Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2015/16
01PRVPM
Atelier Progettazione ecocompatibile
Corso di Laurea in Architettura - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Ambrosini Gustavo ORARIO RICEVIMENTO A2 ICAR/14 42 0 0 30 5
Belforte Silvia ORARIO RICEVIMENTO     42 0 0 30 2
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/12
ICAR/14
6
6
C - Affini o integrative
C - Affini o integrative
A13
A11
Presentazione
L’Atelier di Progettazione ecosostenibile si configura come esperienza didattica dell’ultimo anno della laurea triennale in Architettura nella quale le discipline della Progettazione Architettonica e della Tecnologia dell’Architettura convergono in modo sinergico per fornire allo studente, attraverso l'elaborazione di un progetto, gli strumenti per governare il sistema di relazioni che lega esigenze funzionali, vincoli normativi, caratteristiche del contesto ambientale e climatico, tecniche esecutive e materiali.
Il principale obiettivo sono quelli di introdurre nel percorso formativo un’esperienza progettuale focalizzata sul singolo organismo edilizio e sulle sue relazioni con l’intorno più prossimo, al fine di riqualificare l’intero ambito coinvolto a scala microurbana.
Risultati di apprendimento attesi
Obiettivo didattico primario è quello di fare acquisire una modalità di approccio alla progettazione che persegua la qualità ambientale attraverso la conoscenza del contesto e delle relative risorse disponibili, la verifica della corrispondenza tra obiettivi dichiarati e soluzioni adottate, l’accurata analisi delle esigenze, la comprensione dei ruoli funzionali degli elementi e sottosistemi della costruzione, la valutazione delle ricadute delle diverse alternative progettuali sull’ambiente.
Verranno valutate le capacità di comprendere e di applicare le potenzialità progettuali che derivano dall’interazione tra forma e tecnica, rapportate al contesto e le capacità di affrontare compiutamente il progetto architettonico alla scala del singolo manufatto edilizio. Verranno altresì valutate le capacità di rappresentare e comunicare i contenuti progettuali.
Assume centralità apprendere il ruolo del dettaglio costruttivo, inteso come scelta progettuale coerente che implica la capacità di far interagire il repertorio degli elementi costruttivi, delle tecnologie, dei processi, con la conoscenza dei caratteri del costruito e con le esigenze formali e funzionali che caratterizzano il progetto.
Lo studente svolgerà un proprio percorso progettuale che consentirà di sviluppare un’autonomia di giudizio in relazione alle forme insediative, ai caratteri paesaggistici e simbolici della scena urbana, alle tipologie edilizie, ai caratteri distributivi, alle tecniche e ai materiali della costruzione.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
La partecipazione attiva all’atelier è facilitata da :
la conoscenza delle regole di rappresentazione del disegno architettonico alle varie scale;
la capacità di analizzare il costruito secondo l’articolazione del sistema tecnologico in classi di unità tecnologiche, unità tecnologiche, elementi tecnici della costruzione;
la capacità di comprendere e rappresentare le parti della costruzione, dei dettagli tecnici, del ruolo funzionale delle parti;
la conoscenza della teoria esigenziale-prestazionale intesa come guida sia nell’analisi dell'esistente sia nell’impostazione di progetti di architettura basata sul rilevamento delle esigenze primarie degli utenti.
Programma
Le attività di atelier saranno articolate in comunicazioni, lezioni e momenti seminariali (30%) ed esercitazioni e verifiche individuali e collettive (70%). Saranno rivolte allo sviluppo di un progetto a scala edilizia, localizzato nell’area torinese, fino ad affrontare gli aspetti di carattere costruttivo, attraverso la definizione delle implicazioni morfologiche, tipologiche e tecnologiche delle scelte progettuali con riferimento alla loro compatibilità ambientale, al contenimento dei consumi energetici, al perseguimento di elevati livelli di comfort.
Il livello di approfondimento richiesto alla proposta architettonica corrisponde a quello specifico di un progetto definitivo con uno sviluppo ad una scala fino a 1:50.
Approfondimenti ad una scala maggiore saranno riservati all’esplorazione di aspetti tecnologici di sottosistemi dell’organismo edilizio significativi.
L’atelier sarà articolato in una serie di verifiche dell'apprendimento scandite nell'arco del semestre. Alcune verteranno su aspetti specifici della tecnologia e della composizione architettonica, mentre la verifica finale sarà costituita dal lavoro progettuale condotto nel corso del semestre da parte dei gruppi di lavoro. Vi sarà una verifica individuale sull'apprendimento degli aspetti teorici alla base della messa in pratica delle soluzioni tecnologiche.
In relazione al percorso di apprendimento specifico delle discipline coinvolte, il programma didattico dell’atelier sarà rivolto allo studio di:
- analisi delle relazioni tra interno ed esterno degli edifici, in rapporto al progetto dell’involucro edilizio;
- ruolo dei diversi elementi che compongono l’organismo edilizio;
- studio del dettaglio e della relazione tra la parte e il tutto nella concezione architettonica dell’edificio.
Particolare attenzione verrà posta alla questione della sostenibilità, intesa come requisito di base nelle scelte progettuali caratterizzanti il rapporto tra nuovo ed esistente, la morfologia degli edifici, il loro orientamento, le loro caratteristiche costruttive e materiche.
Relativamente allo sviluppo dell’esperienza progettuale, questa dovrà prevedere un percorso che, dalla scala del progetto insediativo, comprensivo delle relazioni urbane più immediate (scala1:500), possa procedere nella descrizione dei caratteri dei manufatti edilizi fino alla scala del dettaglio costruttivo (orientativamente nelle scale1:50 e 1:20).
Organizzazione dell'insegnamento
Gli studenti saranno organizzati in gruppi.
L’attività didattica procederà attraverso lo sviluppo organico di un percorso progettuale, supportato da comunicazioni di inquadramento e di approfondimento teorico e sarà accompagnata da costanti revisioni degli elaborati da parte dei docenti titolari.
Potranno costituire parte integrante dell’attività di laboratorio: interventi di architetti ed esperti esterni, visite ad opere realizzate.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
MONEO, R., Inquietudine teorica e strategia progettuale nell’opera di otto architetti contemporanei, Mondadori, Milano 2005
REID, E., Capire gli edifici, Zanichelli, Bologna 1994
CAMPIOLI, A., LAVAGNA, M., Tecniche e architettura, Citta Studi, Milano 2013
FARAGÒ, F. (a cura di), Manuale pratico di edilizia sostenibile, Esselibri, Napoli 2008
GIORDANO, R., I prodotti per l’edilizia sostenibile, Esselibri, Napoli 2010
Ulteriore bibliografia sarà comunicata dalla docenza nel corso del semestre; sarà anche fornita la documentazione relativa all’area di progetto scelta dalla docenza.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L'esame finale consiste nella discussione della proposta progettuale presentata dallo studente e nella verifica delle competenze acquisite in relazione agli insegnamenti di Progettazione architettonica e Tecnologia dell’architettura.
L’insufficienza in anche uno solo dei due contributi non consente superare l’Atelier
Altre informazioni

SUPPORTI ALLA DIDATTICA IN USO ALLA DOCENZA
Videoproiezioni

STRUMENTI DIDATTICI E MATERIALI DI CONSUMO
Strumenti per il disegno (informatico e/o manuale)
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2015/16
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti