Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
01IMUFZ
Storia dell'architettura e cultura dei beni architettonici
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Edile - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Scalva Giuseppa Teresa       75 45 0 0 1
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/18 10 A - Di base Formazione nella storia e nella rappresentazione
Obiettivi dell'insegnamento
Obiettivi dell'insegnamento

Il corso affronta alcune problematiche essenziali che mettono in luce la complessità di relazioni tra condizioni socio-economiche, architettura e storia della città contemporanea, sollecitando lo studente all'analisi e alla riflessione critica.
Prendendo in considerazione alcuni momenti della storia dell'architettura contemporanea, il corso focalizza l'attenzione su temi specifici, quali la ricerca di nuovi linguaggi espressivi, la formulazione di programmi culturali, la specializzazione delle figure professionali, per giungere a toccare alcuni momenti significativi della crisi del movimento moderno.
Lezioni specifiche sono dedicate all'individuazione di metodologie di analisi basate principalmente sullo studio e il confronto critico tra le fonti bibliografiche.

Prerequisiti
Conoscenza generale della storia dell'architettura come da manuale di scuola media superiore (es.: Giulio Carlo Argan, Storia dell'arte italiana, 3 voll., Firenze, Sansoni 1977, Giorgio Cricco, Francesco Di Teodoro, Itinerari nell'arte, 3 voll., Bologna, Zanichelli, 1996)

Competenze attese
Capacità di collocare le architetture nel loro contesto temporale e culturale, di leggerle criticamente inserendo la storia dell'architettura e della città in un discorso storico complesso, aperto al confronto con altre discipline.
Programma
Le lezioni affrontano l'analisi di alcuni fenomeni architettonici e urbanistici realizzati in ambito europeo e statunitense, mettendo in relazione competenze professionali e progressiva specializzazione disciplinare, committenza e costruzione della città nell'Ottocento e nel Novecento.
Approfondimenti specifici contribuiscono a inquadrare utopie, progetti, sperimentazioni, ma anche contraddizioni e contrasti connessi con le trasformazioni attuate nei principali stati europei nell'ambito cronologico indagato.
Laboratori e/o esercitazioni
L'esercitazione affronta alcuni aspetti del rapporto tra architettura e scienza, attraverso l'analisi di esempi contemporanei e casi studio individuati nell'ambito della storia dell'architettura. Si propone di focalizzare l'attenzione sulla necessità dell'architettura di ricercare elementi fondativi esterni, che in particolare nell'ultimo secolo si è indirizzata verso le scienze in quanto uniche discipline che la modernità ancora considera 'vere'. Le lezioni esaminano alcuni momenti in cui i progettisti coscientemente hanno fatto uso di nozioni scientifiche per giustificare linguaggi formali e posizioni ideologiche, indagando gli slittamenti che si creano nel passaggio da un ambito all'altro.
L'esercitazione scritta svolta in gruppo (2-4 studenti) costituirà a tutti gli effetti oggetto di verifica finale.

Strumenti didattici e materiali di consumo
I testi suggeriti saranno integrati con bibliografia specifica, in parte indicata durante le lezioni e le esercitazioni, in parte fornita in fotocopia dal docente.
Note

Bibliografia
Manfredo Tafuri, Francesco Dal Co, Architettura contemporanea, Milano, Electa, 1976.
Giovanni Fanelli, Roberto Gargiani, Il principio del rivestimento. Prolegomena a una storia dell'architettura contemporanea, Roma-Bari, Laterza, 1994.
Giovanni Fanelli, Roberto Gargiani, Storia dell'architettura contemporanea, Roma-Bari, Laterza, 1998.

Supporti alla didattica in uso alla docenza
Proiettore per diapositive, lavagna luminosa, videoproiettore, PC. Due aule in contemporanea per esercitazioni a squadre separate.

Controllo dell'apprendimento e modalità d'esame
L'esame consiste in un colloquio nel quale lo studente dovrà dimostrare capacità di collocare le architetture nel loro contesto temporale e culturale, di leggerle criticamente inserendo la storia dell'architettura e della città in un discorso storico complesso, aperto al confronto con altre discipline. Si ritiene pertanto necessario che gli argomenti affrontati nel corso delle lezioni siano integrati con lo studio dei testi consigliati.
Lo studente dovrà inoltre dimostrare la capacità di discutere l'argomento dell'esercitazione che avrà presentato per iscritto secondo le modalità stabilite.

Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2004/05
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti