Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2017/18
01RVBQA
Geomatics for Urban and Regional Analysis
Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica E Paesaggistico-Ambientale - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Boccardo Piero ORARIO RICEVIMENTO O2 ICAR/06 30 30 0 0 3
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/06 6 C - Affini o integrative Attività formative affini o integrative
Presentazione
Questo insegnamento di specializzazione è rivolto agli allievi che manifestino un particolare interesse per lo studio del territorio e della città finalizzato alla pianificazione urbana e territoriale, all’utilizzazione delle risorse naturali e allo studio di fenomeni ambientali anche in relazione ai cambiamenti climatici. L’insegnamento propone strumenti geomatici come base tecnico-metodologica necessaria per acquisire, memorizzare, modellizzare, elaborare, rappresentare dati geografici necessari per una corretta descrizione, gestione e analisi dei fenomeni ambientali, territoriali e urbani. A partire dalle tipologie di dato, con un focus su quelli di libero accesso (Open Data), l’insegnamento si propone di affrontare un processo progettuale che permetta di concepire, sviluppare e implementare una Sistema Informativo Territoriale avanzato (sfruttando le conoscenze pregresse acquisite nei corsi di base) per memorizzare le informazioni utili alla pianificazione urbana e territoriale in modo strutturato ed efficiente per la successiva analisi, visualizzazione ed estrazione di informazioni ad alto valore aggiunto.
Si seguirà un approccio multi-scala che permetta di integrare in modo coerente informazioni derivate da dati acquisiti da piattaforma satellitare con diverse tipologie di dati cartografici. .
Risultati di apprendimento attesi
Gli studenti acquisiranno dimestichezza con il telerilevamento, la cartografia numerica, le banche dati, i sistemi informativi territoriali (GIS) con lo scopo di derivare prodotti ad alto valore aggiunto. Conosceranno inoltre le principale tecniche di produzione dei dati che costituiscono il cuore dei GIS con particolare riguardo nei confronti del telerilevamento. Saranno in grado di reperire dati ad accesso libero (OpenData) e di utilizzarli correttamente per la pianificazione urbana e territoriale conoscendone contenuto informativo, livello di dettaglio, precisione e accuratezza. Al termine del corso, gli studenti saranno in grado di progettare un SIT, definire le tecniche più efficaci per l'acquisizione dei dati e costruire un prototipo del SIT con software commerciale (ESRI)
L’impostazione dell’insegnamento cerca di stimolare la autonomia di giudizio formando gli studenti alla lettura delle regole nazionali e internazionali sul tema (CISIS, Open Geospatial Consortium, INSPIRE,...) per comprenderne in modo approfondito i contenuti e analizzarne criticamente l'efficacia.
Lo svolgimento delle esercitazioni incoraggia l'interazione e lo scambio di informazioni, incentivando gli studenti ad acquisire proprietà di linguaggio e chiarezza espositiva.
Lo studente, al termine dell'insegnamento, sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite ad altri casi applicativi, eventualmente utilizzando altri software (commerciali e non) attraverso le competenze progettuali acquisite nell'insegnamento.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
Sono richieste le nozioni di base su: principali sistemi di riferimento terrestri e sulle rappresentazioni cartografiche associate, GIS.
Programma
Il programma prevede la suddivisione in 2 moduli di lezione frontale, per una durata complessiva di 32 ore ed una serie di esercitazioni pratiche (28 ore circa) da svolgersi presso i Laboratori di Informatica di Base.

Modulo 1: Sistemi Informativi Territoriali avanzati (32 ore)
Questo modulo intende fornire agli studenti tutte le conoscenze teorico-applicative relative all’utilizzo avanzato di geodatabse per la gestione di dati geografici. Particolare attenzione verrà prestata all’utilizzo di fonti dati di pubblico dominio (analizzandone nel dettaglio le caratteristiche in termini di modello dati e metadati). La gestione dei dati (inclusi consistenti archivi di dati raster) all’interno di un Geodatabase consente il mantenimento dell’integrità dei dati ed il relativo accesso simultaneo a più utenti. Inoltre le funzionalità offerte da un Geodatabase abilitano la standardizzazione delle rappresentazioni cartografiche, l’analisi e gestione topologica e l’efficiente processamento geografico degli stessi (es: gestione di grafi di mobilità, analisi geostatistiche e derivazione di tematismi), ovvero strumenti ed informazioni di supporto alla pianificazione territoriali.
Geodatabase: teoria, definizione ed architettura generale. ESRI Geodatabase: Feature class (feature dataset, subtypes, attribute domains, relationship classes, topology, network dataset, cartographic representations), Tables (subtypes, attribute domains, relationship classes), Rasters (raster datasets, mosaic datasets, raster catalogs, raster attribute columns). Tipologie di GeoDatabase: Personal, File, Enterprise. Implementazione di un Geodatabase: progettazione, creazione ed inserimento dati. Utilizzo del Geodatabase: ESRI ArcGIS (version 10.x)


Modulo 2: Telerilevamento (28 ore)
Questo modulo intende fornire tute le conoscenze teoriche applicative utili all’utilizzo di immagini multi-spettrali acquisite da piattaforma satellitare per analisi di tipo ambientale e ai fini di pianificazione urbana e territoriale. Verrà quindi posta particolare attenzione alle procedure utili all’aggiornamento cartografico, alla derivazione di coperture del suolo multi-temporali e all’estrazione di tematismi utili alla caratterizzazione del territorio sia nella componente naturale sia antropica.
Le piattaforme satellitari disponibili: caratteristiche, precisione, accuratezza, livelli informativi. La fisica dell’acquisizione da piattaforma satellitare: diffusione, riflessione e irraggiamento, la risposta degli oggetti nello spettro elettromagnetico, le bande oltre il visibile. Le tecniche di preprocessing: georeferenziazione, calibrazione e filtraggio. Le tecniche di analisi: classificazione radiometrica e geometrica, l’estrazione manuale e/o automatica di informazioni cartografiche, la mappa di uso del suolo.
Organizzazione dell'insegnamento
I laboratori svolti al LAIB costituiscono circa la metà del corso (28 ore) e sono dedicati allo svolgimento di due temi principali:
- Applicazione delle nozioni teoriche relative al Geodatabase attraverso l’implementazione di un Geodatabase ESRI ArcGIS.
- processamento di dati multispettrali di tipo Open acquisiti da piattaforma satellitare per l’estrazione di informazioni territoriali a piccola e media scala;
I lavori vengono svolti in gruppo e al termine delle esercitazioni deve essere compilata una apposita relazione descrittiva che costituisce una parte del voto d’esame.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
Il testo principale è costituito dagli appunti delle lezioni forniti dal docente e dalle slide proposte durante le lezioni.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’esame si compone di 3 valutazioni:
- l’esercitazione svolta durante il laboratorio- la capacità di utilizzare praticamente gli strumenti software di elaborazione dei dati e gestione di un Geodatabase;
- l’approfondimento degli aspetti teorici descritti durante il corso su cui si basano le applicazioni pratiche Il voto finale è una media ponderata tra i risultati delle 3 valutazioni precedenti.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2017/18
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti