Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
02FOXAC
Laboratorio di progettazione urbanistica con sociologia urbana
Corso di Laurea in Architettura Per Il Progetto - Mondovi'
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Mazzoccoli Angela Carlotta ORARIO RICEVIMENTO     36 0 0 0 5
Bianco Bruno ORARIO RICEVIMENTO     108 48 0 0 9
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/21
ICAR/21
SPS/10
SPS/10
9


3
B - Caratterizzanti
 
 
G - Ambito aggregato per crediti di sede
Architettura e urbanistica
 
 
Ambito aggregato per crediti di sede
Obiettivi dell'insegnamento
Il Laboratorio di Urbanistica costituisce lo sbocco naturale dei corsi di Analisi della città e del territorio e di Urbanistica, dopo i quali si danno per acquisiti gli elementi teorici e pratici fondativi in ordine alla strumentazione necessaria per operare le scelte di Piano.
Il Laboratorio di Urbanistica affronta dunque il tema della pianificazione e della progettazione a livello urbano, assumendo i piani attuativi quale strumenti urbanistici privilegiati per la sperimentazione di un percorso progettuale.
In particolare, il nodo da affrontare è quello costituito dalla forma e dall'organizzazione del manufatto urbano, che va letto, interpretato e trasformato.
Sulla base di quanto acquisito negli anni precedenti in ordine alla di capacità di lettura, analisi e interpretazione critica della struttura e delle espressioni morfologiche della città, gli studenti dovranno dimostrare di essere capaci di interpretare e utilizzare gli strumenti di piano e di avere acquisito una buona capacità di progettazione urbanistica.
Competenze attese
Il Laboratorio dovrà preparare espressamente all'esecuzione di alcuni dei compiti di carattere professionale che attendono il Laureato, qualunque sia l'obiettivo formativo che lo studente intenda raggiungere. Si colloca dunque sul piano dell'elaborazione di strumenti urbanistici attuativi e quindi anche del governo delle modificazioni dell'ambiente in ambito locale.
Progetto
Il progetto consiste, essenzialmente, in un tipico piano urbanistico di attuazione. Per giungere al prodotto finale, si percorre nell'arco dell'anno un itinerario che segue la stessa logica dell'usuale procedura vigente in ambito professionale e che si articola in:
- elaborati che conducono alla individuazione dei temi progettuali
- progetto planivolumetrico
- norme d'attuazione
- relazione illustrativa
Programma: informazioni integrative
Il Laboratorio sarà pertanto fortemente orientato alla ricerca di soluzioni idonee a trasformare l'ambito urbano locale, avvalendosi anche di consistenti contributi teorici che riguarderanno principalmente:
- le dinamiche di trasformazione della città e del territorio, cioè il processo all'interno del quale dovranno collocarsi le proposte progettuali conclusive
- le modalità teoriche e pratiche utili a individuare le connessioni con le parti dell'organismo complessivo entro cui occorrerà operare
- i riferimenti sintetici inerenti principalmente la forma e l'organizzazione urbana attraverso i quali possano essere verificate le singole scelte progettuali
Tutto ciò sarà integrato mediante specifici contributi didattici di discipline attente ad aspetti economici, geografici, politico/istituzionali.
Peraltro, l'integrazione più forte riguarda l'ambito degli studi di Sociologia urbana. Con questa materia il percorso si svolge in maniera fortemente integrata, permettendo un confronto che nasce dall'adozione dei punti di vista specifici dei rispettivi ambiti disciplinari.
Si intende far sì, in tal modo, che il lavoro conduca al disegno di una parte della città, con chiare connessioni con i più ampi contesti urbani e territoriali, in modo tale da consentire anche di riconsiderarne e metterne in discussione la forma complessiva.
Bibliografia
La bibliografia si riferisce ad autori classici, piuttosto che a singoli testi, data la ricchezza della materia.
Intorno alle questioni di forma e di psicologia della forma, cioè di gestalt, hanno riflettuto e scritto Arnheim e Panowsky, hanno fatto ricerca (con motivazioni diverse) Paul Klee e, molti anni dopo, Kevin Lynch: questi sono gli antenati. Ieri hanno scritto Aldo Rossi e Giancarlo De Carlo; oggi ne scrivono e progettano molti nostri colleghi dei Laboratori di I e II Facoltà in Torino.
Sull'analisi della struttura urbana e di quartiere esistono due filoni: uno concernente la struttura urbana (i classici manuali sull'analisi del patrimonio edilizio, che hanno il loro antenato nel Cerdà del Piano di Barcellona e affondano radici sociologiche nella cosiddetta 'scuola di Chicago'), l'altro più storicista (Muratori e i suoi discepoli, soprattutto Caniggia e Maretto).
Un tema particolare: il colore nella città e il colore della città. Ludovico Quaroni ne scrisse ne La porpora e l'oro (L'immagine di Roma - Laterza,Bari); Giovanni Brino ha portato il tema a livello professionale con i suoi cataloghi del colore per il Comune di Torino, di Alessandria, ecc.
Per gli aspetti di estimo: C. COSCIA, E. FREGONARA, Strumenti economico-estimativi nella valorizzazione delle risorse architettoniche e culturali, in corso di stampa, Celid, Torino.
M. BRAVI, E. FREGONARA, Promozione e sviluppo immobiliare. Analisi dei processi e tecniche di valutazione, Celid, Torino.
Controlli dell'apprendimento / Modalità d'esame
L'apprendimento viene controllato mediante tre workshop, momenti di presentazione del lavoro personale e di gruppo, che si effettuano in dicembre (fine 1° periodo didattico) a marzo (15 gg dopo la ripresa delle lezioni) e a fine anno.
In questo modo si tende a rendere massima l'efficacia di un metodo di lavoro che ha fatto del confronto e della discussione allargata uno dei principali strumenti pedagogici.
L'elaborato finale dev'essere redatto in forma professionale, paragonabile a quanto occorra per un progetto da sottoporre all'approvazione di un Ente pubblico.
Si richiede pertanto anche una grafica adeguata.
Il contenuto degli elaborati riguarderà:
- l'analisi della struttura e della forma urbanistica ed edilizia del quartiere analizzato, nel suo contesto urbano e territoriale
- la formulazione di proposte di recupero o d'intervento dell'area, che comprendano la
delimitazione dei settori di intervento, l'indicazione delle modalità specifiche e il disegno di alcune proposte di trasformazione
E' ammesso il lavoro in gruppo, ma viene richiesta una esplicita qualificazione del contributo personale di ciascuno, al fine di verificarne il livello professionale (culturale e tecnico) acquisito.
La valutazione è progressiva, poiché si avvale dei risultati dei tre WS.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti