Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
02IUCKQ
Identificazione di sistemi vibranti
Dottorato di ricerca in Meccanica - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
Garibaldi Luigi ORARIO RICEVIMENTO PO ING-IND/13 20 0 0 0 7
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
*** N/A ***    
Obiettivi dell'insegnamento
Lo scopo è quello di fornire una panoramica sui metodi di identificazione di strutture meccaniche vibranti, sia in campo lineare che non-lineare.|
E' necessario conoscere i principi dell'analisi modale e del trattamento dei segnali, utilizzate da tempo in tutti i campi dell'ingegneria aeronautica, meccanica, e civile.
Permette lo scambio di punti di vista diversi, grazie alla forte interdisciplinarità della materia.
Programma
Il corso inizia con una panoramica dello stato dell'arte dei metodi di identificazione di strutture dinamiche, sia in campo lineare che non-lineare.|
Il corso é rivolto a coloro che conoscono già i fondamenti di analisi dei segnali, nonché la tecnica dell'analisi modale classica (lineare), utilizzata ormai in tutti i campi dell'ingegneria aeronautica, meccanica, e civile.|
Per quanto riguarda i sistemi lineari, sono trattate le tecniche di estrazione dei parametri modali più recenti, quali il metodo ARMA-ARMAV, CVA, ITD-RDT, e le reti neurali, nel dominio del tempo, nonché alcuni metodi nel dominio delle frequenze; sono esposte inoltre le principali assunzioni per applicarle.|
Sono proposti molti esempi applicativi su dati numerici e su strutture reali.|
Per quanto riguarda il problema dell'identificazione dei sistemi non-lineari, sono trattate le funzioni di coerenza, la sovrapposizione degli effetti, la mappa di restituzione della forza, la trasformata di Hilbert, le analisi Tempo-Frequenza, le distorsioni delle FRF.|
Volendo analizzare i problemi più complessi della qualificazione, quantificazione e localizzazione delle non-linearità presenti, si utilizzano altri metodi, quali la trasformata Wavelet, le serie di Wiener e di Volterra, i modelli NARMAX, fino ai più recenti 'Reverse Path Method' e NIFO.
Altri tecniche in fase di sperimentazione possono esser introdotte durante il corso.
Orario delle lezioni
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti