Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Il patrimonio costruito in muratura: percorsi di conoscenza e prospettive di ricerca per l'analisi e la riabilitazione strutturale (didattica di eccellenza)

01UXIRW

A.A. 2019/20

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Dottorato di ricerca in Ingegneria Civile E Ambientale - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 22
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Monaco Alessia Ricercatore a tempo det. L.240/10 art.24-B ICAR/09 2 0 0 0 1
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
*** N/A ***    
2019/20
PERIODO: SETTEMBRE Prof. Daniel V. OLIVEIRA, Associate Professor @Department of Civil Engineering - University of Minho (Braga, Portugal) Prof. Gianmarco DE FELICE, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi Roma Tre (Roma, Italia) Prof. Lidia LA MENDOLA, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Palermo (Palermo, Italia) Prof. Maria Antonietta AIELLO, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione - Università del Salento (Lecce, Italia) Il Corso intende fornire agli studenti di dottorato in Ingegneria Civile e Ambientale e in Beni Architettonici e Paesaggistici conoscenze trasversali nei settori dell’ingegneria, dell’architettura e della tecnologia dei materiali applicati al campo delle costruzioni in muratura le quali, relativamente agli edifici di carattere storico-monumentale, costituiscono parte fondamentale del patrimonio culturale oggetto delle più recenti strategie europee di tutela e conservazione. Il Corso si pone l’obiettivo di far acquisire ai dottorandi gli strumenti idonei per sviluppare il corretto percorso di conoscenza del bene storico e i contenuti teorici necessari alla comprensione della meccanica della struttura muraria e alla individuazione e prevenzione dei principali meccanismi di collasso anche tipici delle costruzioni a carattere monumentale quali chiese, torri, palazzi, ecc. Il dottorando, che è un soggetto naturalmente proiettato verso il mondo della ricerca e dell’innovazione, riceverà le più recenti nozioni di carattere teorico ed operativo sulle tecniche di analisi e di intervento sviluppate dalla comunità scientifica del settore delle costruzioni murarie negli ultimi anni. A tal proposito, troveranno particolare rilievo le innovative tecniche di conservazione del patrimonio culturale mediante metodologia digitale di base integrata e l’impiego di materiali compositi a matrice cementizia per il rinforzo strutturale nell’ottica della sostenibilità ambientale e con riguardo verso il carattere storico-monumentale del manufatto. Il panorama multidisciplinare di interessi verso i quali il Corso si indirizza è vasto: dalle fasi della conoscenza del manufatto alla storia dei pregressi interventi e della loro efficacia nonché compatibilità architettonica e materica e caratteristiche di reversibilità/irreversibilità; dagli aspetti prettamente strutturali relativi alle proprietà meccaniche dei materiali costituenti la struttura muraria ai meccanismi di collasso delle tipologie architettoniche più ricorrenti; dalla riabilitazione strutturale degli edifici alle tecniche operative di intervento realizzate mediante strategie innovative, secondo le più recenti logiche di sostenibilità ambientale. La presente descrizione sintetica del Corso è integrata dai prestigiosi curricula dei docenti eccellenti che si sono resi disponibili nel mettere a servizio degli studenti della Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino le loro consolidate conoscenze, le loro più recenti e significative esperienze nonché gli strumenti scientifici da loro impiegati per un approccio innovativo e metodologicamente rigoroso alla ricerca nel campo delle murature.
PERIOD: SEPTEMBER Prof. Daniel V. OLIVEIRA, Associate Professor @Department of Civil Engineering - University of Minho (Braga, Portugal) Prof. Gianmarco DE FELICE, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi Roma Tre (Roma, Italia) Prof. Lidia LA MENDOLA, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria - Università degli Studi di Palermo (Palermo, Italia) Prof. Maria Antonietta AIELLO, Professore Ordinario @Dipartimento di Ingegneria dell'Innovazione - Università del Salento (Lecce, Italia) The Course aims at providing PhD students in “Civil and Environmental Engineering” and “Architectural and Landscape Heritage” with transversal knowledge in the fields of engineering, architecture and applied materials, developing specific applications on masonry constructions. With their numerous historical buildings, masonries constitute a fundamental part of the cultural heritage, which is object of the most recent European strategies of protection and conservation. The scope of the Course is providing PhD students with the appropriate tools to develop the proper path-to-knowledge of the historical building and the theoretical contents necessary for both understanding the mechanics of masonry structures and identifying and preventing the main collapse mechanisms typical of monumental buildings such as churches, towers, palaces, etc. The PhD student, who is naturally projected towards research and innovation, will receive the most recent theoretical and operative tools concerning the analysis and the intervention techniques developed by the scientific community in the last years. In this regard, topics of preeminent importance will be the innovative techniques of conservation of the cultural heritage through digital-based integrated methodology and the use of fiber reinforced cementitious matrix composites for the structural retrofit, looking at both environmental sustainability and historical character of the monumental construction. The Course is addressed towards multidisciplinary scenarios: from the phases of knowledge of the building to the history of previous interventions and their effectiveness as well as architectural and material compatibility and reversibility/irreversibility features; from the purely structural aspects relating to the mechanical properties of the materials to the collapse mechanisms of the most common architectural typologies; from the structural rehabilitation of buildings to the intervention techniques implemented through innovative strategies, according to the most recent environmental sustainability requirements. The present brief description of the Course is integrated by the prestigious curricula of those excellent professors who gave their availability in providing the PhD students with their consolidated knowledge, their most recent and significant experiences and the scientific tools employed for innovative and rigorous approach to research in the field of masonry.
Prof.ssa Aiello Confinamento di colonne in muratura mediante materiali compositi FRP/FRCM Confinement of masonry columns by means of FRP/FRCM composite materials 2) Rinforzo a taglio nel piano di pannelli murari mediante materiali compositi FRP/FRCM/CRM In plane-shear strengthening of masonry panels by means of FRP/FRCM/CRM composite materials 3) Proprietà meccaniche a breve e a lungo termine dei materiali compositi utilizzati per il rinforzo strutturale (FRP/FRCM/CRM) Short and long term mechanical properties of composite materials for structural strengthening (FRP/FRCM/CRM) Prof.ssa La Mendola Gli argomenti riguarderanno gli edifici esistenti in muratura anche a tipologia specialistica, riferendosi al costruito dei centri storici e comprendendo anche i monumenti di cui il territorio nazionale è ricco e che costituiscono patrimonio da salvaguardare. Gli edifici dei centri storici spesso, essendo stati concepiti con le regole del passato, guardando soltanto alla portanza nei confronti dei carichi verticali, mostrano una elevata vulnerabilità alle azioni sismiche e di ciò se ne ha segno tangibile tutte le volte che si verifica un evento sismico. Al fine di salvaguardare il patrimonio storico-culturale è necessario conoscere i criteri di calcolo più idonei per la valutazione del grado di sicurezza della costruzione, in modo da ridurre per quanto possibile il rischio sismico, che come è ben noto, è ottenuto dal prodotto di tre fattori: la pericolosità del sito, la vulnerabilità della costruzione, l’esposizione. Questi fattori per il territorio nazionale sono tutti elevati: - la pericolosità del sito caratterizzata da valori significativi di pga; - la vulnerabilità alle azioni orizzontali spesso dovuta a degrado dei materiali, quadri fessurativi e a sconnessioni tra le varie parti strutturali per assenza di collegamento; - l’esposizione per la notevole densità abitativa dei centri storici. Gli argomenti delle lezioni riguarderanno le suddette tematiche, trattate con riferimento alle attuali Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al DM 17.01.2018, alla Circolare del 21 gennaio 2019, n. 7 del CSLLPP Istruzioni per l’applicazione dell’«Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”» di cui al decreto ministeriale 17 gennaio 2018” e per gli edifici monumentali, o comunque per i beni tutelati, alla Direttiva del PCM - 9 febbraio 2011: Valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale – G.U. del 26.02.2011. Di seguito un elenco preliminare degli argomenti: - Fase di conoscenza della costruzione: Rilievo e Diagnostica Strutturale - Criteri di calcolo per gli edifici esistenti: Meccanismi locali di collasso - Indicazioni per il progetto degli interventi di rinforzo - Caso studio relativo alla Torre Pisana del Palazzo Reale di Palermo (Palazzo dei Normanni) Prof. De Felice I sistemi FRCM nella riabilitazione delle strutture in muratura: sperimentazione, progetto ed esempi applicativi / FRCM systems in the rehabilitation of historical masonry structures: experimental tests, design and applications 1. Qualificazione dei sistemi FRCM / Qualification of FRCM systems - Prove di trazione / Tensile tests - Prove di distacco dal supporto / Debonding tests 2. Elementi strutturali rinforzati con sistemi FRCM: Metodi di progetto ed evidenze sperimentali / Structural elements strengthened with FRCM systems: design methods and experimental results - Rinforzo di pareti murarie / Strengthening of masonry walls - Rinforzo di strutture voltate / Strengthening of vaulted masonry structures 3. Esempi di progetto e sperimentazione in scala reale / Design and testing of real scale specimens
prof. Oliveira Conservation of cultural heritage buildings: from preventive conservation to sustainable rehabilitation approaches Part A: Preventive conservation of cultural heritage supported by a digital-based methodology A sustainable conservation strategy for cultural heritage protection is not feasible without a systematic documentation, registration and management of the information. The adoption of integrated inspection protocols and regular tracking processes, based on standardized procedures and uniform criteria, are the basis to successfully replace actual curative strategies with proactive conservation approaches. The opportunities brought by the digital tools can offer tremendous advantages in this regard. Digitization is assuming a leading role in the context of heritage conservation, as exploited in the HeritageCare project (Monitoring and preventive conservation of historic and cultural heritage), coordinated by University of Minho. The project has developed a digital-based integrated methodology aimed at providing enhanced tools and services to properly document cultural heritage buildings and engage directly owners in the conservation process of their legacy. Part B: A sustainable seismic strengthening approach for weak masonry walls: the case study of earthen constructions The importance of raw earth is highlighted by the millions of persons living in earthen buildings around the World and by numerous historical monuments made of this material. Its widely availability led to the development of a variety of building techniques, including rammed earth and adobe. Similarly to unreinforced masonry structures, earthen buildings acceptably withstand gravity loads, but are significantly vulnerable to earthquakes. In this regard, great attention has been put on the proposal of efficient, compatible, affordable and reversible strengthening solutions. However, very limited studies address either the experimental testing or modelling of the seismic response of such buildings. Recent experimental studies, including shaking table tests, and advanced numerical modelling of the seismic out-of-plane performance of earthen components strengthening with a TRM-based technique will be presented and discussed. In general, an improved displacement capacity was found at affordable costs .
17/09/2020 Prof. La Mendola 18/09/2020 Prof. Oliveira 21/09/2020 Prof. de Felice 22/09/2020 Prof. Aiello
17/09/2020 Prof. La Mendola 18/09/2020 Prof. Oliveira 21/09/2020 Prof. de Felice 22/09/2020 Prof. Aiello
Modalità di esame:
Exam:
...
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam:
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti