Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2015/16
01QFERV
Applications of Electrical and Mechanical Network Analogies
Dottorato di ricerca in Ingegneria Elettrica, Elettronica E Delle Comunicazioni - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Biey Mario ORARIO RICEVIMENTO     25 0 0 0 3
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
*** N/A ***    
Presentazione
PERIODO: SETTEMBRE - OTTOBRE 2016
Il corso illustra i fondamentali metodi di sintesi di bipoli passivi. Questo argomento ha suscitato un nuovo e crescente interesse dopo la sua applicazione al progetto delle sospensioni di vetture di Formula 1. Sfruttando l’analogia elettro-meccanica e l’introduzione di un nuovo componente meccanico (l’inerter) agli studenti viene illustrato un esempio di progetto di sospensioni, partendo dalla sintesi di un bipolo.

This course concentrates on basic passive one-port synthesis. This subject has stimulated a new growing interest since circuit synthesis has been used to design suspensions for the winning F1-car McLaren in 2005. After describing the inerter, the missing mechanical component, students will face an example of a damper design, based on the transformation of a previously synthesized passive one-port, exploiting electrical–mechanical analogies
Programma
Introduzione e motivazioni. Equazioni circuitali fondamentali. Analogie elettro-meccaniche. Funzioni positive reali. Sintesi di bipoli con due tipi di elementi. Sintesi di bipoli RCLM. Sintesi di funzioni reali positive biquadratiche. L’inerter: il componente meccanico mancante. Un esempio: un problema di assorbimento di vibrazioni.

Introduction and motivations. Basic circuit equations. Electrical–mechanical analogies. Positive real functions. Basic two-element synthesis. Synthesis of RCLM one-ports. Synthesis of biquadratic positive real functions. The inerter: The missing mechanical element. A case study: A vibration absorption problem.

Altre informazioni

AUDIENCE: EEC+
APPROACH: METODOLOGICO
AREA TEMATICA: ELT


Il Collegio del Corso di Dottorato in Ingegneria Elettrica Elettronica e delle Comunicazioni, al fine di aiutare gli studenti ad orientarsi nella definizione del proprio piano di studio, ha deciso di strutturare la sua offerta formativa secondo due criteri:

Target: a quali studenti di dottorato viene primariamente offerto il corso suddividendo la popolazione studentesca in quattro gruppi:
gruppo di ricerca: gli insegnamenti di questo tipo sono piu' orientati alla presentazione di argomenti specialistici di interesse per studenti la cui attivita' di ricerca e' inerente la tematica particolare;
IEEC: corsi che, per la loro natura trasversale, possono essere seguiti da tutti gli studenti che appartengono al dottorato IEEC;
IEEC+: sono da intendersi come insegnamenti offerti al dottorato IEEC e che possono, per le tematiche trattate, essere di interesse anche per studenti di qualche altro corso di dottorato;
SCUDO: sono contenuti in questa categoria corsi che, per la loro natura multidisciplinare, possono essere seguiti da tutti gli studenti di SCUDO.
Approccio: in quale modo la materia viene presentata dividendo gli insegnamenti in:
approccio metodologico, volto a fornire allo studente strumenti operativi sia teorici che applicativi;
approccio informativo, volto a fornire allo studente la storia, lo stato dell’arte della materia, ed i suoi possibili sviluppi dell'argomento di ricerca trattato.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2015/16
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti