Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
02FPXAA, 02FPXEQ
Storia delle tecniche architettoniche e costruttive
Corso di L. Specialistica in Architettura - Torino
Corso di Laurea in Storia E Conservazione Dei Beni Architettonici E Ambientali - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Dameri Annalisa ORARIO RICEVIMENTO A2 ICAR/18 72 0 0 0 8
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/18 6 D - A scelta dello studente A scelta dello studente
Obiettivi dell'insegnamento
'la storia dell'architettura ha molte facce. Idee e teorie, punti di vista e programmi possono avere in essa un'effettiva importanza ['] la storia dell'architettura deve però comprendere anche la storia dell'edilizia come fatto manuale o fatto tecnico; e in certi casi la storia della tecnica costruttiva è (o tale è apparsa ai posteri) più importante di ogni altro aspetto della vicenda di un determinato periodo'. (H-R. Hitchcock, 1971)
Il corso si propone di fornire agli studenti, chiamati a confrontarsi ' in veste di operatori pubblici o di professionisti ' con il patrimonio edilizio dei centri abitati, molto spesso segnato da una storia plurisecolare, le coordinate critico-conoscitive essenziali per un approccio all'architettura, corretto in quanto cosciente delle specificità tecniche, e formali di cui essa è documento.
L'oggetto primo del corso è lo studio in chiave storica delle più significative innovazioni tecniche e costruttive che hanno segnato l'evoluzione dell'architettura i n età moderna e contemporanea.
Non è trascurata l'illustrazione dei fondamenti teorici e dei dibattiti critici che la diffusione di quelle stesse innovazioni hanno accompagnato e in taluni casi indotto.
Premessa: si tratta di un corso opzionale scelto da studenti della laurea specialistica in architettura e dal terzo anno di storia e conservazione.
In entrambi i casi gli studenti iscritti hanno già compiuto un percorso 'completo' di storia dell'architettura (fondamenti, storia moderna, contemporanea, storia dell'urbanistica) e, quindi, il mio principale obiettivo, è la RILETTURA CRITICA della storia dell'architettura attraverso la 'lente d'ingrandimento' delle tecniche costruttive (materiali, tecniche di cantiere, professionalità in atto).
L'obiettivo finale è condurre gli studenti al leggere il patrimonio architettonico non solo da un punto di vista formale, ma anche da un punto di vista tecnico-costruttivo.
Programma (Prof. A. Dameri)
Il corso si articola in due parti:
' Nella prima parte del corso (fino alla fine del mese di ottobre circa) sono alternate lezioni di carattere teorico a brevi seminari in cui si discutono letture assegnate settimanalmente. Ogni studente deve anche produrre una breve relazione. Le letture sono scelte di volta in volta sulla base delle richieste degli studenti frequentanti e sulla base delle lacune che emergono. Di sei ore alla settimana 4 sono dedicate alle lezioni teoriche e due alla discussione. Questa prima parte del corso serve anche a comprendere il grado di preparazione degli studenti, e la bibliografia gestita dagli studenti. Gli allievi, alternando letture, relazioni e lezioni ex-cathedra, hanno l'occasione di ritornare su tematiche già studiate in precedenza e riaffrontarle criticamente sulla base delle conoscenze acquisite.
' Nella seconda parte del concorso, concluse le letture e le relazioni, il corso si concentra su casi studio in cui le tecniche costruttive giocano un r uolo fondamentale per la corretta comprensione del patrimonio storico-architettonico.

Letture: (obbligatorie per gli studenti frequentanti)
Summerson, Il linguaggio classico dell'architettura
estratti da:
Ignasi Sola Morales, Da Durand a Le Corbusier
Salvadori, Perché gli edifici stanno in piedi

PROGRAMMA DEL CORSO

DAL FUNZIONALISMO SETTECENTESCO AL RAZIONALISMO COSTRUTTIVO OTTOCENTESCO
Il cantiere di Sainte Genevieve. La muratura armata
Il funzionalismo nell'architettura del Settecento.
Laugier, Lodoli
Durand e il funzionalismo nell'architettura dell'800
Durand e Alessandro Antonelli. La griglia antonelliana
Rondelet: il trattato
Labrouste. Il cantiere della biblioteca di Sainte Genevieve
Viollet Le Duc: storico dell'architettura, studioso delle tecniche costruttive

LA COSTRUZIONE DELLE CUPOLE IN ETA' MODERNA E CONTEMPORANEA
I trattati cinquecenteschi e la tecnica del costruire
I trattati cinquecenteschi: Sebastiano Serio, Philibert de l 'Orme, Andrea Palladio
Cupole in età moderna. Tecniche costruttive nella realizzazione di cupol (catene in legno, metallo e pietra, centinature lignee, cupole a doppia calotta)
Casi studio: Santa Maria del Fiore e le cupole del Quattrocento toscano, Baldassarre Longhena (Santa Maria della Salute a Venezia), Cristopher Wren (Saint Paul cathedral a Londra), Jules Mansart (des Invalides a Parigi).
La cupola di San Gaudenzio a Novara

TECNICHE COSTRUTTIVE NEGLI STATI UNITI NEL XIX SECOLO
La prefabbricazione .Il sistema costruttivo balloon frame. Cast iron building. La Scuola di Chicago.

IL CANTIERE IN CEMENTO ARMATO
Il sistema Hennebique
Carlo Ceppi e l'applicazione del cemento armato a Torino
La diffusione dell'impiego del cemento armato
Anatole de Baudot, Auguste Perret, Henri Sauvage
Il Futurismo: il contributo teorico
Giuseppe Terragni: il monumento ai caduti, la casa del Fascio, il Novocomum
Ignazio Gardella


Bibliografia
Eleonora Trivellin, Storia della tecnica edilizia in Italia dall'Unità ad oggi, Alinea 1998.
Loretta Mozzoni, Stefano Santini (a cura di), Il mito del progresso e l'evoluzione tecnologica, Liguori editore.
Testi e materiale didattico (Prof. A. Dameri)
ATTENZIONE
PER GLI STUDENTI ISCRITTI AD ANNI ACCADEMICI PRECEDENTI AL 2008-2009:

l'esame può essere sostenuto utilizzando la bibliografia precedentemente concordata.
é obbligatorio aggiungere alla bibliografia concordata:
Annalisa Dameri, Cantieri e professioni. Per una storia delle tecniche architettoniche e costruttive in Piemonte tra Otto e Novecento, 2009, ISBN: 978-1-4092-7668-5, Editore Lulu.com
(acquistabile SOLO su www.lulu.com)


PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI

Eleonora Trivellin, Storia della tecnica edilizia in Italia dall'Unità ad oggi, Alinea 1998.

Annalisa Dameri, Cantieri e professioni. Per una storia delle tecniche architettoniche e costruttive in Piemonte tra Otto e Novecento, 2009, ISBN: 978-1-4092-7668-5, Editore Lulu.com
(acquistabile SOLO su www.lulu.com)

Loretta Mozzoni, Stefano Santini (a cura di), Il mito del progresso e l'evoluzione tecnologica, Liguori editore.
Di questo volume solo i seguenti saggi:
Guido Zucconi, La città dei nuo vi impianti a rete
Luciano Patetta, L'alleggeriemnto delle strutture murarie
Elena Tamagno, Le radici eclettiche dell'industria italiana per l'edilizia: laterizi e leganti
Massimiliano Savorra, Dalla catastrofe al progresso. Idee e proposte per le costruzioni antisismiche nel XIX secolo
Ornella Selvafolta, Confort e progresso tecnico nella casa dell'Ottocento: il nuovo progetto domestico
Fabio Mangone, L'ascensore tra tecnica e miti
Stefano santini, L'architettura sui cataloghi
Luigi Ramazzotti, Tradizione e scoperta del nuovo. Manuali francesi nei primi anni dell'Ottocento

Sigfried Giedion, Spazio, tempo ed architettura. Lo sviluppo di una nuova tradizione,
di questo volume solo i seguenti capitoli:
Lo sviluppo delle nuove forze,
L'istanza di moralità nell'architettura
Il Movimento americano
Spazio-tempo in arte, architettura e costruzione

PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI

Letture: (obbligatorie per gli studenti frequentanti)

Summerson, Il linguaggio classico dell'architettura ( relazione)
estratti da:
Ignasi Sola Morales, Da Durand a Le Corbusier
Salvadori, Perché gli edifici stanno in piedi


LIBRI DI TESTO:
Annalisa Dameri, Cantieri e professioni. Per una storia delle tecnich e architettoniche e costruttive in Piemonte tra Otto e Novecento, 2009, ISBN: 978-1-4092-7668-5, Editore Lulu.com
(acquistabile SOLO su www.lulu.com)

Loretta Mozzoni, Stefano Santini (a cura di), Il mito del progresso e l'evoluzione tecnologica, Liguori editore.
Di questo volume solo i seguenti saggi:
Guido Zucconi, La città dei nuovi impianti a rete
Luciano Patetta, L'alleggeriemnto delle strutture murarie
Elena Tamagno, Le radici eclettiche dell'industria italiana per l'edilizia: laterizi e leganti
Massimiliano Savorra, Dalla catastrofe al progresso. Idee e proposte per le costruzioni antisismiche nel XIX secolo
Ornella Selvafolta, Confort e progresso tecnico nella casa dell'Ottocento: il nuovo progetto domestico
Fabio Mangone, L'ascensore tra tecnica e miti
Stefano santini, L'architettura sui cataloghi
Luigi Ramazzotti, Tradizione e scoperta del nuovo. Manuali francesi nei primi anni dell'Ottocento

Sigfried Giedion, Spazio, tempo ed architettura. Lo sviluppo di una nuova tradizione,
di questo volume solo i seguenti capitoli:
Lo sviluppo delle nuove forze,
L'istanza di moralità nell'architettura
Il Movimento americano
Spazio-tempo in arte, architettura e costruzione


Modalità di verifica dell'apprendimento (Prof. A. Dameri)
esame scritto e orale


Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2009/10
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti