Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Informatica II

02ECNDC

A.A. 2022/23

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-INF/05 5 A - Di base Matematica, informatica e statistica

Scopi

Il corso è interamente focalizzato sugli aspetti relativi alla programmazione quale strumento per la soluzione di problemi. L'attenzione sarà dedicata alla conoscenza approfondita del linguaggio C e si accentuerà il passaggio dalle capacit┐ analitiche a quelle progettuali.

Scopi

Il corso è interamente focalizzato sugli aspetti relativi alla programmazione quale strumento per la soluzione di problemi. L'attenzione sarà dedicata alla conoscenza approfondita del linguaggio C e si accentuerà il passaggio dalle capacit┐ analitiche a quelle progettuali.

Sono previste le seguenti precedenze di acquisto:

Sono previste le seguenti precedenze di acquisto:

Contenuti del corso svolto presso il Politecnico di Torino

  • Il linguaggio C:
    • Variabili, istruzioni, espressioni ed operatori
    • Vettori
    • Funzioni
    • Strutture di controllo
    • Strutture dati complesse
    • Strutture ricorsive
    • Puntatori
    • File

Contenuti del corso svolto presso il Politecnico di Torino

  • Il linguaggio C:
    • Variabili, istruzioni, espressioni ed operatori
    • Vettori
    • Funzioni
    • Strutture di controllo
    • Strutture dati complesse
    • Strutture ricorsive
    • Puntatori
    • File

Testi consigliati dal docente responsabile del corso:

  • Deitel & Deitel, C Corso completo di programmazione, casa editrice Apogeo
  • B.W. Kerninghan, D.M. Ritchie, Linguaggio C, Jackson editore, 1991. (Testo poco didattico ma molto ben fatto e completo).
  • C. Chesta, Esercizi di programmazione in C, casa editrice Clut,1995. (Esercizi risolti. Non essenziale, ma utile).

Gli argomenti di studio sono quelli trattati nelle videocassette. I testi consigliati possono contenere argomenti non compresi nel programma d'esame.

Sono disponibili le seguenti esercitazioni in formato .pdf:

Videocorso utilizzato: Introduzione alla programmazione (DVD)

  • Prof. Marco Mezzalama, Politecnico di Torino
  • Prof. Angelo Raffaele Meo, Politecnico di Torino

Prof.Marco Mezzalama Politecnico di Torino

  • [1.] Introduzione
    Marco Mezzalama
  • [2.] La programmazione; I linguaggi ad alto livello
    Angelo Raffaele Meo
  • [3.] Il linguaggio C: Le variabili
    Angelo Raffaele Meo
  • [4.] Il linguaggio C: Istruzioni
    Angelo Raffaele Meo
  • [5.] Il linguaggio C: Esempi di programma 1
    Angelo Raffaele Meo
  • [6.] Il linguaggio C: Variabili ed espressioni aritmetiche
    Angelo Raffaele Meo
  • [7.] Il linguaggio C: I vettori I
    Angelo Raffaele Meo
  • [8.] Il linguaggio C: I vettori II
    Angelo Raffaele Meo
  • [9.] Il linguaggio C: Esempi di programma 2
    Angelo Raffaele Meo
  • [10.] Il linguaggio C: Il concetto di funzione o sottoprogramma I
    Angelo Raffaele Meo
  • [11.] Il linguaggio C: Il concetto di funzione o sottoprogramma II
    Angelo Raffaele Meo
  • [12.] Il linguaggio C; Le funzioni
    Angelo Raffaele Meo
  • [13.] Il linguaggio C: Le funzioni di libreria
    Angelo Raffaele Meo
  • [14.] Il linguaggio C: Gli operatori aritmetici
    Angelo Raffaele Meo
  • [15.] Il linguaggio C: Gli operatori binari
    Angelo Raffaele Meo
  • [16.] Il linguaggio C: Strutture di controllo
    Angelo Raffaele Meo
  • [17.] Il linguaggio C: Alcuni costrutti
    Angelo Raffaele Meo
  • [18.] Il linguaggio C: Funzioni che ritornano valori non interi
    Angelo Raffaele Meo
  • [19.] Il linguaggio C: Esempi di programma 3
    Angelo Raffaele Meo
  • [20.] Il linguaggio C: Esempi di programma 4
    Angelo Raffaele Meo
  • [21.] Il linguaggio C: Ricorsione
    Angelo Raffaele Meo
  • [22.] Il preprocessore: C
    Angelo Raffaele Meo
  • [23.] Il linguaggio C: Puntatori
    Angelo Raffaele Meo
  • [24.] Il linguaggio C: Puntatori e vettori
    Angelo Raffaele Meo
  • [25.] Aritmetica dei puntatori
    Angelo Raffaele Meo
  • [26.] Sottoprogrammi per stringhe
    Angelo Raffaele Meo
  • [27.] Il linguaggio C: Typedef; Libreria di ingresso/uscita; Accesso ai file
    Angelo Raffaele Meo
  • [28.] Il linguaggio C: Accesso ai file; Gestione di basi di dati
    Angelo Raffaele Meo

Sono disponibili i seguenti temi d'esame in formato .pdf:

Testi consigliati dal docente responsabile del corso:

  • Deitel & Deitel, C Corso completo di programmazione, casa editrice Apogeo
  • B.W. Kerninghan, D.M. Ritchie, Linguaggio C, Jackson editore, 1991. (Testo poco didattico ma molto ben fatto e completo).
  • C. Chesta, Esercizi di programmazione in C, casa editrice Clut,1995. (Esercizi risolti. Non essenziale, ma utile).

Gli argomenti di studio sono quelli trattati nelle videocassette. I testi consigliati possono contenere argomenti non compresi nel programma d'esame.

Sono disponibili le seguenti esercitazioni in formato .pdf:

Videocorso utilizzato: Introduzione alla programmazione (DVD)

  • Prof. Marco Mezzalama, Politecnico di Torino
  • Prof. Angelo Raffaele Meo, Politecnico di Torino

Prof.Marco Mezzalama Politecnico di Torino

  • [1.] Introduzione
    Marco Mezzalama
  • [2.] La programmazione; I linguaggi ad alto livello
    Angelo Raffaele Meo
  • [3.] Il linguaggio C: Le variabili
    Angelo Raffaele Meo
  • [4.] Il linguaggio C: Istruzioni
    Angelo Raffaele Meo
  • [5.] Il linguaggio C: Esempi di programma 1
    Angelo Raffaele Meo
  • [6.] Il linguaggio C: Variabili ed espressioni aritmetiche
    Angelo Raffaele Meo
  • [7.] Il linguaggio C: I vettori I
    Angelo Raffaele Meo
  • [8.] Il linguaggio C: I vettori II
    Angelo Raffaele Meo
  • [9.] Il linguaggio C: Esempi di programma 2
    Angelo Raffaele Meo
  • [10.] Il linguaggio C: Il concetto di funzione o sottoprogramma I
    Angelo Raffaele Meo
  • [11.] Il linguaggio C: Il concetto di funzione o sottoprogramma II
    Angelo Raffaele Meo
  • [12.] Il linguaggio C; Le funzioni
    Angelo Raffaele Meo
  • [13.] Il linguaggio C: Le funzioni di libreria
    Angelo Raffaele Meo
  • [14.] Il linguaggio C: Gli operatori aritmetici
    Angelo Raffaele Meo
  • [15.] Il linguaggio C: Gli operatori binari
    Angelo Raffaele Meo
  • [16.] Il linguaggio C: Strutture di controllo
    Angelo Raffaele Meo
  • [17.] Il linguaggio C: Alcuni costrutti
    Angelo Raffaele Meo
  • [18.] Il linguaggio C: Funzioni che ritornano valori non interi
    Angelo Raffaele Meo
  • [19.] Il linguaggio C: Esempi di programma 3
    Angelo Raffaele Meo
  • [20.] Il linguaggio C: Esempi di programma 4
    Angelo Raffaele Meo
  • [21.] Il linguaggio C: Ricorsione
    Angelo Raffaele Meo
  • [22.] Il preprocessore: C
    Angelo Raffaele Meo
  • [23.] Il linguaggio C: Puntatori
    Angelo Raffaele Meo
  • [24.] Il linguaggio C: Puntatori e vettori
    Angelo Raffaele Meo
  • [25.] Aritmetica dei puntatori
    Angelo Raffaele Meo
  • [26.] Sottoprogrammi per stringhe
    Angelo Raffaele Meo
  • [27.] Il linguaggio C: Typedef; Libreria di ingresso/uscita; Accesso ai file
    Angelo Raffaele Meo
  • [28.] Il linguaggio C: Accesso ai file; Gestione di basi di dati
    Angelo Raffaele Meo

Sono disponibili i seguenti temi d'esame in formato .pdf:

L'esame consta di una prova scritta. Viene proposto un problema che lo studente deve risolvere realizzando un programma in linguaggio C. Il programma dovrà essere codificato utilizzando lo standard "ANSI C". La durata della prova è di 2 ore. Oltre alla correttezza formale, verrà valutato anche lo stile di programmazione. Durante l'esame è consentita la consultazione di libri ed appunti inerenti la materia d'esame. Non è consentito l'uso di Personal Computer di qualsiasi tipo. L'elaborato dovr┐ essere consegnato in forma completa e leggibile su un foglio di carta a quadretti formato protocollo. Non verranno considerate "brutte" di qualsivoglia natura. Si consiglia pertanto di presentarsi alla prova muniti di un adeguato numero di fogli protocollo a quadretti e dello statino valido per la sessione d'esame.

Gli studenti e le studentesse con disabilitÓ o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'UnitÓ Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione pi¨ idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.

L'esame consta di una prova scritta. Viene proposto un problema che lo studente deve risolvere realizzando un programma in linguaggio C. Il programma dovrà essere codificato utilizzando lo standard "ANSI C". La durata della prova è di 2 ore. Oltre alla correttezza formale, verrà valutato anche lo stile di programmazione. Durante l'esame è consentita la consultazione di libri ed appunti inerenti la materia d'esame. Non è consentito l'uso di Personal Computer di qualsiasi tipo. L'elaborato dovr┐ essere consegnato in forma completa e leggibile su un foglio di carta a quadretti formato protocollo. Non verranno considerate "brutte" di qualsivoglia natura. Si consiglia pertanto di presentarsi alla prova muniti di un adeguato numero di fogli protocollo a quadretti e dello statino valido per la sessione d'esame.

In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti