Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
01IMRFB
Progettazione edile
Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Scarzella Gian Paolo       56 56 0 0 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/10 10 B - Caratterizzanti Architettura e urbanistica
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso di progettazione edile ha l'obiettivo di formare lo studente su principi e metodi essenziali per la progettazione di adeguati interventi di recupero riguardanti organismi edilizi di valore storico, ambientale e documentario.
Competenze attese
Lo studente è chiamato a sviluppare un'esercitazione progettuale riguardante un edificio esistente dimostrando l'acquisita capacità di
- sapere individuare le vicende costruttive dell'organismo edilizio,
- sapere riconoscere e discernere la materia architettonica autentica da conservare dalle parti dello stesso organismo edilizio potenzialmente trasformabili,
- sapere intervenire in modo appropriato sia in merito alla scelta dei materiali, sia in merito alle scelte dei sistemi e delle soluzioni architettonico-tecniche più indicate per il caso specifico, che per quanto concerne le scelte formali e compositive del progetto,
- sapere sviluppare gli elaborati progettuali alle diverse scale di rappresentazione utilizzando in modo appropriato la simbologia e la definizione grafica delle informazioni in essi contenute,
- sapere collocare in modo adeguato, nel caso di studio prescelto, le funzioni previste dal progetto, anche in relazione alle disposizioni legislative ed alle normative vigenti nel settore in cui l'esercitazione è sviluppata.
Attraverso gli elaborati che compongono l'esercitazione finale, lo studente dovrà dimostrare la validità delle scelte progettuali proposte e la propria crescita maturata nell'ambito del corso.
Prerequisiti
Lo studente, svolgendo le esercitazioni previste all'interno del Laboratorio di Storia e Disegno dell'architettura che costituiscono la base di partenza per l'esercitazione del corso in oggetto, deve dimostrare di possedere una buona padronanza dei sistemi di rappresentazione di tipo tradizionale (disegno manuale) ovvero con l'ausilio di strumenti informatici.
Programma
- Criteri progettuali per la conservazione degli organismi architettonici di pregio (o di loro parti) in funzione di un recupero compatibile,
- criteri di distribuzione delle funzioni negli edifici in relazione alle attività ed agli usi previsti,
- criteri di dimensionamento ed organizzazione degli spazi, dimensionamento degli arredi (standard),
- materiali e sistemi per il recupero; in particolare, illustrazione di soluzioni architettonico-tecniche utili alla rifunzionalizzazione degli edifici. I diversi argomenti in questione sono trattati in cicli di lezioni che prendono in considerazione le diverse parti dell'edificio e le connesse problematiche di conservazione e recupero come, per esempio:
' metodi per il risanamento delle parti basse degli edifici e per il contenimento dell'umidità ascendente sistemi per il recupero di volte e di solai lignei,
' materiali e sistemi per l'isolamento di coperture discontinue tradizionali con orditure lignee originali da conservare,
' materiali e sistemi per la chiusura di volumi esistenti, prevalentemente destinati (in origine) a funzioni agricole, produttive, ecc.,
' materiali e sistemi per la sistemazione delle aree esterne degli edifici.
- Strumenti per l'interpretazione delle prescrizioni normative dei Piani Regolatori,
- illustrazione della vigente legislazione regionale (e dei relativi Regolamenti di attuazione) in materia di recupero dei rustici, di recupero dei sottotetti nonché in merito ai requisiti previsti per le aziende agrituristiche,
- illustrazione delle principali prescrizioni in materia di normativa antincendio,
- illustrazione dei criteri di progettazione utili all'abbattimento delle barriere architettoniche; riferimenti normativi (Legge 13/89 e s.m.i.) ed esempi di applicazione dei contenuti del D.M. LL.PP. 14 giugno 1989, n° 236,
- criteri di progettazione, riferimenti normativi ed esempi di dimensionamento di impianti di elevazione per edifici aperti al pubblico,
- criteri di progettazione, riferimenti normativi ed esempi di dimensionamento di cucine per ristoranti, alberghi ed aziende agrituristiche,
- illustrazione di realizzazioni esemplari nel campo del recupero degli edifici, sia di edifici destinati alla residenza sia di quelli destinati ad una fruizione pubblica (per esempio, musei, ristoranti, alberghi, strutture polivalenti).
Altri argomenti specifici sono trattati in funzione di particolari problematiche che possono emergere
durante lo svolgimento delle esercitazioni; tali problematiche, generalmente comuni ai temi sviluppati dagli studenti, sono affrontate sia sotto l'aspetto dei criteri sia sotto quello dei sistemi da adottare per la definizione delle soluzioni praticabili.
Laboratori e/o esercitazioni
Esercitazione, singola o di gruppo, consistente nella redazione di un progetto architettonico di recupero di un edificio esistente. L'esercitazione comprende la redazione di elaborati grafici dalla scala di disegno urbano (1:500), alla scala di progetto architettonico e di progetto esecutivo (1:100, 1:50), a quella di dettaglio (1:20, 1:5).
Bibliografia
Durante il corso saranno fornite le dispense dal docente.
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
Verifiche periodiche dello stato di avanzamento del lavoro.
Verifica finale tramite prova orale sulle tematiche trattate a lezione e sviluppate nel corso dell'esercitazione.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2006/07
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti