Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2009/10
02IMSFB
Qualitą e gestione del processo edilizio
Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Piantanida Paolo ORARIO RICEVIMENTO A2 ICAR/10 46 38 0 0 3
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
ICAR/11 7.5 B - Caratterizzanti Architettura e urbanistica
Obiettivi dell'insegnamento
Visitare con gli allievi la normativa presente sulla Gestione del Processo Edilizio e in particolare le norme di legge sui lavori pubblici in corso di applicazione.
Competenze attese
Inizio corso: conoscenza delle tecnologie edilizie, architettoniche, strutturali, impiantistiche.
Fine corso: moalitą applicative a tali elementi delle tecniche di pianificazione e gestione qualitą e sicurezza (direzione lavori).
Prerequisiti
Allievi uscenti dai corsi do produzione Edilizia e Sicurezza Cantieri.
Programma
1.1 Significato dei Termini:
1.1.1 CONTROLLO = Padronanza, Gestione, Management, Ispezione, verifica.
1.1.2 QUALITA' = la Qualitą secondo ISO 9000-1 e secondo le pratiche correnti
1.1.3 SICUREZZA = la Sicurezza come elemento del Procedimento, dell'Appalto, della Progettazione, della Pianificazione, della Conduzione Commessa, della Unitą di Produzione
1.2.1 Dpr 554/1999 Regolamento applicativo Legge 109/1994 in particolare per la conduzione del progetto e della Direzione Lavori. Disponibile su www.bosettiegatti.com o sul link a comune di Jesi.
1.2.2 Dpr 34/2000 Regolamento sulla Qualificazione delle Imprese; disponibilitą ibidem.
1.2.3 Nell'inizio anno 2001 sono comparse 2 circolari importanti del MinLavoro n. 2/2001 e n. 8/2001 attengono alla Pianificazione della Sicurezza disponibili su www.minlavoro.it link a novitą o Circolari
1.2.4 Nell'anno sono state istituite le SOA (organismi di Attestazione) in applicazione del dpr 34/2000 le loro formalitą sono disponibili su diversi siti ad es. www.autoritalavoripubblici.it.
1.2.5 NOTA per gli Studenti: In conseguenza della necessitą della qualificazione sono diventate molto importanti le norme sulla qualitą dei materiali che saranno oggetto di una prima attivitą qualificante del corso con prova di auto-valutazione a fine sezione di programma.
2 PRIMO APPROFONDIMENTO: QUALITA' DEI MATERIALI
2.1 Prestazioni Obbligatorie dei Materiali da Costruzione: Decreto Legge 14 set 2005 Ministero infrastrutture per le costruzioni e in particolare novitą contenute rispetto alla legislazione precedente:
2.2 Legge 64/1974 sulle prestazioni delle costruzioni
2.2.1 DM 16/01/1996 Carichi e Sovraccarichi costruzioni.
2.2.2 DM 20/01/1987 Edifici in Muratura
2.2.3 DM 3/12/1987 Costruzioni Prefabbricate
2.2.4 DM 30/10/1912 Accettazione Legno da Costruzione.
2.2.5 DM 12/12/19885 Norme per la costruzione delle tubazioni.
2.2.6 DM 11/03/1988 Norme tecniche sulle fondazioni e i pendii.
2.3 Costruzioni in Calcestruzzo armato e Acciaio nuove norme e riferimento alle vecchie norme:
2.3.1 DM 9/01/1996 Esecuzione e collaudo strutture in cls armato e metalliche.
2.3.2 Circ. Min. LLPP n. 252 del 15/10/1996 Istruzioni applicative
2.3.3 Eurocodice II UNI ENV 1992-1-1.
2.4 Le norme Europee sui Materiali
2.4.1 La Direttiva Europea 89/106 e il DPR n. 246 del 1993
2.4.2 Requisiti Essenziali delle Costruzioni (89/106).
2.4.3 Organizzazione dei Laboratori Prove in Europa. Laboratorio Notificato, Laboratorio Accreditato, Laboratorio Ufficiale.
2.5 I metodi di Gestione delle Prestazioni dei Materiali.
2.5.1 I metodi obbligatori
Il Prelievo e la Gestione del Cls in produzione e in getto
2.5.1.1 Il prelievo e la gestione dei campioni di acciaio da Carpenteria
2.5.1.2 Il prelievo e la gestione del Tondo per c.a. in produzione e prima del getto.
2.5.2 I metodi di Campionamento.
2.5.2.1 Il concetto di Frattile e le tabelle di correlazione
2.5.2.2 Il Calcestruzzo in piccoli cantieri
2.5.2.3 Il calcestruzzo in cantieri > 1500 mc
2.5.2.4 L'acciaio tondo da c.a. controllato in stabilimento
2.5.2.5 Tondo c.a. controlli in cantiere
2.5.2.6 Acciaio da carpenteria in stabilimento.
2.5.3 Controlli sui Laterizi da Solaio in c.a.
2.5.4 Controlli sui laterizi da muratura
2.5.5 Controlli sulle malte da costruzione
2.6 Esercitazione con valutazione
3 CONTROLLO nel Procedimento
3.1 Decreto legislativo 12 Apr 2006
3.2 Supervisione del Programma poliennale
3.3 Supervisione del Meta - Progetto
3.4 Supervisione della fattibilitą
3.5 Supervisione del Progetto Preliminare e Definitivo
3.6 Verifica del Progetto Preliminare
3.7 Verifica di Conformitą del Progetto definitivo
4 CONTROLLO nel Progetto esecutivo:
4.1 Individuazione della Unitą di Progettazione esecutiva
4.2 Individuazione delle responsabilitą disciplinari
4.3 Nomina del Responsabile unitą di ProgExe (il PEM)
4.3.1 Nomina degli specialisti interni di controllo ProgExe
4.3.2 Pianificazione del ProgExe
4.3.3 Controllo Interno alla Unitą di ProgExe del Programma di ProgExe
4.3.4 Controllo Interno dei Costi Servizi di Progettazione e Costruzione o Realizzazione
4.3.5 Controllo interno dei Costi Finanziari
4.4 CONTROLLI del Responsabile del Procedimento sul ProgExe
4.4.1 Verifiche avanzamento ProgExe
4.4.2 Verifiche di riscontro Tempi e Costi delle Opere
4.4.3 Verifiche di Congruitą con i Progetti a monte
4.4.4 Verifiche di Completezza e Congruenza con le Norme
4.5 La Norma UNI 10722/1-2-3 Controlli sul Progetto
5 CONTROLLI del Responsabile Procedimento sugli Appalti
5.1 Individuazione delle caratteristiche delle imprese Appaltatrici e Fornitici
5.2 Qualificazione delle Imprese DPR 34/2000 le SOA
5.3 Individuazione dei Parametri di Pre - Qualifica degli Offerenti
5.4 Verifica delle Pre ' Qualifiche
5.5 Controlli sulla attivitą di Assegnazione dell'Appalto
5.6 Controlli di Congruitą delle Caratteristiche dell'Impresa
5.7 Controlli di Congruenza Prezzo ' Programmi
6 La QUALITA' Organizzata: le ISO 9000
6.1 Il Sistema di Qualitą Aziendale ISO 9000-1 ISO 9004-1 , -2
6.1.1 Redazione delle Politiche e del Manuale della Qualitą
6.1.2 le procedure di Qualitą Aziendale
6.1.3 le Verifiche ispettive interne al SQ
6.2 Il Contratto di fornitura in regime di qualitą ISO 9001
6.2.1 elementi contrattuali del cliente
6.2.2 riesame del contratto
6.2.3 riesame del Sistema ai fini del Contratto
6.2.4 le verifiche ispettive del Cliente
6.2.5 i collaudi prodotto del cliente
7 La QUALITA' certificata
7.1 Specifiche generali sul Sistema Qualitą
7.2 Le Procedure del Sistema
7.3 Le specifiche di Controllo del SQ
7.4 le Verifiche ispettive dell'Istituto Certificatore
8 Gli Istituti di Certificazione e accreditamento
8.1 L'istituzione del Sincert, Sinal,
8.2 Gli Istituti di Certificazione : ad es.: il CERTO
9 La Qualitą della Commessa
9.1 Situazione di Controllo di Parte Ia : il Cliente Controlla
9.2 Il Fornitore si da un Piano di Qualitą Commessa
9.3 Le Verifiche Ispettive del Cliente
9.4 Le Verifiche Ispettive per il Cliente da parte dell'Organismo di Ispezione
9.5 Accreditamento dell'Organismo di Ispezione
10 La Gestione della Sicurezza
10.1 le Specifiche generali di Sicurezza dal DPR 547/1955 fino al Dlg 626/1994
10.1.1 Le prestazioni intrinseche di sicurezza dei prodotti, delle attrezzature, dei siti, dei processi. Schede di Macchina e di Prodotto
10.2 Le autoritą del controllo della sicurezza
10.3 La Conduzione della Sicurezza nella Direzione dello Stabilimento ' Cantiere, Dlg 626 art. 4
10.3.1 la Valutazione interna delle unitą di produzione il Dlg 626/1994
10.3.2 la Pianificazione della Sicurezza della Commessa e della fornitura il Dlg 626 art. 7 e il Dlg 494/1996
10.4 La Pianificazione della Sicurezza da parte del Committente, Dlg 494/1996
10.4.1 Le Responsabilitą e le figure Professionali di Parte Committente.
10.4.2 Il Piano di Sicurezza redatto dal Coordinatore per conto del Committente: La Norma UNI U32 014 590
10.5 La Pianificazione di Sicurezza dell'Impresa nell'Appalto : il Piano Operativo
10.5.1 il Controllo della Direzione Lavori, Direttore Operativo Coordinatore Sicurezza in Esecuzione.
10.6 Il controllo del Collaudatore.
Laboratori e/o esercitazioni
Attivitą di esplorazione normativa tecnica edilizia.
Pianificazione controlli qualitą progetto.
Pianificazione controlli qualitą materiali.
Pianificazione Qualitą Processo.
Bibliografia
Norme Uni Edilizia.
Norme Uni Qualitą.
Testo Baldi Sanvito edito Il Sole Ventiquattrore.
Norme Legislative.
Verifica la disponibilita in biblioteca
Controlli dell'apprendimento / Modalitą d'esame
Controlli apprendimento.
Esercitazioni passo passo per realizzare un piano controllo qualitą componenti industrializzati.
Riesame progetto esecutivo e sicurezza per validazione progetto capannone.
Piano di Montaggio e Costruzione capannone industriale.
Piano di qualitą Costruzione capannone
Modalitą Esame
Riesame Documentazione raccolta ed elaborata;
discussione elaborati di laboratorio e riferimenti alle informazioni sulle leggi e norme tecniche.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2006/07
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti