Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
01FNHDS
Applicazione di elementi finiti in campo termico
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Meccanica - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/10 5 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
Esclusioni:
01FNP; 01FPM
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso si propone di porre le basi per un corretto uso di software commerciali per l'analisi termica e termofluidodinamica di componenti e sistemi meccanici. Il corso prevede quindi una parte teorica, relativa alla soluzione delle equazioni di conservazione per mezzo di tecniche numeriche, ed una pratica per mezzo della quale lo studente potrà familiarizzare con l'uso dei più evoluti strumenti di analisi e progettazione.
Competenze attese
Al termine del corso lo studente avrà acquisito una minima padronanza sull'uso di codici CFD e di come sia possibile risolvere problemi termofluidodinamici anche per sistemi geometricamente molto complessi.
Prerequisiti
Conoscenza di base di termodinamica e trasmissione del calore.
Indispensabile una buona preparazione in calcolo, algebra e geometria.
Programma
Richiami sulle equazioni di conservazione di massa, quantità di moto ed energia per un sistema aperto e sulla loro soluzione mediante tecniche numeriche.
Richiami sulla trasmissione del calore attraverso parti solide e per moti convettivi naturali e forzati.
Soluzione di semplici problemi mediante l'uso di fogli di calcolo sviluppati appositamente al fine di confrontare le prestazioni delle diverse tecniche di analisi.
Introduzione all'uso ed applicazione di codici CFD commerciali nella soluzione di problemi termofluidodinamici complessi.
Laboratori e/o esercitazioni
Applicazione di codici CFD commerciali nella soluzione di comuni problemi termofluidodinamici.
Sviluppo di un algoritmo in MatLab per la soluzione di un problema di conduzione in un solido mediante tecniche di discretizzazione alle differenze finite (FDM), elementi finiti (FEM) e volumi finiti (FVM).
Bibliografia
Fondamenti di Termofluidodinamica computazionale - G.Comini
Qualunque altro testo di fluidodinamica numerica
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
L'esame è costituito da una prova pratica, da svolgere in laboratorio su PC, a cui segue una parte orale. Ai fini del superamento dell'esame, lo studente deve dimostrare di aver compreso quali sono gli aspetti più critici nella soluzione di un problema mediante codici CFD e come sia possibile ottenere soluzioni ingegneristicamente corrette col minimo impiego di risorse computazionali.
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti