Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Il paradigma urbano del campo: voci e riflessioni su violenza, esclusione e temporaneità

01TRDRS

A.A. 2022/23

Course Language

Inglese

Course degree

Doctorate Research in Urban And Regional Development - Torino

Course structure
Teaching Hours
Lezioni 18
Teachers
Teacher Status SSD h.Les h.Ex h.Lab h.Tut Years teaching
Boano Camillo   Professore Ordinario ICAR/14 18 0 0 0 3
Teaching assistant
Espandi

Context
SSD CFU Activities Area context
*** N/A ***    
Questo insegnamento è parte del percorso tematico "Social, Economic, and Political Sciences" del programma di dottorato in Urban and Regional Development. Il corso e pensato con la metodologia del roundtables, tavola rotonda, intende suggerire un approccio alla discussione “tra pari” senza gerarchie proponendo una facilitazione ed una serie di letture. Le letture che verranno proposte per le diverse roundtables, costituiranno le basi un dialogo interdisciplinare. In ogni sessione sono previste due input esterni (in virtuale o in reale a seconda delle possibilità) per stimolare la riflessione. Al termine delle sessioni una lezione aperta è prevista docenti e practitioners invitati o autori a seconda delle loro disponibilità. Ai partecipanti viene richiesto di effettuare le letture principali attorno ai temi seminariali prima di partecipare al roundtable. Si prevede inoltre che i partecipanti partecipino attivamente, formulando domande critiche e discutendo questioni chiave in lingua inglese
This PhD course is part of the thematic path "Social, Economic, and Political Sciences" of the PhD programme in Urban and Regional Development. The course is designed with roundtables methodology, round table, intends to suggest an approach to discussion "among peers" without hierarchies by proposing a facilitation and a series of readings. The readings that will be proposed for the different roundtables will form the basis for an interdisciplinary dialogue. In each session there are two external inputs (virtual or real depending on the possibilities) to stimulate reflection. At the end of the sessions a talk by an invited teachers and practitioners or authors according to their availability is planned. Participants are asked to read the main on the seminar topics before participating in the roundtable. Participants are also expected to actively participate, asking critical questions and discussing key issues in English.
PREREQUISITI GENERALI PER L'ACCESSO AL CORSO DI DOTTORATO IN URBAN AND REGIONAL DEVELOPMENT
GENERAL PREREQUISITES FOR ACCESS TO THE DOCTORAL PROGRAM IN URBAN AND REGIONAL DEVELOPMENT
La proposta intende offrire una analisi critica sull’oggetto spaziale ‘campo’ emergente all’incrocio di studi urbani, architettura, geografia, antropologia e pratica umanitaria, nelle sue complesse sfaccettature in quanto possibile strada per riflettere sia sulla spazializzazione della biopolitica, sia sulla urbanizzazione dell’emergenza. I camp studies, cosiddetti, si sono espansi ed in qualche modo codificati e la pratica umanitaria si è, nel contempo scontrata con varie dimensioni urbane mettendo in crisi saperi, protocolli e agglutinando una nuova versione di riflessioni che rendono il campo un possibile paradigma capace di stimolare riflessioni multiple e nel contempo offrire una critica del presente. Un tema sconosciuto in Italia ai più, reso banale nelle sue dimensioni di semplice cooperazione, nonostante alcuni dei più autorevoli scritti siano proprio nati in Italia. L’idea è quella di offrire una riflessione sullo spazio, sul concetto e dispositivo del campo, per riflettere sulle tensioni tra permanenza e temporaneità, eccezione e normalizzazione, politicizzazione e depoliticizzazione attraverso un’analisi globale del fenomeno riflettendo su geografie ed architetture spaziali specifiche: dai campi Palestinesi, al Calais, passando per Kakuma per arrivare in Giordania e Colombia, suggerendo la possibilità di visualizzare un urbanismo di eccezione attraverso una categorizzazione attorno all'autorità, alla produzione, all'esclusione, all'iconicità e all'identità materializzando l'astrazione dell'eccezione in dispositivi operative e le sfide del progetto e della pianificazione. Il corso e strutturato attorno a tre principali assi: - Principali basi teoriche del camp studies e delle riflessioni che hanno portato alla ribalta questo oggetto/concetto negli urban studies - Confronto tra diverse pratiche di camp urbanism (e il loro significato in termini di teoria politica urbana); - Costruzione di un ragionamento critico su possibili pratiche di camp planning, urban planning, humanitarian planning, discutendo casi / pratiche chiave e riflettendo sulla loro specifica condizione politico-culturale.
The course intends to offer a critical analysis on the spatial object of 'camp' emerging at the intersection of urban studies, architecture, geography, anthropology and humanitarian practice, in its complex facets as a possible way to reflect both on the spatialization of biopolitics and on the urbanization of the emergency practice. Camp studies have expanded recently and somehow codified in academia while humanitarian practice has, at the same time, been challenged by various urban dimensions, putting knowledge, protocols in crisis and agglutinating a new version of reflections that make the camp a possible paradigm capable of stimulate multiple reflections and at the same time offer a critique of the present. A theme unknown to most in Italy, made banal in its simple international cooperation reading, despite some of the most authoritative writings being born in Italy. The idea is to offer a reflection on space, on the concept and dispositive of the camp, to reflect on the tensions between permanence and temporariness, exception and normalization, politicization and depoliticization through a global analysis of the phenomenon through specific spatial geographies and architectures: from Palestinian camps, to Calais, passing through Kakuma to arrive in Jordan and Colombia, suggesting the possibility of visualizing an exceptional urbanism through a categorization around authority, production, exclusion, iconicity and identity by materializing the abstraction of the exception in operational arrangements and the challenges of design and planning. The course is structured around three main axes: - Main theoretical ideas of camp studies and reflections that brought this object / concept to the fore in urban studies; - Comparison between different practices of camp urbanism (and their meaning in terms of urban political theory); - Construction of a critical reasoning on possible practices of camp planning, urban planning, humanitarian planning, discussing key cases / practices and reflecting on their specific political-cultural condition.
Modalità mista
Mixed mode
Presentazione orale - Presentazione report scritto
Oral presentation - Written report presentation
P.D.1-1 - Gennaio
P.D.1-1 - January


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti