencati ed altri eventuali, saranno comunicati durante le lezioni dal docente titolare dell’insegnamento. - C.A. Barbieri, 2017, “La nuova pianificazione tra riforme istituzionali e innovazione urbanistica”, in INU, CRESME (a cura di Properzi P.L) “Rapporto dal Territorio 2016 Vol II”, p. 155-160, Roma, INU Edizioni, . -G. Pasqui, 2017, "Urbanistica oggi. Piccolo lessico critico", Donzelli, Roma -S. Stanghellini, 2013, “Perequazione, compensazione, fattibilità”, InuEdizioni, Roma. -G. Colombo, F. Pagano, M. Rossetti, P.G.. Vitillo (a cura di), 2013, Manuale di urbanistica, Il Sole24Ore, Milano, XXV edizione. -G. Campos Venuti, 2012, Amministrare l’urbanistica oggi, INU Edizioni, Roma. -P.Galuzzi, P.G. Vitillo, 2011, Praticare il Piano?, INU Edizioni, Roma. -P. Gabellini, 2001, Tecniche urbanistiche, Carocci Editore, Roma. -C.A. Barbieri (2005), “I territori del piano”, Urbanistica. vol. 127, pp. 46-53 ISSN: 0042-1022. -F. Prizzon (2001), Gli investimenti immobiliari. Analisi di mercato e valutazione economico-finanziaria degli investimenti, Celid, Torino R. Gabetti, 1998, Forma urbana e gestione della città, Editalia, Roma -K. Lynch, 1964, L’immagine della città, Marsilio, Venezia (The Image of the City, The M.I.T. Press, Cambridge, Mass. 1960) -G. Cullen, 1961, Townscape, The Architectural Press, Londra -R. Pollo, Progettare l'ambiente urbano. Riflessioni e strumenti, Carocci, Roma, 2015 -Città di Ciriè, 2011-2016, “Il NuovoPRGC". Tutti gli Elaborati (www.ciriè.net). -Regione Piemonte, 2017, Piano Paesaggistico (PPR) -Città metropolitana di Torino, 2011, Piano territoriale di coordinamento (PTCP2) -Roscelli R. (a cura di), 2014, Manuale di estimo, UTET Università, Novara
The texts, chosen among those listed and others, will be communicated during the lessons by the professors. - C.A. Barbieri, 2017, “La nuova pianificazione tra riforme istituzionali e innovazione urbanistica”, in INU, CRESME (a cura di Properzi P.L) “Rapporto dal Territorio 2016 Vol II”, p. 155-160, Roma, INU Edizioni, . -G. Pasqui, 2017, "Urbanistica oggi. Piccolo lessico critico", Donzelli, Roma -S. Stanghellini, 2013, “Perequazione, compensazione, fattibilità”, InuEdizioni, Roma. -G. Colombo, F. Pagano, M. Rossetti, P.G.. Vitillo (a cura di), 2013, Manuale di urbanistica, Il Sole24Ore, Milano, XXV edizione. -G. Campos Venuti, 2012, Amministrare l’urbanistica oggi, INU Edizioni, Roma. -P.Galuzzi, P.G. Vitillo, 2011, Praticare il Piano?, INU Edizioni, Roma. -P. Gabellini, 2001, Tecniche urbanistiche, Carocci Editore, Roma. -C.A. Barbieri (2005), “I territori del piano”, Urbanistica. vol. 127, pp. 46-53 ISSN: 0042-1022. -F. Prizzon (2001), Gli investimenti immobiliari. Analisi di mercato e valutazione economico-finanziaria degli investimenti, Celid, Torino -R. Gabetti, 1998, Forma urbana e gestione della città, Editalia, Roma -K. Lynch, 1964, L’immagine della città, Marsilio, Venezia (The Image of the City, The M.I.T. Press, Cambridge, Mass. 1960) -G. Cullen, 1961, Townscape, The Architectural Press, Londra -R. Pollo, Progettare l'ambiente urbano. Riflessioni e strumenti, Carocci, Roma, 2015 -Città di Ciriè, 2011-2016, “Il NuovoPRGC". Tutti gli Elaborati (www.ciriè.net). -Regione Piemonte, 2017, Piano Paesaggistico (PPR) -Città metropolitana di Torino, 2011, Piano territoriale di coordinamento (PTCP2) -Roscelli R. (a cura di), 2014, Manuale di estimo, UTET Università, Novara
Modalità di esame: prova orale obbligatoria; elaborato scritto prodotto in gruppo; progetto di gruppo;
Presentazione da parte dei piccoli gruppi costituiti durante l’Atelier (riunita in un unico Dossier di Variante al Piano urbanistico comunale del caso studio dell’Atelier), degli elaborati predisposti (relazioni scritte, disegni, elaborati grafici, presentazione Ppt, ecc.) e discussione d’ esame orale. Il voto, individuale, sarà riferito alla globalità del lavoro e costituirà una sintesi del giudizio dei tre docenti.
Exam: compulsory oral exam; group essay; group project;
Presentation by the small groups formed during the Atelier (gathered in a single Dossier of Variante to the Municipal Urban Plan of the case study of the Atelier), of the prepared works (written reports, drawings, graphic drawings, Ppt presentation, etc.) and oral examination. The individual vote will be referred to the totality of the work and will constitute a synthesis of the opinion of the three professors.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il