Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
01AELAX
Architettura tecnica I
Corso di Laurea in Ingegneria Civile - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Nelva Riccardo ORARIO RICEVIMENTO     28 0 22 0 10
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/10 5 B - Caratterizzanti Ingegneria civile
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso Ŕ diretto a fornire metodi e nozioni di base, in ambito architettonico-edilizio, relativi alla progettazione e costruzione degli edifici civili e industriali, con riguardo particolare agli elementi costruttivi dell'edificio, dall'interrato alla copertura, visti come parti congruenti dell'unitÓ edilizia.
Competenze attese
Lo studente a fine corso saprÓ progettare un edificio semplice (ad esempio di tipo residenziale), con riferimento particolare alle soluzioni costruttive adottabili per la realizzazione delle facciate, scale, coperture, ecc. in edifici con struttura a telaio in conglomerato cementizio armato o in legno, tenendo anche conto delle norme sull'abbattimento delle barriere architettoniche e sulla prevenzione agli incendi.
Prerequisiti
Nozioni di disegno per ingegneri civili, nozioni generali di scienza delle costruzioni, conoscenza dei principali fenomeni di fisica e chimica legati al comportamento dei materiali e dei sistemi edilizi.
Programma
- CRITERI GENERALI DI PROGETTAZIONE, BARRIERE ARCHITETTONICHE, PREVENZIONE INCENDI: esigenze dell'utenza, requisiti ambientali e tecnologici, esposizione solare degli edifici, organizzazione distributiva e dimensionamento delle unitÓ residenziali; eliminazione delle barriere architettoniche, accessibilitÓ, visitabilitÓ, adattabilitÓ, relativa normativa sugli edifici privati e pubblici; reazione al fuoco, resistenza al fuoco REI, carico di incendio, protezioni delle strutture, compartimentazioni, vie di esodo e scale, normativa sugli edifici residenziali e sulle centrali termiche.
- STRUTTURE PORTANTI ORIZZONTALI E VERTICALI, FONDAZIONI, SCALE: difesa dall'umiditÓ del sottosuolo, intercapedini ventilate, impermeabilizzazione di strutture interrate, fondazioni localizzate a plinti, continue a travi rovesce, estese a platea, edifici in muratura portante (organizzazione), strutture a telaio in c.c.a, strutture portanti orizzontali in laterocemento, a travi metalliche, in legno; dimensionamento tracciamento e realizzazione delle scale.
- COPERTURE CONTINUE E DISCONTINUE, STRUTTURE PORTANTI IN LEGNO: impermeabilitÓ all'acqua delle coperture, azione del vento e della neve, tetti a falde ventilati e non, funzionamento termoigrometrico delle coperture, elementi discontinui (tegole, lastre, ecc.) e manti impermeabili, realizzazione di coperture piane e terrazzi praticabili, strutture in legno per coperture, orditure tradizionali e moderne, sistemi di giunzione nelle capriate e loro dimensionamento, strutture in legno lamellare, criteri specifici di progetto di edifici in legno.
- PARETI, RIVESTIMENTI: pareti a cassa vuota, pareti in mattoni paramano a vista, aspetti di risparmio energetico, isolamento degli edifici e tagli termici, rivestimenti lapidei sottili di facciata, principi base di progetto e valutazione dei serramenti esterni, tenuta all'acqua e all'aria, idoneitÓ secondo normativa; partizioni verticali interne, pavimentazioni.
Laboratori e/o esercitazioni
Le esercitazioni consistono nell'elaborazione di un progetto di un edificio residenziale pluripiano e di alcuni sviluppi esecutivi di particolari costruttivi (scale, facciata, copertura). Sono previste esercitazioni extemporanee di progettazione su tema assagnato finalizzate ad affinare e a velocizzare le capacitÓ di sintesi progettuale degli studenti.
Laboratorio: criteri e tecniche di impiego di metodi diagnostici nell'edilizia (endoscopio, ultrasuoni, rilevatore armature, rilevatore umiditÓ, ecc.) .
Bibliografia
Per ogni argomento monografico delle lezioni verrÓ fornita l'indicazione bibliografica e il testo di pubblicazioni in tema. Testi ausiliari di approfondimento: R. Nelva, Le coperture discontinue, guida alla progettazione, BE-MA, Milano 1989; Norme dell'Ente Nazionale Italiano di Unificazione - UNI; E. NEUFERT, Enciclopedia pratica per progettare e costruire, Hoepli, Milano.
Controlli dell'apprendimento / ModalitÓ d'esame
╚ prevista una prova con domande scritte e una discussione orale sui contenuti delle lezioni, previa verifica della completezza degli elaborati grafici oggetto delle esercitazioni e delle prove extemporanee.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti