Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
02BXKGD
Principi di ingegneria chimica ambientale
Corso di L. Specialistica in Ingegneria Per L'Ambiente E Il Territorio - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Ruggeri Bernardo ORARIO RICEVIMENTO AC ING-IND/25 42 14 0 0 5
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ING-IND/24 5 B - Caratterizzanti Ingegneria per l'ambiente e il territorio
Obiettivi dell'insegnamento
PRINCIPI DI ING. CHIMICA AMBIENTALE
Principles of Environmental Chemical Engineering

Il corso ha come finalità il formare gli studenti alla comprensione ed al controllo delle dinamiche di reazione e trasporto che le sostanze inquinanti incontrano nell'ambiente. Tale obiettivo viene perseguito fornendo gli strumenti conoscitivi per la comprensione da un lato, delle fenomenologie a cui una sostanza immessa nell'ambiente è coinvolta, e dall'altro, mediante l'applicazione dei principi dell' ingegneria chimica alla definizione ed alla comprensione del funzionamento delle apparecchiature atte alla rimozione e distruzione di sostanze inquinanti presenti in una data matrice. I principi forniti vengono adeguatamente applicati a diverse situazioni che si incontrano nella pratica, mediante l'esecuzione di esercitazioni numeriche e all'esposizione ed analisi di esempi concreti. La formazione raggiunta alla fine del corso, è propedeutica alla comprensione dei contenuti di corsi in cui vengono illustrati il funzionamento di processi ed impianti che limitano gli impatti ambientali nelle diverse matrici.
Competenze attese
Comprensione dei fenomeni fisici e chimici che interessano una sostanza inquinante e capacità di individuare il fenomeno preponderante a cui questa è sottopopsta. Concetto di equazione di progetto di un apparecchiatura in cui avvengono fenomeni di reazione e trasporto e suo uso. Acquisizione di capacità di riduzione delle complessità nell'analisi e lo studio di sistemi complessi.
Prerequisiti
Analisi I, Analisi II, Fisica I, Fisica II, Chimica.
Programma
Equilibrio termodinamico e stato stazionario: uso nei fenomeni di inquinamento di matrici ambientali. Sostanze chimiche : struttura, reattività e pericolosità; criteri per la definizione della priorità degli interventi. Reazioni chimiche: omogenee, eterogenee, intermedie; cinetiche, reattori ideali, reattori reali. Fenomeni di trasporto di materia: regime molecolare e turbolento in sistemi omogenei ed eterogenei. Fenomeni complessi: trasporto e reazione; costanti di rilassamento: sistemi di I ordine e ordine superiore. Fenomeni di assorbimento, adsorbimento in fase liquida, solida e gassosa. Estrazione liquido-solido. Condensazione, distillazione. Ossidazione di inquinanti organici: biologica, termica e chimica. Reazioni fotochimiche.

Le esercitazioni consistono nell'esame di casi pratici per la comprensione dei concetti. Ad es.: esame di un processo di distruzione chimica di PCBs; sistemi di controllo di odori da correnti gassose; disamina dei fenomeni di attenuazione naturale nel: suolo, insaturo e zona satura; esame di un forno rotante per la distruzione di sostanze tossico/nocive..

Bibliografia

M. D.LaGrega, P.L.Buckingham, J.C.Evans and ERM (2001) 'Hazardous Waste Management', 2nd Edition McGraw-Hill
W.L.McCabe, J.C.Smith, P.Harriott (1993) 'Unit Operations of Chemical Engineering', 5th Edition McGraw-Hill
R.N.Yong, C.N.Mulligan (2004) 'Natural Attenuation of Contaminants in Soil' ,Lewis Publishers

Controllo dell'apprendimento e modalità d'esame

L'esame è orale e consiste in tre domande poste al candidato volte alla verifica della maturità dello stesso nell'utilizzo dei principi sviluppati nel corso. Si richiede la relazione scritta dell' esercitazione svolta, che può essere oggetto di una domanda.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2005/06
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti