Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Game design

01URUOV

A.A. 2022/23

Course Language

Inglese

Course degree

Master of science-level of the Bologna process in Ingegneria Informatica (Computer Engineering) - Torino

Course structure
Teaching Hours
Lezioni 80
Esercitazioni in laboratorio 20
Tutoraggio 20
Teachers
Teacher Status SSD h.Les h.Ex h.Lab h.Tut Years teaching
Docente Da Nominare       80 0 40 20 1
Teaching assistant
Espandi

Context
SSD CFU Activities Area context
ING-INF/05 6 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
Valutazione CPD /
2021/22
Il corso sviluppa il tema dell’engagement negli ambienti digitali, permettendo di acquisire strumenti teorici, metodologici e tecnici per la progettazione di meccanismi ludici all’interno di ambienti online, quali giochi multiplayer, giochi e social network site. Obiettivo del corso è consentire l’acquisizione di competenze per analizzare, comparare, progettare e implementare strategie ludiche in svariati ambienti e applicazioni digitali, con un focus specifico sui videogiochi multipiattaforma. Il corso mira alla progettazione di un prototipo di un videogioco e di un sistema ludicizzato (sottoposto a gamification), partendo dall’ideazione fino ad arrivare al documento di pitch e a un prototipo o demo, seguendo tutti i passi necessari per la realizzazione tecnica, creativa e di business;
Il corso sviluppa il tema dell’engagement negli ambienti digitali, permettendo di acquisire strumenti teorici, metodologici e tecnici per la progettazione di meccanismi ludici all’interno di ambienti online, quali giochi multiplayer, giochi e social network site. Obiettivo del corso è consentire l’acquisizione di competenze per analizzare, comparare, progettare e implementare strategie ludiche in svariati ambienti e applicazioni digitali, con un focus specifico sui videogiochi multipiattaforma. Il corso mira alla progettazione di un prototipo di un videogioco e di un sistema ludicizzato (sottoposto a gamification), partendo dall’ideazione fino ad arrivare al documento di pitch e a un prototipo o demo, seguendo tutti i passi necessari per la realizzazione tecnica, creativa e di business;
Conoscenza dei videogiochi dal punto di vista tecnologico, di progettazione e di business. Capacità di progettare e sviluppare un prototipo di un videogioco nella sua complessità: dal codice sorgente alla documentazione per la descrizione e promozione del proprio prodotto. Capacità di strutturare, dal concept alla prototipazione, progetti di gamification. Conoscenza delle dinamiche socio-comunicative che caratterizzano le relazioni online,le interazioni e l’engagement negli ambienti di comunicazione mediata Conoscenza dei principali metodi, utilizzati nel contesto dell’interaction design, per l’analisi dell’utente e la profilazione del target
Conoscenza dei videogiochi dal punto di vista tecnologico, di progettazione e di business. Capacità di progettare e sviluppare un prototipo di un videogioco nella sua complessità: dal codice sorgente alla documentazione per la descrizione e promozione del proprio prodotto. Capacità di strutturare, dal concept alla prototipazione, progetti di gamification. Conoscenza delle dinamiche socio-comunicative che caratterizzano le relazioni online,le interazioni e l’engagement negli ambienti di comunicazione mediata Conoscenza dei principali metodi, utilizzati nel contesto dell’interaction design, per l’analisi dell’utente e la profilazione del target
E’ preferibile una conoscenza base di un game engine e del linguaggio di programmazione associato (esempi: Unity 3D - C# / Unreal Engine - C++ ) Conoscenza base degli elementi principali dell’industria mediale: tecnologie, linguaggi, piattaforme, mercati.
E’ preferibile una conoscenza base di un game engine e del linguaggio di programmazione associato (esempi: Unity 3D - C# / Unreal Engine - C++ ) Conoscenza base degli elementi principali dell’industria mediale: tecnologie, linguaggi, piattaforme, mercati.
All’interno del modulo di game design saranno approfondite le seguenti tematiche: - Il videogioco e le sue componenti: studio del game design e delle sue tecniche e lo sviluppo della componente narrativa - Storia dei videogiochi e loro evoluzione tecnologica e di contenuto analizzando differenti generazioni di dispositivi, successi ed errori - Tecnologia: come scegliere e utilizzare strumenti e periferiche per lo sviluppo della propria idea; note di progettazione per l’utilizzo della realtà virtuale - Studio dei ruoli della Game Industry e di tutto il ciclo di produzione di un videogioco: prima idea, preproduzione, produzione, alfa, beta, versione finale e post mortem; - Come redigere la documentazione per presentare il proprio prodotto al pubblico e ai publisher ⇒ modello di business, redazione del pitch document - Applied game: come introdurre e sviluppare videogiochi affinché siano utilizzati nei processi aziendali o di formazione - Gamification: che cosa è e come si “ludicizza” un processo aziendale; dall’analisi del target fino alla progettazione della soluzione da applicare nel contesto lavorativo
All’interno del modulo di game design saranno approfondite le seguenti tematiche: - Il videogioco e le sue componenti: studio del game design e delle sue tecniche e lo sviluppo della componente narrativa - Storia dei videogiochi e loro evoluzione tecnologica e di contenuto analizzando differenti generazioni di dispositivi, successi ed errori - Tecnologia: come scegliere e utilizzare strumenti e periferiche per lo sviluppo della propria idea; note di progettazione per l’utilizzo della realtà virtuale - Studio dei ruoli della Game Industry e di tutto il ciclo di produzione di un videogioco: prima idea, preproduzione, produzione, alfa, beta, versione finale e post mortem; - Come redigere la documentazione per presentare il proprio prodotto al pubblico e ai publisher ⇒ modello di business, redazione del pitch document - Applied game: come introdurre e sviluppare videogiochi affinché siano utilizzati nei processi aziendali o di formazione - Gamification: che cosa è e come si “ludicizza” un processo aziendale; dall’analisi del target fino alla progettazione della soluzione da applicare nel contesto lavorativo
Il corso sarà così strutturato: Lezioni in aula (40 ore), esercitazioni in laboratorio (20 ore).
Il corso sarà così strutturato: Lezioni in aula (40 ore), esercitazioni in laboratorio (20 ore).
Letture e materiali consigliati: - T. Fullerton - Game Design Workshop - Third Edition - M.Bartolo, I. Mariani - “Game Design - gioco e giocare tra teoria e progetto” - Kevin Werbach e Dan Hunter - “For the Win: How Game Thinking Can Revolutionize Your Business” - Jane McGonigal - “Reality is Broken: Why Games Make Us Better and How They Can Change the World” (English Edition) - Contributi video dal canale YouTube - GDC (Game Developer Conference): https://www.youtube.com/channel/UC0JB7TSe49lg56u6qH8y_MQ - Materiali e video dal sito Interaction Design Foundation. In particolare The Encyclopedia of Human-Computer Interaction, 2nd Ed : https://www.interaction-design.org/literature - N. Vittadini (2018), Social Media Studies. I Social Media Alla Soglia Della Maturità: Storia, Teorie e Temi. Franco Angeli, Milano. - E. Yayici, (2016), Design Thinking Methodology Book, ArtBizTech. - B. Whitworth (2013), The Social Design of Technical Systems: Building technologies for communities. The Interaction Design Foundation. - D. Boyd (2014), It's complicated. La vita sociale degli adolescenti sul web, Castelvecchi, Firenze. - L. Rainie, B Wellman (2012), Networked. Il nuovo sistema operativo sociale, Guerini Scientifica Milano. - G. Boccia Artieri (a cura di) (2015), Gli effetti sociali del web. Forme della comunicazione e metodologie della ricerca online. Franco Angeli, Milano. - R. Callois (1958) I giochi e gli uomini. La maschera e la vertigine, Bompiani, Milano. - Ellison, N. B. & boyd, d. (2013). Sociality through Social Network Sites. In Dutton, W. H. (Ed.), The Oxford Handbook of Internet Studies. Oxford: Oxford University Press, pp. 151-172. Pre-print version disponibile online all'indirizzo http://www.danah.org/papers/2013/SocialityThruSNS-preprint.pdf - H. Jenkins, M. Ito, d. boyd. (2015). Participatory Culture in a Networked Era. Polity Press.
Letture e materiali consigliati: - T. Fullerton - Game Design Workshop - Third Edition - M.Bartolo, I. Mariani - “Game Design - gioco e giocare tra teoria e progetto” - Kevin Werbach e Dan Hunter - “For the Win: How Game Thinking Can Revolutionize Your Business” - Jane McGonigal - “Reality is Broken: Why Games Make Us Better and How They Can Change the World” (English Edition) - Contributi video dal canale YouTube - GDC (Game Developer Conference): https://www.youtube.com/channel/UC0JB7TSe49lg56u6qH8y_MQ - Materiali e video dal sito Interaction Design Foundation. In particolare The Encyclopedia of Human-Computer Interaction, 2nd Ed : https://www.interaction-design.org/literature - N. Vittadini (2018), Social Media Studies. I Social Media Alla Soglia Della Maturità: Storia, Teorie e Temi. Franco Angeli, Milano. - E. Yayici, (2016), Design Thinking Methodology Book, ArtBizTech. - B. Whitworth (2013), The Social Design of Technical Systems: Building technologies for communities. The Interaction Design Foundation. - D. Boyd (2014), It's complicated. La vita sociale degli adolescenti sul web, Castelvecchi, Firenze. - L. Rainie, B Wellman (2012), Networked. Il nuovo sistema operativo sociale, Guerini Scientifica Milano. - G. Boccia Artieri (a cura di) (2015), Gli effetti sociali del web. Forme della comunicazione e metodologie della ricerca online. Franco Angeli, Milano. - R. Callois (1958) I giochi e gli uomini. La maschera e la vertigine, Bompiani, Milano. - Ellison, N. B. & boyd, d. (2013). Sociality through Social Network Sites. In Dutton, W. H. (Ed.), The Oxford Handbook of Internet Studies. Oxford: Oxford University Press, pp. 151-172. Pre-print version disponibile online all'indirizzo http://www.danah.org/papers/2013/SocialityThruSNS-preprint.pdf - H. Jenkins, M. Ito, d. boyd. (2015). Participatory Culture in a Networked Era. Polity Press.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato progettuale in gruppo;
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
1) consegna, tramite portale, di elaborato progettuale di gruppo (max 5 studenti) 2) orale individuale in presenza
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti