Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA
Set-Cookie: language=it; path=/; domain=.polito.it;

Laboratorio di Storia dell'architettura e della città A

01SSTPM

A.A. 2020/21

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Architettura - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 20
Esercitazioni in aula 40
Tutoraggio 35
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Comba Michela Professore Associato ICAR/18 20 40 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/18 6 A - Di base Discipline storiche per l'architettura
2020/21
Il laboratorio di storia dell’architettura e della città ha l’obiettivo di fornire gli strumenti per indagare la dimensione diacronica dell’architettura e della trasformazione del territorio e per costruire una riflessione critica sul rapporto tra passato e presente. Si differenzia dai corsi monografici di Storia dell’architettura presenti al I e al II anno, per gli argomenti e perché ricorre a forme di didattica basate sullo svolgimento di esperienze dirette di analisi e ricerca storica da parte degli studenti.
The History of Architecture and the City workshop aims to provide the students with the necessary tools to investigate the diachronic aspect of architecture and environmental transformation and develop a critical reflection on the relationship between past and present. Due to the topics covered and its peculiar teaching formats, allowing the students to directly experience historical investigation and research, this course diverges from that of History of Architecture at the 1st and 2nd terms.
Il laboratorio guida gli studenti alla ricerca di fonti storiche (grafiche, video e testuali, materiali, bibliografiche e/o archivistiche), alla loro analisi e interpretazione, alla loro discussione e infine alla restituzione della ricerca svolta attraverso strumenti quali la scrittura o l’analisi grafica. Attraverso un’esperienza approfondita condotta per casi studio, il laboratorio intende fornire agli studenti le competenze critiche e metodologiche indispensabili per condurre un progetto di studio e ricerca autonomo e consapevole. Il laboratorio si propone inoltre di rafforzare le competenze critiche degli studenti rispetto ad alcuni temi centrali del dibattito storiografico contemporaneo.
The workshop will lead the students through the search for historical sources (visual, video, text, material, bibliographic and/or archival sources), their examination and interpretation, the discussion around them and, finally, this research work will be reported in written form and throughout graphical analysis. This workshop, thanks to an in-depth experience based on case studies, will provide the students with the necessary methodological and critical skills to carry out a conscious and independent research project. Furthermore, this workshop aims to strenghten the students' critical skills regarding some key topics from the contemporary historiographic debate.
Si daranno per scontate le competenze acquisite a seguito del superamento del corso di Storia dell’architettura contemporanea e una buona familiarità con la lingua inglese.
The competences that the students acquired when they passed the exam for the course of Contemporary Architecture, as well as a good knowledge of the English language, will be taken for granted.
Nello specifico questo laboratorio tratterà L’architettura della paura: città e architettura durante la Guerra Fredda, tra Brutalcast e International Style. Si affronteranno alcuni temi, protagonisti e opere del panorama italiano e internazionale, caratterizzanti la cultura architettonica degli anni sessanta, settanta e primi ottanta del Novecento, in relazione alla divisione politica e ai modelli culturali imposti dai blocchi sovietico e americano durante la Guerra Fredda. Si affronteranno i linguaggi architettonici anche come veicoli di affermazione del potere politico e militare, rispetto al blocco occidentale che ha coinvolto Francia, Germania e Inghilterra, e rispetto al blocco orientale, Polonia e Romania in particolare.
More specifically, this workshop will tackle The architecture of fear: city and architecture through the Cold War, between Brutalcast and International Style. The course will be focusing on topics, lead characters and works in Italy and worldwide, which had an impact on architectural culture in the 1960's, 1970's and early 1980's, with regards to the political division and cultural patterns as set by the Soviet and the American blocs during the Cold War. The architectural languages will be tackled as forms of validation of political and military power, both in the western bloc, in countries such as France, Germany and the United Kingdom and in the eastern one, with a special focus on Poland and Romania.
Il laboratorio sarà articolato in tre parti. La prima sarà dedicata alla storiografia: a partire da lezioni frontali del docente, si svilupperà attraverso l’analisi di alcuni testi critici (condotta individualmente dagli studenti) e la discussione collettiva. La seconda è finalizzata alla scrittura di un paper e di un elaborato grafico (individuali), dedicati all’approfondimento di un caso studio che lo studente costruirà intorno ad un’opera architettonica significativa, scelta da un elenco fornito dal docente. La terza parte si svolgerà in gruppi e avrà come oggetto la ricostruzione del set cinematografico di un film, ambientato a Torino, nella company town, all’alba del disgelo (1969). Le 20 ore di lezione frontale del docente saranno distribuite sui tre moduli e concentrate in particolare sul primo.
The workshop will consist of three different stages. The first one will concern historiography: some traditional ex cathedra lectures will be followed up by the analysis of some critical essays (individually performed by the students) and a group discussion. The aim of the second stage is the production of an individual paper and graphic designs, focusing on a case study that the students will develop around a meaningful piece of architecture, which can be selected from a list provided by the teacher. In the third stage, students will split up into groups with the aim to rebuild a movie set of a film taking place in Turin, the company town, at the dawn of the so called détente (1969). 20 hours of face-to-face lectures will be spread in the three stages, especially in the first one.
Le parole dell’architettura. Un’antologia di testi teorici e critici: 1945-2000, a cura di Marco Biraghi e Giovanni Damiani, Einaudi, Torino, 2009; Diane Ghirardo, Architecture after Modernism, Thames & Hudson, 1996; Claudia Conforti, Amedeo Belluzzi, Architettura Italiana (1944-1994), Laterza, Bari, 1994. Integrazioni bibliografiche più specifiche saranno fornite a lezione e caricate sul portale della didattica.
Le parole dell’architettura. Un’antologia di testi teorici e critici: 1945-2000, curated by Marco Biraghi and Giovanni Damiani, Einaudi, Turin, 2009; Diane Ghirardo, Architecture after Modernism, Thames & Hudson, 1996; Claudia Conforti, Amedeo Belluzzi, Architettura Italiana (1944-1994), Laterza, Bari, 1994. More specific sources will be provided during the lectures and uploaded on the educational portal.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico individuale; Elaborato scritto individuale; Elaborato scritto prodotto in gruppo; Elaborato progettuale in gruppo;
La prova finale sarà orale e consisterà nella presentazione degli elaborati prodotti dallo studente e valutati in itinere, alla luce di tutti gli argomenti trattati dal corso. Lo studente sceglierà di approfondire una delle esercitazioni scritte individuali svolte durante la prima parte del laboratorio; presenterà il caso studio scelto e sviluppato individualmente con testo scritto durante la seconda parte; commenterà il proprio contributo al lavoro di gruppo sulla ricostruzione del set (progetto e relazione storico critica).
Exam: Compulsory oral exam; Individual graphic design project; Individual essay; Group essay; Group project;
The final test will be oral and consist of the presentation of the student's work that will be assessed during the workshop, in consideration of the topics that the course will cover. The student will have the chance to focus on one of the individual written practices that were scheduled in the first stage of the workshop; the selected case study will be the subject of a written work that will be presented in the second stage; finally, the student's contribution to the group work to rebuild the movie set (design and historical/critical report) will be examined.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato grafico individuale; Elaborato scritto individuale; Elaborato scritto prodotto in gruppo; Elaborato progettuale in gruppo;
La prova finale sarà orale e consisterà nella presentazione degli elaborati prodotti dallo studente e valutati in itinere, alla luce di tutti gli argomenti trattati dal corso. Lo studente sceglierà di approfondire una delle esercitazioni scritte individuali svolte durante la prima parte del laboratorio; presenterà il caso studio scelto e sviluppato individualmente con testo scritto durante la seconda parte; commenterà il proprio contributo al lavoro di gruppo sulla ricostruzione del set (progetto e relazione storico critica).
Exam: Compulsory oral exam; Individual graphic design project; Individual essay; Group essay; Group project;
The final test will be oral and consist of the presentation of the student's work that will be assessed during the workshop, in consideration of the topics that the course will cover. The student will have the chance to focus on one of the individual written practices that were scheduled in the first stage of the workshop; the selected case study will be the subject of a written work that will be presented in the second stage; finally, the student's contribution to the group work to rebuild the movie set (design and historical/critical report) will be examined.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il