Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2016/17
01QNCPV
Storia della città e Digital urban history
Corso di Laurea Magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Tamborrino Rosa Rita Maria ORARIO RICEVIMENTO PO ICAR/18 60 0 0 0 7
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/18 6 C - Affini o integrative Attività formative affini o integrative
Presentazione
Il corso di Digital Urban History-Storia della città si riferisce alle aree di apprendimento del Progetto di conoscenza, della Valorizzazione e della Comunicazione dei Beni Culturali. Il corso è un insegnamento di storia della città e del territorio con metodologie teoriche e pratiche delle Digital Humanities. La storia urbana è affrontata come campo di conoscenza e di racconto evidenziandone la ricchezza dei contenuti complessi. Accanto a fonti e strumenti tradizionali, il corso utilizza le potenzialità di "fare storia" e divulgarla con forme innovative per la visualizzazione e la spazializzazione dei contenuti (per esempio in musei virtuali, siti web, banche dati online). Il tema di approfondimento del corso verterà sulle connessioni tra Cultural Heritage e contesto. Il contesto sarà affrontato come paesaggio storico, ossia come luogo fondamentale di presenze e significati del Cultural Heritage, con attenzione alle componenti architettoniche, agli spazi e in generale all’ambiente costruito. Si guarderà anche alla presentazione della ricerca storica nei musei. Il corso fornisce allo studente nozioni di base nel campo innovativo delle digital humanities, facendogli anche sperimentare una forma applicativa di storia digitale attraverso un caso studio. La modalità di svolgimento del corso si configura come research trainer interdisciplinare, per cui questo corso è strettamente collegato al corso di GIS per i Beni Culturali, modellazione 3D con il quale sarà svolto il tema proposto come esempio di studio. I docenti costituiranno una squadra integrata per le lezioni e per le esercitazioni. Lo studente vi sperimenterà come utilizzare strumenti digitali di indagine, di interpretazione e di verifica per la ricerca storica sul Cultural Heritage e per la disseminazione dei suoi risultati.
Risultati di apprendimento attesi
Le conoscenze che saranno acquisite dallo studente riguardano nozioni e contenuti di storia della città e del territorio in un’ampia cronologia, con particolare attenzione alle trasformazioni del paesaggio storico e dell’ambiente costruito, e alle relazioni con il Cultural Heritage concepito come nozione pure da storicizzare. Un aspetto rilevante di tali conoscenze riguarda le forme del racconto storico, le fonti e gli strumenti tradizionali e digitali per la conoscenza e l’interpretazione storica.
Attraverso il tema di approfondimento, la preparazione si focalizza sulle dinamiche e i processi di cambiamento dell’ambiente costruito in un tempo e in uno spazio determinato, con un approccio digitale alla ricerca storica e alla sua presentazione. Lo studente acquisisce abilità nell’indagine storica collegando il Cultural Heritage al suo contesto in un’area determinata e in una sequenza diacronica, identificandone le fonti, interpretando e archiviando le informazioni, organizzando i dati, visualizzando di volta in volta il percorso conoscitivo, e infine presentando la ricerca storica come esito attraverso l’impiego di strumenti digitali adeguati.
Specifiche abilità conseguite sono la capacità di identificare e riconoscere l’affidabilità delle fonti, l’impiego di un metodo scientifico nel trasferimento delle informazioni per la modellazione 3D e i GIS con contenuti storici, l’individuazione di criteri e gerarchie per organizzare informazioni, l’approccio critico nell’interpretazione dei dati e nella visualizzazione delle dinamiche di trasformazione storica, metodologie che uniscono abilità nelle Humanities e nelle Tecnologie Digitali.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
Fondamenti di storia dell’architettura e della città alle diverse epoche e dei disegni di architettura.
Programma
Nei contenuti teorici il corso affronta con particolare enfasi la teoria e gli strumenti della Digital History, attraverso lezioni teoriche che vertono su un’ampia cronologia - dall’età antica all’età contemporanea – intesa a fornire un quadro complessivo degli sviluppi storici. Le lezioni faranno riferimento a casi studio che si avvalgono di strumenti di racconto e visualizzazione dei contenuti e della ricerca storica, dell’uso di sistemi di georeferenzazione e geolocalizzazione, della costruzione di banche dati. Tali contenuti saranno affrontati anche attraverso esperienze di musealizzazione e racconto di contenuti scientifici e divulgativi, musei virtuali e archivi digitali (20 ore).
Una parte del corso sarà dedicata alla parte di "research trainer" in cui lo studente sperimenterà il metodo e la pratica dell’approccio storico a fonti e strumenti digitali (30 ore). Alcune lezioni saranno dedicate a introdurre il caso studio sulle relazioni tra Cultural Heritage e contesto (10 ore). Il caso studio verterà sulla Campagna UNESCO degli anni Sessanta per salvare i templi della Nubia a seguito delle conseguenze della diga di Assuan, il paesaggio storico con i villaggi andato perduto, e infine l’attuale situazione dei templi nei musei.
La parte di research trainer è del tutto integrata con il corso di GIS per i Beni Culturali-Modellazione 3D. Gli studenti verificheranno come ricreare e visualizzare la storia del contesto perduto dei monumenti attraverso un approccio storico rigoroso a le metodologie delle Digital Humanities.
Organizzazione dell'insegnamento
Il corso è costituito da una base teorica disciplinare - con metà delle ore di didattica previste erogate come lezioni – e una parte svolta in forma di laboratorio didattico interdisciplinare che consentirà allo studente di affrontare un caso studio con la consulenza dei docenti.
Il programma di insegnamento verrà svolto attraverso una forma di "research traning" utilizzando il tema di approfondimento e svolgendolo insieme al corso di GIS per i Beni Culturali. Gli studenti, assistiti dai docenti (sia i docenti del corso GIS per i Beni Culturali sia di Digital Urban History-Storia della città), lavoreranno in gruppo affrontando la strutturazione degli dati della ricerca storica al fine di realizzare analisi dei dati e interpretazioni originali dei dati stessi. Periodicamente verranno proposte delle revisioni complete del lavoro svolto.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
R. Tamborrino (a cura di), Telling the history of the city in the Age of the ICT Revolution, CROMA-Università di Roma Tre, Roma 2014: introduzione e casi studio

Sul caso studio:
UNESCO, Monuments of Nubia-International Campaign to Save the Monuments of Nubia http://whc.unesco.org/fr/activites/172/
Olga Prud'homme Farges, Christiane Desroches Noblecourt, une passion égyptienne (52’), documentario prodotto da Catherine Dussart, Parigi 2009 https://vimeo.com/26365844

Testi di approfondimento:
T. Weller (ed.), History in the digital age, London - New York, Routledge, 2013
D. Calabi (a cura di), Built City, Designed City, Virtual City. The Museum of the City, CROMA- Università di Roma Tre, Roma 2013
A. Burdick, J. Drucker, P. Lunenfeld, T. Presner, J. Schnapp, Digital_Humanities. Cambridge: The MIT Press, 2012.
R. Tamborrino, ‘Searching for a state-of-the-art public space: city museums among archives and networks’, Planning Perspectives (UK), vol. 27, n.3 (July 2012): 463-473
D. Calabi, P. Marino C. Travaglini (a cura di), I musei della città, «Città e Storia», vol. 1-2 (2008).

Sul caso studio:
A. PAOLINI, ‘Successes and Outcomes of the Nubia Campaign’, Museum International 57 (2005), n. 3, pp. 55-59
P. GAZZOLA,‘Il salvataggio dei templi di Abu-Simbel’, Realtà nuova 1968, 1961, (3), 7
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’esame si svolge in unica soluzione con l’esame del corso di GIS per i Beni Culturali
Relativamente al programma svolto nel corso di Digital Urban History-Storia della città gli studenti consegneranno, in corrispondenza della data di appello, i seguenti elaborati per una valutazione da parte del docente: tutti i materiali digitali elaborati (GIS, modelli 3D e altri eventuali elaborati) con una relazione storica esplicativa delle fonti dello studio, il metodo utilizzato per trasferire i dati storici nel GIS e nei modelli 3D, i contenuti utilizzati per la narrazione, e la bibliografia ragionata dello studio di approfondimento. Nella relazione va specificato in modo completo il rimando alle singole fonti utilizzate per ogni elaborato digitale (modelli 3D, GIS, ipertesti, video, animazioni).
Contestualmente alla consegna degli elaborati gli studenti dovranno affrontare un test scritto sulle basi teoriche del corso di Digital History-Storia della Città (2 domande) da svolgersi con le prove del Corso di GIS per i Beni Culturali- Modellazione 3D (in 1 ora). Al termine della valutazione degli elaborati e della prova scritta individuale da parte dei docenti, gli studenti sono convocati per la presentazione orale dei risultati raggiunti nel lavoro di gruppo.
Ogni studente verrà valutato individualmente considerando l’autonomia di giudizio, le abilità comunicative e le capacità acquisite durante lo svolgimento del lavoro di gruppo. La valutazione finale sarà la media degli esiti del test scritto e dell’esito del lavoro di gruppo.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2016/17
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti