Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Keywords design

01UABLH

A.A. 2019/20

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 20
Esercitazioni in aula 40
Tutoraggio 30
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Allasio Ludovico Tullio Piero
Keywords design (Design) - Corso 1  
Docente esterno e/o collaboratore   20 40 0 0 1
Germak Claudio
Keywords design (Design) - Corso 3
Professore Ordinario ICAR/13 20 40 0 0 1
Maccarrone Paolo
Keywords design (Design) - Corso 2
Docente esterno e/o collaboratore   20 40 0 0 1
De Biagi Valerio
Keywords design (Principi di statica per il design) - Corso 1  
Ricercatore a tempo det. L.240/10 art.24-B ICAR/08 20 10 0 0 1
De Biagi Valerio
Keywords design (Principi di statica per il design) - Corso 2  
Ricercatore a tempo det. L.240/10 art.24-B ICAR/08 20 10 0 0 1
De Biagi Valerio
Keywords design (Principi di statica per il design) - Corso 3  
Ricercatore a tempo det. L.240/10 art.24-B ICAR/08 20 10 0 0 1
Dellapiana Elena
Keywords design (Storia e Teoria del Progetto) - Corso 1
Professore Associato ICAR/18 20 10 0 0 1
Dellapiana Elena
Keywords design (Storia e Teoria del Progetto) - Corso 2
Professore Associato ICAR/18 20 10 0 0 1
Filippini Ali
Keywords design (Storia e Teoria del Progetto) - Corso 3  
Docente esterno e/o collaboratore   20 10 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
2019/20
Il Laboratorio, multidisciplinare, fornisce allo studente che si avvicina alla progettazione adeguati strumenti metodologici e propedeutici, teorici e pratici, per gestire le relazioni tra forma, volume, materiale, colore e spazio, attribuendogli significato e valore. DESIGN (6 CFU, 60 ore) La parte teorica fornisce i fondamenti di queste relazioni attraverso l’illustrazione di casi studio paradigmatici di Design bi e tridimensionale, la loro collocazione nel contesto storico dei movimenti delle Arti e delle Tecniche, la concezione della Struttura che li caratterizza. La parte esercitativa, articolata in una sequenza di brevi esercizi, è volta alla sperimentazione dei principi teorici primari nell’ambito di una composizione progettuale multi-relazionale: costruire per punti, linee, piani, volumi; con le potenzialità e i limiti di equilibrio, peso, elasticità; guardando ai linguaggi del piegare, modulare, giuntare; dichiarando i riferimenti alla retorica, natura, storia, tecnica e arte. STORIA E TEORIA DEL PROGETTO (3 CFU, 30 ore) Il contributo di Storia e teoria del progetto consiste nel fornire informazioni e strumenti critici per interpretare le parole chiave del progetto in un corretto contesto cronologico, socio-economico, culturale mediante gli strumenti della ricerca. Ogni tema toccato nella “sezione” progettuale verrà affrontato utilizzando esempi desunti dal flusso storico evidenziandone le caratteristiche formali-espressive, materiali, funzionali e di significato assegnate nel momento della progettazione e produzione e i possibili approcci contemporanei. L’arco cronologico preso in esame è compreso tra la Rivoluzione industriale e l’oggi, i riferimenti saranno desunti dalla cultura progettuale nella sua globalità: Architettura, grafica, comunicazione visiva. Il modulo intende fornire, attraverso un primo avvicinamento alla storia e teoria del progetto organizzato in blocchi tematici, il necessario approccio critico e necessità di conoscenza e accompagnare lo studente in un percorso multidisciplinare in cui i saperi umanistici si propongono come una linea interpretativa ma anche operativa. PRINCIPI DI STATICA PER IL DESIGN (3 CFU, 30 ore) Il contributo di Principi di statica per il design si propone di introdurre gli aspetti essenziali del comportamento strutturale degli artefatti, con particolare riferimento al concetto di equilibrio e ai meccanismi resistenti. Verranno forniti gli strumenti per comprendere il funzionamento strutturale di oggetti semplici e criticamente valutare i parametri di interesse nel processo di concezione strutturale dell’artefatto.
The multidisciplinary course provides to the student who approaches design adequate methodological and preparatory tools, both theoretical and practical, to manage the relationships between form, volume, material, color and space, giving them meaning and value. DESIGN (6 CFU, 60 hours) The theoretical part provides the foundations of these relationships through the illustration of paradigmatic case studies of two and three-dimensional designs, their placement in the historical context of the movements of the Arts and Techniques, the conception of the Structure that characterizes them. The practical part, articulated in a sequence of short exercises, is aimed at experimenting the primary theoretical principles in the context of a multi-relational design composition: designing through points, lines, planes, volumes; designing with the potentiality and the limits of balance, weight, elasticity; looking at the languages of folding, modulating, joining; declaring the references to rhetoric, nature, history, technique and art. HISTORY AND THEORY OF THE PROJECT (3 CFU, 30 hours) The contribution of History and theory of the project consists in providing critical information and tools to interpret the keywords of the project in a correct chronological, socio-economic, cultural context through the ordinary research tools. Each theme faced in the design "section" will be addressed using examples taken from the historical flow, highlighting the formal-expressive, material, functional and meaning characteristics assigned at the time of design and production and the possible contemporary approaches. The chronological period under consideration is between the Industrial Revolution and nowadays, the references will be taken from the design culture as a whole: Architecture, graphics, visual communication. The module intends to provide, through a first approach to the history and theory of the project organized in thematic blocks, the necessary critical approach and needs for knowledge and intends to follow the student through a multidisciplinary path in which humanistic knowledge is proposed both as an interpretative and operational line. STATICS FOR THE DESIGN (3 CFU, 30 hours) The contribution of statics for the design aims to introduce the essential aspects of the structural behavior of artifacts, with particular reference to the concept of equilibrium and resistant mechanisms. The tools to understand the structural functioning of simple objects and critically evaluate the parameters of interest in the process of structural conception of the artifact will be provided.
A conclusione del laboratorio multidisciplinare, lo studente dimostrerà dimestichezza nel: - comprendere le relazioni tra progetto, contesto storico/culturale e concezione strutturale; - dare identità ad una composizione bi o tridimensionale gestendone le relazioni tra forma, volume, materiale, colore e spazio; - saper sperimentare, dando concreta forma e struttura a concept intellettuali; - gestire il tempo dedicato al progetto (concettualizzazione) e costruzione dell’artefatto (sperimentazione).
At the end of the multidisciplinary course, the student will be familiar with: - understanding the relationships between project, historical/cultural context and structural conception; - giving identity to a two-dimensional or three-dimensional composition by managing the relationships between shape, volume, material, color and space; - knowing how to experiment, giving concrete form and structure to intellectual concepts; - managing the time dedicated to the project (conceptualization) and construction of the artefact (experimentation).
Capacità di osservazione e di costruire relazioni tra concetti. Interesse alla sintesi espressiva attraverso lo strumento grafico e il fare manuale. Conoscenza dei concetti e degli strumenti matematici di base. Buona conoscenza delle cronologie e dei principali momenti/correnti della storia e della storia dell’arte.
Ability to observe and to build relationships between concepts. Interest in expressive synthesis through the graphic tool and the manual process. Knowledge of basic mathematical concepts and tools. Good knowledge of the chronologies and the main moments / history of art history and history.
Il Laboratorio si compone dei contributi offerti da tre discipline (Design, Storia e Teoria del Progetto, Principi di Statica per il Design), articolati in lezioni e brevi esercitazioni a cui concorrono tutte le discipline, con eventuali contributi esterni di cultori della materia. Finalità delle esercitazioni sono la concettualizzazione e la costruzione di composizioni formali dotate di forte connotazione espressiva e appropriato schema statico, comunicate attraverso lo strumento grafico e il modello di forma, realizzato con materiali basici (carta, cartone, legno, tessuto). DESIGN (6 CFU, 60 ore) È la disciplina che coordina il Laboratorio, orientata alla percezione, comprensione e sperimentazione di composizioni ottenute attraverso lo sviluppo di relazioni tra funzioni elementari e composizioni (bi e tridimensionali) di forma, materiale e colore. La parte teorica, alternata a quella esercitativa, si avvale di casi studio e composizioni significative riferite al mondo dell’arte, della grafica e del design oggettuale. Teoria e metodi della composizione: - la struttura: punto, linea, piano, volume, modulo; - le proprietà: dimensione, peso, equilibrio, materiale, colore; - il linguaggio: retorico, organico, storicizzato, tecnico, artistico; - la comunicazione: significato, affordance; - ri-progettare, re-inventare; - assemblare, giuntare; - la forma del digitale. Esercitazioni: si tratta di esercitazioni brevi, presentate in coda ad una lezione della disciplina Design e sviluppate nell’arco delle 2/3 settimane successive, sia in aula sia a casa, sotto il controllo del docente e dei tutors, con la collaborazione delle altre due discipline che compongono il Laboratorio. Gli studenti, organizzati in gruppi di 4, sono invitati a rispondere al brief di progetto con una proposta di composizione in cui venga data enfasi e declinazione ai concetti illustrati nelle lezioni, attraverso tecniche grafiche e di modellazione reale. STORIA E TEORIA DEL PROGETTO (3 CFU, 30 ore) Il programma del modulo verterà sugli aspetti seguenti. Perché la storia per il basic design: la teoria del quadrifoglio; La teoria del progetto. Saranno affrontate le seguenti tematiche: struttura e sincerità strutturale; artificio e/o natura; progetto come linguaggio: significati, figure retoriche, riletture; il simbolo; il colore; autore o anonimo; volume o plastica; arte o progetto; razionale o irrazionale; tecnica al comando o tecnica al servizio; composizione o scomposizione; locale o globale. PRINCIPI DI STATICA PER IL DESIGN (3 CFU, 30 ore) Oggetto del modulo è lo studio delle strutture quali parti costituenti degli artefatti deputate a sostenere i carichi e ad impedirne il moto. Sono richiamati i concetti generali di fisica generale (grandezze fondamentali, unità di misura, dinamica, forze fondamentali, leggi di Newton) e gli strumenti matematici essenziali alla trattazione del tema (trigonometria, geometria delle figure piane, calcolo vettoriale in forma algebrica e grafica). Vengono introdotti in maniera intuitiva gli aspetti essenziali della disciplina, il concetto di equilibrio e di resistenza, relazionandoli al comportamento meccanico della materia in termini di forze e rigidezza. Vengono approfondite le trattazioni operative e le schematizzazioni delle tipologie basilari: la fune, l’asta, la trave, gli elementi bidimensionali dotati di curvatura. Per i sistemi più semplici vengono fornite indicazioni di calcolo, mentre per quelli più complessi sono forniti gli strumenti per la comprensione del meccanismo resistente.
The Laboratory consists of the contributions offered by three disciplines (Design, History and theory of design, Statics for design), articulated in lectures and short exercises to which all disciplines compete, with possible external contributions by experts on the subject. The purpose of the exercises is the conceptualization and construction of formal compositions with a strong expressive connotation and an appropriate static scheme, communicated through the graphic tool and the shape modeling, made with basic materials (paper, cardboard, wood, fabric). DESIGN (6 CFU, 60 hours) It is the discipline that coordinates the multidisciplinary laboratory, oriented to the perception, the understanding and the experimentation of compositions obtained through the development of relationships between elementary functions and compositions (two and three-dimensional) of shapes, materials and colors. The theoretical and the practical parts make use of case studies and significant compositions related to the world of art, graphics and object design. Theory and composition methods: - the structure: point, line, plane, volume, module; - the properties: dimensions, weight, equilibrium, material, color; - the language: rhetorical, organic, historicized, technical, artistic; - the communication: meaning, affordance; - re-design, re-invent; - assembly, joint; - the form of the digital. Practical classes: Short exercises will be presented at the end design lectures and developed over the next 2/3 weeks, both in the classroom and at home, under the supervision of the teacher and tutors, with the collaboration of the other two disciplines belonging to the laboratory. The students, organized in groups of 4, are invited to respond to project’s brief with a composition proposal in which emphasis is given to the concepts illustrated in the lessons, through graphic techniques and real modeling. HISTORY AND THEORY OF THE PROJECT (3 CFU, 30 hours) The module will focus on the following topics. Why history for basic design: the four-leaf clover theory; Project theory. The following issues will be addressed: structure and honesty; artifice and/or nature; project as language: meanings, rhetorical figures, re-reading; the symbol; the color; author or anonymous; volume or plastic; art or project; rational or irrational; mechanization takes command; composition or decomposition; local or global. STATICS FOR THE DESIGN (3 CFU, 30 hours) The module focuses on the study of the structures as constituent parts of the artefacts that supporting the loads and preventing their motion. The general concepts of general physics are recalled (fundamental quantities, units of measurement, dynamics, fundamental forces, Newton's laws) as well as the mathematical tools essential to the treatment of the topic (trigonometry, geometry of plane figures, vector calculus in algebraic and graphic form). The essential aspects of the discipline are introduced intuitively, the concept of equilibrium and resistance with particular reference to the mechanical behavior of matter in terms of strength and stiffness. The operational treatments and the schematizations of the basic structural types are examined in depth: the rope, the rod, the beam, the two-dimensional elements with curvature. Calculations are provided for simple systems, while tools are provided for understanding the resistant mechanism of more complex systems.
Il Laboratorio è organizzato in lezioni frontali per disciplina ed esercitazioni brevi di progetto volte a mettere in pratica le interconnessioni tra le discipline Design (40 ore ES), Teoria e Storia del Progetto (10 ore ES), Principi di Statica (10 ore ES) e con la collaborazione di cultori della materia esterni. Gli studenti, organizzati in gruppi di 4, rispondono al brief di progetto che viene lanciato come sintesi dei principi illustrati a lezione, con una proposta di composizione in cui venga data enfasi e declinazione al principio, attraverso tecniche grafiche e di modellazione reale. Le esercitazioni saranno volte a mettere in pratica le interconnessioni tra le discipline, con particolare attenzione allo studio sulla forma/colore (Design), alle genealogie (Storia e teoria del progetto) e al funzionamento strutturale (Principi di statica per il design).
The multidisciplinary course is organized in lectures for each discipline and short project exercises aimed at putting into practice the interconnections between the various disciplines Design (40 hours ES), History and theory of the project (10 hours ES), Static for the design (10 hours ES), with the collaboration of external experts in the field. The students, organized in groups of 4, respond to project’s brief that is launched as a synthesis of the principles illustrated in the lectures, with a proposal of composition in which emphasis is given to the principle, through graphic techniques and real modeling. The exercises will aim to put into practice the interconnections between the disciplines, with particular attention to the study on the form / color (Design), to the genealogies (History and theory of the project) and to the structural functioning (Statics for design).
DESIGN (6 CFU, 60 ore) D.BRAMSTON, Il linguaggio dei prodotti, Zanichelli, Bologna, 2011 A.MECACCI, Estetica e Design, Il Mulino, Bologna, 2012 B.MUNARI, Arte come mestiere, Laterza, Bari, 1966 B.MUNARI, Design e comunicazione visiva, Bari 1968 B.MUNARI, Da cosa nasce cosa, Laterza, Bari, 1981 D.SUDJIC, Il linguaggio delle cose, Laterza, Bari, 2015 R Testi consigliati: D.BARONI, La forma del design. Rappresentazione della forma nel linguaggio del Basic Design, Zanichelli, Bologna, 2012 R.FALCINELLI, Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo, Einaudi Stile Libero Extra, Torino, 2017 W.LIDWELL, K.HOLDEN, J.BUTLER, Universal Principles of Design, Rockport Publishers, Beverly Massachussets, 2010 R STORIA E TEORIA DEL PROGETTO (3 CFU, 30 ore) A. BASSI, Il Design. Progettare gli oggetti quotidiani, Il Mulino, Bologna, 2013 E. DELLAPIANA, G. MONTANARI, Una storia dell’architettura contemporanea, UTET, Torino, Università, 2015 A. RAWSTHORN, Design as an Attitude, JRP, Zurigo, 2019 F. BULEGATO, E. DELLAPIANA, Il design degli architetti in Italia. 1920-2000, Electa, Milano, 2014 D. BARONI, M. VITTA, Storia del Design Grafico, Longanesi, Milano, 2010 R. R. DE FUSCO, Storia del Design, Laterza, Roma-Bari, (tutte le edizioni) G. DORFLES, Introduzione al disegno industriale, Einaudi, Torino, 2001 (o altre edizioni) Testi consigliati: G. KUBLER, La forma del tempo, Einaudi, Torino, 1976 (tutte le edizioni) V. FLUSSER, Filosofia del design, Milano, Bruno Mondadori, 2003 PRINCIPI DI STATICA PER IL DESIGN (3 CFU, 30 ore) Dispense fornite dal docente sul Portale della Didattica E. GUAGENTI, F. BUCCINO, E. GARAVAGLIA, G. NOVATI, Statica: fondamenti di meccanica strutturale, metodi di analisi di strutture reali, McGraw-Hill, Milano, 2009 B. DEL CURTO, C. MARANO, M.P. PEDEFERRI, Materiali per il Design, seconda ed., CEA, Milano, 2015 A. CAMPANELLA, Introduzione alla meccanica delle strutture per il design, Aracne, Roma, 2014 Testi consigliati: H. ENGEL, Structure Systems, Hatje Cantz, Ostfildern (DE), 1997 E. ALLEN, W. ZALEWSKI, Form and Forces: Designing Efficient, Expressive Structures, J. Wiley & Sons, New York, 2010
DESIGN (6 CFU, 60 hours) D.BRAMSTON, Il linguaggio dei prodotti, Zanichelli, Bologna, 2011 A.MECACCI, Estetica e Design, Il Mulino, Bologna, 2012 B.MUNARI, Arte come mestiere, Laterza, Bari, 1966 B.MUNARI, Design e comunicazione visiva, Bari 1968 B.MUNARI, Da cosa nasce cosa, Laterza, Bari, 1981 D.SUDJIC, Il linguaggio delle cose, Laterza, Bari, 2015 R Suggested readings: D.BARONI, La forma del design. Rappresentazione della forma nel linguaggio del Basic Design, Zanichelli, Bologna, 2012 R.FALCINELLI, Cromorama. Come il colore ha cambiato il nostro sguardo, Einaudi Stile Libero Extra, Torino, 2017 W.LIDWELL, K.HOLDEN, J.BUTLER, Universal Principles of Design, Rockport Publishers, Beverly Massachussets, 2010 R HISTORY AND THEORY OF THE PROJECT (3 CFU, 30 hours) A. BASSI, Il Design. Progettare gli oggetti quotidiani, Il Mulino, Bologna, 2013 E. DELLAPIANA, G. MONTANARI, Una storia dell’architettura contemporanea, UTET, Torino, Università, 2015 A. RAWSTHORN, Design as an Attitude, JRP, Zurigo, 2019 F. BULEGATO, E. DELLAPIANA, Il design degli architetti in Italia. 1920-2000, Electa, Milano, 2014 D. BARONI, M. VITTA, Storia del Design Grafico, Longanesi, Milano, 2010 R. R. DE FUSCO, Storia del Design, Laterza, Roma-Bari, (tutte le edizioni) G. DORFLES, Introduzione al disegno industriale, Einaudi, Torino, 2001 (o altre edizioni) Suggested readings: G. KUBLER, La forma del tempo, Einaudi, Torino, 1976 (tutte le edizioni) V. FLUSSER, Filosofia del design, Milano, Bruno Mondadori, 2003 STATICS FOR THE DESIGN (3 CFU, 30 hours) Handouts on Portale della Didattica E. GUAGENTI, F. BUCCINO, E. GARAVAGLIA, G. NOVATI, Statica: fondamenti di meccanica strutturale, metodi di analisi di strutture reali, McGraw-Hill, Milano, 2009 B. DEL CURTO, C. MARANO, M.P. PEDEFERRI, Materiali per il Design, seconda ed., CEA, Milano, 2015 A. CAMPANELLA, Introduzione alla meccanica delle strutture per il design, Aracne, Roma, 2014 Suggested readings: H. ENGEL, Structure Systems, Hatje Cantz, Ostfildern (DE), 1997 E. ALLEN, W. ZALEWSKI, Form and Forces: Designing Efficient, Expressive Structures, J. Wiley & Sons, New York, 2010
Modalità di esame: prova scritta; progetto di gruppo;
Il Laboratorio richiede un'assidua frequenza anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame tra le 3 discipline. L'apprendimento sarà oggetto di valutazione, in due forme: - una prova scritta individuale a carattere disciplinare, con votazione espressa in trentesimi. La prova è volta a misurare le conoscenze teoriche acquisite, in termini di comprensione delle relazioni tra progetto, contesto storico/culturale e concezione strutturale. Il superamento della prova scritta è condizione necessaria per l'accesso alla discussione orale; - una discussione orale sulle esercitazioni svolte, con votazione espressa in trentesimi, per ogni singolo componente del gruppo di progettazione. La prova è volta a misurare le competenze acquisite nel dare identità ad una composizione bi o tridimensionale gestendone le relazioni tra forma, volume, materiale, colore e spazio, oltre che nel saper sperimentare dando concreta forma e struttura a concept intellettuali. Il voto finale, individuale, sarà sintesi delle due valutazioni parziali.
Exam: written test; group project;
The Laboratory requires the continuous attendance to theoretical and exercise classes. The final judgment will be expressed with a single exam grade among the 3 disciplines. Learning will be evaluated in two forms: - an individual written test on the theoretical topics, with a mark expressed in thirtieths. The test is aimed at measuring the theoretical knowledge acquired, in terms of understanding the relationships between project, historical/cultural context and structural conception. Passing the written test is a necessary condition to access to the oral discussion - an oral discussion on the exercises carried out, with a mark expressed in thirtieths, for each individual member of the design team. The test is aimed at measuring the skills acquired in giving identity to a two- or three-dimensional composition, managing the relationships between shape, volume, material, color and space, as well as knowing how to experiment by giving concrete form and structure to intellectual concepts. The final, individual mark is the synthesis of the two partial assessments.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il