Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA

Scienza delle costruzioni

17CFOMB

A.A. 2022/23

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Ingegneria Chimica E Alimentare - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 53
Esercitazioni in aula 27
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Sapora Alberto Giuseppe Professore Associato ICAR/08 53 27 0 0 2
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/08
ING-IND/14
6
2
F - Altre attività (art. 10)
B - Caratterizzanti
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Ingegneria della sicurezza e protezione industriale
Valutazione CPD /
2022/23
L’insegnamento ha lo scopo di fornire le nozioni di base necessarie al calcolo e alla verifica delle strutture, definendo i parametri che descrivono gli sforzi applicati e la resistenza dei materiali. Vengono presentati i metodi di calcolo necessari per valutare gli stati di sollecitazione in elementi strutturali semplici, focalizzando l'attenzione sui casi di interesse industriale, e i fenomeni fondamentali relativi alla crisi per sollecitazione monotona. Questi costituiscono un bagaglio professionale e culturale di primaria importanza per l'Ingegneria Industriale nell'ambito della progettazione, realizzazione e gestione di impianti e loro componenti.
The course aims to provide the basic tools necessary for the calculation and verification of structures, defining the parameters that describe the applied stresses applied and the strength of the materials. The methods necessary to evaluate the stress states in simple structural elements are presented, focusing the attention on cases of industrial interest, and the fundamental phenomena related to the crisis due to monotonic loadings. Indeed, these constitute a fundamental professional and cultural background for Industrial Engineering, in the context of the design, construction and management of plants and their components.
Al termine dell’insegnamento lo studente acquisirà le conoscenze relative ai seguenti argomenti: -Statica e cinematica dei corpi rigidi: equilibrio e congruenza -Caratteristiche di sollecitazione nei sistemi di travi isostatici -Analisi dello stato di tensione e di deformazione dei corpi deformabili -Comportamento meccanico dei materiali: elasticità, duttilità, rottura, resistenza -Caratteristiche di sollecitazione nei sistemi di travi iperstatici -Stato tensionale per trazione, flessione, taglio e torsione. Gli studenti saranno inoltre in grado di: -Calcolare le reazioni vincolari in una struttura isostatica -Tracciare i diagrammi di sollecitazione in strutture isostatiche -Operare sulle componenti di tensione e deformazione -Calcolare le tensioni nei sistemi di travi -Tracciare i diagrammi di sollecitazione in strutture iperstatiche -Verificare la resistenza di una struttura, assegnati geometria, carico e proprietà del materiale.
Contenuti degli insegnamenti di Matematica e Fisica, in particolare dello studio di funzione, delle operazioni matriciali fondamentali e dei problemi agli autovalori/autovettori, nonché dei concetti basilari di cinematica (traslazione, rotazione) e statica (forza, momento, equilibrio).
GEOMETRIA DELLE AREE (2-3h): baricentro; momenti statici; momenti d’inerzia e centrifugo; direzioni e momenti principali di inerzia. SISTEMI DI TRAVI ISOSTATICI (16-17h): Richiami di cinematica e statica; vincoli piani; maldisposizione dei vincoli; determinazione delle reazioni vincolari; caratteristiche interne della sollecitazione e loro rappresentazione grafica; equazioni indefinite di equilibrio per le travi; travature reticolari. IL SOLIDO DEFORMABILE (8-12h): Tensore delle deformazioni; dilatazioni e scorrimenti; direzioni principali di deformazione; dilatazione volumica; misure estensimetriche e loro elaborazioni. Tensore degli sforzi: vettore tensione; direzioni principali della tensione; circoli di Mohr, stato tensionale piano. Equazioni indefinite di equilibrio; equazioni di equivalenza al contorno; Principio dei Lavori Virtuali (PLV) per solido deformabile. LEGGE COSTITUTIVA ELASTICA E CRITERI DI RESISTENZA (8-11h): descrizione delle tecniche sperimentali per la caratterizzazione meccanica dei materiali, prova di trazione, provini, macchine, caratteristiche determinabili; elasticità lineare; potenziale elastico; modulo di Young e coefficiente di Poisson; problema elastico; Teorema di Clapeyron; Teorema di Betti; Isotropia. Criteri di resistenza di Tresca e Von Mises. SOLIDO DI DE SAINT VENANT (20h): Ipotesi fondamentali; sforzo normale; flessione retta; flessione deviata e pressoflessione; nocciolo centrale di inerzia; torsione; taglio; verifiche di resistenza. CALCOLO DI SPOSTAMENTI ELASTICI E SEMPLICI SISTEMI DI TRAVI IPERSTATICI (16-20h): equazione della linea elastica; calcolo spostamenti tramite PLV; risoluzione di travature iperstatiche elementari tramite il metodo delle forze; equazioni di congruenza tramite PLV; metodo di integrazione di Simpson. INSTABILITÀ DELL’EQUILIBRIO ELASTICO (2-5h): aste compresse con varie condizioni di vincolo.
Le lezioni ordinarie si dividono in lezioni di teoria, in cui vengono esposti i concetti di base, ed esercitazioni durante le quali verranno affrontati problemi strutturali applicando i risultati della teoria. Tali lezioni verranno svolte in aula alla lavagna. Un'esercitazione verrà svolta presso il laboratorio MASTRLAB del DISEG dove gli studenti potranno assistere ad alcune prove di resistenza su materiali.
Eventuale materiale necessario (appunti, esercizi svolti, formulari) sarà reso disponibile sul portale. Testi per approfondimenti: -M. Capurso, Lezioni di Scienza delle Costruzioni, Pitagora Editrice. -S. Lenci, Fondamenti di Meccanica Strutturale, Pitagora Editrice. -A. Carpinteri, Structural mechanics Fundamentals, CRC Press.
Eventuale materiale necessario (appunti, esercizi svolti, formulari) sarà reso disponibile sul portale. Testi per approfondimenti: S. Lenci, Fondamenti di Meccanica Strutturale, Pitagora Editrice. A. Carpinteri, Structural mechanics Fundamentals, CRC Press.
Modalità di esame: Prova scritta (in aula);
Exam: Written test;
L'esame finale mira a verificare l'acquisizione delle conoscenze e delle abilità obiettivo dell'insegnamento (cfr. Risultati di apprendimento attesi) tramite una prova scritta da svolgere in tre ore e mezza. Allo studente saranno posti due quesiti teorici e quattro problemi di tipo applicativo, aventi contenuti e difficoltà analoghi a quelli affrontati nelle esercitazioni. Accanto a ciascun punto della prova scritta compare il relativo punteggio, in modo che lo studente sappia valutare il peso della domanda cui sta rispondendo. Durante la prova lo studente può solo utilizzare il formulario fornito durante il corso. Il punteggio massimo è 32, cui corrisponde un voto finale di 30 e lode. Le abilità sono valutate in base alla capacità di risolvere i problemi posti, le conoscenze in base alle risposte fornite e alla padronanza di linguaggio scientifico.
Gli studenti e le studentesse con disabilità o con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA), oltre alla segnalazione tramite procedura informatizzata, sono invitati a comunicare anche direttamente al/la docente titolare dell'insegnamento, con un preavviso non inferiore ad una settimana dall'avvio della sessione d'esame, gli strumenti compensativi concordati con l'Unità Special Needs, al fine di permettere al/la docente la declinazione più idonea in riferimento alla specifica tipologia di esame.
Exam: Written test;
In addition to the message sent by the online system, students with disabilities or Specific Learning Disorders (SLD) are invited to directly inform the professor in charge of the course about the special arrangements for the exam that have been agreed with the Special Needs Unit. The professor has to be informed at least one week before the beginning of the examination session in order to provide students with the most suitable arrangements for each specific type of exam.
Esporta Word


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
Contatti