Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
01FMAAY
Fondazioni I
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Civile - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Battaglio Mauro       40 16 0 0 6
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/07 5 B - Caratterizzanti Ingegneria civile
Obiettivi dell'insegnamento
L'insegnamento si colloca nell'ambito della Geotecnica, intesa come unione della Meccanica dei Terreni e dell'Ingegneria delle Fondazioni. Il corso di Fondazioni I appartiene alla seconda delle due discipline e riguarda principalmente l'analisi ed il progetto delle fondazioni superficiali (plinti isolati, travi di fondazione, platee). Esso rappresenta quindi, da un lato, la naturale applicazione dei concetti di base affrontati nell'ambito dei corsi di Meccanica dei Terreni, dall'altro costituisce il complemento ai corsi di indirizzo strutturale, inerenti il progetto di edifici. L'insegnamento prevede l'uso di alcuni semplici programmi di calcolo distribuiti agli allievi ed utilizzati preferibilmente durante le esercitazioni.
Competenze attese
Alla fine del corso l'allievo è in grado di scegliere il tipo e progettare dal punto di vista geotecnico la fondazione superficiale di un edificio civile\industriale e di condurre le necessarie verifiche strutturali, alla luce della normativa vigente.
Prerequisiti
L'Ingegneria delle Fondazioni, di cui il corso di Fondazioni I fa parte, si avvale principalmente dei concetti e delle metodologie apprese nell'ambito della Geotecnica e dei corsi di Scienza e Tecnica delle Costruzioni. Inoltre, poiché l'insegnamento riguarda la scelta ed il progetto geotecnico delle fondazioni, sono essenziali le nozioni di base dell'Idraulica e della Geologia Applicata. E' di aiuto una discreta conoscenza della lingua inglese (programmi di calcolo).
Programma
Gli argomenti trattati sono:
- La normativa italiana sulla geotecnica e sul progetto delle opere di fondazione. Cenni sulla Normativa Europea (EC 7)
- Richiami di meccanica dei terreni e sulle principali prove sui terreni (in sito e di laboratorio)
- La caratterizzazione geotecnica ed il modello stratigrafico del terreno di fondazione
- Le principali tipologie fondazionali (superficiali e profonde)
- Scelta del tipo di fondazione e problematiche associate. Il progetto geotecnico delle fondazioni superficiali (richiami)
- Il dimensionamento e la verifica della fondazione isolata. Esempi di calcolo.
- Il dimensionamento e la verifica della trave di fondazione. L'esempio della trave alla Winkler.
- Dimensionamento della platea di fondazione. Esempi di calcolo.
- Effetti della rigidezza relativa sovrastruttura\fondazione\terreno sulla validità dei metodi impiegati.
Programma: informazioni integrative
Il progetto della trave e della platea può essere convenientemente affrontato per mezzo di programmi di calcolo, utili soprattutto nei casi in cui le sollecitazioni sull'elemento strutturale sono irregolari. In questo caso il modello alla Winkler è un mezzo semplice ed efficace di analisi dell'elemento strutturale. Nell'ambito di 3 esercitazioni viene descritto ed utilizzato il software di calcolo per questo tipo di strutture.
Laboratori e/o esercitazioni
Il corso prevede una serie di esercitazioni tenute dal docente incaricato, senza suddivisione in squadre. Le esercitazioni sono 5 e riguardano i seguenti argomenti:
- un esempio di modellazione geotecnica (caratterizzazione del terreno e schema di calcolo)
- la normativa EC 7 sulle opere di fondazione e l'impiego per le fondazioni superficiali
- un esempio di calcolo del plinto isolato
- un esempio di calcolo di trave alla Winkler e la generalizzazione con il relativo codice di calcolo
- un esempio di calcolo della platea (metodo rigido e metodo elastico).
Bibliografia
Il materiale fondamentale per la preparazione dell'esame è costituito dagli appunti del corso, distribuiti dal docente (lezioni ed esercitazioni). Il testo di riferimento è quello dei proff. Lancellotta e Calavera 'Fondazioni'- Edito da Mc. Graw Hill ' Milano. Un testo utile per alcuni riferimenti propedeutici o approfondimenti è: Bowles Joseph '
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
L'esame è orale. All'allievo sono poste n. 3 domande, di cui almeno una di carattere teorico e le altre di tipo applicativo. La conoscenza della Meccanica dei Terreni è data per scontata, così come quella della Scienza delle Costruzioni. Per questo il giudizio finale potrà essere sensibilmente condizionato anche dalla preparazione su tali materie propedeutiche.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti