Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Valutazione e gestione del rischio nell'industria e nei cantieri

02ODKNF, 02ODKNC

A.A. 2018/19

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Elettrica - Torino

Mutua

01ODJNF

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 100
Esercitazioni in aula 20
Tutoraggio 20
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Oreste Pierpaolo Professore Ordinario ING-IND/28 30 0 0 0 3
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/04
ICAR/11
ING-IND/28
ING-IND/28
1
1
6
4
F - Altre (art. 10, comma 1, lettera f)
F - Altre (art. 10, comma 1, lettera f)
B - Caratterizzanti
D - A scelta dello studente
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Ingegneria per l'ambiente e il territorio
A scelta dello studente
2018/19
La figura professionale dell'ingegnere è caratterizzata da una cultura della sicurezza compenetrata nella propria formazione. Tale base formativa necessita di un implemento specificamente rivolto alla corretta gestione della sicurezza nella fase di realizzazione del progetto; in particolare sono necessari elementi di sicurezza del lavoro quali la prevenzione degli infortuni e delle malattie dei lavoratori sui luoghi di lavoro e il contenimento dell'impatto verso l'esterno delle varie tipologie di attività. Seguendo tale impostazione il corso nella prima parte fornisce agli allievi ingegneri nozioni finalizzate a renderli in grado di affrontare i problemi di identificazione dei fattori di pericolo, di quantificazione e gestione dei rischi ai fini dell’analisi e costruzione della sicurezza del lavoro. Per quanto specificatamente attiene alle problematiche di igiene industriale, sono impartite nozioni sulle tecniche di quantificazione della concentrazione degli inquinanti e sulla determinazione delle condizioni espositive dei lavoratori mediante misure; sono inoltre discussi gli aspetti di rilevamento e controllo delle emissioni. Le tematiche oggetto del corso sono affrontate, oltre che tramite una fase teorica preliminare, anche attraverso esemplificazioni tratte da casi reali e con lo sviluppo di analisi assistite da parte degli allievi. Nella seconda parte vengono approfonditi gli aspetti di sicurezza nei cantieri temporanei e mobili. Gli argomenti trattati sono stati impostati in modo coerente con quanto previsto in art. 98 D.Lgs 9-4-08 n.81 e s.m.i.
La figura professionale dell'ingegnere è caratterizzata da una cultura della sicurezza compenetrata nella propria formazione. Tale base formativa necessita di un implemento specificamente rivolto alla corretta gestione della sicurezza nella fase di realizzazione del progetto; in particolare sono necessari elementi di sicurezza del lavoro quali la prevenzione degli infortuni e delle malattie dei lavoratori sui luoghi di lavoro e il contenimento dell'impatto verso l'esterno delle varie tipologie di attività. Seguendo tale impostazione il corso nella prima parte fornisce agli allievi ingegneri nozioni finalizzate a renderli in grado di affrontare i problemi di identificazione dei fattori di pericolo, di quantificazione e gestione dei rischi ai fini dell’analisi e costruzione della sicurezza del lavoro. Per quanto specificatamente attiene alle problematiche di igiene industriale, sono impartite nozioni sulle tecniche di quantificazione della concentrazione degli inquinanti e sulla determinazione delle condizioni espositive dei lavoratori mediante misure; sono inoltre discussi gli aspetti di rilevamento e controllo delle emissioni. Le tematiche oggetto del corso sono affrontate, oltre che tramite una fase teorica preliminare, anche attraverso esemplificazioni tratte da casi reali e con lo sviluppo di analisi assistite da parte degli allievi. Nella seconda parte vengono approfonditi gli aspetti di sicurezza nei cantieri temporanei e mobili. Gli argomenti trattati sono stati impostati in modo coerente con quanto previsto in art. 98 D.Lgs 9-4-08 n.81 e s.m.i.
Al termine del corso l'allievo potrà affrontare problemi legati all’analisi e gestione della sicurezza ed in particolare sarà in grado di identificare i fattori di pericolo, quantificare e gestire i rischi per la sicurezza nei luoghi di lavoro, quantificare le conseguenze sulla sicurezza e salute in problemi elementari, analizzare in modo critico scenari incidentali. Il superamento dell’esame consente di ottenere i requisiti per poter operare come Coordinatore per la Progettazione e Coordinatore per la Esecuzione (art. 98 D.Lgs 9/4/08 n.81 e s.m.i.).
Al termine del corso l'allievo potrà affrontare problemi legati all’analisi e gestione della sicurezza ed in particolare sarà in grado di identificare i fattori di pericolo, quantificare e gestire i rischi per la sicurezza nei luoghi di lavoro, quantificare le conseguenze sulla sicurezza e salute in problemi elementari, analizzare in modo critico scenari incidentali. Il superamento dell’esame consente di ottenere i requisiti per poter operare come Coordinatore per la Progettazione e Coordinatore per la Esecuzione (art. 98 D.Lgs 9/4/08 n.81 e s.m.i.).
Nozioni di base di chimica, fisica, informatica.
Nozioni di base di chimica, fisica, informatica.
PRIMA PARTE (6 CFU) • Legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro; la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi; la disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive; • Criteri metodologici di elaborazione dei documenti di sicurezza; La stima dei costi della sicurezza; la manutenzione e il fascicolo tecnico; • Metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi (scenari di infortuni e malattie professionali lavoro correlati); le malattie professionali e primo soccorso; il rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche; i rischi connessi con l’uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli apparecchi di sollevamento e trasporto; i rischi fisico, chimico e da amianto; i rischi da movimentazione manuale dei carichi; i rischi di incendi ed esplosioni. I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza; • Misurazione dei rischi legati ai luoghi di lavoro ed alle varie tipologie di attività. SECONDA PARTE (6 CFU) • La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota; il Titolo IV del Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare riferimento alle figure interessate alla realizzazione dell’opera: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali; la Legge-Quadro in materia di lavori pubblici ed i principali Decreti attuativi; • Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza; • Il rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo; i rischi di incendi ed esplosioni in galleria; i rischi connessi con formazioni rocciose contenenti amianto; l’organizzazione in sicurezza del cantiere e il cronoprogramma specifico; • Cantieri lineari: caratteristiche, programmazione lavori, organizzazione in sicurezza; • Rischi di caduta dall’alto; ponteggi e opere provvisionali e i rischi nei lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati. • Contenuti minimi dei piani di Sicurezza e Coordinamento, Piano Operativo di Sicurezza; i rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione dei lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
PRIMA PARTE (6 CFU) • Legislazione di base in materia di sicurezza e di igiene sul lavoro; la normativa contrattuale inerente gli aspetti di sicurezza e salute sul lavoro; il Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi; la disciplina sanzionatoria e le procedure ispettive; • Criteri metodologici di elaborazione dei documenti di sicurezza; La stima dei costi della sicurezza; la manutenzione e il fascicolo tecnico; • Metodologie per l’individuazione, l’analisi e la valutazione dei rischi (scenari di infortuni e malattie professionali lavoro correlati); le malattie professionali e primo soccorso; il rischio elettrico e la protezione contro le scariche atmosferiche; i rischi connessi con l’uso di macchine e attrezzature di lavoro con particolare riferimento agli apparecchi di sollevamento e trasporto; i rischi fisico, chimico e da amianto; i rischi da movimentazione manuale dei carichi; i rischi di incendi ed esplosioni. I dispositivi di protezione individuali e la segnaletica di sicurezza; • Misurazione dei rischi legati ai luoghi di lavoro ed alle varie tipologie di attività. SECONDA PARTE (6 CFU) • La legislazione specifica in materia di salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili e nei lavori in quota; il Titolo IV del Testo Unico in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro con particolare riferimento alle figure interessate alla realizzazione dell’opera: i compiti, gli obblighi, le responsabilità civili e penali; la Legge-Quadro in materia di lavori pubblici ed i principali Decreti attuativi; • Gli obblighi documentali da parte dei committenti, imprese, coordinatori per la sicurezza; • Il rischio negli scavi, nelle demolizioni, nelle opere in sotterraneo; i rischi di incendi ed esplosioni in galleria; i rischi connessi con formazioni rocciose contenenti amianto; l’organizzazione in sicurezza del cantiere e il cronoprogramma specifico; • Cantieri lineari: caratteristiche, programmazione lavori, organizzazione in sicurezza; • Rischi di caduta dall’alto; ponteggi e opere provvisionali e i rischi nei lavori di montaggio e smontaggio di elementi prefabbricati. • Contenuti minimi dei piani di Sicurezza e Coordinamento, Piano Operativo di Sicurezza; i rapporti con la committenza, i progettisti, la direzione dei lavori, i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.
Durante il corso gli studenti svolgono esercitazioni a gruppi assistiti dai docenti; è prevista una relazione finale del lavoro svolto. Agli studenti è, inoltre, richiesto di sviluppare un approfondimento di un argomento specifico da inserire in un Piano di Sicurezza e Coordinamento oppure in un Piano Operativo di Sicurezza, con la supervisione dei docenti.
Durante il corso gli studenti svolgono esercitazioni a gruppi assistiti dai docenti; è prevista una relazione finale del lavoro svolto. Agli studenti è, inoltre, richiesto di sviluppare un approfondimento di un argomento specifico da inserire in un Piano di Sicurezza e Coordinamento oppure in un Piano Operativo di Sicurezza, con la supervisione dei docenti.
Durante il corso viene distribuito materiale documentale (slide, dispense, riferimenti) agli studenti. Sono, inoltre, testi di riferimento per il corso: • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente -vol 1 . Trauben ed., Torino, dicembre 1997; • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente di lavoro vol 2 parte 1, RUMORE. Collana Politeko, Torino, marzo 1998, ISBN 88-87380-00-7 • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente di lavoro vol 2 parte 2, MICROCLIMA E MISURA PARAMETRI AMBIENTALI. Collana Politeko, Torino, maggio 1998, ISBN 88-87380-11-2;
Durante il corso viene distribuito materiale documentale (slide, dispense, riferimenti) agli studenti. Sono, inoltre, testi di riferimento per il corso: • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente -vol 1 . Trauben ed., Torino, dicembre 1997; • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente di lavoro vol 2 parte 1, RUMORE. Collana Politeko, Torino, marzo 1998, ISBN 88-87380-00-7 • M.Patrucco: Sicurezza ed ambiente di lavoro vol 2 parte 2, MICROCLIMA E MISURA PARAMETRI AMBIENTALI. Collana Politeko, Torino, maggio 1998, ISBN 88-87380-11-2;
Modalità di esame: Prova scritta (in aula); Prova orale obbligatoria;
L'esame è in forma scritta (durata 2 ore). Il successivo orale riguarda la presentazione e discussione delle relazioni relative alle esercitazioni svolte dagli studenti in gruppo durante il corso. Il voto verrà definito considerando il risultato dell’esame scritto (con peso 75 %) e la valutazione delle relazioni sulle esercitazioni e della loro presentazione e discussione (con peso 25 %).
Exam: Written test; Compulsory oral exam;
L'esame è in forma scritta (durata 2 ore). Il successivo orale riguarda la presentazione e discussione delle relazioni relative alle esercitazioni svolte dagli studenti in gruppo durante il corso. Il voto verrà definito considerando il risultato dell’esame scritto (con peso 75 %) e la valutazione delle relazioni sulle esercitazioni e della loro presentazione e discussione (con peso 25 %).


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il