Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
02AFDDR
Automazione a fluido
Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica - Vercelli
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Velardocchia Mauro ORARIO RICEVIMENTO PO ING-IND/13 32 24 0 0 11
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/13 5 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso ha lo scopo di far conoscere i diversi sistemi di automazione a fluido attualmente adoperati e di fornire le nozioni di base indispensabili per un uso razionale degli impianti a fluido. Vengono analizzati componenti ed elementi di vari tipi di sistemi pneumatici ed idraulici, e definiti gli schemi circuitali pi¨ significativi.
Competenze attese
Gli allievi acquisiranno competenze nel campo dell'impostazione di un sistema pneumatico, sia riguardo ai principali parametri necessari per definire le caratteristiche dei componenti sia per quanto attiene all'analisi del comportamento dinamico del sistema
Prerequisiti
Meccanica applicata.
Programma
Introduzione al sistema automatico. Tipologie di sistema automatico, tipi di attuazioni e confronti fra differenti tecnologie (elettrica, idraulica, pneumatica). Suddivisione degli elementi pneumatici. Attuatori a fluido. Cilindri a semplice e doppio effetto. Valvole di potenza: valvole a due, tre, quattro vie; comandi, funzionamento e simbologia delle valvole. Valvole ausiliarie dei circuiti pneumatici. Regolazione della velocitÓ dei cilindri e andamento delle pressioni nelle camere. Tecniche digitali dei circuiti pneumatici. Principi di algebra logica. Funzioni combinatorie e sequenziali. Operatori logici e relativa simbologia. Getti e principi di fluidica. Sensori e trasduttori impiegati nell'automazione a fluido. Organizzazione di una macchina automatica: sistemi a tempi e ad eventi; diagrammi funzionali: movimenti-fasi, Grafcet. Controllo con logica programmabile.
Laboratori e/o esercitazioni
E' previsto lo sviluppo di esercitazioni in supporto agli argomenti sviluppati a lezione. Gli studenti sono suddivisi in squadre, che si alternano nello svolgimento di esercitazioni sperimentali e numeriche, rivolte alla definizione di circuiti a fluido, al loro montaggio e alla valutazione del relativo funzionamento.
Bibliografia
G. Belforte, Manuale di Pneumatica, II Ed., Tecniche Nuove, 2005
Controlli dell'apprendimento / ModalitÓ d'esame
L'esame Ŕ scritto e orale.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti