Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Prevenzione per la sicurezza antincendio

01UZFNB

A.A. 2023/24

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/10 6 B - Caratterizzanti Architettura e urbanistica
2022/23
Questo insegnamento è rivolto agli allievi che manifestino un particolare interesse alle tematiche della sicurezza antincendio. L’insegnamento vuole iniziare a formare un profilo tecnico ben delineato e distinto nel panorama reale del mondo professionale che è quella del «professionista antincendio» (chiamato «Fire Engineer» in ambito internazionale). La progettazione della sicurezza antincendio non deve essere disgiunta dalla progettazione distributivo funzionale, degli edifici a partire già dall’approccio iniziale. Edifici sempre più complessi (per funzioni e tecnologie) inseriti anche in contesti storici, necessitano di valutazioni importanti in merito alla sicurezza in generale degli occupanti: le normative di prevenzione incendi infatti non si occupano solo di aspetti legati agli incendi ma ad esse fanno capo tutti le problematiche legate alle emergenze ed alla progettazione degli esodi in emergenza, non solo per il rischio incendio. L'insegnamento sviluppa capacità per affrontare il complesso iter della progettazione legata agli aspetti della sicurezza antincendio dell'organismo edilizio tramite l’acquisizione di una metodologia operativa in grado di gestire la complessità degli argomenti e di coordinare le differenti e specifiche competenze in ambito progettuale e gestionale del sistema complesso nel campo della progettazione tecnologica dell'architettura. Per chi avrà interesse specifico alla materia, e sceglierà per suo personale interesse l’insegnamento di «FIRE SAFETY ENGINEERING» (inserito tra gli insegnamenti a crediti liberi) otterrà anche la possibilità di avere la frequenza del corso abilitante da 120 ore per «Professionisti Antincendio» previsto dal DM 5 agosto 2011. Una volta laureato, a seguito dell'iscrizione ad un ordine professionale, potrà ottenere l’abilitazione quale “PROFESSIONISTA ANTINCENDIO“ ai sensi del DM 5 agosto 2011-art.4. Per questo motivo i due insegnamenti «Sicurezza per la Prevenzione incendi» e «Fire Safety Engineering» sono organizzati al fine di prevedere nella loro totalità, i contenuti minimi previsti dai corsi ministeriali.
This teaching is aimed at students who show a particular interest in fire safety issues. The course aims to start forming a well-defined and distinct technical profile in the real panorama of the professional world called Fire Engineer. The course develops skills to address the design complexity related to the fire safety aspects of the building industry through the acquisition of an operational methodology that can handle the complexity of the topics and coordinate the different and specific competences in the design and management of the complex system in the field of technological design of architecture. The new operating methodologies, that are relevant to the role of the "Firefighter", are analysed starting from the traditional prescriptive approaches to achieving Fire Safety Engineering's own applications.
L'insegnamento sviluppa capacità per affrontare il complesso iter della progettazione della sicurezza antincendio degli organismi edilizi tramite l’acquisizione di una metodologia di lavoro in grado di gestire la complessità delle tematiche coinvolte anche nell’ottica dell’approccio multidisciplinare proprio della Fire Safety Engineering.
L'insegnamento sviluppa capacità per affrontare il complesso iter della progettazione della sicurezza antincendio degli organismi edilizi tramite l’acquisizione di una metodologia di lavoro in grado di gestire la complessità delle tematiche coinvolte anche nell’ottica dell’approccio multidisciplinare proprio della Fire Safety Engineering.
Sono richieste capacità di applicare conoscenza acquisita e comprensione nell'attività della progettazione funzionale, distributiva, tecnologica e impiantistica dell'organismo edilizio, documentata con l'impiego di strumentazioni e tecnologie informatiche per la rappresentazione grafica, il calcolo e per la gestione della documentazione tecnica.
Sono richieste capacità di applicare conoscenza acquisita e comprensione nell'attività della progettazione funzionale, distributiva, tecnologica e impiantistica dell'organismo edilizio, documentata con l'impiego di strumentazioni e tecnologie informatiche per la rappresentazione grafica, il calcolo e per la gestione della documentazione tecnica.
LEZIONI 1 - Fondamenti di prevenzione incendi: competenze, responsabilità, normative comunitarie: Analisi degli obiettivi della prevenzione incendi. Competenze del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel settore della prevenzione incendi. Ruoli, competenze e responsabilità dei professionisti che si occupano di progettazione, realizzazione e certificazione nel settore della prevenzione incendi. Analisi delle direttive comunitarie con ricaduta sulla prevenzione incendi: Requisiti della sicurezza in caso di incendio per i prodotti da costruzione 2 - Fisica e chimica dell'incendio, Generalità sulla dinamica delle esplosioni, sostanze estinguenti Generalità sulla combustione e sostanze pericolose: Analisi dei parametri degli elementi coinvolti nell'innesco e nella propagazione dell'incendio (combustione, prodotti e reagenti, reazione di combustione, fonti di innesco ed energia di attivazione, campo di infiammabilità, temperatura di infiammabilità, temperatura di accensione, temperatura di combustione, prodotti della combustione); Parametri che influiscono sullo sviluppo e velocità dell’incendio; Definizioni e calcolo del carico di incendio; Curve di propagazione: curve temperatura/tempo, curve RHR (Rate of Heat release); Sostanze estinguenti: Classificazione dei fuochi, criteri di estinzione degli incendi, sostanze estinguenti (acqua, acqua nebulizzata, schiume, polveri, gas inerti e nuovi prodotti) Analisi degli aspetti correlati alla deflagrazione e detonazione: parametri ed elementi coinvolti nella formazione di atmosfere potenzialmente esplosive legate a polveri combustibili, nebbie\gas\vapori infiammabili, fonti di innesco ed energia di attivazione. Identificazione dei parametri significativi che caratterizzano l'esplosione (limiti di infiammabilità ed esplosività, granulometrie, concentrazioni, ecc . . . ). Effetti fisici dell'esplosione. 3 - La progettazione della sicurezza antincendio - Analisi del Rischio incendio, criteri di prevenzione e protezione al fuoco - La progettazione antincendio in parallelo alla progettazione architettonica distributivo funzionale - La progettazione delle misure antincendio con il sistema prescrittivo - La progettazione delle misure antincendio con regole tecniche orizzontali e regole tecniche verticali, secondo i profili di rischio e l’attribuzione dei livelli di prestazione, secondo il Codice di Prevenzione Incendi. ESERCITAZIONI Esercitazioni pratiche per applicazione metodologica delle Regole Tecniche Orizzontali e Verticali per la progettazione antincendio su casi progettuali.
LEZIONI 1 - Fondamenti di prevenzione incendi: competenze, responsabilità, normative comunitarie: Analisi degli obiettivi della prevenzione incendi. Competenze del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel settore della prevenzione incendi. Ruoli, competenze e responsabilità dei professionisti che si occupano di progettazione, realizzazione e certificazione nel settore della prevenzione incendi. Analisi delle direttive comunitarie con ricaduta sulla prevenzione incendi: Requisiti della sicurezza in caso di incendio per i prodotti da costruzione 2 - Fisica e chimica dell'incendio, Generalità sulla dinamica delle esplosioni, sostanze estinguenti Generalità sulla combustione e sostanze pericolose: Analisi dei parametri degli elementi coinvolti nell'innesco e nella propagazione dell'incendio (combustione, prodotti e reagenti, reazione di combustione, fonti di innesco ed energia di attivazione, campo di infiammabilità, temperatura di infiammabilità, temperatura di accensione, temperatura di combustione, prodotti della combustione); Parametri che influiscono sullo sviluppo e velocità dell’incendio; Definizioni e calcolo del carico di incendio; Curve di propagazione: curve temperatura/tempo, curve RHR (Rate of Heat release); Sostanze estinguenti: Classificazione dei fuochi, criteri di estinzione degli incendi, sostanze estinguenti (acqua, acqua nebulizzata, schiume, polveri, gas inerti e nuovi prodotti) Analisi degli aspetti correlati alla deflagrazione e detonazione: parametri ed elementi coinvolti nella formazione di atmosfere potenzialmente esplosive legate a polveri combustibili, nebbie\gas\vapori infiammabili, fonti di innesco ed energia di attivazione. Identificazione dei parametri significativi che caratterizzano l'esplosione (limiti di infiammabilità ed esplosività, granulometrie, concentrazioni, ecc . . . ). Effetti fisici dell'esplosione. 3 - La progettazione della sicurezza antincendio - Analisi del Rischio incendio, criteri di prevenzione e protezione al fuoco - La progettazione antincendio in parallelo alla progettazione architettonica distributivo funzionale - La progettazione delle misure antincendio con il sistema prescrittivo - La progettazione delle misure antincendio con regole tecniche orizzontali e regole tecniche verticali, secondo i profili di rischio e l’attribuzione dei livelli di prestazione, secondo il Codice di Prevenzione Incendi. ESERCITAZIONI Esercitazioni pratiche per applicazione metodologica delle Regole Tecniche Orizzontali e Verticali per la progettazione antincendio su casi progettuali.
L’insegnamento prevede circa 40 ore di lezioni frontali e 20 ore dedicate all’illustrazione e allo svolgimento di esercitazioni complete da svolgere singolarmente o a squadre inerente l’applicazione dell’analisi del rischio incendio su casi progettuali. L'insegnamento sarà completamente fruibile in remoto
L’insegnamento prevede circa 40 ore di lezioni frontali e 20 ore dedicate all’illustrazione e allo svolgimento di esercitazioni complete da svolgere a squadre inerente l’applicazione dell’analisi del rischio incendio su casi progettuali. Il corso sarà completamente fruibile in remoto
Viene fornita una bibliografia monografica sui temi affrontati durante l'insegnamento e a supporto dell’attività didattica vengono fornite dispense monotematiche: Il materiale didattico a supporto dell'attività viene messo a disposizione degli allievi attraverso una specifica documentazione aggiornata annualmente, costituita sia da riferimenti bibliografici che da dispense monotematiche. Il materiale è reso disponibile tramite il Portale della didattica.
Viene fornita una bibliografia monografica sui temi affrontati durante il corso e a supporto dell’attività didattica vengono fornite dispense monotematiche: Il materiale didattico a supporto dell'attività viene messo a disposizione degli allievi attraverso una specifica documentazione aggiornata annualmente, costituita sia da riferimenti bibliografici che da dispense monotematiche. Il materiale è reso disponibile tramite il Portale della didattica.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato progettuale in gruppo;
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
Il controllo dell’apprendimento avviene in itinere mediante continue revisioni e discussioni anche collegiali delle scelte e delle strategie antincendio adottate, durante le reiterate fasi del processo di progettazione antincendio. Per accedere all’esame occorre che siano stati completati gli elaborati oggetto delle esercitazioni. L'accertamento dell’acquisizione di conoscenze e della loro comprensione avviene tramite una prova orale, che comprende quesiti relativi ad aspetti teorici ed applicativi, valutata secondo criteri di chiarezza espositiva, completezza e correttezza delle valutazioni critiche sullo sviluppo dell’iter progettuale volto alla sicurezza antincendio;
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Compulsory oral exam; Group project;
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti