Servizi per la didattica
PORTALE DELLA DIDATTICA
Set-Cookie: language=it; path=/; domain=.polito.it;

Urbanistica

27CYAPM

A.A. 2019/20

Lingua dell'insegnamento

Italiano

Corsi di studio

Corso di Laurea in Architettura - Torino

Organizzazione dell'insegnamento
Didattica Ore
Lezioni 64
Esercitazioni in aula 16
Docenti
Docente Qualifica Settore h.Lez h.Es h.Lab h.Tut Anni incarico
Bello Elisabetta Maria - Corso 2   Docente esterno e/o collaboratore   64 16 0 0 4
Gabardi Maria Teresa - Corso 3 Docente esterno e/o collaboratore   64 16 0 0 4
Paone Fabrizio - Corso 1   Professore Associato ICAR/21 64 16 0 0 6
Collaboratori
Espandi

Didattica
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/21 8 B - Caratterizzanti Progettazione urbanistica e pianificazione territoriale
2019/20
L’insegnamento introduce gli studenti al carattere descrittivo, interpretativo, pratico e progettuale del campo disciplinare dell’urbanistica e della pianificazione. Vengono trattati alcuni argomenti generali di storia dell’urbanistica e della città contemporanea: gli elementi fondamentali della tradizione disciplinare vengono messi a contatto con i temi e i problemi dell’urbanizzazione contemporanea.
The course introduces the students to the field of urbanism, planning and urban design. General topics in contemporary urban history will be treated with the aim to put in touch the disciplinary traditions with the problems and themes of contemporary urbanization.
L’insegnamento è orientato a costruire negli studenti l’abilità a trattare una nozione di spazio intesa come snodo problematico tra caratteri morfologici, funzioni, usi, poteri. Esso è volto all’acquisizione di competenze relative a: - progetto urbanistico moderno e contemporaneo: concetti, indici e parametri; - letture/interpretazioni di porzioni finite dello spazio urbano.
The course would contribute to build a notion of space as a problematic intersection among morphological features, functions, powers. It intends to stimulate skills about: - Modern and contemporary urban design traditions: tools and concepts; - Readings/interpretations of single places in urban space;
Il corso non prevede particolari conoscenze pregresse, se non la capacità di studio e di approfondimento personale degli argomenti trattati a lezione. L’utilità che si potrà ricavare dalle attività didattiche sarà maggiore se si saranno assimilati gli elementi di rappresentazione trattati nel primo semestre.
No previous technical knowledge is required. Of course a good studying method and personal skills in order to handle the topics will be helpful. Learning exercises will be more useful if students will have acquired the representation elements of the first semester courses.
Argomento I_ Tradizioni urbanistiche internazionali, identità nazionali, piani e progetti esemplari Attraverso un percorso tra autori, piani e progetti alcuni caratteri dell’urbanistica italiana vengono depositati sullo sfondo di diverse tradizioni nazionali e linguistiche dell’urbanistica europea; Argomento II_ Seminario di lettura Gli studenti vengono avvicinati ad alcuni testi che costituiscono riferimenti essenziali per la conoscenza del campo disciplinare, o che hanno costituito dei momenti rilevanti di cambiamento della concezione collettiva della città e del territorio; Argomento III_ Tecnica urbanistica Vengono posti in rilievo gli aspetti regolativi dell’azione urbanistica attraverso esercizi di carattere elementarista. Scale, indici e parametri vengono spiegati al fine di comprendere i gradi di vincolo e di libertà delle azioni progettuali. Vengono illustrate alcune modalità logiche e grafiche proprie della tecnica urbanistica, tra i quali la redazione di planimetrie urbane, le azioni di layering, l’uso critico della fotografia; Argomento IV_ La città e l’urbanizzazione contemporanei I fenomeni urbani vengono presentati nella loro dimensione globale, e nelle differenze testimoniate dai contesti locali. Progetti e politiche vengono viste nel loro intreccio e sovrapposizione, all’interno di misure del tempo abbastanza grandi (3/5/10/30 anni) che consentono una valutazione a posteriori delle azioni di trasformazione intenzionale dell’habitat.
I_International town planning traditions, national identities, model masterplans and urban projects; II_ A reading seminar, concerning basic references for the disciplinary field of urbanism and planning, or texts and interpretations that changed our collective awareness about city and territory; III_ The ruling aspects of town planning will be studied through their peculiar technicalities, as well as scales, indexes, parameters, also seen from an elementarist point of view. The purpose is to go further in the comprehension of the autonomous essence of the construction of the city and of the design principles (or, on the contrary, to pay attention to their limits and constraints). Some analytical aspects like plans, layering, and the critical use of photography will be introduced; IV_ Contemporary city and urbanization. The urban phenomena will be studied in their global consistence as well as in the specificity of the local contexts. Policies and urban designs are seen like overlapping acts, able to be studied in different times (3/5/10/30 years), as a critical result of the voluntary transformation of the human habitat.
L’organizzazione prevede quattro principali tipi di eventi didattici. Le lezioni di tipo A sviluppano i temi di base della città moderna e contemporanea, proponendo un discorso continuo tra una lezione e l’altra. Le lezioni di tipo B prevedono delle concise comunicazioni attinenti gli elementi di tecnica urbanistica, indici e parametri, con particolare riferimento alla redazione del rapporto di ricerca e alla sua progressiva implementazione. Le lezioni C espongono in modo monografico alcuni piani esemplari dell’urbanistica moderna e contemporanea, visti anche come prototipi del fare replicati in altri contesti e declinazioni, e come esempi di tecniche, di rappresentazioni, di sintassi interdisciplinari. Le comunicazioni di tipo D sviluppano il Seminario di lettura, relativo a testi che hanno segnato punti di svolta nell’osservazione della città contemporanea. Dopo ogni lezione di tipo A e C verrà resa disponibile attraverso il portale una bibliografia specifica a essa relativa, che consentirà agli studenti di riprendere gli argomenti trattati a lezione e di avere fonti adeguate per le immagini. Ogni mese verrà pubblicato sul Portale un calendario dettagliato dell’attività didattica.
The organization of the course foresees four main types of didactic events. The A type lessons are a serie of frontal lessons about the object and the tools of modern planning, seen in relation to the evolution of the modern and contemporary city. The B type communications are especially devoted to the settings of the Research report for the groups of students. The C lessons will focus with monographic attention to single exemplary masterplans of the modern town planning tradition. Those plans will be seen as models, copied in a number of places and ways. They become a sort of handbook of design issues also in matter of urban representations and in matter of connecting interdisciplinary syntaxis of arguments and technical aspects. The D type lessons will develop a lectures serie, devoted to books (or essays) that could be seen as turnng points in the collective awareness of contemporary urbanization. After each A and C lesson a specific bibliography will be available through the Teaching Portal, including the images sources. The month activities during the semester will be described through a detailed calendar, available by the same website.
Giovanni ASTENGO, voce «Urbanistica», Enciclopedia Universale dell'Arte, Istituto per la collaborazione culturale Venezia - Roma, vol.XIV, 1966, pp. 541-642, tavv.167-222. Vittorio GREGOTTI (a cura di), La forma del territorio, Edilizia Moderna n.87-88, s.d. (1966). Aldo ROSSI, L’architettura della città, Marsilio, Padova 1966. Rem KOOLHAAS, Whatever happened to urbanism, in: O.M.A., Rem Koolhaas and Bruce Mau, S,M,L,XL, 010 Publishers, Rotterdam 1995, pp.958-971. Koos BOOSMA and Helma HELLINGA (eds.), Mastering the City. European City Planning 1900-2000, NAI Publishers/EFL Publications, Rotterdam/The Hague 1997, 2 voll. David MANGIN, La ville franchisée. Formes et structures de la ville contemporaine, Éditions de la Villette, Paris 2004. Rem KOOLHAAS, Junkspace. in: Rem Koolhaas, Junkspace. Per un ripensamento radicale dello spazio urbano, Quodlibet, Macerata 2007, pp.61-102. Ricky BURDETT, Dejan SUDJIC (eds.), The Endless City, Phaidon Press, New York and London 2007. Neil BRENNER, Stato, spazio, urbanizzazione, Guerini Scientifica, Milano 2016. Guido MARTINOTTI, Sei lezioni sulla città, Feltrinelli, Milano 2017.
Astengo G. (1966), «Urbanistica», Enciclopedia Universale dell'Arte, Istituto per la collaborazione culturale Venezia - Roma, vol.XIV, pp. 541-642, plates 167-222. Gregotti V. (1966, ed.), La forma del territorio, Edilizia Moderna n.87-88. Rossi A. (1966), L’architettura della città, Marsilio, Padova. Koolhaas R. (1995), Whatever happened to urbanism, in: O.M.A., Koolhaas R. and Mau B., S,M,L,XL, 010 Publishers, Rotterdam, pp.958-971. Boosma K. and Hellinga H. (1997, eds.), Mastering the City. European City Planning 1900-2000, NAI Publishers/EFL Publications, Rotterdam/The Hague, 2 voll. Mangin D. (2004), La ville franchisée. Formes et structures de la ville contemporaine, Éditions de la Villette, Paris. Koolhaas R. (2007), Junkspace. in: R. Koolhaas, Junkspace. Per un ripensamento radicale dello spazio urbano, Quodlibet, Macerata, pp.61-102. Burdett R., D. Sudjic (2007, eds.), The Endless City, Phaidon Press, New York and London. Brenner N. (2016), Stato, spazio, urbanizzazione, Guerini Scientifica, Milano. Martinotti G. (2017), Sei lezioni sulla città, Feltrinelli, Milano.
Modalità di esame: Prova orale obbligatoria; Elaborato scritto prodotto in gruppo;
Modalità di esame: prova orale obbligatoria dopo la consegna telematica di un Rapporto di ricerca da parte di gruppi (da 1 a 4 persone), Il contenuto e le finalità del Rapporto di ricerca vengono spiegati (lezioni B) e descritti in documenti di istruzioni sul Portale della didattica. E’ consigliato di presentare in sede di esame una copia cartacea. La valutazione in trentesimi del rapporto di ricerca costituirà la base a partire dalla quale sarà valutato l’approfondimento individuale della materia. I colloqui avranno come oggetto uno dei piani esemplari (lezioni C), studiato attraverso le bibliografie rese disponibili attraverso il Portale, sezione Materiali, con possibilità di ulteriori liberi approfondimenti individuali. Oltre a questo occorre approfondire una delle lezioni di tipo A attraverso i propri appunti e la bibliografia relativa alla lezione. In alternativa alla lezione di tipo A è possibile approfondire uno dei testi del Seminario di lettura (lezioni di tipo D) oppure uno dei testi della bibliografia generale. Lo studente che sostiene l’esame è tenuto ad avere e a dimostrare una buona conoscenza generale degli argomenti trattati a lezione, e di avere familiarità con i testi della bibliografia, intesi come riferimenti indispensabili da acquisire nel corso del triennio. Gli studenti del medesimo gruppo che avranno l’esigenza di sostenere l’esame in appelli differenti potranno farlo, a partire dalla medesima valutazione se il Rapporto di ricerca è invariato, o con una nuova valutazione di partenza se saranno state apportate modifiche.
Exam: Compulsory oral exam; Group essay;
The final exam foresees an individual colloquium, after having digitally delivered the Research report edited by a small group of students (from one to four). The aims and the content of he Research report will be explained during the frontal lessons (B type) and described through instructions documents available on the Teaching Portal. It is better to prepare a printed copy for the final discussion. The evaluation of the Research Report (maximum score 30/30) will constitute the starting point for the further individual learning of the topics of the course. The exam discussion will focus on one exemplary masterplan (C type lessons) that will be treated through the bibliographies communicated through the Teaching Portal. The masterplan may also be elaborated by further individual researches. Beside that, the student will concentrate his/her attention on the topics of an A type lesson, through his/her own notes and the study of the related bibliography, or one book (or essay) treated in the D lessons serie, or one book from the general bibliography of the course. In any case the student will have to demonstrate in the final discussion to have reached a good information about the topics of urbanism and planning treated in the course communications. The bibliographies mark most of all the essential references about urban architecture that will be essential for the education of the bachelor students. Single students presenting the Research report as a group may sustain the final examination in different days or sessions during the academic year.


© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
m@il