Politecnico di Torino
Politecnico di Torino
   
Login  
en
Politecnico di Torino
Anno Accademico 2007/08
02IUUKQ
Introduzione alla formulazione lagrangiana dei sistemi continui
Dottorato di ricerca in Meccanica - Torino
Docente Qualifica Settore Lez Es Lab Tut Anni incarico
SSD CFU Attivita' formative Ambiti disciplinari
*** N/A ***    
Obiettivi dell'insegnamento
Il corso, di natura interdisciplinare, si propone di esporre le basi del formalismo lagrangiano, in cui Ŕ facile imbattersi non solo durante la consultazione di testi relativi per esempio alla Meccanica e all'Elettrodinamica, ma anche nella lettura e nella stesura di pubblicazioni scientifiche specialistiche.

Programma
RICHIAMI SUL FORMALISMO LAGRANGIANO PER I SISTEMI DISCRETI
Principio di Hamilton, lagrangiana, hamiltoniana, equazioni di Lagrange, funzione di Rayleigh, equazioni di Hamilton; esempi dalla Meccanica e dall'Elettrodinamica.

SISTEMI CONTINUI
DensitÓ di lagrangiana e di hamiltoniana; applicazioni alla Meccanica (teoria delle travi vibranti/rotanti) e all'Elettrodinamica (equazioni di Maxwell).

CENNI SULLE PROPRIETA' DI SIMMETRIA DELLE LAGRANGIANE
Invarianza della densitÓ di lagrangiana per traslazione spaziale, temporale e per rotazione e corrispondente conservazione dell'impulso, dell'energia e del momento angolare.



ELENCO PARZIALE DI RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

Goldstein, H., Classical Mechanics, 2a ediz., Addison-Wesley, 1980.

Lanczos, C., The Variational Principles of Mechanics, 2a ediz., University of Toronto Press, 1970.

Meirovitch, L., Analytical Methods in Vibrations, Macmillan, 1967.

Meirovitch, L., Methods of Analytical Dynamics, McGraw-Hill Classic Textbook Reissue Series, 1988.

Hill, L. H., "Hamilton's Principle and the Conservation Theorems of Mathematical Physics", Review of Modern Physics, 23, pp. 253-260, 1951.
Statistiche superamento esami

Programma definitivo per l'A.A.2007/08
Indietro



© Politecnico di Torino
Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
WCAG 2.0 (Level AA)
Contatti