Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Progettare e sviluppare l'economia circolare

01UCSPX, 01UCSPO, 01UCSPQ, 01UCSQN, 01UCSTE

A.A. 2022/23

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Architettura Per La Sostenibilita' - Torino
Corso di Laurea Magistrale in Design Sistemico - Torino
Corso di Laurea Magistrale in Architettura Costruzione Citta' - Torino
Corso di Laurea Magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile - Torino
Corso di Laurea Magistrale in Architettura Per Il Patrimonio - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 60
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Montacchini Elena Piera Professore Associato ICAR/12 20 0 0 0 4
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/12
ICAR/13
4
2
D - A scelta dello studente
D - A scelta dello studente
A scelta dello studente
A scelta dello studente
Valutazione CPD 2022/23
2022/23
Il passaggio a un’economia circolare rappresenta una delle azioni chiave dell’Unione Europea, che considera prioritario investire in un modello alternativo a quello attuale, di tipo lineare, legato a “produzione-consumo-smaltimento”. La transizione verso un’economia circolare sposta l’attenzione sul riutilizzare, rinnovare, riciclare i materiali e i prodotti esistenti in una logica di rifiuto come risorsa. Il corso integrato di 6 CFU costituisce un’esperienza formativa il cui obiettivo è progettare e sviluppare prodotti e servizi per diversi settori di applicazione, compresi l’architettura e il design, ottenuti dal reimpiego di sottoprodotti e scarti di attività produttive in una logica di innovazione di prodotto, di processo e di filiera circolare. Il corso intende fornire strumenti teorici e operativi per sviluppare un’esperienza progettuale, dall’attività di concept all’attività di sperimentazione/prototipazione, secondo un modello di economia circolare applicato su scala locale. È caratterizzato da un modello didattico innovativo che alterna attività teoriche e seminariali ad attività di “learning by doing”. L’organizzazione è propedeutica a stimolare gli studenti al problem-solving, alla collaborazione in team interdisciplinari, alla condivisione di riflessioni ed esperienze sui temi dell’economia circolare con diversi stakeholders (università, imprese, attori del territorio). È un corso integrato, che vede coinvolte le discipline della Tecnologia dell’Architettura e del Design.
The transition towards a circular economy perspective is one of the key actions of the European Union, with the priority of investing in an alternative model to the current one, based on a linear approach linked to "production-consumption-disposal". The concept of the circular economy shifts the focus to reuse and recycle existing materials and products in a logic of waste as a resource. The 6 CFU integrated class is a training experience whose objective is to design and develop products and services for different fields of application, including architecture and design, obtained from the reuse of waste in a logic of product and process innovation and circular supply chain. The class aims to provide theoretical and operational tools to develop a design experience from concept to experimentation/prototyping according to a circular economy model applied on a local scale. It is characterized by an innovative didactic model that alternates theoretical and seminar activities with “learning by doing”. The organization is intended to stimulate students to problem-solving, to collaborate in interdisciplinary teams, to share reflections and experiences on circular economy issues with different stakeholders (universities, enterprises, local actors). The integrated class involves the disciplines of Architecture Technology and Design.
Il corso si propone di far acquisire a studenti e studentesse, anche attraverso la pratica, le conoscenze teoriche e metodologiche, relative a: - passaggio da modello lineare a modello circolare e da rifiuto a risorsa; - best practices di prodotti e processi ‘circolari’; - strumenti utili nelle attività di progettazione circolare (framework di progettazione circolare); - processi di trasformazione della materia, di costruzione e produzione di artefatti secondo un approccio di tecnologia appropriata ai contesti e agli attori. Si prevede che gli studenti acquisiscano le capacità di: esplorare le possibilità di attivare processi di economia circolare all’interno di realtà e contesti locali reali; individuare le opportunità di valorizzazione di materiali, prodotti, scarti all’interno di organizzazioni e filiere “lineari” e attivare processi di economia circolare; sviluppare proposte progettuali “circolari” che tengano conto delle specificità del contesto anche dal punto di vista sociale e culturale; prototipare soluzioni per verificare la fattibilità del progetto (prodotti, tecnologie, sistemi organizzativi…). Al termine dell’insegnamento gli studenti saranno in grado di: - interpretare e risolvere problemi complessi in un'ottica interdisciplinare e sistemica, in particolare i problemi legati alla trasformazione da rifiuto a risorsa per diversi settori di applicazione, compresi l’architettura e il design; - progettare e sviluppare scenari di economia circolare; - sperimentare, anche mediante la prototipazione e l’autocostruzione, processi di trasformazione della materia in una prospettiva di circolarità e sostenibilità economica, sociale e ambientale.
In general, students are expected to be able to understand and solve complex problems in a multidisciplinary perspective, in particular problems related to the relationship between waste/resource and circular economy models. In particular, the class aims to give the student the ability to understand: - the reference scenario in relation to the TRANSITION FROM LINEAR MODEL TO CIRCULAR MODEL AND FROM WASTE TO RESOURCE; - the BEST PRACTICES related to 'circular' products and processes; - METHODOLOGICAL TOOLS useful in the design and development of circular economy models; - METHODS AND MODELS OF TRANSFORMATION OF MATERIALS, OF CONSTRUCTION AND PRODUCTION of artefacts according to a technological approach in relation to contexts and actors. The class aims to give the student the following skills: - being able to understand and solve complex problems from an interdisciplinary point of view, in particular problems related to the transformation from waste to resource for the building sector and ecodesign; - being able to develop circular economy scenarios; - being able to explore, through prototyping and DIY activities, processes of transformation of matter in a perspective of circularity and economic, social and environmental sustainability.
Nessuno.
None.
Il corso è suddiviso in attività teoriche e attività pratiche. Le attività teoriche hanno l’obiettivo di fornire una visione complessiva del modello di economia circolare e un inquadramento metodologico di approccio allo sviluppo di prodotti e servizi. Gli argomenti affrontati sono: significato di economia circolare e quadro normativo di riferimento; presentazione di buone pratiche e di esempi utili a dimostrare la fattibilità realizzativa di soluzioni efficaci ed efficienti di economia circolare; presentazione di strumenti utili per progettare e sviluppare prodotti e servizi, come harvest map, banche dati, sistemi di certificazione, indicatori di economia circolare. Le attività pratiche comprendono: esercitazioni progettuali finalizzate a sviluppare proposte di transizione verso modelli di economia circolare in contesti reali attività laboratoriali finalizzate a stimolare processi creativi di trasformazione della materia realizzazione di modelli fisici (prototipi)
The class is subdivided into theoretical activities and lab activities. Theoretical activities aim at providing the overall view of the circular economy model and a methodological framework to the development of products and services for architecture and design. Topics are: 1. circular economy and regulatory framework; 2. good practices and examples in the building and design sectors; 3. tools to design and develop products and services, such as harvest maps, databases, certification systems, indicators of circular economy. Lab activities: 1 - studies and development of circular supply chains; 2 - design of product and/or service and assessment of the potential for market; 3 - development of physical models (prototypes).
Il corso si avvale di un modello didattico che integra lezioni teoriche e attività pratiche con approccio “learning by doing”. Le attività teoriche prevedono: lezioni frontali; contributi esterni su specifici argomenti; seminari tecnici, incontri con aziende; letture ‘circolari’ di articoli scientifici. Attività pratiche, finalizzate all’elaborazione di un progetto (prodotto e/o servizio), costituiscono parte integrante del corso. L’esperienza progettuale verrà svolta in piccoli gruppi; sono previsti momenti di confronto e revisione in itinere con i docenti. Il materiale didattico è messo a disposizione dai docenti attraverso il portale della didattica.
The class uses an innovative teaching method, a blended model, based on theoretical lessons, hackathon and workshops. Theoretical activities may foresee: lectures, technical seminars; meeting with manufactures of building products; reading on ‘circular’ topics. Learning by doing activities, aimed at the development of a project (product and/or service), are included in the class. The design experience will be carried out in small groups; discussion and revision will be planned in itinere. Didactic materials will be made available on the course web page on the official portal of Politecnico di Torino website.
Migliore, M., & Talamo, C. (2017). Le utilità dell’inutile. Economia circolare e strategie di riciclo dei rifiuti pre-consumo per il settore edilizio. Maggioli ed. Genovesi, E., & Pellizzari, A. (Eds.). (2017). Neomateriali nell'economia circolare. Edizioni Ambiente. Bompan, E., & Brambilla, I. N. (2016). Che cosa è l'economia circolare. Edizioni Ambiente. Schumacher, E., F. (1973), Small Is Beautiful: Economics as if People Mattered / Schumacher, E., F. (2011). Piccolo è bello. Uno studio di economia come se la gente contasse qualcosa. Traduzione di Daniele Doglio; Ugo Mursia Editore. Bibliografia specifica verrà fornita durante il corso.
Migliore, M., & Talamo, C. (2017). Le utilità dell’inutile. Economia circolare e strategie di riciclo dei rifiuti pre-consumo per il settore edilizio. Maggioli ed. Genovesi, E., & Pellizzari, A. (Eds.). (2017). Neomateriali nell'economia circolare. Edizioni Ambiente. Bompan, E., & Brambilla, I. N. (2016). Che cosa è l'economia circolare. Edizioni Ambiente. Schumacher, E., F. (1973), Small Is Beautiful: Economics as if People Mattered / Schumacher, E., F. (2011). Piccolo è bello. Uno studio di economia come se la gente contasse qualcosa. Traduzione di Daniele Doglio; Ugo Mursia Editore. Specific references may be provided during lectures.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato progettuale in gruppo;
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
È previsto un esame orale (argomenti teorici sviluppati durante il corso e presentazione/discussione elaborati). Il livello di apprendimento e conoscenza degli studenti è sottoposto a un processo di valutazione basato su: - Livello di partecipazione: 20% - Attività condotte nel semestre: 40% - Esame finale: 40% Per quanto concerne il livello di partecipazione si richiede allo studente un interessamento critico e un coinvolgimento attivo negli argomenti trattati e di essere in grado di trasferire nella ‘pratica’ le conoscenze acquisite. La valutazione nel corso del semestre è condotta per valutare il processo di apprendimento e le relative ricadute sull’attività di progettazione (prodotto e/o servizio, filiera). La valutazione finale avviene sulla base del progetto sviluppato dal gruppo e dalla verifica individuale delle conoscenze acquisite.
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
Exam: compulsory oral exam. The level of learning and knowledge of students is subjected to an evaluation process based on: - Level of participation: 20% - Activities carried out during the semester (exercises and deliveries): 40% - Final exam: 40% As far as the level of participation is concerned, the student is required to have a critical interest and an active involvement in the topics covered in the lessons and exercises, as well as being able to transfer the acquired knowledge to the project. The evaluation during the semester is aimed at assessing the learning process and its impact on the practical activity. The final evaluation is based on the work developed by the group and the individual knowledge acquired.
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti