Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Modelling Design

01TZXLH

A.A. 2019/20

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 20
Esercitazioni in aula 40
Tutoraggio 30
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Vezzetti Enrico
Modelling Design (Disegno per il design) - Corso 1
Professore Ordinario ING-IND/15 20 10 0 0 1
Vezzetti Enrico
Modelling Design (Disegno per il design) - Corso 2
Professore Ordinario ING-IND/15 20 10 0 0 1
Vezzetti Enrico
Modelling Design (Disegno per il design) - Corso 3
Professore Ordinario ING-IND/15 20 10 0 0 1
Primiero Simone
Modelling Design (Rendering per il design) - Corso 3  
Docente esterno e/o collaboratore   15 15 0 0 1
Sanna Andrea
Modelling Design (Rendering per il design) - Corso 2
Professore Associato ING-INF/05 15 15 0 0 1
Sframeli Claudio
Modelling Design (Rendering per il design) - Corso 1  
Docente esterno e/o collaboratore   15 15 0 0 1
Carraro Fabrizio
Modelling Design (Tecniche della fotografia) - Corso 1  
Docente esterno e/o collaboratore   15 15 0 0 1
Vicario David
Modelling Design (Tecniche della fotografia) - Corso 2
Docente esterno e/o collaboratore   15 15 0 0 1
Vicario David
Modelling Design (Tecniche della fotografia) - Corso 3
Docente esterno e/o collaboratore   15 15 0 0 1
Cerrocchi Anna
Modelling Design (Teorie e Pratica del modello per il design) - Corso 1  
Docente esterno e/o collaboratore   20 40 0 0 1
Vicentini Riccardo
Modelling Design (Teorie e Pratica del modello per il design) - Corso 3
Docente esterno e/o collaboratore   20 40 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
2019/20
Il Laboratorio, multidisciplinare, è finalizzato alla conoscenza delle tecniche e degli strumenti della rappresentazione, visualizzazione tridimensionale e verifica del modello digitale e fisico per il progetto di design: a partire dalle competenze della rappresentazione - secondo i principi della geometria proiettiva e descrittiva - con le tecniche di modellazione digitali e manuali necessarie all’attività del designer e con quelle specifiche per la costruzione di modelli reali e virtuali dell'artefatto, esistente o in progetto si conducono gli studenti all’apprendimento dei processi di rendering digitale, fotografia e rappresentazione tridimensionale. Il Laboratorio propone molteplici approcci culturali alla visualizzazione dell’artefatto di progetto, con i relativi linguaggi, metodi e strumenti, al fine di indirizzare lo studente, attraverso percorsi e obiettivi condivisi, verso un uso consapevole e appropriato della resa tridimensionale del progetto, fino alla sua visualizzazione attraverso le tecniche del rendering e della fotografia. È strutturato in lezioni frontali ed esercitazioni, suddivise in discipline interconnesse attorno al progetto di gestione visiva del progetto, che viene elaborato con il contributo multidisciplinare ed attraverso la sperimentazione delle metodologie teoriche e pratiche; il modello viene pertanto portato, con le tecniche di impostazione del set tridimensionale, alla sua visualizzazione, con la produzione di immagini in computer grafica (CG), attraverso la fotografia e la realizzazione di elaborati tecnici redatti secondo la normativa nazionale ed internazionale ed utilizzati per formalizzare la funzionalità del prodotto
The multidisciplinary laboratory is aimed at the knowledge of the techniques and tools of representation, three-dimensional visualization and verification of the digital and physical model for the design project: starting from the skills of representation - according to the principles of projective and descriptive geometry - with the Digital and manual modeling techniques necessary for the designer's activity and with those specific to the construction of real and virtual models of the artifact, existing or planned, students are led to the learning of digital rendering processes, photography and three-dimensional representation. The Laboratory proposes multiple cultural approaches to the visualization of the project artifact, with the related languages, methods and tools, in order to direct the student, through shared paths and objectives, towards a conscious and appropriate use of the three-dimensional rendering of the project, up to its visualization, through the techniques of rendering and photography. It is structured in lectures and exercises, divided into interconnected disciplines around the project of visual management of the project, which is elaborated with the multidisciplinary contribution and through the experimentation of theoretical and practical methodologies; the model is therefore brought, with the techniques of setting the three-dimensional set, to its visualization, with the production of computer graphics images (CG) and through photography.
Le competenze integrate che si intendono sviluppare negli studenti sono guidate da una metodologia multidisciplinare teorica ed applicativa allo stesso tempo. Le abilità da acquisire sono strettamente correlate alla capacità pregressa di compiere scelte di modellazione adeguate all’obiettivo della verifica di un artefatto praticabile nello spazio tridimensionale, alla scala dimensionale e contestuale dell'oggetto rappresentato e alla specifica fase del processo progettuale a cui ci si riferisce. Più in dettaglio, si elencano in relazione agli obiettivi formativi del laboratorio le competenze che lo studente sarà chiamato a sviluppare: - conoscenze e abilità di base nella attribuzione delle caratteristiche materiche del modello - capacità di progettazione e realizzazione del set per il rendering e la fotografia - competenze di illuminazione digitale e fisica qualitativamente compatibili con la rappresentazione 3D dei modelli - capacità di gestire il dimensionamento, la definizione del dettaglio, l’inquadratura ed il taglio dell’immagine finale - capacità di organizzazione e gestione del modello attraverso le sue parti componenti per la comunicazione visiva - capacità di comunicare, verificare, trasmettere e condividere il modello tridimensionale attraverso il rendering e la fotografia - capacità di lavorare in team sotto la guida di una docenza integrata e multidisciplinare - capacità di gestione del tempo e delle risorse per la realizzazione di contenuti di visualizzazione 3D virtuali e reali - capacità di realizzare un documento tecnico in grado di comunicare, in maniera completa ed univoca tutte le informazioni funzionali di un prodotto - capacità di rappresentare e quotare i particolari di prodotto, tenendo conto delle esigenze funzionali
The integrated competences that are intended to be developed in students are guided by a theoretical and applicative multidisciplinary methodology at the same time. The skills to be acquired are closely related to the previous ability to make modeling choices appropriate to the objective of verifying a workable artifact in three-dimensional space, to the dimensional and contextual scale of the object represented and to the specific phase of the design process to which one refers. In more detail, the skills that the student will be asked to develop are listed in relation to the educational objectives of the laboratory: - basic knowledge and skills in the attribution of the material characteristics of the model - ability to design and make the set for rendering and photography - digital and physical lighting skills qualitatively compatible with the 3D representation of the models - ability to manage the sizing, the definition of the detail, the framing and cut of the final image - ability to organize and manage the model through its component parts for visual communication - ability to communicate, verify, transmit and share the three-dimensional model through rendering and photography - ability to work in teams under the guidance of integrated and multidisciplinary teaching - ability to manage time and resources for the realization of virtual and real 3D visualization contents
Attitudine al disegno manuale e digitale, competenze di modellazione tridimensionale digitale attraverso la tecnica dei modelli poligonali, manualità nella lavorazione di materiali diversi con tecniche di costruzione accessibili; conoscenze di base di disegno tecnico, di elementi della comunicazione visiva; conoscenze dei sistemi informatici fondamentali di base.
Attitude to manual and digital design, three-dimensional digital modeling skills through the technique of polygonal models, manual processing of different materials with accessible construction techniques; basic knowledge of technical drawing, elements of visual communication; knowledge of basic fundamental computer systems.
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN. Fornisce gli strumenti culturali e tecnici per gestire efficacemente il rapporto tra la comunicazione bidimensionale e tridimensionale dell’oggetto fisico. Consiste nella trasmissione delle conoscenze di base e trasversali connesse alla modellazione reale per il design attraverso la visualizzazione e la prototipazione rapida ed in quella reale del modello fisico realizzato con tecniche miste, ad alta accessibilità con materiali di semplice lavorazione, fino alla sua versione digitale per la stampa 3D. DISEGNO PER IL DESIGN. Fornisce gli strumenti culturali e tecnici per la rappresentazione e la comunicazione delle caratteristiche funzionali e tecniche del prodotto e si focalizza sulla normazione ed unificazione del disegno tecnico e sulla rappresentazione con tecniche manuali di elementi di dettaglio del prodotto, con particolare attenzione agli standard ISO, per quello che concerne la messa in tavola, le sezioni, la quotatura funzionale. RENDERING PER IL DESIGN. L'obiettivo del corso (3CFU, 30 ore) riguarda l'acquisizione degli strumenti tecnico-metodologici propedeutici alla realizzazione di rendering di qualità foto realistica ottenibile solo mediante la piena comprensione dei meccanismi di interazione luce-materia che devono essere emulati all’interno di set virtuali. Lo studente organizzerà e realizzerà l'intero processo di definizione di un set virtuale che consiste nella definizione delle luci, nell’assegnazione del materiale degli oggetti della scena 3D, nella definizione delle inquadrature migliori e nella scelta dell’algoritmo di rendering più appropriato. Il programma del corso è diviso concettualmente in tre parti e i 3 CFU sono dedicati ai seguenti argomenti: • Gestione dell’illuminazione in ambienti virtuali (1 CFU) • Definizione di materiali e texture (1 CFU) • Tecniche di rendering (1 CFU) TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA. L'insegnamento fornisce gli strumenti tecnici necessari per la rappresentazione del progetto e dell'interazione attraverso la sperimentazione delle nuove forme di comunicazione con i sistemi di fotografia contemporanei. In particolare, il corso fornirà gli strumenti per: - la formazione di una cultura visiva attraverso la ricerca di materiale fotografico, filmico, artistico - l’approfondimento della rappresentazione del progetto di prodotto, dal progetto della morfologia fino alla sua comunicazione attraverso l’immagine virtuale o fotografica - la capacità di prefigurare e determinare l’utilizzo nei diversi contesti dell’immagine prodotta da una scena tridimensionale virtuale o reale, nell’interazione tra luce, oggetti, ambiente e materiali sviluppando la capacità critica di individuare i corretti linguaggi visivi con la consapevolezza del dettaglio e dell’insieme, nel rispetto della scala di visualizzazione.
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN. It provides the cultural and technical tools to effectively manage the relationship between two-dimensional and three-dimensional communication of the physical object. It consists of the transmission of basic and transversal knowledge related to real modeling for design through visualization and rapid and real prototyping of the physical model made with mixed techniques, with high accessibility with simple processing materials, up to its digital version for 3D printing. DISEGNO PER IL DESIGN. It provides the cultural and technical tools for the representation and communication of the formal, functional, expressive and technical characteristics of the product. It is divided into two parts - the first is dedicated to communicating the overall information of the product, in order to represent its nature, dimensions, usability and expressiveness through manual representation techniques - the second is dedicated to standardization and unification of technical design and representation with manual and digital techniques of product detail elements, with particular attention to ISO standards, for what concerns setting up, sections, functional dimensioning. RENDERING PER IL DESIGN. The aim of the course (3CFU, 30 hours) concerns the acquisition of the technical-methodological tools to produce realistic photo quality rendering, obtainable only through the full understanding of the light-matter interaction mechanisms that must be emulated within virtual sets. The student will organize and implement the entire process of designing a virtual set consisting of light rigs, assigning the material of the objects of the 3D scene, defining the best shots and choosing the most appropriate rendering algorithm. The course program is conceptually divided into three parts and the 3 CFUs are dedicated to the following topics: • Lighting management in virtual environments (1 CFU) • Definition of materials and textures (1 CFU) • Rendering techniques (1 CFU) TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA. The course provides the technical tools necessary for the representation of the project and interaction through experimentation with new forms of communication with contemporary photography systems. In particular, the course will provide the tools for: - the education to a visual culture through the research of photographic, filmic and artistic material - the deepening of the representation of the product project, from the design of the morphology to its communication through the virtual or photographic image - the ability to forecast and determine the use in different contexts of the image produced by a virtual or real three-dimensional scene, in the interaction between light, objects, environment and materials, developing the critical ability to identify the correct visual languages with the awareness of detail and the whole, respecting the visualization scale.
Il Laboratorio si compone di quattro discipline organizzate in lezioni ed esercitazioni, a cui si aggiunge un approfondimento dato dalla macro-esercitazione di Laboratorio, attivata trasversalmente dalle tre discipline. Ogni disciplina è organizzata in lezioni ed esercitazioni e attività di verifica dell'apprendimento, ovvero revisioni e discussioni in aula (singole o collettive) degli elaborati prodotti.
The Laboratory consists of four disciplines organized in lectures and exercises, to which is added a deepening given by the Laboratory macro-exercise, activated transversally by the three disciplines. Each discipline is organized in lectures and exercises and learning assessment activities, i.e. reviews and classroom discussions (single or collective) of the work results.
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN - Bagliani D., Architettura, Disegno, Scala grafica, Celid, Torino 1987 - Bistagnino L., Giordani M., Percorsi tra reale e virtuale, Celid, Torino 1995 - Polato P., Il modello nel design, Hoepli, Milano 2000 - Ceccarelli N., Progettare nell'era digitale: il nuovo rapporto tra design e modello, Marsilio, Venezia 2003 DISEGNO PER IL DESIGN - Chirone E., Tornincasa S., Disegno Tecnico Industriale, vol. I e II, Ed. il Capitello, Torino 2006-2007 RENDERING PER IL DESIGN - Siddi F., Grafica 3D con Blender, Apogeo, 2010. - Fanchini R., Rhinoceros. Guida all'uso, Edizioni FAG Srl, 2006 - Blender tutorials: www.blender.org TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA - R. Barthes, LA CAMERA CHIARA, Einaudi (Gli Struzzi), 2003 - W. Benjamin, L’OPERA D’ARTE NELL’EPOCA DELLA SUA RIPRODUCIBILITA’ TECNICA, Einaudi, 2010 - B. Munari, ARTE COME MESTIERE, Laterza 2006
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN The exam consists in verifying the competences acquired in the specific area through practical tests of real and digital modeling through which the abilities to prefigure the correct layout of the model, the materials and its construction (real model) and the definition of the procedures are evaluated, up to the model for 3D printing (digital model). DISEGNO PER IL DESIGN In the final evaluation, the ability to choose and use the tools provided by the ISO standard will be considered for the representation of the detailed elements of the product (1/2) and for the functional design / coding of the product through the dimensioning (1/2). RENDERING PER IL DESIGN The rendering exam for design aims to verify the skills acquired by the student in the field of rendering three-dimensional scenes; in particular, we want to verify the student's ability to set up a virtual set with appropriate lighting and framing settings, as well as the student's ability to set the most appropriate material of objects in order to obtain realistic photo quality renderings. Starting with a 3D object, the students are required to set up lights, materials and shots in order to obtain the most similar renderings possible for a set of reference images, given as exam traces by the teacher, which represent the scene from different points of view. The duration of the test will vary, depending on the complexity of the images to be rendered up to a maximum duration of 1.5 hours. The evaluation will concern the management and control of the lights as well as the student's ability to obtain the most correct light-matter interaction, by appropriately defining the materials of the 3D objects. The grade is expressed in thirtieths and the sufficiency is the score 18/30; the praise can be assigned in the case in which the student proves to master the rendering techniques in order to recreate images that are practically identical to the reference traces of the exam itself. TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA The exam consists in verifying the competences acquired in the specific area through practical photography tests through which the abilities to prefigure the correct layout of the image are evaluated. The assessment is also supplemented by theoretical tests to verify the knowledge acquired from the lessons and through the study of the reference bibliography.
Modalità di esame: prova scritta; prova di laboratorio; elaborato grafico individuale; elaborato grafico prodotto in gruppo;
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN L’esame consiste nella verifica delle competenze acquisite nell’ambito specifico attraverso prove pratiche di modellazione reale e digitale attraverso cui vengono valutate le capacità di prefigurare il corretto layout del modello, i materiali e la sua costruzione (modello reale) e la definizione delle procedure di modellazione per la stampa 3D (modello digitale). DISEGNO PER IL DESIGN Nella valutazione finale verranno considerate le capacità di scelta ed utilizzo degli strumenti forniti dalla normativa ISO per la rappresentazione degli elementi di dettaglio del prodotto e per la progettazione/codifica funzionale del prodotto attraverso la quotatura attraverso la valutazione delle tre esercitazioni svolte e consegnate durante il corso. Qualora la valutazione delle tre esercitazioni sia mancante o negativa verrà svolto un elaborato grafico complessivo durante uno degli appelli d'esame RENDERING PER IL DESIGN L'esame di Rendering per il design ha l’obiettivo di accertare le competenze acquisite dallo studente nel campo del rendering di scene tridimensionali; in particolare, si vuole accertare la capacità dello studente nel predisporre un set virtuale con l’impostazione di luci e inquadrature appropriate, nonché la capacità dello studente di impostare il materiale più appropriato degli oggetti al fine di ottenere rendering di qualità foto realistica. La prova di esame di svolge in laboratorio e gli studenti devono, partendo da un oggetto 3D, impostare luci, materiali e inquadrature al fine di ottenere rendering il più similari possibili ad un insieme di immagini di riferimento, date come tracce d’esame dal docente, che rappresentano la scena da punti di vista differenti. La durata del test varierà in funzione della complessità delle immagini da renderizzare fino a una durata massima di 1,5 ore. La valutazione riguarderà la gestione e il controllo delle luci come pure la capacità dello studente di ottenere l’interazione luce-materia più corretta, definendo opportunamente i materiali degli oggetti 3D. Il voto è espresso in trentesimi e la sufficienza è costituita dal punteggio 18/30; la lode può essere assegnata nel caso in cui lo studente dimostri di padroneggiare le tecniche di rendering in modo da ricreare immagini praticamente identiche alle tracce di riferimento dell’esame stesso. TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA L’esame consiste nella verifica delle competenze acquisite nell’ambito specifico attraverso prove pratiche di fotografia attraverso cui vengono valutate le capacità di prefigurare il corretto layout dell’immagine. La valutazione è inoltre integrata da prove teoriche di verifica della conoscenza acquisita dalle lezioni e attraverso lo studio della bibliografia di riferimento.
Exam: written test; practical lab skills test; individual graphic design project; group graphic design project;
TEORIA E PRATICA DEL MODELLO PER IL DESIGN - Bagliani D., Architettura, Disegno, Scala grafica, Celid, Torino 1987 - Bistagnino L., Giordani M., Percorsi tra reale e virtuale, Celid, Torino 1995 - Polato P., Il modello nel design, Hoepli, Milano 2000 - Ceccarelli N., Progettare nell'era digitale: il nuovo rapporto tra design e modello, Marsilio, Venezia 2003 DISEGNO PER IL DESIGN - Anceschi G., Monogrammi e figure, La Casa Usher, Firenze-Milano 1981 - Baldeschi C., Il manuale del colore 2, Ikon Editrice, Milano 2004 - Munari B., Design e comunicazione visiva, Laterza, Bari 1968 - Colistra D. Il disegno a mano libera per la conoscenza e per il progetto. Aracne. 2012 DISEGNO - Chirone E., Tornincasa S., Disegno Tecnico Industriale, vol. I e II, Ed. il Capitello, Torino 2006-2007 RENDERING PER IL DESIGN - Siddi F., Grafica 3D con Blender, Apogeo, 2010. - Fanchini R., Rhinoceros. Guida all'uso, Edizioni FAG Srl, 2006 - Blender tutorials: www.blender.org TECNICHE DELLA FOTOGRAFIA - R. Barthes, LA CAMERA CHIARA, Einaudi (Gli Struzzi), 2003 - W. Benjamin, L’OPERA D’ARTE NELL’EPOCA DELLA SUA RIPRODUCIBILITA’ TECNICA, Einaudi, 2010 - B. Munari, ARTE COME MESTIERE, Laterza 2006


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il