Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2010/11
01IMYFB
Urbanistica e diritto amministrativo/Diritto amministrativo
Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Mellano Franco ORARIO RICEVIMENTO     36 40 0 0 5
Mellano Franco ORARIO RICEVIMENTO     10 36 0 0 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/21
IUS/10
5
2.5
F - Altre (art. 10, comma 1, lettera f)
C - Affini o integrative
Altro
Cultura scientifica, umanistica, giuridica, economica, socio-politica
Obiettivi dell'insegnamento
All'interno del Corso di Laurea di primo livello di Ingegneria Edile, l'insegnamento di Urbanistica rappresenta l'unico momento di insegnamento della disciplina.
Il corso intende dunque impartire agli studenti di Ingegneria Edile la terminologia giuridica di base ed i fondamenti della materia, al fine di dotarli della preparazione culturale di base indispensabile per avviarsi nel mondo della professione o accedere al successivo corso di specializzazione.
Competenze attese
Capacità di analisi dei sistemi urbani e conoscenza della legislazione urbanistica italiana e straniera. Capacità critica nell'analisi dei processi di pianificazione / riqualificazione.
Prerequisiti
La prima parte del corso, dedicata agli elementi di diritto amministrativo, non necessita di prerequisiti particolari ma è da intendersi necessariamente propedeutica alla seconda parte del corso stesso.
Per affrontare la seconda parte del corso sono richieste conoscenze puntuali derivanti dai corsi di disegno, di cultura della città e del territorio, e conoscenze delle problematiche legate ai diversi sistemi infrastrutturali che interessano le aree urbane.
Programma
Gli insegnamenti vengono suddivisi seguendo una ripartizione dei temi così articolata:
- ORGANIZZAZIONE DELLO STATO E FONTI DEL DIRITTO. Il ruolo degli organi di governo nonchè del sistema delle fonti del diritto italiano e dei principi che ne regolano i rapporti. In particolare: la disciplina urbanistica nel nuovo riparto di competenza legislative tra Stato e Regioni.
- L'ORGANIZZAZIONE E L'ATTIVITA' DELL'AMMINISTRAZIONE. Il principi fondamentali dell'organizzazione dell'amministrazione. Gli enti pubblici ed in particolare gli enti territoriali. Le modalità di azione dell'amministrazione. In particolare: l'esercizio del potere. Il provvedimento amministrativo e i suoi caratteri. Il procedimento amministrativo e le sue fasi.
- LA TUTELA NEI CONFRONTI DELL'AMMINISTRAZIONE. I vizi dei provvedimenti amministrativi. L'autotutela. I ricorsi amministrativi. Il ricorso giurisdizionale.
- LA DISCIPLINA DELL'ATTIVITA' EDILIZIA. Le attività liberamente realizzabili. Il permesso a costruire. La D.I.A
- PROFILI GIURIDICI DELL'URBANISTICA. la pianificazione ed in particolare la formazione del prg. Cenni alla pianificazione urbanistica di attuazione. Le misure di salvaguardia. Il procedimento amministrativo di espropriazione per pubblica utilità.
- IL SIGNIFICATO DELL'URBANISTICA. Il campo disciplinare. Definizioni, interpretazioni, nomenclature. I contributi di altre discipline. L'evoluzione della cultura urbanistica.
- ELEMENTI DI LEGISLAZIONE URBANISTICA anche con riferimento alla normativa vigente nei principali paesi europei. A partire dalla legge fondamentale urbanistica italiana del 1942, si esaminano le più significative leggi di settore sottolineando parallelismi e diversità con il quadro giuridico formatosi in altre realtà, sempre in relazione a diverse contrasti storici e politici.
- ANALISI DEL QUADRO STRUMENTALE DELLA PIANIFICAZIONE VIGENTE IN ITALIA con cenni alla pianificazione di significativi casi europei. In questo quadro viene esaminata con attenzione la tecnica degli strumenti di pianificazione, le procedure e le relative competenze. Particolare attenzione viene riservata al quadro sperimentale emerso dalle esperienze della New Towns inglesi e dalle Villes Nouvelles francesi.
- RIFLESSI DELLE COMPONENTI ECONOMICHE NEL PROCESSO DECISIONALE DELLE POLITICHE URBANE. A partire dalle teorie classiche nella rendita fondiaria urbana, si sviluppano riflessioni circa i molteplici condizionamenti che producono sull'aggregazione del territorio.
- VALUTAZIONE DELLE PARTICOLARI CONDIZIONI CULTURALI E OPERATIVE PROPEDEUTICHE ALL'INTERVENTO NEI CENTRI STORICI.
- L'EVOLUZIONE DELLE GEOMETRIE URBANE. L'antichità: insediamenti a tracciato spontaneo e insediamenti a tracciato geometrico. La civiltà romana: struttura urbana e strutture territoriali; Le trasformazioni medioevali delle strutture urbane romane. Gli spazi collettivi della città medioevale. La trattatistica urbana. L'urbanistica barocca. Gli effetti della rivoluzione industriale sulla struttura fisica delle aree urbane e sull'organizzazione del territorio. Le trasformazioni ottocentesche. L'epoca moderna. Le New Towns inglesi e le Villes Nouvelles francesi.
- LE UTOPIE DELL' '800 e del '900.
- LA CULTURA DEI CENTRI STORICI. L'evoluzione del concetto di centro storico. Metodi di rilievo ed analisi conoscitive. Il problema del recupero dell'ambiente costruito. Esempi di intervento in alcune città italiane.
- DALLA CULTURA DELL'ESPANSIONE ALLA CULTURA DELLA TRASFORMAZIONE DELLA CITTA'.
Laboratori e/o esercitazioni
Non sono previste esercitazione nella prima parte del corso.
Nella seconda parte del corso, le esercitazioni sono finalizzate all'approfondimento di alcune componenti di carattere interdisciplinare dell'urbanistica: in tal senso gli studenti sono chiamati ad analizzare alcuni micro-sistemi urbani, con l'obiettivo di individuare e di assimilare le metodologie progettuali per la produzione di ambienti o di sistemi che ordinariamente vengono attribuiti alla disciplina urbanistica.
Bibliografia
Durante il corso gli allievi avranno accesso al sito internet del corso da cui saranno scaricabili le dispense dei temi principali affrontati, alcuni esempi di progetti urbanistici alle diverse scale, fotografie di modelli e tavole di esercitazioni degli anni precedenti, materiale tecnico/legislativo: questo sito sarà per gli studenti un punto di partenza verso altre utili risorse urbanistiche on-line.
I docenti metteranno a disposizione degli allievi una scheda bibliografica da cui scegliere la lettura individuale e segnaleranno un elenco di riviste consultabili nelle biblioteche della facoltà utili alla definizione delle linee guida dell'esercitazione.
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
Relativamente alla parte del corso concernente al diritto amministrativo, la verifica di apprendimento consiste in un colloquio orale. Il superamento di tale prova è condizione necessaria per sostenere l'esame relativo alla seconda parte del corso.
Relativamente alla seconda parte del corso, il lavoro, svolto per gruppi, viene controllato settimanalmente dai docenti nell'intento di definire congiuntamente il percorso di analisi urbanistica.
L'esame consiste in una prova orale in cui gli studenti, utilizzando l'esercitazione svolta durante il corso, dovranno dimostrare di aver compreso i concetti fondamentali dell'analisi storico-evolutiva degli ambiti urbani e la padronanza della tecnica urbanistica. Dovranno inoltre illustrare l'ex-tempore individuale o il test a risposta multipla realizzato durante l'ultima settimana di corso.
Il voto finale consisterà in una media dei voti conseguiti relativamente alle due parti del corso.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2006/07
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti