Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
01IPJGD
Complementi di ingegneria degli acquiferi
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Di Molfetta Antonio       42 14 0 0 6
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/30 5 B - Caratterizzanti Ingegneria per l'ambiente e il territorio
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso si propone di fornire le conoscenze necessarie non solo ad analizzare ' con un approccio di tipo quantitativo ' i fenomeni di propagazione dei contaminanti nelle acque di falda, ma ad affrontare dal punto di vista ingegneristico il progetto di caratterizzazione della contaminazione e di bonifica degli acquiferi. Questi risultati vengono ottenuti sulla base della classificazione chimico-fisica-tossicologica dei contaminanti usualmente presenti nelle acque di falda, dell'analisi dei fenomeni di propagazione dei contaminanti, della conoscenza della soluzioni analitiche dell'equazione del trasporto di massa, dei metodi di campionamento delle matrici ambientali, delle tecnologie di bonifica disponibili e applicabili anche sulla base dell'applicazione della procedura di analisi del rischio sanitario ambientale.
Competenze attese
CapacitÓ di risolvere problemi relativi alla propagazione dei contaminanti nelle acque di falda e di impostare un progetto di caratterizzazione, bonifica e messa in sicurezza di un acquifero contaminato.
Prerequisiti
03BHXFL Ingegneria degli Acquiferi..
Programma
Classificazione chimica, fisica e tossicologica dei contaminanti presenti nelle acque sotterranee. Meccanismi di propagazione degli inquinanti in falda: advezione, dispersione idrodinamica, adsorbimento, decadimento radioattivo, biodegradazione, altri processi. Fondamenti teorici dell'equazione differenziale del trasporto di massa. Soluzioni analitiche dell'equazione differenziale del trasporto di massa per soluti conservativi e per soluti reattivi. Propagazione delle sostanze non miscibili con l'acqua di falda. La normativa italiana in materia di messa in sicurezza bonifica e ripristino ambientale di siti contaminati. Piano della caratterizzazione: metodologie di campionamento del mezzo saturo e non saturo. L'analisi di rischio sanitario ambientale. Bonifica e messa in sicurezza di acquiferi contaminati.

BIBLIOGRAFIA

a) Testo di riferimento per il corso:
A. Di Molfetta, Ingegneria degli Acquiferi, Politeko Edizioni, 2 edizione, Torino 2003.
b) Per approfondimenti ed ulteriore consultazione:
P.A. Domenico, F.W. Schwartz, Physical and Chimical Hydrogeology, John Wiley & Sons Inc., New York, Second Edition, 1998.

CONTROLLO DELL'APPRENDIMENTO E MODALIT└ D'ESAME

L'esame Ŕ scritto e consiste nella risposta a 10 domande in un tempo massimo di 90 minuti.
Alcune delle domanda sono di tipo teorico a risposta aperta, altre consistono nella risoluzione di semplici calcoli applicativi. Ogni risposta corretta vale 3 punti. Nella valutazione finale si tiene conto anche del lavoro individuale svolto durante le esercitazioni, che devono essere presentate una settimana prima della data di esame.
Laboratori e/o esercitazioni
Studio individuale di un contaminante tipico. Risoluzione di problemi relativi alla propagazione di contaminanti in falda. Applicazione della procedura di analisi di rischio sanitario ambientale. Dimensionamento di una barriera idraulica. Dimensionamento di una barriera reattiva permeabile a ferro zerovalente.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2005/06
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti