Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2015/16
01NWXPO
Atelier inside/outside
Corso di Laurea Magistrale in Design Sistemico - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Astolfi Arianna ORARIO RICEVIMENTO AC ING-IND/11 42 0 0 29 2
Germak Claudio ORARIO RICEVIMENTO PO ICAR/13 42 0 0 0 6
Roccella Graziella ORARIO RICEVIMENTO     42 0 0 30 2
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/13
ICAR/14
ING-IND/11
6
6
6
B - Caratterizzanti
C - Affini o integrative
F - Altre attività (art. 10)
Design e comunicazioni multimediali
Attività formative affini o integrative
Altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro
Presentazione
L'Atelier è svolto in parallelo su due Corsi di Laurea Magistrale: Architettura per il Progetto sostenibile ed Design Sistemico. Coinvolge gli studenti in un’esperienza di integrazione del pensiero e del fare proprio delle due figure di progettista, architetto e designer, per le quali oggi la sfida avviene nel confronto con la sostenibilità di materiali, componenti, tecnologie appropriate ed energie impiegabili in rapporto con il contesto storico, sociale e paesaggistico in un’ottica generale di progetto con approccio sistemico tendente a emissioni zero. Propone un'attività di allestimento dello spazio interno/esterno, che in ragione della matrice progettuale storica europea e in particolare italiana è condivisibile dalle due figure. Le esercitazioni progettuali, definite di anno in anno anche in collaborazione con Enti e/o Aziende e condivise da gruppi misti tra studenti di Architettura e Design, riguardano temi di riqualificazione urbana a piccola scala nell'indirizzo "social e smart", con particolare attenzione alle dimensioni del design del servizio (comunicazione e interazione), del paesaggio costruito e dei componenti dell'involucro edilizio, dell'arredo per la collettività e dell'impiego sperimentale di energie rinnovabili. L’Atelier è semestrale, collocato al I° semestre.
Risultati di apprendimento attesi
- Capacità di leggere lo spazio come risultante di un processo di conoscenza allargato che pone in relazione l'interno con l'esterno;
- Capacità di leggere lo spazio interno ed esterno nel confronto tra funzioni e tecnica con il contesto storico, culturale e paesaggistico;
- Capacità di avviare e sviluppare, con un solido impianto metodologico, un'attività progettuale finalizzata ad un componente (prodotto, sistema di prodotti) per lo spazio interno e/o esterno
- Conoscenza delle principali tecnologie ICT di comunicazione e interazione
- Conoscenza delle principali tecnologie e applicazioni di energie rinnovabili
- Conoscenza delle principali tecnologie e approcci alla progettazione della luce e del suono in ambienti interni ed esterni
- Capacità di contestualizzare materiali e tecniche per lo spazio esterno
- Capacità di riconoscere il valore educativo e promozionale per il fare sostenibile legato all'applicazione di materiali, tecnologie ed energie rinnovabili
- Capacità di comunicare con chiarezza ed efficacia le proposte elaborate attraverso tecniche di comunicazione diverse (scritte, verbali, grafiche)
- Capacità di esporre le proprie proposte anche in lingua inglese.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
Conoscenze di base di storia dell'architettura e del design (in particolare dell’approccio prestazionale), di materiali (tradizionali e innovativi), delle principali tecnologie di produzione, della fisica tecnica ambientale, della rappresentazione manuale e virtuale.
Programma
L'attività dell'Atelier ha come fulcro lo sviluppo di un tema progettuale, variabile di anno in anno.
In riferimento ad una situazione territoriale definita (luoghi e/o architetture), reperita in ambiti circoscritti oggetto di recupero e riqualificazione, l'Atelier esplora un approccio interdisciplinare (composizione architettonica, design e fisica tecnica ambientale) per il progetto di soluzioni e manufatti che siano culturalmente, socialmente e tecnologicamente sostenibili. Saranno privilegiate, in un’ottica ecocompatibile e socialmente sostenibile, le proposte che forniscono una visione contemporanea dell'abitare, dove le funzioni dei manufatti risultino chiaramente comunicate, favoriscano l'integrazione uomo/manufatto e manufatto/ambiente-paesaggio e promuovano l'applicazione di energie rinnovabili e tecnologie interattive, la riduzione dei componenti e il consumo di energia sia in termini di produzione che di funzionamento. Particolare attenzione sarà inoltre posta alla costruibilità reale della soluzione o manufatto, attraverso l'analisi delle diverse opportunità, tra quelle reperibili sul mercato a quelle realizzabili ad hoc.

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA PER IL RECUPERO URBANO (6 CFU, 60 ore)
Coordina le attività del Modulo fornendo compendi teorici e progettuali per la definizione di un programma di riqualificazione di ambienti interni e/o esterni, alle diverse scale del progetto dello spazio e dell'architettura. Tra i temi trattati: il concetto di luogo per abitare, la lettura dello spazio in relazione al contesto funzionale e sociale, il rapporto tra i 'pieni' e i 'vuoti', l'architettura del percorso.

DESIGN PER L'AMBIENTE (PER IL CdLM in ECO-DESIGN 6 cfu, 60 ORE; PER IL CdLM in ARCHITETTURA PER IL PROGETTO SOSTENIBILE 4 CFU, 40 ore)
Fornisce compendi teorici e progettuali per la definizione di componenti e prodotti seriali o ad hoc impiegabili in ambienti a piccola scala, interni e/o esterni. Tra i temi trattati: l’approccio design sistemico per il progetto di arredo di interni/esterni (progetto e controllo delle risorse energetiche); il concetto di design per l'ambiente costruito (interazione uomo/spazio/architettura/prodotto); la sostenibilità del prodotto di arredo per l’ambiente costruito (materiali e tecnologie a ridotto impatto ambientale, tecniche e tecnologie per la definizione del prodotto interattivo).

TECNOLOGIE PER L'ENERGIA E PER L'AMBIENTE (6 CFU, 60 ore)
Compendi teorici e strumenti per la lettura delle problematiche fisico tecniche ed energetiche implicite nello sviluppo di componenti o sistemi di componenti impiegabili in ambienti a piccola scala, interni e/o esterni. Tra i temi trattati: comfort e qualità fisico-tecnica dell'ambiente; principi e tecniche per l'efficienza energetica; luce e suono negli spazi interni/esterni.

Il corso intende fornire conoscenze di metodi e strumenti necessari per la comprensione del rapporto fra tecnologia e progetto, secondo l'approccio esigenziale-prestazionale che rappresenta il supporto teorico delle discipline tecnologiche.
Il corso sviluppa argomenti utili alla formazione della capacità di controllo del ruolo che svolgono i materiali, gli elementi ed i procedimenti costruttivi nella progettazione, nella costruzione, nella manutenzione di un manufatto edilizio.
Organizzazione dell'insegnamento
Le attività che compongono l'Atelier sono in parte di natura teorica e in parte esercitative (di analisi, di progetto e di verifica).
L'esercitazione progettuale prevede attività con matrice comune:
- tutte danno luogo ad un prodotto chiaramente individuato (scritto o grafico),
- i prodotti di ciascuna attività, considerati tappe intermedie nello sviluppo del prodotto complessivo finale, verranno presentati a scadenze prefissate a tutti i componenti del Laboratorio (docenti e studenti): questi costituiscono momenti di discussione e confronto collettivi, e prime tappe di una valutazione che si concluderà con l'esame.
La capacità di presentare con chiarezza ed efficacia e di discutere i prodotti sviluppati viene considerata elemento rilevante della formazione che l’Atelier cerca di dare agli studenti, essendo componente indispensabile nei processi reali di concertazione e negoziazione che accompagnano la definizione ed attuazione di programmi complessi.
L'attività progettuale, in particolare quella relativa al tema annuale di progetto dell’Atelier, sarà svolta da studenti organizzati in piccoli gruppi (di norma 2 studenti del CdLM in Architettura per il Progetto sostenibile e 2 studenti del CdLM in Eco-Design).
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
Sintesi degli argomenti trattati, copia delle slide in powerpoint usate durante le lezioni e documenti utili all'organizzazione delle attività dei gruppi sono distribuite di volta in volta direttamente agli studenti. Si richiede comunque un continuo aggiornamento sull'architettura contemporanea e paesaggio urbano (anche attraverso le principali riviste di settore e i siti internet più aggiornati).

Bibliografia di primo riferimento:

Design per l’ambiente
- C.Germak (a cura di), Uomo al centro del progetto, Allemandi, Torino 2009, italiano/inglese;
- AA.VV. Strategie di immagine urbana per l’area metropolitana, C.Germak (a cura di), Lybra edizioni, Milano 2003;
- AA.VV. Il piano AU. Problematiche ed aspetti metodologici, Nis la Nuova Italia Scientifica, Roma 1994;
- AA.VV., Vitamin Green, Phaidon, Berlino 2012

Progettazione architettonica per il recupero urbano
- F.Bruna, P.Mellano, Architetture nel paesaggio, ed. Skira, Milano 2006
- F.M.Butera, Dalla caverna alla casa ecologica. Storia del comfort e dell'energia, Edizioni Ambiente, 2007.

Tecnologie per l'energia e per l'ambiente
- P. Ricciardi - "Elementi di acustica e illuminotecnica" - McGraw-Hill, 2009.
- AA.VV. - Manuale di progettazione edilizia - Volume secondo - Criteri ambientali e impianti - Hoepli Editore - Milano, 1994.
- AAVV, Manuale di Illuminotecnica, a cura di M. Frascarolo, Mancosu Editore, 2010
- G. Forcolini, Lighting, Hoepli, Milano, 2004
- M. Bonomo, Guida alla progettazione dell’illuminazione stradale e urbana, Mancosu Editore, 2006
- R. Narboni, Luce e paesaggio, creare paesaggi notturni, Tecniche Nuove
- AAVV, Linee Guida per la limitazione dell'inquinamento luminoso e del consumo energetico, Regione Piemonte
Ulteriori riferimenti bibliografici utili per l’approfondimento saranno comunicati durante le lezioni.
Il materiale inerente il contenuto delle lezioni sarà disponibile in formato elettronico sul sito del Politecnico nella pagina del Corso.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’Atelier richiede una assidua frequenza anche in considerazione del giudizio finale che sarà espresso con un unico voto d'esame. Le attività svolte saranno monitorate attraverso valutazioni intermedie, sia a carattere monodisciplinare, sia seminariale con la partecipazione di tutte le discipline. Tali valutazioni intermedie concorreranno al giudizio finale, basato sulla presentazione e discussione di elaborati finali (scritti e grafici). Le attività di Atelier sono svolte dagli studenti accorpati in gruppi, ma il giudizio per ciascuno studente sarà un giudizio individuale (espresso con unico voto), che terrà conto delle valutazioni intermedie (scritte, orali, grafiche) monodisciplinari e seminariali, della valutazione della presentazione e discussione degli elaborati finali e della partecipazione individuale a tale lavoro ed ai momenti di presentazione. Il superamento dell'esame potrà avvenire solo se lo studente dimostrerà di aver conseguito un risultato positivo in tutte le discipline che afferiscono all’Atelier.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2015/16
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti