Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
01BPVDR
Meccanica sperimentale
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Avalle Massimiliano ORARIO RICEVIMENTO     30 0 20 0 12
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/14 5 B - Caratterizzanti Ingegneria meccanica
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso vuole fornire agli allievi i fondamenti della meccanica sperimentale. Grande attenzione sarà posta nell'esaminare in dettaglio le possibili cause di errore nelle misure sperimentali e come tenerne conto. Si vorrà inoltre fornire gli schemi logici necessari per impostare un sistema di misura sperimentale (analisi delle grandezze fisiche) ed alcuni elementi per la corretta stesura di una relazione tecnica di misure sperimentali.
Competenze attese
Acquisire competenze di base sulle principali tecniche sperimentali in campo meccanico. Acquisire sensibilità ai principali problemi e alle possibili cause di errore in modo da essere in grado di valutare la validità delle misure sperimentali.
Prerequisiti
Per frequentare il corso con profitto lo studente deve aver appreso ed assimilato i contenuti e i metodi del Comportamento Meccanico dei Materiali e dell'Elettrotecnica. Non è tuttavia richiesto il superamento formale del relativo esame. Utili le conoscenze acquisite in Fondamenti di Meccanica Teorica e Applicata alle Macchine e Materiali per l'Ingegneria. Importanti conoscenze di informatica.
Programma
1. Metodologie sperimentali per l'analisi delle deformazioni: estensimetria
2. Metodologie sperimentali per l'analisi degli spostamenti e delle forze
3. Metodologie statistiche per la meccanica sperimentale
4. Metodologie sperimentali per l'analisi del comportamento dinamico delle strutture
5. Metodi ottici e cenni di fotoelasticità
Laboratori e/o esercitazioni
Verranno proposte applicazioni da svolgere nel laboratorio didattico/sperimentale dell'area meccanici riguardanti gli argomenti delle lezioni:
1. Misure di spostamento e di forza
2. Estensimetria
3. Analisi in campo dinamico
4. Misure di deformazione con metodi ottici
Bibliografia
Testi di riferimento:
 Audenino, A., Goglio, L., Rossetto, M. 'Metodi sperimentali per la progettazione', Levrotto & Bella
 Materiale fornito dal docente (e sul sito della didattica della II Facoltà di Ingegneria http://ulisse.vercelli.polito.it/)
 Siti internet di Università italiane e straniere e di produttori di attrezzature per la meccanica sperimentale

Per approfondimenti:
 Belingardi, G., 'Strumenti statistici per la meccanica sperimentale e l'affidabilità', Levrotto & Bella
 Dally, J.W., Riley, W.F., 'Experimental stress analysis', McGraw- Hill
 Kobayashi, A.S., 'Handbook on experimental mechanics', S.E.M.
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
L'esame consiste in una prova orale in cui verranno anche discusse le relazioni che ciascuno studente dovrà preparare sulle attività sperimentali svolte in laboratorio.
Si precisa che la prova orale verte su tutto il programma delle lezioni e delle esercitazioni dell'anno accademico in corso.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti