Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2017/18
01RVJNF
Telerilevamento/Applied geophysics
Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Boccardo Piero ORARIO RICEVIMENTO O2 ICAR/06 48 12 0 0 2
Godio Alberto ORARIO RICEVIMENTO O2 GEO/11 60 20 0 18 2
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
GEO/11
ICAR/06
6
6
C - Affini o integrative
C - Affini o integrative
A11
A11
Presentazione
Il corso si propone di definire gli aspetti pratico-operativi delle indagini geofisiche applicate all’ingegneria civile, ambientale e mineraria e illustrare i metodi interpretativi.
Risultati di apprendimento attesi
Lo studente dovrà maturare una competenza nel contesto delle applicazioni di indagini geofisiche convenzionali applicate ai diversi ambiti ingegneristici. Dovrà dimostrare abilità nel pianificare indagini geofisiche in molteplici ambiti geologici e morfologici, interpretare i risultati delle indagini e conoscere il significato dei parametri geofisici ricavati; dovrà altresì acquisire abilità nel confrontare i parametri geofisici con parametri geotecnici dei terreni e delle rocce e/o parametri idro-geochimici.
Prerequisiti / Conoscenze pregresse
Le conoscenze di base si riferiscono alle nozioni di geologia, idrogeologia e geofisica con riferimento alle proprietà petrofisiche dei suoli, il significato dei parametri idrogeologici (densità, porosità, contenuto, idrico permeabilità), alle proprietà geofisiche dei suoli e delle rocce (resistività elettrica, attributi sismici, parametri elettromagnetici) e di ingegneria ambientale e geotecnica (parametri meccanici). Si richiedono nozioni di base relative al modalità di acquisizione dei dati e i concetti di acquisizione ed elaborazione di segnali. Sono richieste conoscenze di base e capacità di utilizzo di strumenti informatici per l’elaborazione di dati geofisici delle esercitazioni di campo.
Programma
Metodi sismici: (1 crediti)
Equazione d’onda e correlazione tra parametri meccanici e risposta sismica; correlazione tra i parametri petrofisici (porosità, contenuto idrico) e velocità e attenuazione dei mezzi porosi: modello di Willie, modello di Biot-Gassman; Metodi di indagine in foro: downhole, cross-hole e VSP (vertical seismic profile); Tomografie sismiche in foro e dalla superficie. Metodi di onde superficiali.
Cenni normativi e determinazione Vs30; risposta sismica locale
Metodi elettrici (2 crediti)
Correlazioni tra parametri petrofisici e resistività elettrica, effetti di polarizzazione di suoli, polarizzazione indotta per misure in siti contaminati e per indagini minerarie. Modalità di acquisizione ed elaborazione di tomografie elettriche di resistività e di polarizzazione da superficie e in foro; esempi applicativi per la caratterizzazione idrogeologica e ambientale. Esempi applicativi per la caratterizzazione di siti contaminati e di giacimenti minerari (2 crediti).
Metodi elettromagnetici (2 crediti)
Metodi in dominio di frequenza e di tempo; cenni strumentali e modalità di acquisizione con dispositivi Slingram a basso numero di induzione; esempi applicativi per la caratterizzazione di siti contaminati; metodi in dominio di tempo per la caratterizzazione idrogeologica. Indagine elettromagnetiche elitrasportate per caratterizzazione geologica e mineraria. Metodi magnetotellurici nella esplorazione geotermica.

Esercitazione di campo ed elaborazione dati di metodi integrati per la caratterizzazione idrogeofisica/geotecnica del sottosuolo; esercitazione di campo con acquisizione ed elaborazione di dati sismici e di tomografia elettrica (2 crediti).
Organizzazione dell'insegnamento
Le lezioni frontali intendono fornire i principi di acquisizione, elaborazione e interpretazione di dati geofisici (circa 40 ore). Le esercitazioni di campo consentiranno agli studenti di apprendere le modalità pratico-operative di acquisizione dei dati; le esercitazioni di laboratorio sono mirate ad approfondire gli aspetti di calcolo per la elaborazione ed interpretazione delle indagini geofisiche.
Le esercitazioni di laboratorio prevedono lavoro autonomo da parte dello studente nei laboratori informatici di Ateneo.
Testi richiesti o raccomandati: letture, dispense, altro materiale didattico
Il testo di riferimento del corso è J.M. Reynolds, 1997. An introduction to applied and environmental geophysics, Wiley Ed., 796 pp.
Il docente fornisce tramite il portale il materiale presentato durante le lezioni, le tracce per la realizzazione delle esercitazioni in aula e in laboratorio, ed esercizi di approfondimento.
Per approfondimenti teorici vengono suggeriti e messi a disposizione tramite il portale copie in formato elettronico di documentazione tecnica e di articoli scientifici.
Criteri, regole e procedure per l'esame
L’esame consiste in una prova orale tesa ad accertare il livello di competenze teoriche e le abilità di integrare i risultati delle indagini geofisiche in diversi contesti applicativi. L’esame si organizza con un quesito relativo ad aspetti teorici ed un quesito relativo alla pianificazione e realizzazione di indagini e interpretazione dei risultati. Una parte della prova orale consiste nella discussione delle esercitazioni svolte.
La valutazione finale è basata sulla chiarezza espositiva e padronanza della terminologia tecnica (5 punti), capacità di ragionamento (5 punti) e di collegamento dei diversi aspetti della materia (10 punti), livello di competenza raggiunto (10 punti).
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2017/18
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti