Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
01IPMGD, 01IPMFY
Protezione idraulica del territorio e infrastrutture idrauliche
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Della Protezione Del Territorio - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Poggi Davide ORARIO RICEVIMENTO AC ICAR/02 70 16 8 0 1
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/02 10 B - Caratterizzanti Ingegneria per l'ambiente e il territorio
Programma
Il corso Ŕ suddiviso in due blocchi verticali, ognuno corrispondente a 5 crediti. Il secondo blocco coincide con il corso di Sistemazioni Idrauliche da 5 crediti per gli
allievi Civili.

PARTE PRIMA: METODI PER LA PROTEZIONE IDRAULICA DEL TERRITORIO
- Introduzione: Principi e Metodi
' Principi di protezione idraulica del territorio: cosa proteggere, da cosa
proteggere; il concetto del rischio.
' Principi guida nella valutazione del rischio idraulico
' Tipologie di interventi: strutturali e non strutturali, distribuiti e localizzati, intensivi ed estensivi
' Organi istituzionali e norme di settore
' Centri funzionali di Protezione Civile e metodi operativi.
Strumenti idrologici per la protezione idraulica del territorio
' Modelli per la ricostruzione di eventi di piena
' Modelli statistici per la stima di piene di progetto in sezioni non monitorati
' Stima dei volumi di piena: curve di riduzione dei colmi di piena
' Laminazione delle piene: principi base e dimensionamento di massima di opere
- Grandi opere idrauliche e protezione del territorio
' Traverse fluviali: Caratteristiche funzionali principali e tipologie costruttive.
' Dighe di ritenuta: Caratteristiche funzionali principali e tipologie costruttive.
' ModalitÓ di laminazione delle piene per effetto della presenza di dighe di ritenuta

PARTE SECONDA: SISTEMAZIONI IDRAULICHE ' OPERE ED INFRASTRUTTURE
(coincide con il programma di Sistemazioni Idrauliche per Civili)
Richiami di Idraulica
Fondamenti di moto a superficie libera, moto uniforme, moto permanente.
Teoria della propagazione delle onde di piena
Protezione da dissesti di origine idraulica
' Principi di trasporto solido. Le condizioni di dissesto e le possibili diverse interpretazioni. Le alluvioni ed il conseguente dissesto, deposito e scavo.
' Le condizioni di dissesto e le metodologie di stabilizzazione planimetrica del corso d'acqua.
Dimensionamento di opere
' La protezione dal dissesto: briglie di consolidamento.
' Fondamenti di moto "bruscamente" vario.
' Progettazione delle delle casse di espansione e dei relativi organi accessori, argini, sfioratori, etc..
Laboratori e/o esercitazioni
Le esercitazioni si svolgeranno anche mediante l'impiego di software applicativi dedicati alla simulazione idrologica ed idraulica (es. HEC-HMS)
PARTE I
Ricostruzione di eventi di piena storici, stima di un evento di piena di progetto ed applicazione di metodi per la laminazione della piena.
PARTE II
Progettazione e verifica di interventi di difesa attiva basati sulla laminazione delle piene.
Bibliografia
R. Rosso, "Manuale di protezione idraulica del territorio. Appendice sulla normativa italiana in materia di difesa del suolo, protezione civile e dighe", CUSL Milano, 2002.
L. Da Deppo, C. Datei e P. Salandin, "Sistemazione dei corsi d'acqua", Edizioni Libreria Cortina Padova, 2005.
Appunti distribuiti durante il corso.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti