Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
01JJAGK
Politiche urbane e territoriali in Italia e in Europa
Corso di L. Specialistica in Pianificazione Territoriale, Urbanistica E Ambientale - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Bedrone Riccardo ORARIO RICEVIMENTO     60 0 0 0 7
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/20 5 B - Caratterizzanti Urbanistica e pianificazione
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso si propone di descrivere i fenomeni economico-localizzativi più significativi nel territorio dell'Unione Europea, le politiche di controllo adottate e le strategie territoriali seguite dai paesi membri, attraverso l'analisi di situazioni e casi specifici. La prima parte è volta a verificare in qual modo gli orientamenti espressi nei documenti ufficiali dell'Unione europea (in particolare gli aggiornamenti dello Schema di sviluppo dello spazio europeo) si siano tradotti in specifiche politiche nazionali e locali e abbiano potuto condurre ad adottare strategie e strumenti ' differenziati o coincidenti ' di organizzazione e gestione dello spazio. Degli orientamenti prevalenti che indirizzano le opzioni territoriali, vengono evidenziati i principali fattori di influenza sull'organizzazione continentale e vengono approfondite la genesi e le conseguenze delle politiche di sostegno ad un'azione di nuovo sviluppo urbano e locale. La seconda parte si sofferma sulla descrizione delle forme di controllo delle trasformazioni territoriali adottate dai paesi membri dell'Unione e sull'analisi di situazioni e casi specifici, guardando in particolar modo ai territori di recente entrati nell'Europa comunitaria con l'allargamento.
Competenze attese
Il corso intende rendere edotti e consapevoli, attraverso opportune descrizioni comparative, dei principali fenomeni territoriali-localizzativi in atto in Europa e degli strumenti utilizzati per il loro controllo, in modo da consentire di valutare analogie e differenze tra i vari paesi anche alla luce delle loro condizioni strutturali, della evoluzione delle loro politiche economiche e delle performance raggiunte o previste.
Prerequisiti
Comprensione della terminologia urbanistica impiegata nei corsi seguiti negli anni precedenti e delle più comuni procedure di pianificazione, insieme alla conoscenza elementare delle origini, delle finalità istitutive e del funzionamento degli organi dell'Unione Europea, soprattutto nella loro azione di coordinamento e di indirizzo delle politiche territoriali.
Programma
1) The strategies of physical fallen back economic planning on the European Union
2) The guideline of the territorial policy and the course of the urban city problems in Europe
3) Fallen back and purposes of communitarian financing for the local development
4) The complex programs of initiative of the European Union
5) The new order of the continental space and the spread of the strategic planning
Programma: informazioni integrative
In termini generali, vengono esaminati la dimensione e la diffusione delle politiche comunitarie (comprese le risorse finanziarie), per filoni e fasi di applicazione, a seguito della illustrazione:
- delle strategie di pianificazione economica aventi ricaduta fisica dell'Unione europea;
- dell'orientamento delle politiche territoriali e dell'andamento dei problemi urbani in Europa;
- delle finalità e ricadute dei finanziamenti comunitari per lo sviluppo locale;
- dei programmi complessi di iniziativa dell'Unione;
- del nuovo assetto dello spazio continentale e della diffusione della pianificazione strategica.
Dei nuovi paesi membri, in particolare, sono presi in particolare considerazione, per quanto già disponibile o rintracciabile con apposita attività di ricerca, la struttura socio-economica e le attuali manifestazioni di tendenza dello sviluppo, gli ordinamenti istituzionali, l'articolazione dei poteri e la distribuzione delle risorse nei sistemi di governo del territorio, la legislazione sulla pianificazione territoriale ed urbanistica (i livelli, i contenuti e l'efficacia dei piani), le iniziative concorrenti alla definizione dei programmi e delle strategie di intervento sul territorio (abitazione, trasporti, attività economiche, ambiente), le dinamiche urbane, le forme di cooperazione e di competizione delle aree metropolitane, gli interventi di carattere strutturale riguardanti le città e le agglomerazioni.
Laboratori e/o esercitazioni
Non si svolge attività di laboratorio, mentre è prevista la preparazione, a cura degli studenti riuniti in gruppi, di eventuali schede di analisi su particolari aspetti delle politiche territoriali e della competizione urbana in atto nei paesi esaminati, in particolar modo quelli entrati nell'UE a seguito del recente allargamento.
Bibliografia
Dispense fornite durante l'avanzamento del corso, a cura di R. Bedrone, oltre a Borchardt K.D., 'L'ABC del diritto comunitario', Comunità europea, Bruxelles (2000) e Newman P., Thornley A., 'Urban planning in Europe', Routledge, London (1995)
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
E' prevista una prova di verifica scritta, alla conclusione del corso e precedente l'esame, non obbligatoria, avente particolare riferimento ai temi trattati nella parte del corso dedicata all'azione territoriale ed ai programmi comunitari. Costituirà parte della materia d'esame e potrà essere valutata come esonero dalla verifica citata: quest'ultima possibilità comporta la frequenza alle lezioni. L'esame è unico e si svolge in forma orale, con riferimento agli argomenti affrontati nel corso, alle dispense ed ai testi della bibliografia essenziale.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti